1 21 Novembre 2018 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for novembre 21st, 2018

21
Nov

Cos’è la sorveglianza sanitaria, cosa comprende e in che casi risulta obbligatoria?

La sorveglianza sanitaria è l'insieme degli atti medici, finalizzati alla tutela di salute e sicurezza dei lavoratori, in relazione all'ambiente di lavoro, ai fattori di rischio professionali e alle modalità di svolgimento dell'attività lavorativa.  Consiste nell’effettuazione di visite mediche (art. 41, comma 2 D.Lgs. 81/2008):
•    preventive all’inizio di una attività lavorativa, che esponga ad un rischio per il quale è prevista la sorveglianza sanitaria; •    preventive in fase preassuntiva per volontà del Datore di Lavoro; •    prima della ripresa dal lavoro, dopo un’assenza per motivi di salute superiore ai 60 giorni continuativi; •    periodiche con la cadenza definita dalla normativa o stabilita a discrezione tecnico-professionale del medico competente; •    alla cessazione del rapporto di lavoro, per i casi stabiliti dalla normativa. La sorveglianza sanitaria rappresenta una misura di prevenzione fondamentale adottabile dai datori di lavoro per tutelare la salute dei dipendenti circa eventuali patologie che si potrebbero manifestare a fronte di esposizione continuativa a rischi per la salute di una certa entità. Il datore di lavoro ha, infatti, l’obbligo di rispettare eventuali limitazioni o prescrizioni, eventualmente previste dal medico competente, proprio al fine di evitare l’insorgere di malattie professionali. La sorveglianza sanitaria è obbligatoria, oltre ai casi singoli in cui il Lavoratore la richieda e il Medico Competente la ritenga pertinente, in presenza di esposizione ai seguenti rischi: •    movimentazione manuale dei carichi, sulla base della valutazione del rischio; •    agenti fisici:
a)    rumore, vibrazioni; b)    radiazioni ottiche artificiali; c)    campi elettromagnetici; •    agenti chimici pericolosi classificati come: molto tossici, tossici, nocivi, sensibilizzanti, corrosivi, irritanti, tossici per il ciclo riproduttivo, cancerogeni e mutageni di III categoria, amianto, e comunque quando il rischio è rilevante per la salute e alto per la sicurezza; •    uso di attrezzature munite di videoterminale oltre le 20 ore settimanali; •    agenti biologici. Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
21
Nov

A Mestre e Spinea organizziamo corsi di formazione per nuovi lavoratori e affianchiamo l’azienda a far fronte a tutte le prescrizioni legislative come il DVR.

A Mestre e Spinea organizziamo  corsi di formazione per nuovi lavoratori  e affianchiamo  l'azienda a far fronte a tutte le prescrizioni legislative come il documento di valutazione dei rischi "DVR".
Per scaricare la scheda di iscrizione cliccare qui. Per leggere le recensioni positive di chi ha già provato i nostri servizi di consulenza o a fruito dei nostri corsi cliccare qui.
Il datore di lavoro deve formare/addestrare i lavoratori dipendenti entro un massimo di sessanta/60 giorni dopo l’assunzione.
La normativa specifica che i corsi devono essere avviati prima dell’effettivo inserimento del nuovo dipendente, e solo nel caso in cui questo sia impossibile deroga l’obbligo successivamente alla assunzione.
La formazione dei lavoratori in ambito Sicurezza e Salute sui luoghi di lavoro è un obbligo di Legge.
Il  datore di lavoro deve obbligatoriamente assicurare/garantire/far fare/formare/addestrare/far partecipare a dei corsi a ciascun lavoratore alle sue dipendenze.
Il corso di formazione per nuovi lavoratori è  costituito da un modulo generale e da uno relativo al rischio il cui il lavoratore è esposto (rischio basso, medio o alto).
Per l'assistenza al  Datore di Lavoro in ambito sicurezza e salute nei luoghi di lavoro  MODI affianca l'azienda per far fronte a tutte le prescrizioni legislative come ad es. la preparazione o l'aggiornamento del documento valutazione dei rischi (DVR).
Il documento valutazione dei rischi, deve essere effettuato da ogni azienda entro tre mesi dall'avvio dell'attività. Tale documento deve essere elaborato secondo quanto predisposto dal D.Lgs. 81/2008  e deve contenere una valutazione dettagliata dei rischi presenti negli ambienti di lavoro.
 
L'organizzazione di MODI offre ai propri clienti un servizio completo ed efficiente grazie alla presenza di un team di professionisti altamente specializzati in ogni settore della sicurezza sul lavoro.
 
