1 2 febbraio 2018 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for febbraio 2nd, 2018

2
Feb

Sono stati assunti dei nuovi dipendenti? Formarli prima che inizino a lavorare o entro 60 giorni è abbligatorio per Legge. Il corso modulo generale parte il 14/03/2018 a Mestre.

Sono stati assunti dei nuovi dipendenti? Formarli prima che inizino o entro 60 giorni è abbligatorio per Legge. Il corso per i nuovi lavoratori si compone in un "modulo generale" della durata di 4 ore e di un parte di formazione specifica che va seguita in base al rischio che può essere basso, medio o alto. Il corso MODI parte il 14 marzo 2018. La formazione dei lavoratori sulla sicurezza è uno dei principali obblighi a carico del datore di lavoro, così come previsto in diversi articoli del D. Lgs. 81/08. E' nell'articolo 37 del D. Lgs. 81/08 che viene specificato che è il Datore di lavoro che deve provvedere alla formazione dei lavoratori, secondo i contenuti e la durata previsti dall’Accordo Stato Regioni del 21/12/2011. Il 14 marzo 2018 MODI SRL avvia il corso di formazione lavoratori modulo generale dalle 9,00 alle 13,00 mentre nel pomeriggio, dalle 14,00 alle 18,00 inizierà il corso di formazione per i lavoratori modulo specifico basso, medio e alto. Altre lezioni sono previste a marzo c.a. nelle giornate del 16 e 20/03/18 sempre con orario 14,00 - 18,00. E' possibile richiedere preventivi personalizzati e sconti per più partecipanti alla stessa edizione del corso.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
 
2
Feb

Corsi di formazione per addetti al primo soccorso della durata di 12 e 16 ore previsti nei giorni 21 28 febbraio 2018 e 08 marzo 2018

Richiestissi  i corsi di formazione per i nuovi addetti in azienda al primo soccorso. La durata varia dalle 12 alle 16 ore dipende da quale dei gruppi fa parte. Gli incontri sono previsti nelle giornate del 21,28 febbraio 2018 e 8 marzo 2018 Lo staff della Società di Consulenza e Formazione MODI S.r.l. ha organizzato i corsi di formazione per addetti al primo soccorso:
  1.  GRUPPO B/C: durata di 12 ore nelle date 21 28 febbraio 2018 e 08 marzo 2018 in orario 14.00 - 18.00;
  2. GRUPPO A: durata di 16 ore in data 21 e 28 febbraio 2018 con orario 14.00 - 19.00 e 8 marzo 2018 in orario 13.30 - 19.30.
Sono previste scontistiche per iscrizioni multiple e per chi acquista sotto data.       
Per un preventivo personalizzato contattare la nostra segreteria organizzativa al numero verde 800300333 gratis anche da mobile.
Tra le offerte formative di corsi di formazione e aggiornamento ci sono quelli per:
  •  addetti al primo soccorso, 
  • addetti antincendio, 
  • lavoratori generale, 
  • rischio specifico basso, 
  • medio e alto, 
  • dirigenti, 
  • preposti, 
  • RSPP datore di lavoro,
  •  e per chi usa le attrezzature.                    
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it  
2
Feb

ALCUNE NOVITÀ INTRODOTTE DAL REGOLAMENTO PRIVACY UE 2016/679 O GDPR?

