1 13 luglio 2017 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for luglio 13th, 2017

13
Lug

Chi adotta il RATING DI LEGALITA’?

 
RATING DI LEGALITA'?
Sono parecchie le aziende che lo stanno adottando. Le principali motivazioni sono la  partecipazione alle gare d'appalto, l'opportunità verso il credito bancario, le campagne di comunicazione in particolare per la valorizzazione del sito aziendale.
Trattandosi di un modello di attestazione basato sull’autocertificazione si ricorda che vi sono molti aspetti da considerare e alcuni rischi da non sottovalutare.
In particolare la verificabilità delle asserzioni, come quelle antimafia, adozione Modelli 231 o di CSR.
Dichiarazione non veritiere potrebbero essere contestate durante qualsiasi ispezione da parte della Pubblica Amministrazione e vi sono molti aspetti da considerare e alcuni rischi da non sottovalutare. L’obiettivo di MODI è quello di raggiungere al Cliente  tramite la personalizzazione del sistema, miglioramenti gestionali ed operativi e far applicare il Modello all'intera organizzazione, creando  un unico strumento con un sistema semplice e funzionale, dove siano presenti le regole aziendali (Sistema Integrato) e che risulti il punto di riferimento per l'azienda. Ridurre al minimo la burocrazia interna in termini di documenti e procedure  è sicuramente un gran vantaggio, così come ottimizzare l'impegno dell'azienda in termini di tempo, risorse e costi durante l'intero arco della consulenza.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it.
13
Lug

Bando, progetto formativo, manuali, i danni da calore

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
Qualità, Ambiente Sicurezza
News sicurezza ambiente qualità E-learning HSE, Bando, progetto formativo, manuali, i danni da calore Newsletter 33 del 13 luglio 2017
In caso di difficoltà nel recupero credenziali, non esiti a inviare una mail a mail@portaleconsulenti.it o 347 71.74.164. Ricordiamo che l'accesso al Portale è Gratuito per l'utilizzo dell'intera Banca Dati.

Clicca qui per recupero facile delle credenziali

linkedin

sicurezza ambiente qualità E-learning,HSE Gruppo linkedin del Portale Consulenti Siamo alla ricerca di writer editor che vogliono collaborare con il PortaleConsulenti
Portale Consulenti Commercio e utilizzo fitosanitari, i dati del controllo ufficiale 2016 il report predisposto dal Ministero della salute sul controllo dei prodotti fitosanitari
Portale Consulenti Bando Avviso 01/17 - Singoli Studi/Aziende L’Avviso consente di finanziare piani formativi destinati ai dipendenti di singoli Studi/Aziende
Portale Consulenti Stampa 3D e monitoraggio lavoratori monitoraggio, prassi lavorative e nuovi rischi, studi Eu-Osha
Portale Consulenti ANDAMENTO DEGLI INFORTUNI SUL LAVORO DATI INFORTUNISTICI: AGGIORNAMENTI E DIFFUSIONE GIUGNO 2017
progetto formativo Test per un progetto formativo E-learning e formazione, tutorial e informazioni
Portale Consulenti FMEA Applicazione F.M.E.A. - Valutazione dei Rischi D.Lgs. 81/2008
Portale Consulenti Attenzione al gran caldo Semplici azioni per evitare i danni da calore sul lavoro.
Portale Consulenti SICURO GAS per un utilizzo sicuro del gas domestico Vigili del Fuoco, CIG e Assogasliquidi
sicurezza ambiente qualità E-learning,HSE Defibrillatori, Campi Elettromagnetici, bandi News sicurezza ambiente qualità E-learning,HSE
 
13
Lug

Commercio e utilizzo fitosanitari, i dati del controllo ufficiale 2016

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231

il report predisposto dal Ministero della salute sul controllo dei prodotti fitosanitari

Commercio e utilizzo fitosanitari, i dati del controllo ufficiale 2016

Commercio e utilizzo fitosanitariSono stati pubblicati dal Ministero della Salute i dati 2016 del Controllo ufficiale dell’immissione in commercio e dell’utilizzazione dei prodotti fitosanitari. Dati derivanti dalla vigilanza condotta nell’anno trascorso da Regioni e Province, Comando Carabinieri per la Tutela della Salute, Ispettorato centrale per la tutela della qualità e repressione frodi dei prodotti agroalimentari e dall’Agenzia delle dogane.

Il numero totale di controlli effettuati è pari a 15804:

  • 14053 effettuati dalle Aziende sanitarie locali delle Regioni/Province Autonome,
  • 712 effettuati dal Comando
  • 1039 effettuati dall’Ispettorato.

Sono inoltre stati effettuati 1766 controlli sui fitosanitari dall’ Agenzie delle dogane all’importazione. Sono state rilevate in totale 632 infrazioni che rappresentano il 3,9 % dei controlli effettuati. I controlli hanno riguardato le ispezioni delle rivendite di fitosanitari, le ispezioni delle aziende agricole che utilizzano fitosanitari, le verifiche delle etichette, delle confezioni e delle schede di sicurezza, i controlli dei formulati, i controlli presso le aree extragricole, presso i contoterzisti e presso i titolari di autorizzazione, all’importazione, presso gli importatori paralleli, presso le officine di produzione. Con il passare degli anni le infrazioni presso le rivendite hanno avuto quasi tutte andamento decrescente e quindi chi vende i prodotti fitosanitari li conosce e sa dare informazioni appropriate, tuttavia spesso gli utilizzatori non utilizzano dispositivi di protezione individuale, non utilizzano bene i prodotti fitosanitari e non registrano il loro utilizzo, sono ancora diffuse le informazioni relative alle etichette.

