1 6 luglio 2018 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for luglio 6th, 2018

6
Lug

Approccio BIM per il progetto di espansione della città di Dübendorf

Dübendorf, cittadina svizzera ad est di Zurigo, nei prossimi anni prevede di svilupparsi creando un nuovo spazio abitativo con relativi servizi, ma intende farlo in modo sostenibile. Fa parte di questa espansione anche il quartiere di Im Giessen, che sorgerà in un'ex area industriale dismessa situata tra il centro città e l’autostrada e comprenderà circa 300 appartamenti di varie metrature e costi, un’area commerciale, una casa di cura residenziale e uno spazio ad uso culturale, garantendo così un mix ottimale per lo sviluppo sostenibile del quartiere. Lo sviluppo urbanistico del distretto di Im Giessen si è svolto in stretta collaborazione con il cliente - Credit Suisse Real Estate Fund Siat (CS REF Siat), una società di investimenti immobiliari di Credit Suisse AG - e lo sviluppatore del progetto Implenia, nonché le Autorità di Dübendorf. La parte più significativa dell’espansione è.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
6
Lug

Uomini e macchine. Protezione dati per un´etica del digitale

 

Garante per la protezione dei dati personali

Uomini e macchine. Protezione dati per un´etica del digitale

Uomini e macchine. Protezione dati per un´etica del digitaleIn questo volume sono raccolti i contributi di studiosi ed esperti intervenuti al Convegno “Uomini e macchine. Protezione dati per un’etica del digitale” organizzato dal Garante per la protezione dei dati personali in occasione della “Giornata europea della protezione dei dati personali” 2018.
Il 27 dicembre 1982 la rivista “Time” dedicava al computer – per la sua “grande influenza nella nostra vita quotidiana” – la propria copertina, assegnando per la prima volta la qualifica di soggetto dell’anno a una “macchina” anziché a una persona.
La pubblicazione – che sembrò quasi suggerire la fine della centralità culturale e sociale dell’uomo – precedeva di poco più di un anno quel 1984 in cui George Orwell prefigurava, già settant’anni fa, la riduzione dell’uomo a codice e l’affermazione della sorveglianza totale quale tecnica di governo della complessità sociale.
Non si trattava, del resto, di una preoccupazione isolata se pochi anni dopo Erich Fromm avrebbe osservato come “la civiltà sta producendo macchine che si comportano come uomini e uomini che si comportano come macchine. Il pericolo del passato era che gli uomini diventassero schiavi. Il pericolo del futuro è che gli uomini diventino robot”.
Il progresso tecnologico appariva pertanto – già prima dell’avvento di internet – come talmente capace di sconvolgere i parametri del vissuto individuale e collettivo, da rovesciare l’interrogativo su cosa l’uomo possa fare delle macchine nel suo inverso: cosa le macchine possano fare dell’uomo.
Se, dunque, il mero calcolatore suggeriva l’idea di un potere smisurato della tecnica e del costo umano del progresso, la rivoluzione – cognitiva, simbolica, antropologica – determinata da internet (of things, of toys, of beings) e dall’intelligenza artificiale, dovrebbe oggi indurci ad un supplemento di riflessione.
Essenzialmente perché il digitale è divenuto la trama stessa delle nostre vite, agente potentissimo di trasformazione sociale, struttura e sovrastruttura insieme, testo e contesto: la cornice entro cui si svolge ogni espressione dell’uomo, che condiziona secondo i soli parametri della funzionalità e dell’efficienza. 
    MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
6
Lug

La rinascita di un appartamento nel cuore del Piemonte sabaudo

06/07/2018 - L' appartamento La Carmagnole al piano nobile di un antico palazzo del centro storico di Carmagnola, in provincia di Torino, ha trovato nuova vita grazie all’intervento raffinato e moderno firmato Studio Cravero&Bonetto capace di coniugare un’attenta valorizzazione degli elementi del passato con un design contemporaneo.   Nel corso dei lavori di ristrutturazione tutte le scelte progettuali si sono preventivamente confrontate e ispirate alle vestigia del passato che sono via via emerse. Due antiche volte dipinte sono state riscattate dall’oblio cui le aveva condannate una vecchia controsoffittatura ritrovando nuova luce a seguito di un attento restauro. La cura dei dettagli è stata la chiave che ha definito l’intero lavoro e si è concretizzata nell’accurata scelta di materiali naturali e di altissima qualità, come i pavimenti in parquet di rovere posati a spina di pesce disposti su un..
Continua a leggere su Edilportale.com