La Società di Consulenza e Formazione MODI SRL a Mestre  è in Via Volturno 4/e (zona centro comoda ai mezzi pubblici e con parcheggi auto disponibili in zona,
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
 
21
Nov

Ristrutturazioni con risparmio energetico, attivo il sito Enea

21/11/2018 – È online il sito Enea dedicato alla trasmissione dei dati degli interventi edilizi e tecnologici che beneficiano del bonus ristrutturazioni ma comportano anche risparmio energetico e/o utilizzo delle fonti rinnovabili.   Il portale https://ristrutturazioni2018.enea.it/, online da questo pomeriggio, è stato realizzato d’intesa con il MiSE e l’Agenzia delle Entrate e presentato oggi a Roma dal sottosegretario allo Sviluppo Economico Davide Crippa e dal presidente ENEA Federico Testa. SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE AL BONUS RISTRUTTURAZIONI    Bonus ristrutturazioni con risparmio energetico: l’invio dei dati Il sito a cui trasmettere le informazioni per usufruire della detrazione fiscale del 50% consente esclusivamente l’invio delle dichiarazioni i cui lavori sono completati nell'anno 2018.   La trasmissione dei dati dovrà avvenire entro il termine di 90 giorni a partire dalla..
Continua a leggere su Edilportale.com

21
Nov

La Lombardia aggiorna i moduli unici per l’edilizia

21/11/2018 – In Lombardia è disponibile la nuova modulistica edilizia unificata e standardizzata aggiornata e con le specifiche tecniche di interoperabilità per la gestione telematica e l’interscambio informativo tra gli enti coinvolti.   La Regione, infatti, ha approvato la delibera 784/2018, in adeguamento alle nuove disposizioni della normativa comunitaria, nazionale e regionale, che aggiorna i moduli edilizi unificati e standardizzati precedentemente in vigore.   I nuovi moduli unici in Lombardia La nuova modulistica riguarda: 1) Modulo Unico Titolare; 2) Relazione Tecnica Asseverazione Unica; 3) Comunicazione Inizio Lavori – CIL; 4) Comunicazione Fine Lavori – CFL; 5) Segnalazione Certificata Agibilità; 6) Relazione Tecnica Asseverazione Agibilità.   I nuovi moduli compilabili sono hanno i contenuti delle descrizioni estese approvate in delibera, ma sono organizzati in modo da consentirne un uso facilitato..
Continua a leggere su Edilportale.com

21
Nov

Progettazione antisismica e idrogeologica, Comuni pronti ad affidare gli incarichi

21/11/2018 – Sono stati erogati, ai Comuni in zona a rischio sismico 1 e 2, 24 milioni di euro del 2018 per la progettazione di interventi di messa in sicurezza antisismica e idrogeologica. Lo ha comunicato il Dipartimento per gli affari interni e territoriali del Ministero dell’Interno, che ha reso operativo il DM 19 ottobre 2018.   Le risorse provengono dal Fondo per la progettazione antisismica e sono state assegnate ai Comuni che hanno presentato i progetti di messa in sicurezza rispondendo al bando del Ministero dell'Interno.   Progettazione antisismica e idrogeologica, 24 milioni per il 2018 Le risorse finanzieranno 265 attività di progettazione relative ad interventi di messa in sicurezza antisismica e idrogeologica, indicate nell’Allegato 1 al decreto, per un totale di circa 24 milioni di euro (esattamente 24.082.139,70 euro). Dato che il Fondo ha previsto uno stanziamento di 25 milioni di euro per il 2018, nella disponibilità..
Continua a leggere su Edilportale.com

21
Nov

Equo compenso, i professionisti: ‘il Governo rispetti gli impegni’

21/11/2018 - “Nel disegno di legge di bilancio non c’è traccia della norma che punta a rafforzare l’equo compenso per i professionisti ed ampliarne l’obbligo di riconoscimento a tutti i committenti”. Inizia così il comunicato congiunto di Comitato Unitario delle Professioni (CUP) e Rete delle Professioni Tecniche (RPT).   “Nel corso di questi mesi, in varie occasioni - continua la nota -, i più autorevoli esponenti dell’Esecutivo hanno manifestato, anche parlando alle platee dei congressi delle categorie rappresentate dalla RPT e dal CUP, la volontà di ampliare le norme introdotte dal Decreto Fiscale e chiarite con la legge di bilancio 2018 in materia di equo compenso per i professionisti”.   “Le intenzioni descritte - ricordano CUP e RPT - sono state accolte con favore corale dalle libere professioni, ed è stata data ampia credibilità agli interlocutori quando il principio..
Continua a leggere su Edilportale.com