E-learningCommercio e utilizzo fitosanitari, i dati del controllo ufficiale 2016

 
13
Lug

Come illuminare gli spazi esterni

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23113/07/2017 – Con le calde serate estive, cresce la voglia di vivere al meglio gli spazi esterni come terrazzi, balconi e giardini; attraverso un’adeguata illuminazione è più facile viverli anche in assenza di luce solare. Illuminazione per esterni: la normativa Per illuminare gli ambienti esterni in modo non eccessivo e confortevole è necessario progettare accuratamente il sistema di illuminazione, cercando di limitare il più possibile l’inquinamento luminoso, ovvero quel fenomeno che avviene quando la luce emessa dai corpi illuminanti per esterni è rivolta verso l’alto e di conseguenza dispersa. Le leggi regionali contro l’inquinamento luminoso vietano in generale flussi luminosi con componenti che superano i 90°, tranne rare eccezioni (come per le zone archeologiche). Per ovviare a questo problema, i corpi illuminanti devono essere dotati di opportuni sistemi di schermatura (cut-off).. Continua a leggere su Edilportale.com
13
Lug

Gare di progettazione, Oice: a 14 mesi dal nuovo Codice +90,2% in valore

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23113/07/2017 - Continua la crescita delle gare di progettazione: a giugno sono state 233 (di cui 32 sopra soglia) per un importo di 55,8 milioni di euro: rispetto al mese di giugno 2016: +17,7% in numero e +149,1% in valore. Meno positivo è invece il confronto con il numero delle gare bandite a maggio dell’anno in corso: si registra per la prima volta un calo del 21,3%, mentre il valore rimane sempre in aumento per l’1,7%. Nettamente positivo è invece il trend delle gare di progettazione pubblicate nei primi sei mesi del 2017 che sono state 1.599, per un valore di 244,3 milioni di euro: in questo caso il confronto con i primi sei mesi del 2016 è per una crescita del 38,7% in numero e del 136,9% in valore, anche se va ricordato che il primo semestre del 2016 ha visto due mesi di sostanziale stasi, successivamente all'entrata in vigore del codice appalti. Codice Appalti, Correttivo e Linee Guida “Sono soddisfacenti i dati del valore.. Continua a leggere su Edilportale.com
13
Lug

Appalti, no al soccorso istruttorio se l’offerta è ambigua

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23113/07/2017 – Il soccorso istruttorio è possibile solo se il concorrente presenta un’offerta chiara. Lo ha spiegato il Tar Lazio che, con la sentenza 6791/2017, ha posto dei limiti a questa chance di regolarizzazione offerta dal Codice Appalti (D.lgs. 50/2016). Soccorso istruttorio Con il soccorso istruttorio, il Codice Appalti ha dato ai concorrenti la possibilità di sanare le irregolarità formali della domanda entro un limite di tempo stabilito dalla Stazione Appaltante. Si tratta di una novità visto che il vecchio Codice Appalti prevedeva l’esclusione in caso di mancato adempimento e incertezza sulle offerte. Tar Lazio: limiti al soccorso istruttorio I giudici hanno affermato che la possibilità di sanare le irregolarità deve essere limitata ai casi in cui l’offerta risulta chiara. Nel caso preso in esame dal tribunale Amministrativo, invece, l’offerta era ambigua e incerta. La Stazione.. Continua a leggere su Edilportale.com
13
Lug

Equo compenso, Noi Professionisti: ‘sia un obbligo deontologico’

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23113/07/2017 – Stabilire una soglia di compensi al di sotto della quale non è possibile scendere ed introdurre l’obbligo deontologico per il professionista di convenire ad un compenso equo proporzionato all'attività prestata. Questi alcuni punti su cui si basa la proposta di legge sull’equo compenso presentata dal Comitato Permanente Noi Professionisti (composto dall'Ordine degli architetti di Roma, Ordine degli ingegneri di Roma e Ordine degli avvocati di Roma) al Presidente della Commissione Lavoro della Camera Cesare Damiano. Giusto compenso: la proposta di Noi Professionisti La proposta del Comitato Noi Professionisti si basa su 5 punti fondamentali: 1) la necessità di stabilire una soglia di compensi al di sotto della quale non è possibile scendere anche per garantire servizi di qualità per i consumatori; 2) nullità delle clausole vessatorie imposte da pubbliche amministrazioni, banche e assicurazioni; 3).. Continua a leggere su Edilportale.com
13
Lug

Il 7% delle nuove abitazioni realizzate nel 2015 è in legno

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231 13/07/2017 - Oltre 3.400 nuove abitazioni realizzate in legno nel corso del 2015, pari al 7% sul totale dei permessi di costruire, un’abitazione su 14 realizzata in legno, 696 milioni di euro il valore delle costruzioni in legno, residenziali e non residenziali, realizzate. Questi i numeri del settore dell’edilizia in legno evidenziati nel 2° Rapporto Case ed Edifici in Legno che fa una radiografia dettagliata del mercato degli edifici a struttura in legno costruiti in Italia nel 2015 e del loro valore di produzione, basandosi sull’elaborazione dei dati forniti dalle 248 aziende coinvolte nell’indagine (che ha visto la presenza dei principali operatori del settore impegnati nella realizzazione di edifici a struttura portante in legno in Italia). Diversi infatti i punti analizzati dallo studio condotto dal Centro Studi Federlegno Arredo Eventi per conto di Assolegno: edilizia in legno in Italia in termini di numero di edifici costruiti (residenziali.. Continua a leggere su Edilportale.com