1 novembre 2016 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for novembre, 2016

30
Nov

Domani giornata mondiale contro l’AIDS: Lorenzin illustra piano nazionale d’interventi e illumina Ministero

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231Comunicato del 30/11/2016 n°119
30
Nov

Ismett di Palermo: confermato il carattere scientifico di IRCCS

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231Comunicato del 30/11/2016 n°118
30
Nov

Nel REGOLAMENTO UE 679/2016 viene indicato il nucleo minimo dei compiti assegnati al DPO Responsabile della protezione dei dati (Data Protection Officer)

Nel nuovo Regolamento Generale sulla protezione dei dati personali 679/2016 il Data Protecion Officer - DPO va designato in funzione delle qualità professionali, della conoscenza specialistica della normativa e delle prassi in materia di protezione dei dati e della capacità di assolvere i compiti.
Nel REGOLAMENTO UE 679/2016 viene indicato il nucleo minimo dei compiti assegnati al DPO Responsabile della protezione dei dati (Data Protection Officer)
Secondo il nuovo regolamento UE 679/2016 il Responsabile della protezione dei dati (Data Protection Officer) può essere un dipendente del Titolare o del Responsabile del trattamento oppure un consulente esterno che assolve i suoi compiti in base a un contratto di servizi. Un gruppo imprenditoriale può nominare un unico DPO.
I dati del Responsabile della protezione dei dati (Data Protection Officer) DPO vanno comunicati al Garante per la protezione dei dati personali e resi pubblici.
 
30
Nov

Scia 2, ecco come cambierà il Testo Unico dell’Edilizia

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23130/11/2016 – Entrerà in vigore l’11 dicembre 2016 il decreto “Scia 2” (D.lgs. 222/2016), che attua uno dei capitoli della riforma della Pubblica Amministrazione (Legge 124/2015). L’obiettivo del decreto “Scia 2” è la semplificazione del panorama normativo riguardante i procedimenti da seguire per la realizzazione degli interventi edilizi. Nel testo è infatti presente una tabella che, in corrispondenza del lavoro da eseguire, riporta la procedura richiesta e il titolo edilizio necessario. Ma non solo, perché la nuova norma interviene in modo significativo sul Testo Unico dell’Edilizia (Dpr 380/2001) eliminando la Denuncia di inizio attività (Dia), ora sostituita completamente dalla Segnalazione certificata di inizio attività (Scia), e la Comunicazione di inizio lavori (Cil). Rimangono quindi in piedi cinque procedure: l’attività di edilizia libera, per cui non.. Continua a leggere su Edilportale.com
30
Nov

Commissioni giudicatrici, Oice: ‘bene le linee guida Anac’

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23130/11/2016 - L’Associazione delle società di ingegneria e architettura italiane, aderente a Confindustria, saluta con favore l’approvazione definitiva delle linee guida dell’Autorità Nazionale Anticorruzione n. 5/2016 sull’albo dei commissari di gara negli appalti pubblici che verranno pubblicate sulla gazzetta ufficiale. Per il presidente dell’OICE, Gabriele Scicolone, "È questo un momento di particolare soddisfazione per la nostra Associazione, che vede realizzarsi un altro dei principi della riforma degli appalti da noi promosso sia durante l’approvazione della legge 11, sia quando si è scritto il decreto 50. Fin dall’inizio, infatti, abbiamo sostenuto l’opportunità del ricorso a commissari esterni alle stazioni appaltanti per la valutazione delle offerte, anche perché nel settore dei servizi di ingegneria e architettura tutti gli affidamenti di importo superiore a 40.000 euro vengono.. Continua a leggere su Edilportale.com
30
Nov

