Articoli messi a disposizione da Modi S.r.l. - MOG 231 | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231
17
Ott

I Sistemi di Gestione della Qualità ISO 9001:2015 sono uno strumento di organizzazione aziendale

I Sistemi di Gestione della Qualità ISO 9001:2015 sono uno strumento di organizzazione aziendale che offrono delle linee guida da seguire e degli strumenti per affrontare le problematiche a cui un'Organizzazione è soggetta.

La norma ISO 9001 definisce i requisiti di un SGQ "sistema di gestione per la qualità" per un'organizzazione. I requisiti espressi sono di carattere generale e possono essere implementati volontariamente da ogni tipologia di organizzazione.

La ISO 9001 è la normativa di riferimento per chi vuole sottoporre a controllo qualità il proprio processo produttivo in modo ciclico, partendo dalla definizione dei requisiti (espressi e non) dei clienti, arrivando fino al monitoraggio di tutto il percorso/processo produttivo.

Per applicare la norma ISO 9001:2015 bisogna implementare un impianto documentale che contenga procedure, istruzioni e moduli di registrazione per ogni singolo processo identificato all'interno dell'organizzazione aziendale.

Tutta l'organizzazione viene interessata dal SGQ in quanto vengono coinvolte la direzione aziendale, il personale coinvolto dal processo/procedura, viene fatta una pianificazione, si valuta la fase di progettazione, vendita, fornitori, aprovigionamenti, produzione, vendita, installazione del prodotto, assistenza post vendita.

Chiama la Società di Consulenza e Formazione MODI SRL con sede in Mestre, Marghera, Spinea e Venezia se desideri implementare un sistema di gestione qualitò, ambiente, sicurezza, anti-corruzione a norma ISO 37001:2016 anche tra loro integrati.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.ite www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it.


17
Ott

Appalti, Cnappc a Salvini: ‘grave errore alzare la soglia limite per affidamenti diretti’

17/10/2018 - “Sarebbe un duro colpo alla legalità e alla trasparenza innalzare da 40mila a 221mila euro la soglia entro la quale si può ricorrere agli affidamenti diretti o senza gara, così come annunciato dal vicepremier e ministro dell’interno, Matteo Salvini. Voler smontare il Codice degli Appalti non significa affatto intraprendere la strada verso nuovi e virtuosi processi di semplificazione perché, al contrario, si lascerebbe nuovo e maggiore spazio alla opacità che, troppo spesso, caratterizza gli affidamenti diretti”.   Lo ha dichiarato Giuseppe Cappochin, Presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori. Contrarietà a questa ipotesi è stata espressa anche dall'OICE.   “A prescindere dalle soglie che definiscono le tipologie delle procedure di affidamento per la progettazione - ha detto ancora - e proprio in nome della qualità, trasparenza..
Continua a leggere su Edilportale.com

17
Ott

Codice Appalti, Salvini all’Ance: ‘entro novembre sarà smontato e riscritto’

17/10/2018 - “Entro novembre il famigerato Codice Appalti sarà smontato e riscritto con chi lavora”. Lo ha annunciato ieri il vicepremier Matteo Salvini ai costruttori dell’Ance riuniti in Assemblea Pubblica. “Lavorerò perché l’Italia abbia più infrastrutture, più strade, più ferrovie, più ponti; non credo alla decrescita infelice, credo alla crescita” - ha detto il vicepremier.   Salvini ha anticipato che saranno innalzati alcuni tetti che impediscono agli enti locali di dare appalti con assegnazione diretta. Il riferimento è al tetto oggi fissato a 40.000 euro, che potrebbe salire a 221.000 euro, ipotesi contro la quale si è espressa l’Oice.   Ance: ‘viviamo in un Paese insicuro’ La relazione del Presidente Ance, Gabriele Buia, si è aperta con i consueti dati negativi del settore edile: gli investimenti in opere pubbliche sono calati di oltre..
Continua a leggere su Edilportale.com

