1 7 settembre 2017 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for settembre 7th, 2017

7
Set

Modelli di Organizzazione e Gestione 231. Sono parecchie le aziende che lo stanno adottando.

Le principali motivazioni che portano verso l'adozzione di Modelli di Organizzazionee e Gestione 231 (MOG231) è il lavoro con ente pubblico il quale lo richiede.
Altri motivo sono la  partecipazione alle gare d'appalto, l'opportunità verso il credito bancario, le campagne di comunicazione in particolare per la valorizzazione del sito aziendale.
Trattandosi di un modello di attestazione basato sull’autocertificazione si ricorda che vi sono molti aspetti da considerare e alcuni rischi da non sottovalutare.
In particolare la verificabilità delle asserzioni, come quelle antimafia, adozione Modelli 231 o di CSR. Modi Srl nel corso dal titolo "I Modelli di Organizzazione e Gestione 231 la ISO 37001", toccherà in maniera approfondita le tematiche con esempi di documentazione e esercizi in aula per i discenti orientati all'apprendimento delle tecniche necessarie. I partecipanti devono avere già delle nozioni di base ed essere abituati ad operare nei sistemi di gestione qualità, ambiente e sicurezza.
Dichiarazione non veritiere potrebbero essere contestate durante qualsiasi ispezione da parte della Pubblica Amministrazione e vi sono molti aspetti da considerare e alcuni rischi da non sottovalutare.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it
 
7
Set

Amianto, Responsabile tecnico, La Prevenzione

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
Qualità, Ambiente Sicurezza
News sicurezza ambiente qualità E-learning HSE, Banca dati Newsletter 39 del 7 settembre 2017 Amianto, Responsabile tecnico, La Prevenzione
In caso di difficoltà nel recupero credenziali, non esiti a inviare una mail a mail@portaleconsulenti.it o 347 71.74.164. Ricordiamo che l'accesso al Portale è Gratuito per l'utilizzo dell'intera Banca Dati.

Clicca qui per recupero facile delle credenziali

linkedin
 Gruppo linkedin del Portale Consulenti Gruppo linkedin del Portale Consulenti Siamo alla ricerca di writer editor che vogliono collaborare con il PortaleConsulenti
Piano regionale Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro 2014-2018 La Prevenzione sta cambiando LA CORNICE ISTITUZIONALE Piano regionale Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro 2014-2018
tumori professionali Una tappa importante nella lotta contro i tumori professionali Committee of Permanent Representatives ETUI
L'amianto era nei fasci tubieri, nelle tettoie ed eravamo costantemente a contatto col calore L'amianto era nei fasci tubieri, nelle tettoie ed eravamo costantemente a contatto col calore Se qualcuno riesce a dargli una mano puo contattarci
Elaborato dall'ANCE un vademecum sull'istituto del subappalto Elaborato dall'ANCE un vademecum sull'istituto del subappalto Sono approfondite alcune novità introdotte per il subappalto.
Responsabile tecnico nuovi requisiti Responsabile tecnico nuovi requisiti Delibera n. 6 del 30 maggio 2017
Buoni consigli Energia Buoni consigli Energia Dieci buoni consigli per il risparmio energetico
Guida Pesca, bandi, E-learning Guida Pesca, bandi, E-learning HSE News sicurezza ambiente qualità E-learning
 
7
Set

Affidamenti in house, limiti 80-20 subito applicabili ai nuovi contratti

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23107/09/2017 - Il limite 80-20 previsto dal Codice Appalti nel campo delle concessioni è immediatamente applicabile e non sono consentite deroghe. Lo ha affermato il Consiglio di Stato con la sentenza 3703/2017. Secondo i giudici, anche se le norme che prevedono un periodo transitorio sono confuse, tutti i nuovi contratti devono essere conclusi sulla base delle nuove regole. Il limite 80 – 20 nelle concessioni In base al Codice Appalti (D.lgs. 50/2016), i titolari di concessioni di lavori, di servizi pubblici o di forniture di importo pari o superiore a 150mila euro, già esistenti prima dell’entrata in vigore del Codice (18 aprile 2016) e non affidate con gara pubblica o con la procedura del project financing, hanno l’obbligo di mandare in gara l’80% dei lavori e possono svolgere in house solo il 20% delle lavorazioni. In questi limiti sono compresi anche i lavori di manutenzione. Il Codice concede due anni di tempo, fino.. Continua a leggere su Edilportale.com
7
Set

