1 27 Novembre 2018 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for novembre 27th, 2018

27
Nov

Sono 3.060 i Comuni autosufficienti per i fabbisogni elettrici

27/11/2018 – Sono 3.060 i Comuni autosufficienti per i fabbisogni elettrici e 37 i Comuni al 100% rinnovabili per autoproduzione. In tutti e 7.978 i municipi italiani sono stati installati uno o più impianti da fonti rinnovabili. Un risultato ottimo se si considera che 10 anni fa erano solo 356.   È quanto emerge dal Rapporto Comuni Rinnovabili 2018 di Legambiente che aggiorna il quadro della situazione in relazione alle fonti di energia rinnovabile in Italia e racconta 100 storie dal territorio che raccontano il futuro dell’energia.   Rinnovabili: i numeri del Rapporto 2018 Secondo il Rapporto in tutti i 7.978 Comuni sono stati installati uno o più impianti da fonti rinnovabili: sono 7.862 i Comuni in cui sono presenti impianti fotovoltaici, 6.822 quelli del solare termico, 1.489 quelli del mini idroelettrico (in particolare al centro nord) e 1.025 quelli dell’eolico (soprattutto al centro sud), 4.130 quelli delle bioenergie e 595..
Continua a leggere su Edilportale.com

27
Nov

Bonus ristrutturazioni, l’Agenzia delle Entrate aggiorna la guida

27/11/2018 –  L’Agenzia delle Entrate aggiorna la guida sul bonus ristrutturazioni del 50%, inserendo le novità relative all’invio dei dati all’Enea per i lavori edilizi e tecnologici che comportano risparmio energetico e/o l’utilizzo di fonti rinnovabili di energia.   La Guida alle ristrutturazioni edilizie spiega come ottemperare al nuovo obbligo introdotto dalla Manovra 2018 ma reso operativo da Enea solo lo scorso 21 novembre.   Bonus 50%: trasmissione dei dati all’Enea La guida riprende l’elenco Enea degli interventi soggetti all’obbligo di invio, cioè: - serramenti comprensivi d’infissi; - coibentazioni delle strutture opache; - installazione o sostituzione di impianti tecnologici tra cui collettori solari, generatori di calore con caldaie a condensazione, pompe di calore, sistemi ibridi, microcogeneratori (Pe<50kWe), scaldacqua a pompa di calore, generatori di calore..
Continua a leggere su Edilportale.com

27
Nov

Soluzioni migliorative o varianti al progetto? Come riconoscerle per evitare errori

27/11/2018 – In una gara d’appalto si possono proporre modifiche al progetto posto a base di gara? Sì, ma entro determinati limiti. È questa, in estrema sintesi, la risposta che il Consiglio di Stato, con la sentenza 6423/2018, ha dato per la risoluzione di una controversia.   Migliorie o varianti, il caso Tutto è iniziato con una gara d’appalto per l’ampliamento della rete fognaria comunale. L’impresa seconda classificata ha presentato ricorso sostenendo che la vincitrice aveva commesso “plurime violazioni delle prescrizioni del disciplinare di gara”, con particolare riferimento al vincolo paesaggistico presente nella zona in cui si dovevano svolgere i lavori.   Secondo la ricorrente, le proposte migliorative interferivano con i sedimi di proprietà privata, erano troppo generiche e denotavano una mancata conoscenza dello stato dei luoghi, con conseguente violazione del progetto posto a base di gara e..
Continua a leggere su Edilportale.com

27
Nov

Piemonte, pubblicato il nuovo Protocollo ITACA Edifici

27/11/2018 - È stato pubblicato sul bollettino ufficiale della Regione Piemonte il ‘Protocollo ITACA - Regione Piemonte - Edifici’, il sistema di valutazione della sostenibilità degli interventi in edilizia.   Il Protocollo, pubblicato nella Delibera 42-7890 del 16 novembre 2018, definisce gli standard tecnici per l’edilizia residenziale e quella non residenziale (attività ricettive, industriali, artigianali, direzionali, scolastiche, ricreative e sportive).   La valutazione riguarda l’edificio e le aree di pertinenza esterne, sia per l’edilizia residenziale che per quella non residenziale e va eseguita sia sugli edifici di nuova costruzione che su quelli soggetti a ristrutturazione importante di primo o secondo livello (Decreto 26 giugno 2015).   La valutazione della sostenibilità degli edifici è basata su criteri economici, ambientali e sociali. Le aree di valutazione del Protocollo sono cinque: -..
Continua a leggere su Edilportale.com