17
Ott

Antisismica, trasporti e dissesto idrogeologico: sbloccati 4,2 miliardi di euro delle Regioni

17/10/2018 – Liberare 4,2 miliardi di euro che le Regioni potranno investire per la messa in sicurezza antisismica, il dissesto idrogeologico, i trasporti e l’edilizia residenziale e sanitaria. È l’obiettivo dell’accordo siglato in Conferenza Stato – Regioni, che dovrà ora essere inserito nella legge di Bilancio per il 2019.   Investimenti delle Regioni, in arrivo 4,2 miliardi di euro Le risorse derivano da avanzi di amministrazione che le Regioni hanno chiesto di poter spendere, così come già concesso ai Comuni. Ricordiamo infatti che, con due pronunce del 2007 e del 2008, la Corte Costituzionale ha stabilito che gli avanzi sono già nella disponibilità degli Enti e restano agli Enti.   Se l'accordo verrà ratificato nella legge di Bilancio, le Regioni avranno a disposizione 2,5 miliardi per il 2019 e 1,7 miliardi per il 2020 da investire in interventi da realizzare nei prossimi cinque anni.   L’accordo..
Continua a leggere su Edilportale.com

17
Ott

Oice: ‘no all’innalzamento da 40.000 a 221.000 euro del tetto agli affidamenti diretti’

17/10/2018 - A settembre torna a crescere il valore dei bandi di progettazione di opere pubbliche, sono state infatti bandite 245 gare (39 soprasoglia), per un valore di 36,9 milioni di euro (28,3 soprasoglia), rispetto al precedente mese di agosto il numero cala del 12,2% ma il loro valore cresce del 24,2%, rispetto a settembre 2017, -10,6% in numero e -1,6% in valore.   Il valore messo in gara nei nove mesi del 2018 per la progettazione è tutto in campo negativo: le gare sono state 2.357 per un importo complessivo di 396,1 milioni di euro, -8,8% in numero e -10,9% in valore rispetto ai primi nove mesi del 2017.   Secondo l’osservatorio OICE-Informatel, aggiornato al 30 settembre, nei nove mesi del 2018, per il totale dei servizi di ingegneria e architettura sono state bandite 4.304 gare per un importo complessivo di 844,0 milioni di euro che, confrontati con i primi nove mesi del 2017, mostrano il calo dell’1,6% nel numero (+22,1% sopra soglia) ma l’aumento..
Continua a leggere su Edilportale.com

17
Ott

SAIE 2018 apre oggi i battenti nella Fiera di Bologna

17/10/2018 – Apre i battenti oggi a Bologna la 53esima edizione di SAIE, appuntamento che per quattro giorni presenterà le tecnologie e i prodotti più innovativi del settore.   Tra le principali novità dell’edizione 2018: - Digital&BIM Italia Conference Lab - Progettazione di servizi per l’immobiliare e le infrastrutture - Digitalizzazione e committenza pubblica per le piccole opere. La Regione Sardegna presenta il suo piano per la riqualificazione dell’edilizia scolastica. - Infrastrutture e manutenzione delle grandi opere. Presente anche l’Ad di Anas - Sperimentazione e interattività con i visitatori Quattro i focus tematici dedicati rispettivamente a: recupero e protezione sismica, riqualificazione energetica, digitalizzazione e BIM, infrastrutture e territorio. Attenzione anche all’architettura di qualità, all’impiantistica di ultima generazione..
Continua a leggere su Edilportale.com

16
Ott

Il pericolo di “corruzione” porta incertezze in chi esercita attività commerciali. Adottare un sistema di gestione anti-corruzione a norma ISO 37001:2016.

Il pericolo di "corruzione" porta incertezze in chi esercita attività commerciali.

La corruzzione aumenta il costo dei beni e dei servizi, diminuisce la qualità dei prodotti e dei servizi. 

