1 5 luglio 2017 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for luglio 5th, 2017

5
Lug

Servizi di Consulenza alle Aziende in Veneto e Nord Est. Pubblicata la nuova brochure informativa di MODI SRL

Aumentata la gamma dei servizi di Consulenza alle Aziende in Veneto e Nord Est proposti da MODI SRL. Aggiornata anche la nuova brochure informativa e depliant multilingue per lavoratori stranieri.
Il team esperto in salute e sicurezza di MODI SRL, grazie al lavoro di squadra e alle competenze multidisciplinari propone consulenze personalizzate.
I  nostri consulenti sono qualificati e hanno un approccio di tipo pratico per individuare le misure di prevenzione e protezione da attuare. Il Consulente MODI lavorerà facendo particolare attenzione alle altre norme sui Sistemi di Gestione già applicati dall'Organizzazione Cliente come per esempio il Sistema di Qualità, ambiente, sicurezza, Risk Management, Sicurezza dei dati informatici, ecc). La Clientela di MODI S.r.l. può contare anche su un puntuale aggiornamento del BLOG, dei profili social TWITTER, FACEBOOK, LINKEDIN, GOOGLE+, sull’invio di comunicazioni di aggiornamento sugli adempimenti di legge e sulle opportunità di finanziamenti pubblici, oltre all’organizzazione di seminari gratuiti in materia di SSLL, Sistemi di Gestione, adempimenti privacy ecc.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it
5
Lug

Defibrillatori, Campi Elettromagnetici, bandi

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
Qualità, Ambiente Sicurezza
News sicurezza ambiente qualità E-learning,HSE, Defibrillatori, Campi Elettromagnetici, bandi Newsletter 32 del 5 luglio 2017
In caso di difficoltà nel recupero credenziali, non esiti a inviare una mail a mail@portaleconsulenti.it o 347 71.74.164. Ricordiamo che l'accesso al Portale è Gratuito per l'utilizzo dell'intera Banca Dati.
Portale Consulenti Dal 1° luglio 2017 Defibrillatori obbligatori in ogni impianto sportivo Regole più strette per l’attività sportiva dilettantistica
Portale Consulenti Gruppo linkedin del Portale Consulenti L'iscrizione al gruppo diventa importante per l'invio di un riepilogo di tutte le attività del gruppo
Portale Consulenti Distacco transnazionale pubblicati nuovi chiarimenti Ispettorato Nazionale Lavoro distacco transnazionale di lavoratori a seguito di problematiche segnalate dalle medesime sedi
Portale Consulenti Valutazione Rischio CEM PAF la nuova sessione FAQ Campi Elettromagnetici
Portale Consulenti USO ECCEZIONALE DI ATTREZZATURE DI SOLLEVAMENTO MATERIALI Modalità operative per l’accesso degli operatori alla stiva delle navi
Portale Consulenti Fumo passivo, spazi non regolamentati dalla Legge Sirchia Volume pubblicato dal Ministero della Salute e dal gruppo di lavoro Gard
gestione dei relativi rifiuti e RAEE Ministero dell’Ambiente due bandi prodotti e la corretta gestione dei relativi rifiuti e RAEE
Bandi ISI graduatoria, SICUREZZA E STUPIDITÀ, e-learning, Cavi elettrici Bandi ISI graduatoria, SICUREZZA E STUPIDITÀ, e-learning, Cavi elettrici sicurezza ambiente qualità E-learning HSE
 
5
Lug

Dal 1° luglio 2017 Defibrillatori obbligatori in ogni impianto sportivo

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231

Regole più strette per l’attività sportiva dilettantistica

Dal 1° luglio 2017 Defibrillatori obbligatori in ogni impianto sportivo

Defibrillatori obbligatori in ogni impianto sportivoIl decreto prevede, in particolare, che nelle società sportive dilettantistiche sia presente una persona debitamente formata all'uso del defibrillatore durante le gare inserite nei calendari delle Federazioni sportive nazionali e spetta alle stesse associazioni e società accertare, prima dell'inizio delle gare, la presenza del defibrillatore all'interno dell'impianto sportivo e la sua regolare manutenzione, nonché la presenza della persona debitamente formata. Escluse dall'ambito di applicazione del decreto le attività sportive a «ridotto impegno cardiocircolatorio», come tiro, vela, golf o bowling, nonché le attività sportive svolte al di fuori degli impianti sportivi. Mentre per le società sportive professionistiche l'obbligo dei defibrillatori è diventato immediatamente operativo con l'adozione del decreto ministeriale Balduzzi del 2013, per le società sportive dilettantistiche tale obbligo entrerà in vigore il 1 luglio dopo essere stato già più volte differito da precedenti decreti ministeriali. Con questo decreto, il ministero ha dunque ritenuto necessario integrare le linee guida del decreto del 2013 per meglio definire le modalità di assolvimento degli obblighi di dotazione ed impiego dei defibrillatori. Dal 1° luglio 2017, infatti, è entrato in vigore l’obbligo di dotarsi di defibrillatori anche per le associazioni e le società sportive dilettantistiche. I Ministri della Salute e dello Sport hanno precisato alcuni aspetti attuativi: - ogni impianto sportivo deve essere dotato di un defibrillatore semiautomatico o a tecnologia più avanzata; - nel corso delle gare deve essere presente una persona formata all’utilizzo del dispositivo salvavita - gli obblighi gravano in capo a tutte le società o associazioni sportive dilettantistiche che praticano una delle 396 discipline sportive riconosciute dal Coni - sono escluse dall’obbligo di dotazione del defibrillatore e dalla presenza obbligatoria del personale formato durante le gare le società o associazioni sportive dilettantistiche che praticano la propria attività al di fuori di un impianto sportivo; - sono escluse dagli obblighi le società o associazioni sportive dilettantistiche che praticano sport a ridotto impegno cardiocircolatorio, il cui elenco è contenuto nell’allegato A del decreto (a titolo esemplificativo: bowling, bocce, dama e freccette, tanto per citarne alcuni).

