1 13 Novembre 2018 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for novembre 13th, 2018

13
Nov

Finalmente dal sito INAIL è possibile consultare i modelli da utilizzare per la riduzione del tasso OT24

Finalmente dal sito istituzionale INAIL è possibile consultare i modelli da utilizzare per la riduzione del tasso OT24 anno 2019
 
L'istanza per ottenere una riduzione del premio assicurativo è indirizzata alle aziende operative da almeno due anni, che hanno investito nella sicurezza sui luoghi di lavoro.
La presentazione deve essere effettuata entro il 28/02/2019 e  la domanda farà comunque riferimento ad attività e interventi posti in essere nel 2018. 
MODI SRL resta a disposizione per le aziende che intendono usufruire della riduzione del premio e che devono effettuare iniziative in materia di prevenzione descritte nel modello. 
Contattare lo staff tecnico al numero verde 800300333 o visitare il sito www.modiq.it
 
Cliccare qui per visionare la news sul nuovo modello OT24/2019 oppure cliccare qui per scaricare direttamente il modulo da compilare.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
13
Nov

Comunicazioni elettroniche negli appalti, niente obbligo sotto i 1000 euro

13/11/2018 – L’obbligo di comunicazioni elettroniche, previsto dal Codice Appalti, non vale per le gare di importo inferiore a 1000 euro. Lo ha chiarito l’Autorità nazionale anticorruzione (Anac) con un comunicato diramato nei giorni scorsi a seguito di numerose richieste di chiarimento. Comunicazioni elettroniche, niente obbligo sotto i 1000 euro L’Anac ha ricordato che, in base all’articolo 1, comma 450 della Legge Finanziaria 2007 (Legge 296/2006) sono consentiti gli affidamenti senza procedure telematiche per importi inferiori a 1000 euro. Dal momento che la norma non è stata abrogata dal nuovo Codice Appalti, spiega il comunicato dell’Anac, “l’Autorità ritiene che per gli acquisti infra 1.000 euro permanga la possibilità di procedere senza l’acquisizione di comunicazioni telematiche”. Comunicazioni telematiche e Codice Appalti In base all’articolo 40 del Codice.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
13
Nov

Compensi professionali, più dell’80% dei progettisti non li considera ‘equi’

13/11/2018 – Più dell'80% dei progettisti non considera equo il proprio compenso professionale ma dichiara che avrebbe meritato almeno il 50% in più. La maggior parte dei progettisti, infatti, non supera i 30 mila euro. È quanto emerge dall’ultimo sondaggio di Edilportale, lanciato per capire quanto i progettisti considerano giusto il proprio guadagno, anche alla luce delle recenti novità normative che mirano ad assicurarlo. Al sondaggio hanno risposto prevalentemente architetti (43%), ingegneri (31%) e geometri (19%), ma hanno partecipato anche altre categorie di professionisti, come geologi e periti industriali. Quasi la totalità dei professionisti che hanno partecipato al sondaggio (93%) lavora con committenti privati mentre solo il 7% lavora con la pubblica amministrazione. Il 55% dei partecipanti al sondaggio complessivamente non considera per niente equo il proprio compenso,.. Continua a leggere su Edilportale.com     MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
13
Nov

Architetti e Fondazione Reggio Children portano l’architettura a scuola

13/11/2018 - “Serve che l’architettura entri nelle scuole per generare una cultura della domanda di questa disciplina, per ridurre l’assuefazione all’ordinarietà di una edilizia mediocre e superare definitivamente lo stereotipo secondo il quale all’architetto ci si debba rivolgere solo quando si voglia ottenere l’effetto stupefacente di una costruzione ardita o una sequenza armonica di grigi nel design di un interno all’ultima moda”. “Urbanistica, architettura e politiche urbane hanno passato gli ultimi 80 anni a costruire piani, regole e modelli perdendo però di vista la ragione fondamentale di tutto questo: migliorare la vita delle persone. È questa la ragione per cui devono essere attivate, senza ulteriori rinvii, politiche e processi in grado di assicurare la qualità dell’abitare. È il momento di pensare la città del futuro prossimo perché in quel futuro si giocherà.. Continua a leggere su Edilportale.com       MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
13
Nov

Ok delle Regioni al Piano Invasi da 250 milioni di euro

13/11/2018 - La Conferenza Unificata ha dato il suo via libera al Piano straordinario per gli invasi multiobiettivo e il risparmio di acqua negli usi agricoli e civili. Il Governo può quindi finanziare 30 opere nel settore idrico con 250 milioni di euro. Dei 30 interventi finanziati dal Piano, 19 opere sono dotate di progettazione esecutiva e 11 di definitiva. “Si tratta di una decisione importante da parte degli enti territoriali e locali coinvolti nel processo e di notevole responsabilità - spiega in una nota il Ministero delle Infrastrutture -, nella direzione di avviare iniziative per la risoluzione dei problemi della siccità e di quelli delle inondazioni, facce diverse di una stessa medaglia”. Il Piano verrà adottato con decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, di concerto con il Ministro delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo, Gian Marco Centinaio. Non appena.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
13
Nov

Pagamenti della PA, proposti tempi più elastici solo se motivati dal tipo di contratto

12/11/2018 – In arrivo regole più stringenti sui pagamenti delle PA a professionisti e imprese. Lo propone un emendamento al disegno di legge Europea 2018 presentato dal relatore, sen. Ettore Licheri, per evitare le conseguenze di una procedura di infrazione. Ritardo pagamenti solo se giustificati dalla natura del contratto L’emendamento presentato modificherebbe l’articolo 113-bis del Codice Appalti, in base al quale i certificati di pagamento devono essere emessi nel termine di 30 giorni decorrenti dall’adozione di ogni stato di avanzamento dei lavori, salvo che sia diversamente ed espressamente concordato dalle parti e previsto nella documentazione di gara e purché ciò non sia gravemente iniquo per il creditore. L’emendamento restringe il campo stabilendo che possono essere pattuiti termini diversi, comunque non superiori a 60 giorni, ma solo se “oggettivamente giustificati dalla natura particolare del contratto.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231