1 maggio 2018 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for maggio, 2018

31
Mag

Cosa sono i valori limite e i valori di azione?

Cosa sono i valori limite e i valori di azione?

I valori limite di esposizione sono valori di esposizione a campi elettromagnetici che non devono mai essere superati e che il cui rispetto garantisce che i lavoratori siano protetti contro gli effetti nocivi a breve termine. 

I valori di azione rappresentano parametri direttamente misurabili (intensità campo elettrico, intensità campo magnetico, ecc), il cui superamento determina l’obbligo di adottare determinate misure di prevenzione e protezione idonee. Il rispetto dei valori d’azione garantisce il rispetto dei pertinenti valori limite di esposizione.

A disposizione lo SPORTELLO INFORMATIVO attivo al numero verde 800300333, la chat fruibile dal sito www.modiq.it o il contatto e-mail: modi@modiq.it. 

Per richiedere un incontro di presentazione dei nostri servizi o un sopralluogo gratuito chiamateci! 

Per raccogliere informazioni sul nostro operato a disposizione online le referenze scritte dai Clienti www.modiq.it nella pagina dicono di noi.


Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it

31
Mag

Il 15 giugno 2018 parte il corso organizzato dal Centro di Formazione MODI SRL a Mestre per chi ha assunto dei nuovi lavoratori/dipendenti.

Il 15 giugno 2018 parte il corso organizzato dal Centro di Formazione MODI SRL a Mestre per nuovi lavoratori. Il programma prevede la frequenza a un "modulo generale" e ad uno "modulo a rischio specifico" ovvero a cui il lavoratore è esposto (rischio basso, medio o alto).
Il datore di lavoro deve formare i lavoratori dipendenti entro un massimo di 60 giorni dopo l’assunzione.
La normativa specifica che i corsi devono essere attivati prima dell’effettivo inserimento del nuovo dipendente, e solo nel caso in cui questo sia impossibile deroga l’obbligo successivamente all’assunzione.
La formazione e, ove previsto, l’addestramento specifico devono avvenire in occasione:
a) della costituzione del rapporto di lavoro o dell’inizio dell’utilizzazione qualora si tratti di somministrazione di lavoro;
b) del trasferimento o cambiamento di mansioni;
c) della introduzione di nuove attrezzature di lavoro o di nuove tecnologie, di nuove sostanze e preparati pericolosi.
Per scaricare la scheda di iscrizione cliccare qui. Per leggere le recensioni positive di chi ha già provato i nostri servizi di consulenza o a fruito dei nostri corsi cliccare qui. La Società di Consulenza e Formazione MODI SRL attiva a Mestre in Via Volturno 4/e (zona centro comoda ai mezzi pubblici e con parcheggi auto disponibili in zona,  il corso di formazione
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari sulla sicurezza chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
31
Mag

Il 15, 19 e 22 giugno 2018 parte il corso organizzato dal Centro di Formazione MODI SRL a Mestre.

Il 15, 19 e 22 giugno 2018 parte il corso organizzato dal Centro di Formazione MODI SRL a Mestre per la formazione obbligatoria dei nuovi dipendenti. La quota di partecipazione prevede il coffee break e, se le lezioni sono sia di mattina che di pomeriggio la colazione di lavoro.
La normativa in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro specifica che i percorsi formativi dei "nuovi lavoratori" devono essere avviati prima dell’effettivo inserimento del nuovo dipendente, e solo nel caso in cui questo sia impossibile deroga l’obbligo successivamente all’assunzione.
Il  datore di lavoro deve far partecipare a dei corsi ciascun lavoratore alle sue dipendenze.
La formazione e, ove previsto, l’addestramento specifico devono avvenire in occasione:
a) della costituzione del rapporto di lavoro o dell’inizio dell’utilizzazione qualora si tratti di somministrazione di lavoro;
b) del trasferimento o cambiamento di mansioni;
c) della introduzione di nuove attrezzature di lavoro o di nuove tecnologie, di nuove sostanze e preparati pericolosi.
Per consulenza come RSPP in esterno, DVR, valutazioni specifiche, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
 
31
Mag

Assobim: ‘siamo passati dal disegno al CAD, il futuro è il BIM’

31/05/2018 - Diciannovesima tappa di Edilportale Tour 2018 tenutasi ieri presso il Museo dell’Automobile di Torino. Tante le personalità di rilievo che hanno animato il pomeriggio. Ad aprire i lavori Fabrizio Mario Vinardi, Segretario dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Torino: “l’attività del progettista deve essere tutelata, il suo approccio alla progettazione deve essere integrato, etico, sostenibile e condiviso. Solo così è possibile garantire qualità che, a sua volta, deve essere attesa, progettata, percepita e costruita”. Secondo Guido Callegari, docente del Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino, bisogna “avere la capacità di guardare al futuro ed essere più innovativi degli altri Paesi: il retrofit, la sopraelevazione, l’addizione, l’uso della tecnologia a secco e la prefabbricazione sono il futuro”. E in quest’ottica.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
31
Mag

Regolamento edilizio tipo, a che punto siamo?

