1 giugno 2017 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for giugno, 2017

30
Giu

Le attività dell’RSPP devono integrarsi con quelle del datore di lavoro e dell’RLS?

Le attività dell’RSPP devono integrarsi con quelle del titolare/datore di lavoro e dell’RLS, oltre che a quelle del medico competente, qualora previsto.
Il ruolo di RSPP può essere affidato ad una persona esterna all’azienda che dovrà rispondere ad alcuni requisiti minimi stabiliti dall’art. 32 del D. Lgs. 81/08. Per questo motivo MODI SRL si propone per l'assunzione dell'incarico in esterno.
Il team esperto in salute e sicurezza di MODI SRL, grazie al lavoro di squadra e alle competenze multidisciplinari propone consulenze personalizzate.
I  nostri consulenti sono qualificati e hanno un approccio di tipo pratico per individuare le misure di prevenzione e protezione da attuare. Il Consulente MODI lavorerà facendo particolare attenzione alle altre norme sui Sistemi di Gestione già applicati dall'Organizzazione Cliente come per esempio il Sistema di Qualità, ambiente, sicurezza, Risk Management, Sicurezza dei dati informatici, ecc). La Clientela di MODI S.r.l. può contare anche su un puntuale aggiornamento del BLOG, dei profili social TWITTER, FACEBOOK, LINKEDIN, GOOGLE+, sull’invio di comunicazioni di aggiornamento sugli adempimenti di legge e sulle opportunità di finanziamenti pubblici, oltre all’organizzazione di seminari gratuiti in materia di SSLL, Sistemi di Gestione, adempimenti privacy ecc.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it.
30
Giu

Ingegneri, chiusi i lavori del 62° Congresso nazionale

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23130/06/2017 - Si è concluso oggi, con l’approvazione all’unanimità della mozione finale, il 62° Congresso degli ingegneri italiani. La mozione ha fissato una serie di punti programmatici che caratterizzeranno l’azione del CNI e degli Ordini territoriali nell’immediato futuro. Oltre alla formazione che sarà finalizzata al rafforzamento dell’identità della figura dell’ingegnere, un passaggio importante della mozione è rappresentato dalle politiche di prevenzione dal rischio. Sarà proseguita l’intensa azione presso le forze di Governo, in sinergia con la Rete delle Professioni Tecniche, affinché un piano a medio-lungo termine di prevenzione e di mitigazione del rischio sismico venga realmente posto in essere, attuando anche quella politica diagnostica e di conoscenza legata al Fascicolo del fabbricato. Punto importante è anche quello relativo all’efficienza.. Continua a leggere su Edilportale.com
30
Giu

Moduli unici edilizia operativi in tutti i Comuni

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23130/06/2017 – Scade oggi il termine per la pubblicazione, sui siti istituzionali di tutti i Comuni, della modulistica unificata per l'edilizia e le attività produttive, in linea con quanto prescritto nell’accordo del 4 maggio 2017, sancito in Conferenza Unificata tra Governo, Regioni ed Enti Locali. Le Regioni avevano tempo fino allo scorso 20 giugno per adeguare i contenuti informativi dei moduli unificati e standardizzati alle specifiche normative regionali mentre entro oggi i Comuni devono aver completato l’adeguamento, pubblicando la modulistica unificata sui siti istituzionali. Da domani, anche se non pubblicata sul sito del Comune, la modulistica standardizzata potrà essere presentata utilizzando i modelli unificati licenziati dalla Conferenza unificata. Ecco l’elenco completo delle Regioni con i relativi link per scaricare la modulistica relativa a: - Comunicazione Inizio Lavori Asseverata - CILA; - Segnalazione.. Continua a leggere su Edilportale.com
30
Giu

Scale per interni, guida alla scelta

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23130/06/2017 – Le scale non sono solo collegamenti strutturali verticali che permettono di superare un dislivello ma sono anche una scelta di stile che può determinare la composizione degli spazi. Per questo nella scelta di una scala, soprattutto per interni, bisogna considerare la tipologia più adatta alle proprie esigenze: in spazi piccoli si preferiranno quelle poco ingombranti, in ambienti molto grandi si possono inserire scale maestose, in mancanza di una struttura di sostegno si opterà per scale prefabbricate ecc. Scale: i criteri da rispettare in fase di progettazione Gli aspetti normativi, strutturali, ergonomici e di sicurezza per la progettazione delle scale sono regolati dalla Legge 13/1989 e dal DM 236/1989. Tuttavia bisogna sempre fare riferimento ai Regolamenti Edilizi Comunali, o rivolgersi ai dei tecnici abilitati, in quanto le norme comunali possono essere più restrittive di quelle nazionali. In.. Continua a leggere su Edilportale.com
30
Giu

Termovalvole, dal 1° luglio multe agli inadempienti

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23130/06/2017 – Da domani saranno operative le sanzioni per i condomìni e i proprietari che non hanno installato termovalvole e contabilizzatori di calore negli edifici residenziali o polifunzionali con impianto di riscaldamento centralizzato. Oggi 30 giugno, infatti, scade il termine per l’adeguamento stabilito dal Decreto Milleproroghe che ha fatto slittare di sei mesi la scadenza già fissata al 31 dicembre 2016 dal Decreto Legislativo 141/2016. Obbligo termovalvole: da domani controlli e multe La proroga ha consentito ai condomìni e ai proprietari di avere sei mesi in più per dotarsi di contatori di fornitura e valvole termostatiche sui singoli termosifoni per la regolazione della temperatura. La responsabilità dell’installazione ricade sia sui proprietari degli appartamenti che sul condominio; in caso di inadempimento saranno multati con una sanzione amministrativa da 500 a 2500 euro... Continua a leggere su Edilportale.com
30
Giu

