1 agosto 2012 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for agosto, 2012

31
Ago

Sospeso il SISTRI ed i relativi pagamenti per il 2012 (se ne riparla nel 2013?)

E' stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale n. 187 del 11 agosto 2012 – Supplemento Ordinario n. 171, la Legge 7 agosto 2012, n. 134, recante "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, recante misure urgenti per la crescita del Paese".

La legge, in vigore dal 12 agosto 2012, ha confermato, all'art. 52, la sospensione del termine di operatività del SISTRI fino al compimento delle verifiche di funzionalità del sistema stesso e comunque non oltre il 30 giugno 2013. Con un apposito decreto del Ministro dell'ambiente verrà fissato il nuovo termine per l'entrata in operatività del Sistema SISTRI e, sino a tale termine, sono sospesi gli effetti del contratto stipulato tra il Ministero dell`ambiente e la SELEX - SE.MA e sono conseguentemente inesigibili le relative prestazioni; viene altresì confermata la sospensione del pagamento dei contributi dovuti dagli utenti per l'anno 2012.

Fonte: Ateneoweb

31
Ago

Privacy e comunicazioni elettroniche, le novità del d.lgs 69/2012

«Mai più cookies senza il consenso dell'interessato e maggiore tutela dei consumatori contro le comunicazioni indesiderate: a stabilirlo è il DLgs. n. 69/2012, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 126 del 31 maggio 2012 e in vigore dal 1° giugno 2012. Tale decreto ha apportato modifiche al Codice della Privacy in attuazione della Direttiva 2009/136/CE, in materia di trattamento dei dati personali e tutela della vita privata nel settore delle comunicazioni elettroniche.

Le modifiche introdotte da tale Direttiva sono finalizzate a promuovere una maggiore tutela dei consumatori contro le violazioni dei dati personali, le comunicazioni indesiderate e lo "spam".  ...»

Leggi tutto l'articolo "Più attenzione alla privacy nelle comunicazioni elettroniche", di Luca Leone.
Il DLgs. 69/2012 introduce misure per tutelare gli utenti dalle comunicazioni indesiderate e dall'utilizzo incontrollato dei «cookies»

30
Ago

INAIL – Al via la XIV edizione dei Giochi Paralimpici

Al via le Paralimpiadi

30 agosto 2012. Non ha deluso le aspettative la cerimonia di apertura allo Stadio Olimpico di Londra, che ha proposto una riflessione a tutto campo su origine dell'universo, razionalità, illuminismo e diritti umani. Già assegnate le prime medaglie

LONDRA - Prima giornata di gare della XIV edizione delle Paralimpiadi, inaugurate ieri sera con la cerimonia di apertura all'Olympic Stadium di Londra, che ha riacceso le sue luci 17 giorni dopo la chiusura dei Giochi Olimpici. Se la cerimonia di un mese fa ruotava intorno alla Gran Bretagna e alla sua storia, lo spettacolo di ieri era all'insegna della ragione e dei diritti, fra illuminismo, origine dell'universo, legge di gravità, inviti a soddisfare la propria curiosità e a non pensare che i limiti e i confini siano invalicabili. La razionalità delle leggi dell'universo e l'avvento delle leggi del diritto, a partire dalla Dichiarazione Universale dei diritti dell'uomo.

Un grande show aperto dall'esibizione di Aerobility. Una rappresentazione in grande stile che non ha deluso le aspettative per un'edizione delle Paralimpiadi che si appresta a battere molti record, a partire dal numero degli atleti partecipanti, 4.200 provenienti da 166 Paesi, e dei biglietti venduti, ben 2,3 milioni. Stadio gremito da più di 80mila spettatori, che hanno apprezzato il lungo show dai ritmi intensi, aperto da un'esibizione aerea curata da Aerobility, associazione britannica che insegna alle persone con disabilità, anche mentale, come diventare piloti. Poi ecco i due protagonisti del racconto voluto da Jenny Sealey e Bradley Hemmings, i due direttori artistici dello spettacolo: Miranda, la protagonista della "Tempesta" di Shakespeare, che viene guidata in un cammino di conoscenza da Stephen Hawking, il più celebre scienziato britannico.

