1 3 gennaio 2018 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for gennaio 3rd, 2018

3
Gen

Applicazione o messa in conformità del GDPR? MODI applica con una metodologia collaudata e “veloce” il Regolamento Europeo 679/2016

Applicazione o messa in conformità del GDPR? MODI applica con una metodologia collaudata e "veloce" il  Regolamento Europeo 679/2016?
 La nostra azienda si occupa di consulenza di organizzazione aziendale dal 1998 e gestisce tutte le attività necessarie a un'impresa per adeguarsi alla normativa vigente privacy, adottare un sistema di gestione qualità, ambiente, Sicurezza e di modelli di organizzazione e gestione 231.
Stiamo lavorando per i nostri clienti alle prese con l'applicazione del Regolamento Europeo #679/2016.
Lo staff tecnico di ConsulenzaPrivacyRegolamentoue679.it by MODI Srl si propone per aiutare le aziende a prepararsi per il GDPR, riducendo al minimo il rischio di sanzioni, grazie a una procedura già collaudata che permette di contenere i costi, i tempi e gli impatti sulle risorse operative alle prese con la nuova documentazione.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.ite www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it
 
3
Gen

rischio geologico, formazione in quota, Ruolo del CSE

 
Qualità, Ambiente SicurezzaNews sicurezza ambiente qualità E-learning HSE, Banca dati Newsletter 56 del 3 Gennaio 2018 Sicurezza studenti, CFP, rimozione dell’amianto, Bando Isi 2018. In caso di difficoltà nel recupero credenziali, non esiti a inviare una mail a mail@portaleconsulenti.it o 347 71.74.164. Ricordiamo che l'accesso al Portale è Gratuito per l'utilizzo dell'intera Banca Dati. Clicca qui per recupero facile delle credenzialilinkedin
collaborare con il PortaleConsulenti
Scopri di più Siamo alla ricerca di writer editor che vogliono collaborare con il PortaleConsulenti
Portale Consulenti Cliccando sul link del gruppo potrai ricevere le notifiche direttamente da Linkedin ed essere aggiornato costantemente sulle novità in ambito HSE sicurezza ambiente qualità E-learning
 Formazione alla Salute e Sicurezza Sicurezza studenti in alternanza scuola-lavoro Entrata in vigore del provvedimento: 05/01/2018
Formazione alla Salute e Sicurezza Autocertificazione CFP dal fino al 31 marzo 2018 dal 19 dicembre 2017 fino al 31 marzo 2018 è possibile l’autocertificazione di 15 CFP relativi all’a ...
Formazione alla Salute e Sicurezza Bando Isi 2018 Con l’Avviso pubblico Isi 2017 Inail mette a disposizione Euro 249.406.358,00
Formazione alla Salute e Sicurezza Bando interventi di rimozione dell’amianto dagli edifici pubblici fino a un massimo di 15.000 euro
bando progetti di ricerca di prevenzione del rischio geologico bando progetti di ricerca di prevenzione del rischio geologico
E-learning_12.png Circolare CNI 7 dicembre 2017 – aggiornamento dei professionisti antincendio
E-learning_12.png Efficacia della formazione nei lavori in quota
E-learning_12.png Ruolo del CEL e criticità nei lavori in quota
E-learning_12.png Ruolo del CSE e criticità delle fasi lavorative in quota
E-learning_12.png La Gestione della Sicurezza nel Cantiere Edile
sicurezza degli operatori sanitari sicurezza degli operatori sanitari
 