Professionisti, dal 1° luglio in vigore lo split payment

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23130/06/2017 - Da domani le Amministrazioni pagheranno ai professionisti solo i compensi e verseranno l’Iva direttamente all’Erario. Entra in vigore il 1° luglio la doppia estensione dello split payment, decisa con la Manovrina 2017 (Legge 96/2017) per limitare i potenziali fenomeni di evasione fiscale. Da una parte, infatti, il meccanismo di scissione dell'Iva coinvolgerà i professionisti, prima esenti, dall'altra non riguarderà più solo le imprese che lavorano con le Pubbliche Amministrazioni, ma anche quelle che fatturano ad altri enti pubblici, a società controllate e a società quotate in Borsa. Il funzionamento del nuovo meccanismo è stato definito dal Ministero dell'Economia e delle Finanze (MEF) con il DM 27 giugno 2017, che individua le Amministrazioni e le società coinvolte. Lo split payment si applicherà fino al 30 giugno 2020, come stabilito dalla misura speciale.. Continua a leggere su Edilportale.com
30
Giu

Il sistema produttivo culturale muove 250 miliardi di euro

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23130/06/2017 - La cultura è uno dei motori trainanti dell’economia italiana, uno dei fattori che più alimentano la qualità e la competitività del made in Italy. Il Sistema Produttivo Culturale e Creativo, fatto da imprese, PA e non profit, genera 89,9 miliardi di euro e ‘attiva’ altri settori dell’economia, arrivando a muovere nell’insieme 250 miliardi di euro, equivalenti al 16,7% del valore aggiunto nazionale. Un dato comprensivo del valore prodotto dalle filiere del settore, ma anche di quella parte dell’economia che beneficia di cultura e creatività e che da queste viene stimolata, a cominciare dal turismo. Una ricchezza che si riflette in positivo anche sull’occupazione: il solo Sistema Produttivo Culturale e Creativo dà lavoro a 1,5 milioni di persone (quasi 22mila unità in più del 2015), che rappresentano il 6% del totale degli occupati in Italia. Nel complesso quello produttivo.. Continua a leggere su Edilportale.com
30
Giu

Equo compenso, presentato un ddl per introdurlo

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23130/06/2017 – Assicurare che i compensi per ogni prestazione professionale siano commisurati all’attività svolta e ritenere nulle clausole contrattuali che contemplino tariffe inferiori ai minimi stabiliti dal DM parametri bis. Queste le principali novità contenute nel disegno di legge 2858 recante ‘Disposizioni in materia di equità del compenso e responsabilità professionale delle professioni regolamentate’ presentato dal senatore Maurizio Sacconi. Equo compenso: inefficaci clausole che non lo contemplino Il disegno di legge stabilisce che per compenso equo si intende “un compenso proporzionato alla quantità e alla qualità del lavoro svolto, tenendo conto della natura, del contenuto e delle caratteristiche della prestazione professionale”. L’articolo 2 dichiara “nulla ogni clausola o patto che determina un eccessivo squilibrio contrattuale tra le parti in favore.. Continua a leggere su Edilportale.com
30
Giu

Moduli unici edilizia operativi in tutti i Comuni

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23130/06/2017 – Scade oggi il termine per la pubblicazione, sui siti istituzionali di tutti i Comuni, della modulistica unificata per l'edilizia e le attività produttive, in linea con quanto prescritto nell’accordo del 4 maggio 2017, sancito in Conferenza Unificata tra Governo, Regioni ed Enti Locali. Le Regioni avevano tempo fino allo scorso 20 giugno per adeguare i contenuti informativi dei moduli unificati e standardizzati alle specifiche normative regionali mentre entro oggi i Comuni devono aver completato l’adeguamento, pubblicando la modulistica unificata sui siti istituzionali. Da domani, anche se non pubblicata sul sito del Comune, la modulistica standardizzata potrà essere presentata utilizzando i modelli unificati licenziati dalla Conferenza unificata. Ecco l’elenco completo delle Regioni con i relativi link per scaricare la modulistica relativa a: - Comunicazione Inizio Lavori Asseverata - CILA; - Segnalazione.. Continua a leggere su Edilportale.com
30
Giu

Scale per interni, guida alla scelta

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23130/06/2017 – Le scale non sono solo collegamenti strutturali verticali che permettono di superare un dislivello ma sono anche una scelta di stile che può determinare la composizione degli spazi. Per questo nella scelta di una scala, soprattutto per interni, bisogna considerare la tipologia più adatta alle proprie esigenze: in spazi piccoli si preferiranno quelle poco ingombranti, in ambienti molto grandi si possono inserire scale maestose, in mancanza di una struttura di sostegno si opterà per scale prefabbricate ecc. Scale: i criteri da rispettare in fase di progettazione Gli aspetti normativi, strutturali, ergonomici e di sicurezza per la progettazione delle scale sono regolati dalla Legge 13/1989 e dal DM 236/1989. Tuttavia bisogna sempre fare riferimento ai Regolamenti Edilizi Comunali, o rivolgersi ai dei tecnici abilitati, in quanto le norme comunali possono essere più restrittive di quelle nazionali. In.. Continua a leggere su Edilportale.com