Abruzzo, approvata delibera sul contenimento dell’uso del suolo

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23130/11/2016 - È stata approvata lunedì mattina dalla Giunta regionale abruzzese, su proposta dell’assessore all’Urbanistica, Donato Di Matteo, la delibera sul contenimento dell’uso del suolo attraverso il recupero del patrimonio edilizio esistente. Un provvedimento che prevede il principio della priorità del riuso dell’esistente suscettibile di rigenerazione, recupero, riqualificazione o più efficiente utilizzo. Secondo Di Matteo si tratta di un primo passo avanti determinante verso il recupero delle superfici accessorie come garage, ripostigli o magazzini ai fini residenziali. È previsto un beneficio fino ad un massimo di 70 metri quadrati per le unità abitative. I proventi serviranno per finanziare le opere di urbanizzazione dei Comuni come strade, parcheggi, viabilità e verde pubblico. “Una legge attesa da tantissimi anni - si legge nel comunicato della Regione Abruzzo - che, secondo.. Continua a leggere su Edilportale.com
30
Nov

Amianto, un testo unico metterà ordine nella normativa italiana

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23101/12/2016 – “Mettere da parte le indecisioni e le contraddizioni che hanno segnato l'approccio dello Stato al tema dell'amianto”. È il monito lanciato ieri dal presidente del Senato, Pietro Grasso, alla seconda Assemblea nazionale sull’amianto. Durante i lavori è stato presentato il Testo unico della normativa in materia di amianto, che metterà ordine tra le disposizioni e le iniziative esistenti. Testo unico sull’amianto Come illustrato dalla senatrice Camilla Fabbri, che ha presieduto la Commissione di inchiesta sugli infortuni sul lavoro e sulle malattie professionali, il testo prevede l’obbligo di denunciare la presenza di amianto oltre i limiti consentiti avvalendosi del “responsabile del rischio”. Ci sarà inoltre l’obbligo di bonifica degli edifici, anche privati per avere una mappatura affidabile della presenza della fibra. In caso di accertamento di tumore causato dall’esposizione.. Continua a leggere su Edilportale.com
30
Nov

Scia 2, vita più semplice per i progettisti?

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23130/11/2016 – I Comuni dovranno aiutare gratis chi chiede una consulenza prima di presentare il titolo abilitativo. È una delle novità contenute nel decreto “Scia 2” (D.lgs. 222/2016) che entrerà in vigore l’11 dicembre 2016. Oltre alla tabella, che in corrispondenza dell’intervento da realizzare riporta il titolo abilitativo necessario e la procedura da seguire, il testo contiene una serie di novità pensate per semplificare la vita dei progettisti. Consulenza gratuita pre-Scia Il testo stabilisce che i Comuni forniranno gratuitamente la necessaria attività di consulenza funzionale all’istruttoria. L’unico pagamento dovuto saranno i diritti di segreteria. Questo significa che i tecnici incaricati di elaborare un progetto potranno preventivamente chiedere al Comune un’interpretazione delle norme vigenti, in modo da non incorrere in bocciature e divieti successivi. Una.. Continua a leggere su Edilportale.com
30
Nov

Ristrutturazioni, Cresme: tra il 2016 e il 2021 previsto uno sviluppo dell’8,8%

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23130/11/2016 - Il settore della riqualificazione edilizia rappresenta oggi il 70% dell’intero comparto delle costruzioni, con 500 mila imprese e 1 milione e mezzo di occupati. Grazie agli incentivi fiscali, dal 1998 al 2016, il 55% delle famiglie italiane (14,2 milioni di famiglie su un complessivo di 25,9 milioni di famiglie) ha potuto realizzare progetti di ristrutturazione per un totale di 14.200.000 interventi, che hanno mosso complessivi 237 miliardi di euro, di cui 205 relativi al recupero edilizio e 32 alla riqualificazione energetica (dati ISTAT e studio effettuato dalla Camera dei Deputati presentato a settembre 2016). Lo ha detto il Presidente nazionale CNA Daniele Vaccarino nel corso del convegno di apertura di Restructura 2016, la XXIX edizione della fiera dedicata a riqualificazione, recupero e ristrutturazione, che si è svolta nei giorni scorsi a Torino. La manifestazione - che si occupa del riuso degli spazi,.. Continua a leggere su Edilportale.com
29
Nov

MOG 231 2016-11-29 17:49:00

pROVA-MOG-95x86MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231