Al fianco della regina un traduttore nella lingua dei segni. È stata la regina Elisabetta II, primo monarca della storia a prendere parte in uno stesso anno alla cerimonia di apertura di Olimpiadi e Paralimpiadi, a dichiarare ufficialmente aperti i XIV Giochi Paralimpici. Al suo fianco, oltre al nipote William con la moglie Kate e il presidente del Comitato internazionale paralimpico, Philip Craven, anche un traduttore che ha "aperto" la manifestazione nella lingua dei segni, a ulteriore conferma di un'organizzazione complessiva che ha aperto nuove strade in fatto di accessibilità e inclusione. Margaret Maughan, medaglia d'oro per la Gran Bretagna alle prime Paralimpiadi di Roma nel 1960, ha acceso il braciere e la cerimonia si è chiusa sulle note di "I am what I am", io sono ciò che sono, cantato da Beverley Knight e dal pubblico con il linguaggio dei segni.

In tribuna il ministro Fornero e il presidente del Coni Petrucci. Fra i due spezzoni di spettacolo, festoso e colorato l'ingresso delle nazioni. Un torpedone che per circa un'ora e mezza si è dispiegato lungo la pista dell'Olympic Stadium. Delegazioni numerosissime, come quelle di Francia, Spagna, Sudafrica, Stati Uniti e Gran Bretagna, o molto contenute nei numeri. A guidare l'Italia, in qualità di portabandiera, c'era Oscar De Pellegrin che ha sfilato lungo l'anello dell'Olympic Stadium sventolando il tricolore alla testa dei 97 atleti azzurri che compongono la delegazione italiana. Tra i presenti alla cerimonia, il ministro del Lavoro e delle Pari Opportunità, Elsa Fornero, in rappresentanza del governo italiano, e i vertici del Coni con il presidente Gianni Petrucci e il segretario generale Raffaele Pagnozzi. Petrucci e Pagnozzi avevano raggiunto Londra in mattinata accolti dal presidente del Comitato italiano paralimpico, Luca Pancalli, e dal segretario e capomissione olimpico, Giunio De Sanctis.

Esordio amaro per l'Italia del basket in carrozzina. Oggi, intanto, sono iniziate le prime competizioni con equitazione, goalball, tennis tavolo, tiro a segno, basket in carrozzina, ciclismo su pista, nuoto, judo, sollevamento pesi, pallavolo da seduti e tiro con l'arco. Primo oro per la cinese Zhang nella carabina in piedi da 10 metri femminile, categoria SH1, mentre finora sono poche le soddisfazioni per gli atleti azzurri. Brucia, in particolare, l'esordio amarissimo della squadra maschile di basket in carrozzina, che non è mai riuscita a entrare in partita con la Spagna, finendo sconfitta con un passivo di 27 punti: 67-40.

Per saperne di più:

Speciale Paralimpiadi Londra 2012

Seguiteci anche su Facebook e su Twitter

30
Ago

Srl, sindaco unico e nomina del supplente

Se il sindaco è unico la Srl non può nominare un supplente.

Nelle società a responsabilità limitata l'organo di controllo monocratico, sia nel caso di previsione volontaria (art. 2477 c.c., co. 1), sia in caso di nomina obbligatoria (art. 2477 c.c., co. 2 e co. 3) dello stesso, è composto da un solo membro effettivo, non risultando prevista la nomina di sindaci supplenti.
La nomina del supplente non può essere prevista neppure in via facoltativa; eventuali previsioni, presenti nell'atto costitutivo, di nomina di sindaci supplenti del sindaco unico effettivo sono da considerare tamquam non esset, come se non esistessero.

