1 22 Novembre 2018 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for novembre 22nd, 2018

22
Nov

In gennaio 2019 avvio corsi a Mestre per la formazione obbligatoria per i lavoratori, preposti e dirigenti.

Il lavoratore che assume il ruolo di “preposto” ai sensi del DLgs 81/2008 deve essere formato e aggiornato. Il D.Lgs. 81/08 ha espressamente introdotto l'obbligo formativo in materia di sicurezza e salute sul lavoro anche per i preposti. Il corso rappresenta il percorso di formazione obbligatoria ai sensi dell'art 37 del Dlgs 81/08 e disciplinato nei contenuti dall'Accordo Stato Regioni. Il preposto della sicurezza è il responsabile di funzione, servizio, area o settore, caporeparto, caposquadra, caposala, capoturno, capocantiere ecc., e più in generale che ricopre il ruolo di preposto, con o senza investitura formale (quindi anche di fatto), in quanto in posizione di preminenza rispetto ad altri lavoratori, così da poter impartire ordini, istruzioni o direttive nel lavoro da eseguire. I Preposti devono organizzare o sovrintendere l’attività dei lavoratori e necessitano quindi di una formazione specifica che li metta in condizione di poter comprendere adeguatamente il proprio ruolo, i propri obblighi e responsabilità in materia di salute e sicurezza del lavoro.! La sede dei corsi di seguito riportati è situata nella città di Mestre in I corsi sono organizzati da MODI SRL per la formazione obbligatoria del preposto per la sicurezza e sono offerti a condizioni estremamente vantaggiose. La sede dei corsi di seguito riportati è situata nella città di Mestre in Via Volturno 4e. Questa nostra sede è indicata per chi si muove con i mezzi pubblici in quanto vicinissima alla fermata del tram e del bus (fermata Via Volturno). Comoda la location anche per chi arriva in auto in quanto ci sono dei parcheggi sotterranei liberi e gratuiti e in superficie nei limitrofi. Formazione obbligatoria per lavoratori con il ruolo di “preposti” durata 8 ore 8 e 11 gennaio 2019 orario 14.00/18.00 e la quota  di iscrizione è di € 150,00 + IVA. Aggiornamento quinquennale obbligatorio per il mantenimento della qualifica di “preposto” durata 6 ore anche on-line. 
data 8 gennaio 2019 orario 14.00/18.00 e 11 gennaio 2019 orario 14.00/16.00. Il costo del corso online attivo 24 ore su 24 con uso di piattaforma interattiva e di € 89,00 + IVA mentre la partecipazione in aula costa € 139,00 + IVA.
Per  visionare come hanno giudicato i corsi chi ha partecipato cliccare alla pagina dicono di noi.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
22
Nov

Liguria, via libera alla legge per la rigenerazione urbana

22/11/2018 - Nella seduta del 19 novembre scorso, il Consiglio regionale ligure ha approvato le norme per la rigenerazione urbana e il recupero del territorio agricolo.   Il provvedimento - spiega il comunicato - si pone l’obbiettivo di rigenerare il patrimonio edilizio soddisfacendo la domanda di rinnovamento strutturale, tecnologico-energetico e architettonico del patrimonio edilizio esistente. Attualmente in Liguria, infatti, non è presente una normativa specifica che favorisca ed incentivi questa attività di pianificazione urbanistica e gli interventi necessari.   La legge affronta anche il problema legato al calo delle aree agricole e alla crescita delle aree boscate: in particolare, si affida ai Comuni il compito di individuare gli ambiti che richiedono interventi di rigenerazione urbana, in quanto caratterizzati dalla presenza di degrado, e gli interventi di recupero del territorio agricolo, in quanto caratterizzati dalla presenza di..
Continua a leggere su Edilportale.com

22
Nov

Oice: ‘il mercato va, ma il Governo eviti rischio di un blocco del settore’

22/11/2018 - L’OICE lancia un grido di allarme per un possibile rischio blocco del settore e per la perdita di migliaia di posti di lavoro, proprio mentre sta per essere esaminata la legge di bilancio 2019 che sembrerebbe voler istituire la "Centrale per la progettazione delle opere pubbliche”, dopo i lusinghieri risultati di ottobre che vedono in forte crescita il valore dei bandi di progettazione di opere pubbliche.   Nell’ultimo mese sono state infatti bandite 285 gare (63 sopra soglia), per un valore di 91,3 milioni di euro (81,5 sopra soglia), rispetto al precedente mese di settembre il numero cresce del 16,3% e il loro valore del 147,4%, rispetto ad ottobre 2017 si registra un -18,1% in numero ma un +118,5% in valore. La spinta di ottobre fa tornare il valore dei primi dieci mesi 2018 della progettazione in campo leggermente positivo, mentre continua a calare il numero: le gare sono state 2.642, -9,9% sul 2017, per un importo complessivo di 487,4 milioni..
Continua a leggere su Edilportale.com

22
Nov

Ristrutturazioni, il 57% delle abitazioni ha usufruito delle detrazioni fiscali

22/11/2018 - Oltre il 57% delle abitazioni italiane ha usufruito delle detrazioni fiscali per le ristrutturazioni e la riqualificazione energetica, attivando 292,7 miliardi di euro di investimenti e 2 milioni di posti di lavoro.     Questi alcuni dati contenuti nello studio della Camera dei Deputati, predisposto in collaborazione con il CRESME, sull’impatto delle detrazioni fiscali per il patrimonio edilizio esistente. SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE AL BONUS RISTRUTTURAZIONI  SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE ALL’ECOBONUS   Detrazioni fiscali: investimenti in crescita dal 2013 Dalle stime elaborate dal CRESME emerge che gli incentivi fiscali per il recupero edilizio e per la riqualificazione energetica hanno interessato dal 1998 al 2018, 17,8 milioni di interventi; considerando che le abitazioni sono il principale oggetto degli interventi di rinnovo, il documento calcola che oltre il 57% delle abitazioni italiane siano state interessate dai..
Continua a leggere su Edilportale.com