ALCUNE NOVITÀ INTRODOTTE DAL REGOLAMENTO PRIVACY UE 2016/679 O GDPR? Il Regolamento UE 2016/679 (General  Data Protection Regulation, GDPR) è entrato in vigore il 25 Maggio 2016 e abroga la precedente direttiva 95/46/CE. Ridefinisce la disciplina europea in materia di Privacy introducendo numerosi importanti cambiamenti da applicare direttamente ed uniformemente in tutti gli Stati Membri. Il Regolamento UE 2016/679 introduce la possibilità di richiedere il risarcimento del danno materiale e immateriale da parte dell’interessato. Tra le più significative, troviamo l’introduzione di una nuova figura, il Data Protection Officer ("DPO"), ossia il “Responsabile della Protezione dei Dati". Il DPO dovrà essere obbligatoriamente presente all'interno di tutte le aziende pubbliche nonché in tutte quelle ove i trattamenti presentino specifici rischi, come ad esempio le aziende nelle quali sia richiesto un monitoraggio regolare e sistematico degli "interessati", su larga scala, e quelle che trattano i "dati sensibili". Le società facenti parte di uno stesso gruppo, a livello nazionale o internazione, potranno nominare un unico DPO, a condizione che lo stesso sia facilmente raggiungibile da ciascuna società del gruppo stesso. Il DPO, inoltre, potrà essere interno o esterno all’organizzazione. Ogni azienda dovrà rendere noti i dati del proprio DPO il quale dovrà essere contattabile da tutti i soggetti "interessati" nonché comunicarli al locale "Garante per la protezione dei dati personali". Il Regolamento UE n. 2016/679 si occupa di disciplinare il trattamento dei dati personali, nonché la loro circolazione nel rispetto del diritto alla protezione dei dati considerato come diritto e libertà fondamentale anche perseguendo scelte di extraterritorialità per garantire la tutela dei propri cittadini. Il Titolare del trattamento e il Responsabile del trattamento dovranno tenere dei registri.
Si tratta di doveri di documentazione degli adempimenti e procedure attinenti ciascun trattamento con la conservazione di documenti (riferimenti dei responsabili interni/esterni; rappresentanti all’estero; finalità ambiti di comunicazione e diffusione; misure di sicurezza adottate – Registro dei trattamenti art.30, Reg. UE n. 2016/679) e di comunicazione entro termini brevi (dalle 48 alle 72 ore) agli interessati e all’Autorità Garanti delle eventuali violazione dei dati e/o incidenti informatici (personal data breach) (artt.33-34, Reg. UE n. 2016/679) Nel Regolamento gli obblighi documentali connessi alla corretta gestione della protezione dei dati personali saranno anche finalizzati a rendicontare gli adempimenti e a dimostrare la Compliance Privacy delle operazioni svolte. MODI SRL si propone per fornire la consulenza necessaria e per effettuare una valutazione Privacy svolgendo un’analisi approfondita  e fornendo in seguito un supporto nell’implementazione del Piano di adeguamento e la formazione al personale coinvolto. Lo Staff di Consulenza Privacy Regolamento UE679.it by MODI SRL è disponibile al numero verde 800300333 e sito www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it
 
2
Feb

CON L’INTRODUZIONE DEL REGOLAMENTO EUROPEO 679/16 PER LA PRIVACY, NEL MONDO “INTERNET” UN UTENTE POTRÀ RICHIEDERE L’ELIMINAZIONE DEI PROPRI DATI IN POSSESSO DI UN SOCIAL NETWORK O DI ALTRO SERVIZIO WEB.

CON L’INTRODUZIONE DEL REGOLAMENTO EUROPEO 679/16 PER LA PRIVACY, NEL MONDO “INTERNET” UN UTENTE POTRÀ RICHIEDERE L’ELIMINAZIONE DEI PROPRI DATI IN POSSESSO DI UN SOCIAL NETWORK O DI ALTRO SERVIZIO WEB. Con l’introduzione del Regolamento Europeo 679/16 per la privacy, nel mondo “internet” un utente potrà richiedere l’eliminazione dei propri dati in possesso di un social network o di altro servizio web. Il termine entro il quale le aziende dovranno adeguarsi alla nuova legge sulla privacy è il 25/05/18. Ogni azienda che voglia iniziare o completare il percorso di adeguamento verso la conformità alla normativa Privacy, dovrà farsi fare da un esperto una valutazione della conformità del sistema di gestione attuale al Nuovo Regolamento UE o GDPR in materia di Data Protection al fine di determinare e pianificare le azioni da mettere in atto per raggiungere la conformità. Lo Staff di Consulenza Privacy Regolamento UE 679.it by MODI è in grado di affiancare qualsiasi tipo di azienda nella transizione dal vecchio al nuovo Codice, ottenendo innovazione e supportando con adeguata formazione il personale coinvolto e i vertici aziendali. Contattando la segreteria organizzativa al numero verde 800300333 (gratis anche da mobile) è possibile richiedere un appuntamento per un preventivo di consulenza personalizzato. È importante ricordare che è obbligatorio tutelare la privacy delle persone fisiche i cui dati vengono trattati nell’ambito delle attività dell’azienda. Per la consultazione del Regolamento 679/16, slide, video, materiali, faq ecc., lo staff di Consulenza Privacy Regolamento UE 679/2016 by MODI S.r.l. ha messo a disposizione per gli interessati anche un sito internet dedicato www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it
 
 
2
Feb

Architetti: ‘le strategie per le città sono le grandi assenti dai programmi politici’

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23102/02/2018 - “Servono politiche per le città che siano il risultato di una visione strategica e lungimirante, visione che, in molte realtà europee e del mondo, oltre a trasformare l’abitare in una dimensione olistica ha dato un forte impulso al settore delle costruzione che è trainante per tutta l’economia. Bisogna essere in grado di cogliere, trasformandolo in nuove opportunità e soluzione, il processo di cambiamento che sta investendo anche le città italiane. Ma proprio le città, purtroppo, sembrano essere le grandi assenti dai programmi della politica”. Così da Bari il Consiglio Nazionale degli Architetti, Paesaggisti, Pianificatori e Conservatore insieme agli Ordini territoriale della Puglia e della Basilica nel corso del Convegno “Le Città del futuro”, prima tappa - delle 14 previste - del percorso di avvicinamento all’VIII Congresso Nazionale degli Architetti italiani che si.. Continua a leggere su Edilportale.com
2
Feb