 
5
Lug

Incompiute, per completarle servono 2,5 miliardi di euro

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23105/07/2017 – Ammontano a quasi 2,5 miliardi di euro le risorse necessarie per il completamento delle 752 opere incompiute presenti sul territorio nazionale. È quanto emerge dall’aggiornamento al 2016 dell’anagrafe delle opere incompiute, pubblicato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Incompiute, il bilancio del 2016 Rispetto al 2015, ci sono 122 incompiute in meno (-14%). Sono diminuiti del 10,9% anche gli investimenti pubblici bloccati per effetto dei cantieri fermi, che sono passati da quasi 4,9 miliardi del 2015 a poco più di 4,3 miliardi del 2016. Rispetto al 2014, invece, il numero di incompiute è diminuito del 13,4% e gli importi immobilizzati dello 0,5%. Secondo il Mit, a pesare sul miglioramento registrato nel 2016 “incide la drastica ed anomala riduzione delle opere segnalate dagli enti della Regione Calabria e della Regione Campania”. Se non si prendessero in considerazione queste.. Continua a leggere su Edilportale.com
5
Lug

Puglia, entro luglio un bando per l’efficienza energetica nelle imprese

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23105/07/2017 – La Regione Puglia, entro la fine del mese di Luglio, attiverà un bando per l’efficientamento energetico delle imprese manifatturiere e commerciali. Ad annunciarlo l’Assessore regionale allo Sviluppo Economico, Loredana Capone, ieri a Bari durante il convegno ‘Efficienza 4.0, l’innovazione al centro dello sviluppo economico e industriale’ organizzato da Distretto La Nuova Energia e Politecnico di Bari. Efficientamento energetico: in arrivo un bando per le imprese Il convegno ha messo in evidenza che, in un mercato in continua evoluzione, è necessario essere competitivi e puntare su efficienza energetica e innovazione tecnologica. La Puglia, infatti, dopo la fase degli incentivi per lo sviluppo delle rinnovabili, ha deciso di puntare sull’efficientamento energetico di edifici pubblici e imprese. Dopo il bando regionale destinato all’efficientamento energetico degli edifici pubblici,.. Continua a leggere su Edilportale.com
5
Lug

Strategia energetica nazionale, consultazione prorogata al 31 agosto

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23105/07/2017 – È stato prorogato al 31 agosto il termine per partecipare alla consultazione pubblica sulla Strategia energetica nazionale (SEN). Obiettivi del documento sono la diffusione delle energie rinnovabili e la progressiva decarbonizzazione dell’economia. Il settore residenziale deve contribuire al raggiungimento di questo traguardo con l’efficientamento energetico degli edifici. Per questo, secondo la SEN, è necessario rivedere gli incentivi per chi intraprende gli interventi di riqualificazione. Stabilizzazione dell’Ecobonus per le riqualificazioni profonde La SEN ritiene prioritarie le iniziative in ambito residenziale dal momento che si tratta di un segmento di consumo ad alto potenziale. Con questo scopo propone di stabilizzare il meccanismo per gli interventi di riqualificazione energetica che interessino in maniera integrata l’intero edificio e di coinvolgere maggiormente le banche. Gli interventi di.. Continua a leggere su Edilportale.com
5
Lug

Patrimonio culturale e turismo al Sud, realizzati i 338 interventi del POIn

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231 05/07/2017 - Tutte le risorse assegnate, pari a circa 632 milioni di euro, sono state utilizzate e hanno consentito la realizzazione di 338 interventi per la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale e 670 per lo sviluppo della filiera turistico-culturale e la promozione dell’offerta turistica. Sono questi i risultati del Programma Operativo interregionale “Attrattori culturali naturali e turismo” (POIn) destinato alle Regioni dell’Obiettivo Convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia), illustrati il 3 luglio alla presenza dei Ministri per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno, Claudio De Vincenti, e per i Beni culturali e il Turismo, Dario Franceschini, nell’evento pubblico tenutosi a Pompei presso l’Auditorium della Soprintendenza dei Beni Archeologici. Il Programma ha migliorato l’accessibilità e la fruibilità di alcuni gioielli del patrimonio culturale del Mezzogiorno d’Italia.. Continua a leggere su Edilportale.com