21
Nov

Criteri ambientali minimi, come valutare la capacità dei progettisti

21/11/2018 – Valutazione della capacità tecnica dei progettisti, miglioramento prestazionale del progetto e utilizzo dei materiali riciclati. Sono alcune delle spiegazioni con cui il Ministero dell’Ambiente ha chiarito come applicare il DM 11 ottobre 2017. Si tratta dei Criteri Ambientali Minimi (CAM) da utilizzare per l’affidamento di servizi di progettazione e i lavori di nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione degli edifici pubblici.   Capacità tecnica dei progettisti Come spiegato dal Ministero dell’Ambiente, per “professionista accreditato” si intende un professionista che ha sostenuto e superato un esame di accreditamento presso Organismi di livello nazionale o internazionale accreditati secondo la norma internazionale ISO/IEC 17024 – “Requisiti generali per gli Organismi che operano nella certificazione del personale” e abilitati al rilascio di una Certificazione energetico-ambientale degli edifici..
Continua a leggere su Edilportale.com

21
Nov

Ristrutturazioni con risparmio energetico, attivo il sito Enea

21/11/2018 – È online il sito Enea dedicato alla trasmissione dei dati degli interventi edilizi e tecnologici che beneficiano del bonus ristrutturazioni ma comportano anche risparmio energetico e/o utilizzo delle fonti rinnovabili. Il portale https://ristrutturazioni2018.enea.it/, online da questo pomeriggio, è stato realizzato d’intesa con il MiSE e l’Agenzia delle Entrate e presentato oggi a Roma dal sottosegretario allo Sviluppo Economico Davide Crippa e dal presidente ENEA Federico Testa. SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE AL BONUS RISTRUTTURAZIONI Bonus ristrutturazioni con risparmio energetico: l’invio dei dati Il sito a cui trasmettere le informazioni per usufruire della detrazione fiscale del 50% consente esclusivamente l’invio delle dichiarazioni i cui lavori sono completati nell'anno 2018. La trasmissione dei dati dovrà avvenire entro il termine di 90 giorni a partire dalla.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
21
Nov

Equo compenso, i professionisti: ‘il Governo rispetti gli impegni’

21/11/2018 - “Nel disegno di legge di bilancio non c’è traccia della norma che punta a rafforzare l’equo compenso per i professionisti ed ampliarne l’obbligo di riconoscimento a tutti i committenti”. Inizia così il comunicato congiunto di Comitato Unitario delle Professioni (CUP) e Rete delle Professioni Tecniche (RPT). “Nel corso di questi mesi, in varie occasioni - continua la nota -, i più autorevoli esponenti dell’Esecutivo hanno manifestato, anche parlando alle platee dei congressi delle categorie rappresentate dalla RPT e dal CUP, la volontà di ampliare le norme introdotte dal Decreto Fiscale e chiarite con la legge di bilancio 2018 in materia di equo compenso per i professionisti”. “Le intenzioni descritte - ricordano CUP e RPT - sono state accolte con favore corale dalle libere professioni, ed è stata data ampia credibilità agli interlocutori quando il principio.. Continua a leggere su Edilportale.com     MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
21
Nov

Progettazione antisismica e idrogeologica, Comuni pronti ad affidare gli incarichi

21/11/2018 – Sono stati erogati, ai Comuni in zona a rischio sismico 1 e 2, 24 milioni di euro del 2018 per la progettazione di interventi di messa in sicurezza antisismica e idrogeologica. Lo ha comunicato il Dipartimento per gli affari interni e territoriali del Ministero dell’Interno, che ha reso operativo il DM 19 ottobre 2018. Le risorse provengono dal Fondo per la progettazione antisismica e sono state assegnate ai Comuni che hanno presentato i progetti di messa in sicurezza rispondendo al bando del Ministero dell'Interno. Progettazione antisismica e idrogeologica, 24 milioni per il 2018 Le risorse finanzieranno 265 attività di progettazione relative ad interventi di messa in sicurezza antisismica e idrogeologica, indicate nell’Allegato 1 al decreto, per un totale di circa 24 milioni di euro (esattamente 24.082.139,70 euro). Dato che il Fondo ha previsto uno stanziamento di 25 milioni di euro per il 2018, nella disponibilità.. Continua a leggere su Edilportale.com     MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231