1 6 giugno 2018 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for giugno 6th, 2018

6
Giu

Cosa significa “valutazione dei rischi”?

Cosa significa “valutazione dei rischi”?
Per valutazione dei rischi significa compiere un’analisi del luogo di lavoro che comporti la valutazione di tutti i rischi per la salute e per la sicurezza dei lavoratori, l’eliminazione e/o la riduzione dei rischi, la programmazione della prevenzione, la predisposizione di misure di emergenza da attuare in caso di primo soccorso, di lotta antincendio, di evacuazione dei lavoratori e di pericolo grave e immediato.
La valutazione dei rischi è un obbligo indelegabile del datore di lavoro ed è effettuata in collaborazione con il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione e con il Medico Competente (nei casi in cui sia obbligatoria la sorveglianza sanitaria), previa consultazione del Rappresentante del Lavoratori per la Sicurezza.
Lo Staff MODI S.r.l., (composto da ingegneri, giuristi d’impresa, consulenti di Organizzazione aziendale, docenti e tecnici della prevenzione) mette a disposizione dei Clienti e dei potenziali il numero verde 800300333 per rispondere a domande su questo argomento e più in generale sugli adempimenti previsti in materia di Salute e Sicurezza negli ambienti di lavoro, implementazione/realizzazione/integrazione/mantenimento dei Sistemi di Gestione Qualità ISO 9001:2015, Ambiente ISO 14001:2015, Sicurezza (passaggio dalla OHAS 18001 alla ISO 45001), Modelli Organizzativi D.lgs 231 e applicazione del nuovo Regolamento GDPR Privacy 2016/679.
Per consulenze e sopralluoghi gratuiti, per iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari in materia di sicurezza organizzati a Mestre. Marghera, Spinea, Venezia chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.mog231.it, www.modiq.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
 
 
 
6
Giu

Premier Giuseppe Conte: ‘ridaremo slancio agli appalti pubblici’

06/06/2018 - “Dobbiamo ridare slancio agli appalti pubblici, che possono diventare una leva fondamentale della politica economica del Paese, garantendo sviluppo sostenibile e aumento dell’occupazione. “Negli ultimi anni questo settore sta attraversando una fase di arresto, determinata per buona parte anche dalle incertezze interpretative e da talune rigidità generate dal nuovo codice dei contratti pubblici”. “Dobbiamo superare il formalismo fine a se stesso che ancora domina largamente la disciplina degli appalti, poiché la forma non può essere scambiata per legalità: troppo spesso gare formalmente perfette nascondono corruzione e non impediscono la cattiva esecuzione”. “Dobbiamo parametrare i vincoli, in sede di assegnazione delle gare, al valore e alle caratteristiche delle commesse, in modo da assicurare la semplificazione e la rapida conclusione degli appalti che non presentano particolari complessità... Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
6
Giu

Equo compenso, una bussola per i progettisti

06/06/2018 – L’equo compenso per i professionisti è assicurato dall’applicazione del Decreto Parametri (DM 17 giugno 2016). Lo ribadisce il Centro Studi del Consiglio Nazionale degli Ingegneri (CNI), che ha tracciato il punto della situazione sulla normativa da rispettare nell’affidamento dei servizi di ingegneria e architettura. Equo compenso Il documento del CNI ricorda che l’equo compenso è stato introdotto dal Decreto Fiscale (L. 172/2017), che ha esteso a tutte le professioni, ordinistiche e non, e alla Pubblica Amministrazione le disposizioni contenute nella Legge 247/2012 sulla professione forense. A partire da quel momento, le norme sull’equo compenso si applicano quindi a tutti i professionisti. A “subirle” sono invece le Pubbliche Amministrazioni, le imprese assicurative e bancarie e gli operatori economici non riconducibili alla categoria delle microimprese e delle piccole e.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
6
Giu

Programmare e progettare meglio le opere pubbliche, tra le priorità del neoministro Toninelli

06/06/2018 - Si è svolto ieri al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti il passaggio di consegne tra il ministro uscente Graziano Delrio e il neo-ministro Danilo Toninelli. Diversi i temi citati da Toninelli: la programmazione oculata delle opere; il potenziamento del project review affidato alla Struttura Tecnica di Missione; l’implementazione del metodo di valutazione costi-benefici; una minore discrezionalità nella scelta delle priorità e una maggiore capacità progettuale per togliere spazio alla corruzione e all’illegalità. Senza dimenticare l’esigenza di puntare sull’intermodalità e di spostare i fondi sul ferro, aumentando gli investimenti soprattutto sulle tratte regionali e migliorando la manutenzione della rete. E il rafforzamento della capacità di progettazione di Anas, più attenzione al tema delle concessioni autostradali e al rapporto tra piani tariffari e investimenti,.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
6
Giu

Condominio, l’ascensore per disabili prevale sul vincolo storico dell’edificio

06/06/2018 – La necessità di eliminare le barriere architettoniche deve prevalere sugli eventuali vincoli storici cui è sottoposto l’edificio condominiale. Secondo la Corte di Cassazione, che si è espressa sull’argomento con la sentenza 9101/2018, bisogna garantire l’accessibilità degli edifici nel rispetto dei limiti previsti dalla normativa. Barriere architettoniche e edifici vincolati I giudici della Corte di Cassazione hanno spiegato che, in tema di eliminazione delle barriere architettoniche, la Legge 13/1989 costituisce l’espressione di un principio di solidarietà sociale, ma persegue anche finalità di carattere pubblicistico perché favorisce l'accessibilità agli edifici nell’interesse generale. Esiste inoltre, ha sottolineato la Cassazione, un principio di solidarietà condominiale, che implica il contemperamento di vari interessi, tra i quali deve includersi.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231