Costruire con il legno

07/09/2017 – Le costruzioni in legno stanno crescendo nel panorama edilizio italiano, come ha recentemente messo in luce il 2° Rapporto Case ed Edifici in Legno condotto dal Centro Studi Federlegno Arredo Eventi per conto di Assolegno. La ricerca evidenzia che “una nuova abitazione su 14 è realizzata in legno”, a conferma dell’interesse per questa tipologia di costruzioni da parte del consumatore finale. Le costruzioni in legno, infatti, tengono conto sia della sostenibilità ambientale sia degli standard prestazionali. Costruire con il legno: i vantaggi Grazie alle sue caratteristiche di leggerezza e resistenza meccanica, con il legno è possibile realizzare facilmente edifici o sopraelevazioni, anche in aree difficilmente accessibili. In più la natura del legno ben si coniuga con i principi della prefabbricazione; ciò semplifica lo svolgimento dei lavori in cantiere, riducendo.. Continua a leggere su Edilportale.com
7
Set

Scenari Immobiliari: la crisi è finita ma non per tutti

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23107/09/2017 - Dopo dieci anni di crisi, anche profonda, i mercati immobiliari europei hanno ritrovato la strada della ripresa. In tutti i comparti aumentano gli scambi e anche le quotazioni salgono più dell’inflazione. Questi sono alcuni dei dati che emergono dall’European Outlook 2018, presentato ieri a Milano da Scenari Immobiliari, in occasione della presentazione del 25° Forum Scenari che si terrà a S. Margherita Ligure il 15 e 16 settembre. “Anche in Italia - ha detto Mario Breglia, presidente di Scenari Immobiliari, illustrando i dati dell’European Outlook 2018 - la crisi è finita, ma la ripresa appare più delicata, a causa delle debolezze strutturali del nostro Paese”. A livello delle cinque principali nazioni europee, il fatturato dei mercati nel 2017 crescerà del 6% per arrivare quasi al 9% il prossimo anno. Più forte la crescita in Eu28 con il 12,9%, nettamente superiore all’8%.. Continua a leggere su Edilportale.com
7
Set

Affidamenti in house, ecco come iscriversi all’elenco degli autorizzati

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23107/06/2017 – Con il parere 1940/2017, il Consiglio di Stato ha dato il via libera alle linee guida attuative del Codice Appalti (D.lgs. 50/2016) con cui l’Autorità nazionale anticorruzione (Anac) ha regolato l’iscrizione all’elenco dei soggetti che, nell’ambito dei contratti di concessione, possono effettuare affidamenti in house. In realtà le linee guida (Affidamenti in house, pubblicate sulla gazzetta Ufficiale n.61 del 14 marzo 2017) avevano già completato il loro iter, ma l’approvazione del Correttivo al Codice Appalti ha reso necessaria una riedizione. Affidamenti in house, l’iscrizione all’elenco degli autorizzati Non cambiano le condizioni per gli affidamenti in house e le procedure per l'iscrizione. Per essere considerata “in house” una società non deve avere nessuna autonomia: oltre l’80% delle attività svolte devono essere effettuate per conto.. Continua a leggere su Edilportale.com
7
Set

Edilizia sportiva, dalle Marche un bando per riqualificarla

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23107/09/2017 – Le Marche mettono a disposizione 2 milioni e 400 mila euro per l’attuazione di interventi di riqualificazione degli impianti sportivi esistenti di proprietà pubblica. Il bando, con il quale la Regione ha avviato un percorso volto a promuovere l’adeguamento e il rinnovamento dell’edilizia sportiva del territorio, stabilisce anche un ulteriore contributo di 800 mila euro che verranno assegnati nel 2020. Impianti sportivi: cosa prevede il bando I contributi sono destinati agli impianti sportivi pubblici esistenti, censiti dall’Osservatorio impianti Sportivi Coni-Regione, per la riqualificazione, l’ammodernamento, l’ampliamento, l’efficientamento energetico, la messa a norma e l’abbattimento delle barriere architettoniche. Il finanziamento è a fondo perduto in misura non superiore al 50% della spesa ammissibile e comunque entro il limite massimo di 75 mila euro. Le.. Continua a leggere su Edilportale.com