31/05/2018 – In quali Regioni è già vigente il Regolamento Edilizio Tipo (RET)? Al momento, sono undici le Regioni che lo hanno recepito (alcune in ritardo rispetto ai tempi stabiliti): Abruzzo, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Toscana e Veneto. Regolamento edilizio tipo: dove è già operativo La Regione Abruzzo si è dotata del RET con la Delibera 850/2017. I Comuni dovranno adeguare i regolamenti edilizi interni entro 180 giorni dalla pubblicazione sul Bollettino Ufficiale (avvenuta il 23 febbraio 2018), cioè entro il 27 agosto 2018. La Calabria si è adeguata con la delibera 642/2017. I Comuni dovranno adeguarsi entro il 18 agosto 2018, cioè 180 giorni dalla pubblicazione del provvedimento sul Bollettino regionale (avvenuta il 19 febbraio 2018). La Campania con Delibera della Giunta Regionale 287/2017.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
31
Mag

Involucro edilizio, come ristrutturarlo con le facciate ventilate

31/05/2018 – Gli interventi sull’involucro e sulle facciate hanno il triplice vantaggio di migliorare l’estetica dell’edificio, aumentarne le prestazioni energetiche e usufruire delle detrazioni fiscali previste per le ristrutturazioni. Involucro edilizio: il restyling delle facciate Il rifacimento totale delle pareti esterne mediante l’utilizzo di appropriati pacchetti tecnologici di rivestimento permette di migliorare le prestazioni energetiche, lasciando un ‘segno architettonico’ anche in edifici anonimi. Tali interventi hanno vantaggi anche dal punto di vista economico: permettono un risparmio nella bolletta energetica a fronte di una spesa iniziale incentivata dai bonus edilizi, e, poiché non incidono sulla vita all'interno dell’edificio, consentendo alle persone che lo occupano di continuare nelle loro attività quotidiane o lavorative, fanno risparmiare le risorse per un eventuale.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
31
Mag

Rating di legalità, in vigore il nuovo regolamento

31/05/2018 - E’ stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la delibera n. 27165 del 15 maggio 2018 recante il nuovo “Regolamento attuativo in materia di rating di legalità” dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato (Antitrust). Requisiti per l'attribuzione del rating di legalita' Nato con il Regolamento dell’Agcm nel 2013, il rating di legalità è lo strumento “premiale” con cui l’Antitrust attribuisce un punteggio, da una a tre “stellette”, alle imprese virtuose con un fatturato minimo di due milioni di euro annui nell’esercizio chiuso l’anno precedente alla richiesta di rating, riferito alla singola impresa o al gruppo di appartenenza e risultante da un bilancio regolarmente approvato dall'organo aziendale competente e pubblicato ai sensi di legge. Per fare richiesta occorre essere iscritte al registro delle imprese da almeno due anni. Rating.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
31
Mag

Pensioni di architetti e ingegneri, vanno conteggiati anche i periodi di sospensione

31/05/2018 – La sospensione dall’esercizio della professione di ingegnere o architetto non fa perdere il diritto al trattamento pensionistico. Questa la conclusione cui è giunta la Cassazione con la sentenza 10281/2018. Professionisti, contributi pagati anche nel periodo di sospensione La Cassazione ha affermato che durante la sospensione non vengono meno i requisiti di iscrizione a Inarcassa, cioè l’esercizio della professione con carattere di continuità, l'iscrizione all'Albo, il possesso della partita Iva, la mancata iscrizione a forme di previdenza obbligatoria come conseguenza di un rapporto di lavoro dipendente e il mancato esercizio di altre attività non riconducibili a quella per cui il professionista è iscritto all’Albo professionale. La sospensione dall’esercizio della professione, ha aggiunto la Cassazione, non ha gli stessi effetti della cancellazione dall'Albo. Allo stesso tempo,.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
31
Mag

Ponteggi, istruzioni per il rinnovo delle autorizzazioni

31/05/2018 - Il Ministero del Lavoro ha pubblicato la Circolare n. 10 del 28 maggio 2018 con le istruzioni per il rinnovo delle autorizzazioni alla costruzione e all’impiego di ponteggi. Il 14 maggio scorso sono scadute le autorizzazioni dei ponteggi rilasciate prima del 15 maggio 2008. L'art. 131, comma 5 del decreto legislativo n. 81/2008 (Testo Unico Sicurezza Lavoro), infatti, stabilisce che “l’autorizzazione è soggetta a rinnovo ogni dieci anni per verificare l’adeguatezza del ponteggio all’evoluzione del progresso tecnico”. Ponteggi, rinnovo delle autorizzazioni La nuova Circolare prevede che i titolari di autorizzazioni ministeriali dovranno trasmettere al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali apposite istanze di rinnovo delle autorizzazioni in corso, corredando la richiesta da una copia delle autorizzazioni a suo tempo rilasciate dall'Amministrazione e da una dichiarazione resa dal legale rappresentante,.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
31
Mag

Codice Appalti, si può richiamare l’appaltatore uscente

31/05/2018 – Negli appalti di importo inferiore alle soglie comunitarie vige l’obbligo di rotazione degli inviti. Si tratta di una regola rigida, che secondo l’Autorità anticorruzione ha pochissimo margine di manovra. Secondo il Tar Sardegna, che con la sentenza 492/2018 si è pronunciato sull’argomento, sono consentite delle deroghe, ad esempio per garantire il risparmio di risorse pubbliche. Appalti sotto soglia e rotazione degli inviti In base alle linee guida n.4 dell’Anac, attuative del Codice Appalti (D.lgs. 50/2016), negli appalti di importo inferiore alle soglie comunitarie (5,5 milioni di euro per i lavori, 221mila euro per gli appalti di servizi e forniture aggiudicati da amministrazioni che non sono autorità governative centrali e 144mila euro per gli appalti di servizi e forniture banditi dalle autorità governative centrali), non si seguono le procedure ordinarie, ma la Stazione Appaltante invita.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231