E' questo l'orientamento del Ministero dello Sviluppo Economico che risponde, con parere prot. n. 0180772 del 28 agosto 2012, ad un quesito posto dalle CCIAA di Lecce e di Novara in merito alla possibilità o obbligatorietà di nominare un sindaco supplente in caso di srl con organo monocratico, per nomina volontaria (è la stessa srl a prevederlo nell'atto costitutivo) o imposta (dettata da legge).

29
Ago

La disciplina dei controlli nelle s.r.l.: la posizione di Assirevi

Assirevi, nel documento di ricerca n. 172 di luglio 2012, fornisce alcuni orientamenti interpretativi relativi all'art. 2477 del codice civile, in ordine alla disciplina dei controlli nelle società a responsabilità limitata.

L'art. 2477 c.c., nel testo in vigore dallo scorso 7 aprile 2012, concede alle srl di optare tra la nomina di un organo di controllo o quella di un revisore. Al riguardo Assirevi rileva che:

  • la scelta del soggetto deputato ai controlli implica una differente scelta circa la natura e l'oggetto dei controlli cui si intende sottoporre la società. Se la srl nomina il solo revisore, a quest'ultimo competerà la sola attività di revisione legale, e non potrà in nessun caso ritenersi che rientri fra i suoi compiti il controllo sulla gestione ai sensi dell'art. 2403 c.c.; diversamente, se la scelta ricade sull'organo di controllo, quest'ultimo svolgerà il controllo sulla gestione e, al ricorrere delle condizioni previste dalla legge ed in assenza del revisore esterno, anche la revisione legale;
  • l'affidamento all'organo di controllo interno della revisione legale dei conti può avvenire, oltre che in assenza dell'obbligo di consolidamento, solo in presenza di un'apposita clausola che disponga in tal senso. In assenza di tale clausola, la revisione legale dovrà essere affidata ad un soggetto esterno, revisore persona fisica o società di revisione;
  • il generico richiamo al "revisore" deve essere inteso come riferito sia al revisore legale persona fisica, sia alla società di revisione;
  • la proposta motivata di conferimento dell'incarico di revisione spetta, in assenza dell'organo di controllo, al Consiglio di amministrazione.
Il documento di ricerca n. 172 "Orientamenti interpretativi in ordine alla nuova disciplina dei controlli nelle s.r.l." può essere scaricato dal sito di Assirevi, nella sezione "Documenti di ricerca -> documenti in vigore".
28
Ago

INAIL – Febbre da Paralimpiadi: ecco la rosa dei dodici atleti INAIL in gara a Londra

Paralimpiadi 2012

14 agosto 2012. Dal tiro con l'arco al ciclismo, dal canottaggio al tiro a segno, i nomi dei campioni che parteciperanno ai prossimi giochi. Nel gruppo anche due 'medagliati' nella scorsa edizione di Pechino: Paolo Viganò, oro nella categoria di inseguimento LC4, e Vittorio Podestà, argento nella crono di hand-bike e già campione del mondo a Bordeaux

LONDRA - Sono dodici gli atleti dell'INAIL che parteciperanno alle prossime Paralimpiadi di Londra 2012. Questi i nomi e le discipline nelle quali gareggeranno: Vittorio Bartoli (tiro con l'arco), Oscar Pellegrin (tiro con l'arco), Mauro Cratassa (ciclismo), Vittorio Podestà (cicilismo), Paolo Viganò (ciclismo), Silvia De Maria (canottaggio), Daniele Stefanoni (canottaggio), Marco Pusinich (tiro a segno). Quattro le riserve: Matteo Bonacina (tiro con l'arco), Giuseppina Versace (atletica), Samuele Gobbi (atletica) e Giovanni Achenza (ciclismo).

Nel team figurano nomi già affermati e 'medagliati' a livello mondiale. Uno su tutti, Paolo Viganò che, nelle scorse Paralimpiadi di Pechino 2008, vinse l'oro nella categoria di inseguimento LC4. Altro campione che giustifica forti attese è Vittorio Podestà che, nel suo esordio a Pechino, conquistò il secondo gradino del podio nella crono di hand-bike, con soli sei secondi di svantaggio rispetto al vincitore, lo svizzero Heinz Frei. Classe 1973, il ligure Podestà  ha già riscosso il titolo di campione del mondo di hand-bike nell'agosto 2007 a Bordeaux.