22
Nov

Riforma Appalti, RPT: ‘no alla centrale di progettazione, meglio una cabina di regia’

22/11/2018 – No alla centrale unica di progettazione per mantenere la separazione tra controllore e controllato nelle gare per l’affidamento dei servizi di ingegneria e architettura. A ribadirlo è stata la Rete delle Professioni Tecniche (RPT) intervenuta in audizione sulla riforma del Codice Appalti in Commissione Lavori Pubblici del Senato.   Nello stesso giorno è stata audita anche Unionsoa, che ha chiesto di mantenere l’attuale sistema di qualificazione delle imprese.   È quindi iniziata l’indagine conoscitiva annunciata a inizio novembre dalla Commissione Lavori Pubblici del Senato. In tutto dovrebbero essere ascoltati più di 35 soggetti. Ognuno proporrà miglioramenti e segnalerà le criticità riscontrate con l’applicazione del Codice Appalti (D.lgs. 50/2016) per arrivare a scrivere un nuovo testo.   RPT: no alla centrale unica di progettazione, sì al regolamento unico Le proposte..
Continua a leggere su Edilportale.com

22
Nov

Riforma Appalti, RPT: ‘no alla centrale di progettazione, meglio una cabina di regia’

22/11/2018 – No alla centrale unica di progettazione per mantenere la separazione tra controllore e controllato nelle gare per l’affidamento dei servizi di ingegneria e architettura. A ribadirlo è stata la Rete delle Professioni Tecniche (RPT) intervenuta in audizione sulla riforma del Codice Appalti in Commissione Lavori Pubblici del Senato. Nello stesso giorno è stata audita anche Unionsoa, che ha chiesto di mantenere l’attuale sistema di qualificazione delle imprese. È quindi iniziata l’indagine conoscitiva annunciata a inizio novembre dalla Commissione Lavori Pubblici del Senato. In tutto dovrebbero essere ascoltati più di 35 soggetti. Ognuno proporrà miglioramenti e segnalerà le criticità riscontrate con l’applicazione del Codice Appalti (D.lgs. 50/2016) per arrivare a scrivere un nuovo testo. RPT: no alla centrale unica di progettazione, sì al regolamento unico Le proposte.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
22
Nov

Liguria, via libera alla legge per la rigenerazione urbana

22/11/2018 - Nella seduta del 19 novembre scorso, il Consiglio regionale ligure ha approvato le norme per la rigenerazione urbana e il recupero del territorio agricolo. Il provvedimento - spiega il comunicato - si pone l’obbiettivo di rigenerare il patrimonio edilizio soddisfacendo la domanda di rinnovamento strutturale, tecnologico-energetico e architettonico del patrimonio edilizio esistente. Attualmente in Liguria, infatti, non è presente una normativa specifica che favorisca ed incentivi questa attività di pianificazione urbanistica e gli interventi necessari. La legge affronta anche il problema legato al calo delle aree agricole e alla crescita delle aree boscate: in particolare, si affida ai Comuni il compito di individuare gli ambiti che richiedono interventi di rigenerazione urbana, in quanto caratterizzati dalla presenza di degrado, e gli interventi di recupero del territorio agricolo, in quanto caratterizzati dalla presenza di.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
22
Nov

Ristrutturazioni, il 57% delle abitazioni ha usufruito delle detrazioni fiscali

22/11/2018 - Oltre il 57% delle abitazioni italiane ha usufruito delle detrazioni fiscali per le ristrutturazioni e la riqualificazione energetica, attivando 292,7 miliardi di euro di investimenti e 2 milioni di posti di lavoro. Questi alcuni dati contenuti nello studio della Camera dei Deputati, predisposto in collaborazione con il CRESME, sull’impatto delle detrazioni fiscali per il patrimonio edilizio esistente. SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE AL BONUS RISTRUTTURAZIONI SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE ALL’ECOBONUS Detrazioni fiscali: investimenti in crescita dal 2013 Dalle stime elaborate dal CRESME emerge che gli incentivi fiscali per il recupero edilizio e per la riqualificazione energetica hanno interessato dal 1998 al 2018, 17,8 milioni di interventi; considerando che le abitazioni sono il principale oggetto degli interventi di rinnovo, il documento calcola che oltre il 57% delle abitazioni italiane siano state interessate dai.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
22
Nov

Oice: ‘il mercato va, ma il Governo eviti rischio di un blocco del settore’

22/11/2018 - L’OICE lancia un grido di allarme per un possibile rischio blocco del settore e per la perdita di migliaia di posti di lavoro, proprio mentre sta per essere esaminata la legge di bilancio 2019 che sembrerebbe voler istituire la "Centrale per la progettazione delle opere pubbliche”, dopo i lusinghieri risultati di ottobre che vedono in forte crescita il valore dei bandi di progettazione di opere pubbliche. Nell’ultimo mese sono state infatti bandite 285 gare (63 sopra soglia), per un valore di 91,3 milioni di euro (81,5 sopra soglia), rispetto al precedente mese di settembre il numero cresce del 16,3% e il loro valore del 147,4%, rispetto ad ottobre 2017 si registra un -18,1% in numero ma un +118,5% in valore. La spinta di ottobre fa tornare il valore dei primi dieci mesi 2018 della progettazione in campo leggermente positivo, mentre continua a calare il numero: le gare sono state 2.642, -9,9% sul 2017, per un importo complessivo di 487,4 milioni.. Continua a leggere su Edilportale.com     MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231