1 5 gennaio 2018 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for gennaio 5th, 2018

5
Gen

Cos’è il Regolamento Europeo 679/2016 Privacy?

Cos’è il Regolamento Europeo 679/2016 Privacy?
Il Regolamento Europeo 2016/679 è il testo per la protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati. Tra le misure privacy da adottare nel rispetto del Regolamento Europeo 679, c'è quella di redigere e conservare opportune documentazioni quali i Registri delle attività di trattamento secondo l'art. 30 (nel caso di imprese o organizzazioni con meno di 250 dipendenti), in cui vengano riportare tutte le attività di trattamento dei dati svolte sotto la responsabilità del "titolare" al trattamento o del responsabile.
Viene richiesto anche di cooperare con l’autorità di controllo notificando qualsiasi violazione dei dati personali alla stessa e al diretto interessato entro 72 ore dal momento in cui se ne è venuti a conoscenza, all’autorità di controllo competente, e senza ingiustificato ritardo secondo l'art. 33.
Per la consultazione del Regolamento 679/16, slide, video, materiali, faq ecc., lo staff di Consulenza Privacy Regolamento UE 679/2016 by MODI S.r.l. ha messo a disposizione per gli interessati anche un sito internet dedicato www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it.
 
5
Gen

Bonus verde, ecco come ottenerlo

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23105/01/2018 – Come ottenere il Bonus verde, a chi spetta la detrazione e per quali interventi è possibile richiederla. A spiegarlo Fisco Oggi, la rivista online dell'Agenzia delle Entrate, che analizza le numerose novità introdotte dalla nuova agevolazione fiscale connessa agli interventi di “sistemazione a verde” degli immobili introdotta dalla Legge di Bilancio 2018. Bonus verde: come funziona l’agevolazione Le Entrate spiegano che per il solo 2018 è prevista una detrazione dall’Irpef lorda pari al 36% delle spese sostenute per le seguenti tipologie di interventi eseguiti su unità immobiliari a uso abitativo: -  sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi; -  realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili. La detrazione spetta fino a un ammontare complessivo.. Continua a leggere su Edilportale.com
5
Gen

Bonus verde, l’Agenzia delle Entrate spiega come ottenerlo

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23105/01/2018 – Come ottenere il Bonus verde, a chi spetta la detrazione e per quali interventi è possibile richiederla. A spiegarlo Fisco Oggi, la rivista online dell'Agenzia delle Entrate, che analizza le numerose novità introdotte dalla nuova agevolazione fiscale connessa agli interventi di “sistemazione a verde” degli immobili introdotta dalla Legge di Bilancio 2018. Bonus verde: come funziona l’agevolazione Le Entrate spiegano che per il solo 2018 è prevista una detrazione dall’Irpef lorda pari al 36% delle spese sostenute per le seguenti tipologie di interventi eseguiti su unità immobiliari a uso abitativo: -  sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi; -  realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili. La detrazione spetta fino a un ammontare complessivo.. Continua a leggere su Edilportale.com
5
Gen

Lombardia, 4 milioni di euro per l’adeguamento di cinema e teatri

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23105/01/2018 – La Regione Lombardia ha stanziato 4 milioni di euro per sostenere progetti per l’adeguamento strutturale e tecnologico delle sale destinate ad attività di spettacolo come cinema e teatri. Adeguamento cinema: cosa prevede il bando Il Bando regionale per l’adeguamento delle sale è aperto a enti e istituzioni ecclesiastiche e soggetti privati non ecclesiastici, comprese le ditte individuali. Sono escluse le grandi imprese ma sono ammesse le micro, piccole e medie imprese. Le risorse sono ripartite secondo la tipologia di destinatari in questo modo: - Linea A: 2.800.000 euro destinati ad enti privati non ecclesiastici per progetti relativi a sale da destinare ad attività di spettacolo esistenti già attive, all’apertura di nuove sale e al ripristino di sale inattive; - Linea B1: 900.000 euro destinati ad enti e istituzioni ecclesiastiche per progetti relativi a sale da destinare ad attività di spettacolo.. Continua a leggere su Edilportale.com
5
Gen

Bilancio 2018, tutte le correzioni al Codice Appalti

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23105/01/2017 – Gli incentivi per funzioni tecniche, riservati ai dipendenti della Pubblica Amministrazione, saranno riconosciuti anche agli appalti di servizi e forniture. Ma non solo. La Legge di Bilancio 2018 ha introdotto altre modifiche al Codice Appalti (D.lgs. 50/2016), prevedendo tempi più stretti per i pagamenti della Pubblica Amministrazione e facendo un passo indietro sulle concessioni autostradali. Incentivo 2% per i tecnici dipendenti della PA Il Codice Appalti, lo ricordiamo, prevede che le Amministrazioni aggiudicatrici destinino ad un apposito fondo risorse finanziarie, fino al 2% dell’importo dei lavori, posti a base di gara, per una serie di funzioni tecniche svolte dai dipendenti, come programmazione della spesa per investimenti, valutazione preventiva dei progetti, esecuzione di contratti pubblici, svolgimento della funzione di RUP o di direzione dei lavori o direzione dell’esecuzione. La Legge di Bilancio 2018 estende questo.. Continua a leggere su Edilportale.com
5
Gen

Appalti, in vigore le nuove soglie europee

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23105/01/2017 – Sono entrate in vigore il 1° gennaio 2018 le nuove soglie europee per gli appalti. Le novità sono state introdotte dai Regolamenti 2364, 2365, 2366 e 2367 dell’Unione Europea e non c’è bisogno di una norma di recepimento in Italia. I regolamenti europei sono infatti direttamente applicabili nei Paesi membri. Soglie europee, perchè sono importanti Le soglie europee sono degli importi regolati dal Codice Appalti (D.lgs. 50/2016). Sulla base delle soglie vengono determinate le procedure da seguire nell’affidamento dei lavori, dei servizi, come gli incarichi di progettazione, e delle forniture. Al di sotto delle soglie comunitarie si possono utilizzare procedure più snelle, come l’affidamento diretto e la procedura negoziata. Per importi più elevati bisogna invece ricorrere alle procedure ordinarie. Gare di progettazione Per gli appalti.. Continua a leggere su Edilportale.com