A questa rosa vanno aggiunti gli atleti che - seppure invalidi civili - sono protesizzati presso il centro INAIL di Vigorso di Budrio: Martina Caironi (atletica), Riccardo Scendoni (atletica), Maria Nardelli (tennis tavolo) e, in qualità di riserva, Germano Bernardi (atletica).

Per saperne di più:

Speciale Paralimpiadi Londra 2012

Seguiteci anche su Facebook e su Twitter

28
Ago

Cartella sanitaria: contenuti e modalità di trasmissione

"È entrato in vigore il 25 agosto il decreto 9 luglio 2012 che individua i contenuti della cartella sanitaria e le modalità di trasmissione annuale al servizio sanitario da parte dei medici competenti, come previsto dall’articolo 40 del Tu sicurezza (dlgs n. 81/2008). Per un anno, tuttavia, vigerà un periodo transitorio che sposta la scadenza del termine della prima trasmissione dei dati (relativi al 2012) dal 31 marzo (termine ordinario) al 30 giugno 2013, e sospende la sanzione a carico dei medici inadempienti (da 1.000 a 4 mila euro). ..."

Leggi tutto l'articolo su Assinews (fonte: Italia Oggi, "La cartella sanitaria è d’obbligo" di Carla De Lellis)

28
Ago

Appalti e possesso del Modello 231

E' illegittima la previsione della procedura di appalto che impone ai partecipanti di comprovare l'adozione di un modello organizzativo e di controllo conforme ai requisiti del d.lgs 231/01.

La procedura di appalto non può imporre di "produrre la documentazione comprovante l’adozione di un modello di gestione, organizzazione e controllo dell’impresa in conformità a quanto previsto dal d.lgs. n. 231/2001".
Detta previsione è illegittima perché "pretende il possesso di un requisito che rientra nella facoltà dei partecipanti e non risponde ad un preciso interesse dell’Amministrazione essendo finalizzata a liberare la società dalla responsabilità amministrativa conseguente alla commissione di reati da parte dei propri dipendenti/incaricati".
"Invero, la legge individua dei principi in materia di requisiti di ordine generale, in particolare di requisiti di carattere morale, necessari per la partecipazione alle gare strumentali alla stipula di contratti con la p.a.: detti principi sono contenuti nell’art. 38 d.lgs. n. 163/2006, richiamato anche dall’art. 4 del bando di gara. Il rispetto dei precetti richiamati appare ad avviso del Collegio sufficiente per la partecipazione alla gara di cui trattasi, non essendo ragionevole imporre agli offerenti - quale sostanziale requisito di partecipazione - l’adozione del modello di gestione, organizzazione e controllo dell’impresa in conformità a quanto previsto dal d.lgs. n. 231/2001."
Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia, Sezione Terza, sentenza depositata il 4 febbraio 2011

Sul tema, leggi anche "La discrezionalità strumentale della stazione appaltante e il modello organizzativo ex d.lgs. n. 231/01"

Fonte: I Reati Societari.

28
Ago

INAIL – Londra 2012, Pancalli: "Mai così tanti azzurri alle Paralimpiadi"

Luca Pancalli

28 agosto 2012. Il presidente del Cip intervistato all'aeroporto poco prima di volare nella capitale inglese, dove domani prenderà il via la 14esima edizione dei Giochi estivi: "Con 97 atleti raggiunto già un grande risultato, per l'Italia è la più grande delegazione da Seul a oggi"

ROMA - ''Sono molto ottimista. Sono convinto che le federazioni abbiano lavorato bene e anche il Comitato paralimpico nel suo insieme. Un grande risultato l'abbiamo già ottenuto. Con 97 atleti è la più ampia delegazione azzurra di sempre da Seul a oggi, vale a dire che si è curato il top level ma anche la promozione''. Così Luca Pancalli, presidente del Comitato italiano paralimpico (Cip), avvicinato questa mattina all'aeroporto di Fiumicino poco prima di imbarcarsi sul volo Alitalia per Londra, dove domani prenderà il via la 14esima edizione dei Giochi paralimpici estivi.