3
Gen

Dal Friuli 1 milione di euro per il recupero delle architetture rurali

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23103/01/2018 – Il Friuli Venezia Giulia mette a disposizione 1 milione di euro per sostenere gli interventi edilizi di recupero e riuso di beni immobili appartenenti al patrimonio di architettura rurale della Regione. Recupero architetture rurali: cosa prevede il bando Il bando è finalizzato alla tutela, alla riqualificazione e alla valorizzazione del patrimonio edilizio rurale, con l’obiettivo di recuperare un patrimonio paesaggistico, quello di matrice rurale, che rischia di scomparire. I beni immobili oggetto del sostegno devono possedere i seguenti requisiti: a) realizzati prima dell’anno 1967; b) localizzati nelle aree rurali B, C o D della regione; c) appartenenti ad una delle seguenti tipologie: 1) edifici sparsi di utilizzo imprenditoriale legati allo sfruttamento dell’acqua come ad esempio mulini, batti ferro ecc; 2) edifici per la conservazione o lavorazione dei prodotti agricoli (ad esempio fienili, essicatoi, magazzini,.. Continua a leggere su Edilportale.com
3
Gen

GSE: nel 2016 le rinnovabili hanno coperto il 17,3% dei consumi di energia

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23103/01/2018 - In Italia ogni 10 kWh consumati complessivamente per utilizzi elettrici, per scaldarsi o per muoversi, quasi 2 arrivano dalle fonti rinnovabili, con un beneficio in termini di emissioni evitate di 73 milioni di tonnellate di CO2. Anche nel 2016 l’Italia si conferma, per il terzo anno consecutivo, in linea con gli obiettivi europei al 2020, con il 17,35% dei consumi complessivi di energia nei tre settori elettrico, termico e dei trasporti coperti da fonti rinnovabili. Sono questi alcuni dei numeri illustrati dal GSE durante l’incontro di fine anno con la stampa, nel quale sono stati presentati il Rapporto Statistico 2016 e il nuovo sito Internet del GSE. Relativamente alla produzione elettrica nazionale, la percentuale coperta dalle rinnovabili è arrivata nel 2016 al 37,3%, grazie agli oltre 742.000 impianti in esercizio nel nostro Paese, per una potenza installata di.. Continua a leggere su Edilportale.com
3
Gen

Sismabonus, le criticità per gli ingegneri: scarsa consapevolezza e lavori invasivi

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23103/01/2018 - “Il sismabonus è molto importante per almeno tre motivi. Intanto la portata strategica dello strumento: per la prima volta si è giunti ad un intervento agevolativo finalizzato a promuovere una maggiore cultura della sicurezza e della prevenzione dal rischio e ad uno strumento operativo che agisce in via preventiva, piuttosto che dopo il verificarsi di un sisma distruttivo. Un secondo aspetto importante concerne il potenziale raggio di intervento di tale misura: il sismabonus può agevolare interventi di miglioramento della sicurezza degli edifici su quasi tutto il territorio nazionale, agendo su tre delle quattro aree di classificazione sismica. Infine, è importante la modalità attraverso cui viene attivata l’intera procedura per l’ottenimento delle agevolazioni che passa per una certificazione di esclusiva competenza di personale tecnico competente sulla materia. “Tuttavia, sono ancora.. Continua a leggere su Edilportale.com
3
Gen

Scuole in zona 1 e 2, 105 milioni di euro per le indagini sismiche

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23103/01/2018 – Oltre 105 milioni di euro per le verifiche di vulnerabilità sismica sulle scuole e la progettazione degli interventi necessari. Lo prevede il DM 8 agosto 2017 del Ministero dell’Istruzione, pubblicato in Gazzetta Ufficiale nei giorni scorsi. Verifiche di vulnerabilità sismica e progettazione in zona 1 e 2 Le risorse, derivanti dalla revoca di precedenti finanziamenti, copriranno le spese delle verifiche di vulnerabilità sismica degli edifici scolastici ricadenti nelle zone 1 e 2. È prevista una riserva del 20% in favore degli enti locali che si trovano nelle quattro regioni interessate dagli eventi sismici degli anni 2016 e 2017. I fondi finanzieranno anche la progettazione degli interventi ritenuti necessari dopo le indagini. I progetti potranno essere inseriti nella programmazione triennale nazionale I nuovi enti locali beneficiari saranno individuati con un bando della Direzione generale per interventi.. Continua a leggere su Edilportale.com