6
Lug

Hörmann, volumi compatti e sistemi domotici per la villa in classe A

06/07/2018 - Realizzata con tecniche costruttive tradizionali (strutture portanti in calcestruzzo armato, murature in laterizio), la nuova residenza indipendente a Inveruno (Milano) si distingue per l’attenzione al contenimento dei consumi energetici, per l’elevato grado di comfort degli ambienti e per l’uso delle fonti rinnovabili, che concorrono alla certificazione energetica in classe A. L’involucro è isolato da un cappotto perimetrale e dispone di serramenti in alluminio equipaggiati con frangisole; un impianto fotovoltaico provvede al fabbisogno elettrico dell’edificio, climatizzato da pavimenti radianti alimentati da un sistema ibrido pompa di calore – caldaia a condensazione – collettori solari termici, più split canalizzati per il condizionamento estivo. Tutti gli impianti sono controllati da un sistema domotico.   “Il progetto nasce dalle esigenze di una famiglia di quattro persone - spiega la progettista..
Continua a leggere su Edilportale.com

6
Lug

Ciclovie turistiche, a breve l’assegnazione di 161,8 milioni di euro

06/07/2018 - Stanno per essere varate le regole per la progettazione e la realizzazione del sistema nazionale delle ciclovie turistiche. Lo schema di Decreto Ministeriale sarà ridiscusso il 12 luglio in Conferenza Unificata dal momento che la versione definitiva dello schema di DM, approvata dalla Conferenza unificata il 17 maggio scorso, conteneva due imprecisioni, una relativa al tracciato della Ciclovia della Sardegna, l’altra al cofinanziamento. Per correggerle è stato chiesto di riesaminare il testo. Il provvedimento ripartirà 161,8 milioni di euro relativi alle annualità dal 2016 al 2019 per i progetti di fattibilità tecnica ed economica e per le successive fasi di progettazione delle 10 ciclovie turistiche previste dal sistema nazionale: 1. Venezia-Torino (Ven-To); 2. del Sole; 3. dell’Acquedotto Pugliese; 4. Grande Raccordo Anulare delle Biciclette (GRAB) di Roma; 5. della Sardegna; 6. della Magna Grecia; 7... Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
6
Lug

Opere incompiute in calo del 14% rispetto al 2016

06/07/2018 – Nel 2017 è sceso il numero delle opere incompiute. È stato pubblicato l’aggiornamento dell’Anagrafe tenuta dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (Mit). Opere incompiute, il nuovo bilancio Sono state contate 647 incompiute, 105 in meno rispetto al 2016, registrando un calo del 14%. Questo significa, fa sapere il Mit, che le attività di completamento proseguono agli stessi ritmi dello scorso anno. Anche nel 2016 è stata registrata una diminuzione del 14% delle incompiute rispetto al 2015. Questo significa che stanno progressivamente diminuendo anche le risorse pubbliche bloccate da cantieri che non riescono ad andare avanti. In calo anche le risorse immobilizzate sulle opere incompiute. Secondo le stime del Ministero delle Infrastrutture, per il completamento servono circa 4 miliardi di euro. Secondo il censimento dell’anno scorso erano invece necessari 4,3 miliardi. È stata.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
6
Lug

Condono edilizio, in quali casi è illegittimo?

06/07/2018 – Perché un condono sia legittimo, l’Amministrazione che lo rilascia deve accertare la presenza di vincoli ambientali e informare le autorità preposte alla loro tutela. È giunto a queste conclusioni il Consiglio di Stato con la sentenza 2457/2018. Condono edilizio, il caso Nel caso preso in esame dai giudici, un Comune aveva rilasciato il condono edilizio ai sensi del DL 269/2003 per la realizzazione di un manufatto abusivo a scopo residenziale. Il condominio vicino aveva però presentato ricorso perché, prima del rilascio del condono, non erano stati acquisiti i pareri favorevoli della autorità preposte alla tutela del vincolo idrogeologico e del vincolo ambientale. L’intervento consisteva nella tramezzatura di una preesistente struttura a terrapieno avente funzione di contenimento del terreno. I tecnici comunali avevano rilevato che, sotto le opere conformi a quelle assentite, anziché.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
6
Lug

Appalti, stop all’obbligo di pubblicità sui quotidiani

06/07/2018 – Eliminare l’obbligo di pubblicare gli avvisi di gara sui quotidiani cartacei per far risparmiare 40 milioni di euro a professionisti e imprese. È la proposta che il sottosegretario all’editoria, Vito Crimi, intende portare avanti insieme al Ministero delle Infrastrutture. La proposta persegue tre obiettivi: il taglio dei finanziamenti indiretti ai giornali, la semplificazione per la Pubblica Amministrazione e il risparmio per professionisti e imprese. Pubblicità sui quotidiani, un costo per professionisti e imprese “Avevamo detto che le piccole e medie imprese sarebbero state tra i riferimenti della nostra azione di governo” scrive Vito Crimi su ‘Il blog delle Stelle’ che propone “un provvedimento che farà risparmiare oltre 40 milioni di euro alle imprese italiane, a costo zero per le casse dello Stato”. “Una legge dello Stato - scrive Crimi - impone alle Pubbliche.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231