La corruzione può portare alla perdita di vite umane e di proprietà, distrugge la fiducia nelle istituzioni e interferisce con l’efficiente funzionamento dei mercati.  

Chiama MODI SRL di Venezia e adotta un sistema di gestione anti-corruzione a norma ISO 37001:2016. 

La Società di Consulenza e Formazione MODI SRL con sede in Mestre, Marghera, Spinea e Venezia è il Partnere giusto se desideri implementare un modello Organizzativo 231, la norma ISO 37001, un sistema di gestione qualità, ambiente, sicurezza, anche tra loro integrati. Chiama MODI Info 800300333 www.consulenzacertificazioneiso37001.it

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it



16
Ott

Regolamento Europeo Privacy GDPR 2016/679: Onere o valore aggiunto?



Regolamento Europeo GDPR 2016/679: Onere o valore aggiunto?

Il Gdpr 2016/679 indica che è il titolare che ha l'onere di valutare il grado di tutele adeguato ai propri trattamenti dei dati personali delle persone fisiche, e l'Autorità Garante ha un ruolo successivo di verifica degli adempimenti. 


La responsabilizzazione è fondamentale perché i "dati personali" sono elementi importanti e il loro uso illecito può essere pericoloso.

La capacità di proteggere i dati è fondamentale per essere competitivi e avere una buona reputazione. 


Un'azienda che non è in grado di proteggere la propria banca dati tenderà a essere emarginata dal mercato perché da una parte sarà vulnerabile ad attacchi informatici e furti di identità, dall'altra avendo indebolito le garanzie offerte su questo terreno ai clienti, sarà meno competitiva.

Fonte: Intervista ad Antonello Soro del 20 Aprile 2018
 

Lo Staff tecnico di MODI S.r.l è a disposizionPer consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it

16
Ott

Regolamento Europeo Privacy GDPR 2016/679: Onere o valore aggiunto?



Regolamento Europeo GDPR 2016/679: Onere o valore aggiunto?

Il Gdpr 2016/679 indica che è il titolare che ha l'onere di valutare il grado di tutele adeguato ai propri trattamenti dei dati personali delle persone fisiche, e l'Autorità Garante ha un ruolo successivo di verifica degli adempimenti. 


La responsabilizzazione è fondamentale perché i "dati personali" sono elementi importanti e il loro uso illecito può essere pericoloso.

La capacità di proteggere i dati è fondamentale per essere competitivi e avere una buona reputazione. 


Un'azienda che non è in grado di proteggere la propria banca dati tenderà a essere emarginata dal mercato perché da una parte sarà vulnerabile ad attacchi informatici e furti di identità, dall'altra avendo indebolito le garanzie offerte su questo terreno ai clienti, sarà meno competitiva.

Fonte: Intervista ad Antonello Soro del 20 Aprile 2018
 

Lo Staff tecnico di MODI S.r.l è a disposizionPer consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it

16
Ott

Flat tax 15% per le Partite Iva fino a 65 mila euro e proroga di un anno dei bonus casa

16/10/2018 - Il Consiglio dei Ministri, nella seduta di ieri sera, ha dato il via libera al disegno di legge di Legge di Bilancio 2019 ‘Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019-2021’ e ai due DL ‘Disposizioni urgenti in materia fiscale’ e ‘Disposizioni urgenti per la deburocratizzazione, la tutela della salute, le politiche attive del lavoro e altre esigenze indifferibili’, cioè il Decreto Fiscale e il Decreto Semplificazione.   Subito dopo la seduta il Documento programmatico di Bilancio 2019 è stato inviato a Bruxelles. Vediamo le misure di interesse per il nostro settore:   Flat Tax 15% per Partite Iva fino a 65 mila euro Il disegno di legge di Legge di Bilancio 2019 estende la soglia del regime forfettario fino a 65 mila euro, prevedendo un’aliquota piatta al 15%. Si tratta di una misura ampiamente annunciata che alza a 65.000 euro il tetto..
Continua a leggere su Edilportale.com