27
Nov

Sono 3.060 i Comuni autosufficienti per i fabbisogni elettrici

27/11/2018 – Sono 3.060 i Comuni autosufficienti per i fabbisogni elettrici e 37 i Comuni al 100% rinnovabili per autoproduzione. In tutti e 7.978 i municipi italiani sono stati installati uno o più impianti da fonti rinnovabili. Un risultato ottimo se si considera che 10 anni fa erano solo 356. È quanto emerge dal Rapporto Comuni Rinnovabili 2018 di Legambiente che aggiorna il quadro della situazione in relazione alle fonti di energia rinnovabile in Italia e racconta 100 storie dal territorio che raccontano il futuro dell’energia. Rinnovabili: i numeri del Rapporto 2018 Secondo il Rapporto in tutti i 7.978 Comuni sono stati installati uno o più impianti da fonti rinnovabili: sono 7.862 i Comuni in cui sono presenti impianti fotovoltaici, 6.822 quelli del solare termico, 1.489 quelli del mini idroelettrico (in particolare al centro nord) e 1.025 quelli dell’eolico (soprattutto al centro sud), 4.130 quelli delle bioenergie e 595.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231  
27
Nov

Piemonte, pubblicato il nuovo Protocollo ITACA Edifici

27/11/2018 - È stato pubblicato sul bollettino ufficiale della Regione Piemonte il ‘Protocollo ITACA - Regione Piemonte - Edifici’, il sistema di valutazione della sostenibilità degli interventi in edilizia. Il Protocollo, pubblicato nella Delibera 42-7890 del 16 novembre 2018, definisce gli standard tecnici per l’edilizia residenziale e quella non residenziale (attività ricettive, industriali, artigianali, direzionali, scolastiche, ricreative e sportive). La valutazione riguarda l’edificio e le aree di pertinenza esterne, sia per l’edilizia residenziale che per quella non residenziale e va eseguita sia sugli edifici di nuova costruzione che su quelli soggetti a ristrutturazione importante di primo o secondo livello (Decreto 26 giugno 2015). La valutazione della sostenibilità degli edifici è basata su criteri economici, ambientali e sociali. Le aree di valutazione del Protocollo sono cinque: -.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
27
Nov

Soluzioni migliorative o varianti al progetto? Come riconoscerle per evitare errori

27/11/2018 – In una gara d’appalto si possono proporre modifiche al progetto posto a base di gara? Sì, ma entro determinati limiti. È questa, in estrema sintesi, la risposta che il Consiglio di Stato, con la sentenza 6423/2018, ha dato per la risoluzione di una controversia. Migliorie o varianti, il caso Tutto è iniziato con una gara d’appalto per l’ampliamento della rete fognaria comunale. L’impresa seconda classificata ha presentato ricorso sostenendo che la vincitrice aveva commesso “plurime violazioni delle prescrizioni del disciplinare di gara”, con particolare riferimento al vincolo paesaggistico presente nella zona in cui si dovevano svolgere i lavori. Secondo la ricorrente, le proposte migliorative interferivano con i sedimi di proprietà privata, erano troppo generiche e denotavano una mancata conoscenza dello stato dei luoghi, con conseguente violazione del progetto posto a base di gara e.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
27
Nov

Bonus ristrutturazioni, l’Agenzia delle Entrate aggiorna la guida

27/11/2018 –  L’Agenzia delle Entrate aggiorna la guida sul bonus ristrutturazioni del 50%, inserendo le novità relative all’invio dei dati all’Enea per i lavori edilizi e tecnologici che comportano risparmio energetico e/o l’utilizzo di fonti rinnovabili di energia. La Guida alle ristrutturazioni edilizie spiega come ottemperare al nuovo obbligo, introdotto dalla Manovra 2018, attraverso il portale Enea attivo dallo scorso 21 novembre. Bonus 50%: trasmissione dei dati all’Enea La guida riprende l’elenco Enea degli interventi soggetti all’obbligo di invio, cioè: - serramenti comprensivi d’infissi; - coibentazioni delle strutture opache; - installazione o sostituzione di impianti tecnologici tra cui collettori solari, generatori di calore con caldaie a condensazione, pompe di calore, sistemi ibridi, microcogeneratori (Pe<50kWe), scaldacqua a pompa di calore, generatori di calore a biomassa,.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231