Ferrovie regionali isolate, 440 milioni per la messa in sicurezza

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23102/02/2018 – Sono in arrivo 440 milioni per la messa in sicurezza delle ferrovie regionali isolate. Si tratta delle linee ferroviarie che non sono interconnesse con la rete nazionale. Le risorse, provenienti dal Fondo Investimenti istituito con la Legge di Bilancio 2017 (L.232/2016), sono state ripartite tra le Regioni che ne hanno fatto richiesta con un decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio. Ferrovie regionali isolate, le risorse per la sicurezza I finanziamenti sono finalizzati a dotare anche le linee isolate di sistemi tecnologici e di protezione di marcia del treno per migliorare i livelli di sicurezza, secondo gli standard individuati dall’Agenzia nazionale per la sicurezza ferroviaria. Tutte le richieste ammissibili delle Regioni sono state integralmente accolte: Basilicata: Ferrovie Appulo Lucane 15,01 milioni; Calabria: Ferrovie della Calabria 74,86 milioni; Campania: Ferrovie Cumana.. Continua a leggere su Edilportale.com
2
Feb

Mobilità ciclistica, legge pubblicata in Gazzetta Ufficiale

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23102/02/2018 - È stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Legge 2/2018 per lo sviluppo della mobilità in bicicletta e la realizzazione della rete nazionale di percorribilità ciclistica. La legge, che entrerà in vigore il 15 febbraio 2018, ha l’obiettivo di promuovere l’uso della bicicletta sia come mezzo di trasporto quotidiano sia per le attività turistiche e ricreative, al fine di migliorare l’efficienza, la sicurezza e la sostenibilità della mobilità urbana, tutelare il patrimonio naturale e ambientale e ridurre gli effetti negativi della mobilità in relazione alla salute e al consumo di suolo. Inoltre, la legge punta a valorizzare il territorio e i beni culturali, accrescere e sviluppare l’attività turistica, in coerenza con il Piano Strategico del turismo, con il Piano straordinario della mobilità turistica e con la legge per la promozione delle ferrovie turistiche. Il.. Continua a leggere su Edilportale.com
2
Feb

Studi di settore: pubblicati 193 modelli, 24 riguardano i professionisti

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23102/02/2018 – Si completa il quadro per le dichiarazioni dei redditi dei professionisti. L’Agenzia delle Entrate ha approvato il provvedimento 31 gennaio 2018, e pubblicato sul proprio sito web i 193 modelli utili all’applicazione degli studi di settore. Ricordiamo che la dichiarazione dei rediti 2017, effettuata nel 2018, sarà l’ultima basata sugli studi di settore. I redditi del 2018, da dichiarare nel 2019, saranno “schedati” in base ai nuovi indici di affidabilità fiscale. Studi di settore, ultimo anno Sul totale, i modelli per il comparto delle professioni sono 24, corredati dalle istruzioni per la compilazione. È inoltre presente una parte generale con le istruzioni comuni a tutti gli studi di settore, ad esempio le regole per individuare i contribuenti tenuti all’applicazione, alla presentazione del modello, le ipotesi di esclusione e non applicabilità. Per adeguare le risultanze dello.. Continua a leggere su Edilportale.com
2
Feb

Edifici abusivi, l’interesse pubblico evita sempre la demolizione?

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23102/02/2018 – Se un Comune vuole evitare la demolizione di un edificio abusivo, deve adottare una delibera in cui individua in modo puntuale il manufatto da salvare e indica con precisione i motivi di interesse pubblico per cui mantenere in piedi l’immobile. Si è espressa in questi termini la Corte di Cassazione, che con la sentenza 57942/2017 ha condannato la condotta troppo generica tenuta da un Comune della Campania. Demolizione edifici abusivi, quando si evita la demolizione In base all’articolo 31, comma 5, del Testo Unico dell’edilizia (Dpr 380/2001), l’opera abusiva deve essere demolita salvo che, con deliberazione consiliare, non si dichiari l'esistenza di prevalenti interessi pubblici e sempre che l'opera non contrasti con rilevanti interessi urbanistici, ambientali o di rispetto dell’assetto idrogeologico. I giudici hanno spiegato che la delibera deve individuare in modo preciso l’immobile e.. Continua a leggere su Edilportale.com