"Un'occasione per accendere i riflettori sulla nostra attività". Per quanto riguarda il medagliere, "potremo sicuramente puntare al dato di Pechino - pronostica Pancalli - Abbiamo i nostri punti di forza: il ciclismo, l'atletica, il nuoto ma attendiamo conferme da scherma, tennistavolo, accanto alla soddisfazione di avere il basket in carrozzina, che da Atene era assente. Londra 2012, per il nostro movimento, ha lo stesso significato che ha ogni Paralimpiade. È l'occasione, grazie anche al ruolo dei media, di accendere i riflettori in maniera più efficace e pervasiva sull'attività, non solo sui risultati dei ragazzi ma sulle straordinarie storie che vi sono dietro. Un veicolo di promozione dello sport sul territorio per avvicinare tanti ragazzi disabili: è l'obiettivo più importante. L'Italia è cambiata in questo, è cambiata la qualità dell'attenzione: si va oltre le storie solidaristiche, si guarda ad atleti con la 'A' maiuscola e ciò significa fare cultura''.

"Lo stop a Fabrizio Macchi un atto dovuto". Il presidente del Cip ha commentato anche lo stop alla partecipazione del ciclista Fabrizio Macchi, dopo il deferimento della procura antidoping del Coni: ''È stato un atto dovuto - spiega - Provo profonda amarezza per lui, ma ha violato una norma del codice antidoping. Chi veste la maglia azzurra ha delle responsabilità in più e deve tenere comportamenti che siano rispondenti ai codici etici e morali che la maglia azzurra richiede. Fabrizio spero avrà modo di spiegare, nel corso del dibattimento della giustizia sportiva, la sua posizione''.

Per il ciclista fatale la frequentazione con il medico Michele Ferrari. Al ciclista azzurro, medaglia di bronzo nel 2008 alle Paralimpiadi di Pechino, è costata cara la frequentazione con Michele Ferrari, il medico più volte implicato in questioni di doping e per questo inibito dal Coni, tornato alla ribalta delle cronache dopo il caso di Alex Schwazer, il marciatore trovato positivo all'Epo ed escluso dalle Olimpiadi. Alla vigilia della partenza per Londra, la procura antidoping del Coni, presieduta da Ettore Torri, dopo aver sentito l'atleta, ha deciso per il deferimento di Macchi al Tribunale nazionale antidoping del Coni per violazione delle norme che vietano agli atleti di avvalersi della consulenza o prestazione di soggetti inibiti, chiedendo la sospensione dall'attività per otto mesi. In considerazione di ciò, e considerate le norme sportive antidoping del Cip, al Comitato italiano paralimpico non è rimasto altro che disporre l'esclusione di Macchi dalla squadra italiana.

Per saperne di più:

Speciale Paralimpiadi Londra 2012

Seguiteci anche su Facebook e su Twitter

27
Ago

INAIL – Paralimpiadi di Londra, anche l’INAIL a Casa Italia

Oscar De Pellegrin

27 agosto 2012. Durante i Giochi estivi 2012, in programma nella capitale inglese dal 29 agosto al 9 settembre, all'interno della struttura di accoglienza della delegazione italiana spazi riservati ai servizi e alle iniziative dell'Istituto. Venerdì 31 in programma un evento con il presidente De Felice

LONDRA - Primi allenamenti per gli azzurri arrivati oltremanica per prendere parte alle Paralimpiadi 2012, un'edizione dei Giochi estivi che ha già fatto segnare il record di partecipanti, con quasi 4.200 atleti provenienti da più di 160 nazioni in gara in venti discipline sportive nell'arco di 11 giorni, da mercoledì 29 agosto a domenica 9 settembre. L'Italia sarà presente all'appuntamento con una selezione composta da un centinaio di atleti, di cui fanno parte anche alcuni invalidi del lavoro e invalidi civili protesizzati dal Centro INAIL di Vigorso di Budrio.

