1 11 settembre 2018 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for settembre 11th, 2018

11
Set

Con il termine consenso si intende la libera indicazione della volontà del soggetto interessato di accettare esplicitamente una specifica operazione di trattamento relativa ai propri dati personali

 
Con il termine consenso si intende la libera indicazione della volontà del soggetto interessato di accettare esplicitamente una specifica operazione di trattamento relativa ai propri dati personali, di cui era stato informato in anticipo da colui che ha il potere di decidere su tale elaborazione (il Titolare del trattamento).
Alcuni tipi di trattamento possono essere eseguiti senza il consenso dell’Interessato, ai sensi della sezione 24 del Codice italiano in materia di protezione dei dati.
Chi non si è adeguato al Regolamento UE 2016/679 prima dell'entrata in vigore (25/05/2018) non deve aspettare altro tempo!
Contattando la segreteria organizzativa di Consulenza Regolamento Privacy UE 679 by MODI SRL di Mestre e Spinea Venezia al numero verde 800300333 (gratis anche da mobile) è possibile richiedere un appuntamento per un preventivo di consulenza personalizzato per l'applicazione del REGOLAMENTO 2019/679 PRIVACY O GDPR!
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it.
11
Set

Dai bonus fiscali dipende il 60% del lavoro dei progettisti

11/09/2018 - Il 60% del lavoro dei progettisti proviene da interventi collegati alle detrazioni fiscali, nell’ordine da bonus ristrutturazioni, ecobonus e conto termico, soprattutto da privati e condomìni. Se dovessero scegliere di mantenere in vigore uno solo dei bonus fiscali, il 69% dei partecipanti ha indicato il bonus ristrutturazioni. È quanto emerge dall’ultimo sondaggio di Edilportale, lanciato per capire quanto del lavoro dei progettisti deriva dai bonus fiscali, da quale tipo di committenza e per quali lavori. Spesso, infatti, dalle detrazioni - ecobonus, bonus ristrutturazioni, sismabonus, conto termico e bonus verde - dipende la decisione dei committenti di intraprendere lavori di ristrutturazione, riqualificazione energetica, adeguamento sismico e impiantistico degli edifici e di rinnovare giardini e aree verdi. Dei partecipanti al sondaggio, il 33% è composto da architetti, il 22% da ingegneri, il 22% da geometri, il.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
11
Set

Decreto FER, in arrivo incentivi per sostituire l’amianto con pannelli fotovoltaici

11/09/2018 – Dovrebbe essere discusso nei prossimi giorni il Decreto FER, contenente gli incentivi alle rinnovabili per il periodo 2018 – 2020. Rispetto alle bozze precedenti, il testo del 6 settembre, approvato in via informale dal Ministero dell’Ambiente, introduce incentivi per la sostituzione delle coperture in amianto con moduli fotovoltaici. Decreto FER, gli incentivi alla rimozione dell’amianto Come si legge nella bozza del decreto, si è ritenuto opportuno “promuovere la realizzazione di impianti fotovoltaici i cui moduli sono installati su edifici con coperture in eternit o comunque contenenti amianto (cd premio amianto), con la completa rimozione dell’eternit o dell’amianto, in quanto gli ambiziosi obiettivi sulle rinnovabili richiedono e suggeriscono l’utilizzo di superficie già impegnate per altri usi, a partire da quelle su cui l’installazione del fotovoltaico può fornire anche un vantaggio.. Continua a leggere su Edilportale.com     MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
11
Set

Professionisti, in Emilia-Romagna contributi per l’innovazione digitale

11/09/2018 – I professionisti dell’Emilia-Romagna possono contare sul sostegno della Regione per investire nell’innovazione digitale. Da oggi al 28 settembre (e fino al raggiungimento di 50 domande), infatti, sarà possibile partecipare al bando Por Fesr 2014-2020 per l’innovazione delle attività libero professionali che, grazie ad una delibera regionale, ha riaperto i termini per la presentazione della domanda. Tale presentazione dovrà avvenire per via telematica tramite applicativo web Sfinge 2020. Innovazione digitale, gli obiettivi e i beneficiari del bando Il bando, rivolto al mondo delle professioni, intende promuovere in modo diffuso l’innovazione per l’ampliamento e il potenziamento dei servizi offerti per la crescita delle attività libero professionali, a supporto dei processi produttivi e dell’economia regionale. Potranno beneficiare dei contributi: -.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
11
Set

Benefici prima casa, cosa accade se si cambia residenza?

11/09/2018 – Se si acquistata un appartamento con i benefici “prima casa”, trasferendovi la residenza, è possibile dopo un po' di tempo trasferirla in un altro appartamento nello stesso comune senza perderne i benefici? A chiarirlo l’Agenzia delle Entrate, rispondendo alla domanda di una contribuente tramite la posta di FiscoOggi. Benefici prima casa e cambio di residenza L’Agenzia ha ricordato che tra le condizioni richieste dalla legge per usufruire dei benefici “prima casa”, vi è quella in base alla quale l’acquirente deve avere, o deve stabilire entro 18 mesi dall’acquisto, la propria residenza nel territorio del comune in cui è ubicato l’immobile. Tuttavia, l’Agenzia ha specificato che “nel caso di successivo cambio di residenza all’interno dello stesso comune, non si determina la decadenza dai benefici”. Benefici prima casa: in cosa consistono Si.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
11
Set

Abusi edilizi, quando la multa sostituisce la demolizione?

11/09/2018 – La possibilità di sostituire la demolizione di un edificio abusivo col pagamento di una multa deve essere valutata nella fase esecutiva del procedimento. Questo significa che prima l’Amministrazione deve emettere l’ordine di demolizione e poi valutare se, nel caso concreto, è più opportuna una sanzione pecuniaria. Il meccanismo è stato spiegato dal Consiglio di Stato con la sentenza 5128/2018. Demolizione o multa, quando si può scegliere I giudici hanno spiegato che “la repressione di abusi edilizi costituisce un atto vincolato, la cui motivazione soddisfa i requisiti di legge anche quando si riduce all’affermazione dell’accertata irregolarità dell’intervento, risultando superflua ogni specifica comparazione tra l’interesse pubblico e gli interessi privati coinvolti o sacrificati”. In altre parole, gli abusi edilizi devono sempre essere puniti ed eliminati, senza.. Continua a leggere su Edilportale.com     MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231