Il portabandiera azzurro sulla copertina dello speciale di SuperAbile. Tra loro anche il portabandiera della squadra italiana alla cerimonia di apertura delle Paralimpiadi, Oscar De Pellegrin, infortunato sul lavoro a seguito di un incidente con il trattore nell'azienda agricola di famiglia, diventato prima un campione del tiro a segno (bronzo nella carabina a Barcellona 1992, replicato nel 1996 ad Atlanta) e poi del tiro con l'arco (nel 2000, a Sydney, un oro e un bronzo, e a Pechino 2008 un bronzo nell'arco a squadre). De Pellegrin è anche il protagonista della copertina del numero speciale in italiano e in inglese del Magazine SuperAbile interamente dedicato alle Paralimpiadi di Londra, che ospita anche l'editoriale del direttore generale dell'INAIL, Giuseppe Lucibello.

Il quartier generale tricolore al Queen Elizabeth II Conference Centre. Come in occasione dei Giochi Paralimpici estivi di Pechino 2008 e di quelli invernali di Vancouver 2010, anche quest'anno aprirà i battenti Casa Italia, luogo di accoglienza e ospitalità per la delegazione italiana e vetrina prestigiosa del made in Italy, distribuita su oltre seimila metri quadrati al Queen Elizabeth II Conference Centre, nel centro della città. La sua collocazione è anche un segno tangibile di integrazione. Per la prima volta nella storia del Coni, infatti, la stessa struttura che ha ospitato il Comitato olimpico italiano farà da casa anche a quello paralimpico.

Presentati servizi e iniziative per le persone con disabilità. All'interno di Casa Italia, a ridosso del punto di accoglienza, il Comitato italiano paralimpico (Cip) ha riservato all'Istituto, quale unico partner istituzionale, spazi dedicati nei quali presentare iniziative e servizi, con riferimento in particolare - e non poteva essere altrimenti - alla ricerca e alla produzione di protesi sportive e ai servizi per le persone disabili forniti dal contact center integrato SuperAbile. Il 31 agosto, inoltre, la Conference Area farà da cornice a un evento nel corso del quale saranno illustrati i contenuti di SuperAbile quale best practice italiana e l'attività che l'INAIL e il Cip svolgono in sinergia per promuovere la pratica sportiva tra le persone con disabilità da lavoro. Ad aprire i lavori sarà il presidente dell'Istituto, Massimo De Felice.

Con 2,1 milioni di biglietti venduti già superato il record di Pechino. Con 2,1 milioni di biglietti venduti finora, le Paralimpiadi londinesi hanno già polverizzato il record di Pechino 2008 (1,8 milioni) e promettono di superare tutte le edizioni precedenti anche dal punto di vista della copertura mediatica. Per quanto riguarda l'Italia tutti i giorni, a partire dalle ore 12 (ora italiana) su Rai Sport 1 sarà possibile seguire gli azzurri impegnati nelle varie competizioni. Cinque, invece, i canali, tutti in alta definizione, che saranno allestiti da Sky, per un totale di circa 500 ore di programmazione. Un'offerta, quella della rete satellitare, resa ancor più fruibile dal cosiddetto mosaico interattivo già apprezzato durante le Olimpiadi, che consentirà ai telespettatori di scegliere tra le gare degli azzurri e quelle in cui si assegna una medaglia. Per seguire in tempo reale le Paralimpiadi sarà possibile, inoltre, collegarsi al sito web dell'Ipc, il Comitato paralimpico internazionale, che metterà a disposizione cinque diversi canali in streaming, quattro in inglese e uno in spagnolo, con due notiziari giornalieri alle 18,30 e alle 00,30, per un totale di 780 ore di programmazione.

Per saperne di più:

Speciale Paralimpiadi Londra 2012

Seguiteci anche su Facebook e su Twitter