1 29 Novembre 2018 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for novembre 29th, 2018

29
Nov

Il 19 , 21 e 28 dicembre 2018 parte il corso “lavoratori a rischio alto” organizzato dal Centro di Formazione MODI SRL a Mestre.

Il 19, 21 e 28 dicembre 2018 parte il corso organizzato dal Centro di Formazione MODI SRL a Mestre.
La formazione e, ove previsto, l’addestramento specifico devono avvenire in occasione:
a) della costituzione del rapporto di lavoro o dell’inizio dell’utilizzazione qualora si tratti di somministrazione di lavoro;
b) del trasferimento o cambiamento di mansioni;
c) della introduzione di nuove attrezzature di lavoro o di nuove tecnologie, di nuove sostanze e preparati pericolosi.
La Società di Consulenza e Formazione MODI SRL attiva a Mestre in Via Volturno 4/e (zona centro comoda ai mezzi pubblici e con parcheggi auto disponibili in zona i corsi di addestrameno  per "nuovi lavoratori". Il programma prevede un "modulo generale" più la frequentazione di uno corso corrispondente al rischio il cui il lavoratore è esposto (rischio basso, medio o alto).
Per scaricare la scheda di iscrizione cliccare qui. Per leggere le recensioni positive di chi ha già provato i nostri servizi di consulenza o a fruito dei nostri corsi cliccare qui.
Le norme sicurezza indicano che i percorsi formativi devono essere iniziati prima dell’effettivo inserimento del nuovo dipendente, e solo nel caso in cui questo sia impossibile deroga l’obbligo successivamente all’assunzione.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
29
Nov

A gennaio 2019 avvio a Mestre del corso rivolto ai Datori di Lavoro che hanno assunto l’incarico di RSPP in aziende a rischio basso o che devono seguire l’aggiornamento quinquennale obbligatorio.

A gennaio 2019 avvio a Mestre del corso rivolto ai Datori di Lavoro che hanno assunto l'incarico di RSPP in aziende a rischio basso o che devono seguire l’aggiornamento quinquennale obbligatorio. La durata minima dei corsi di aggiornamento varia a seconda della classificazione del rischio delle attività, in base al codice ATECO 2007 dell’azienda (individuabile all’interno della Visura Camerale o del Documento di Valutazione dei Rischi-DVR), rispettivamente secondo i seguenti profili: 6 ore per il rischio basso 10 ore per il rischio medio 14 ore per il rischio alto La tabella di corrispondenza “Rischio” è consultabile nel nostro sito internet cliccando qui permetterà di individuare il tipo di rischio aziendale. Inserendo le prime due cifre del codice ATECO nel campo di ricerca è possibile verificare il macrosettore di rischio della propria azienda. I contenuti del corso di aggiornamento affronteranno le seguenti tematiche: •    approfondimenti tecnici ed organizzativi; •    approfondimenti giuridici e normativi; •    sistemi di gestione aziendale e relativi processi organizzativi; •    individuazione e distinzione delle fonti di rischio; •    tecniche di comunicazione per informare e formare i propri lavoratori su salute e sicurezza nei luoghi di lavoro Le date dei corsi di seguito elencati sono stati organizzati presso la sede di MODI SRL a Mestre. L'indirizzo dell'aula è Via Volturno 4/e (fermata tram/bus Volturno e parcheggi gratis nelle vicinanze. Le date del corso di aggiornamento per RSPP DATORE DI LAVORO sono suddivise per rischio basso, medio e alto e sono: 6 ore - 09 gennaio 2019 orario 14.00/18.00 e 14 gennaio 2019 orario 14.00/16.00 per € 130,00 10 ore - 09 gennaio 2019 orario 14.00/18.00 e 14 gennaio 2019 orario 14.00/16.00 e ultime date da definire per € 220,00 14 ore - 09 gennaio 2019 orario 14.00/18.00 e 14 gennaio 2019 orario 14.00/16.00 e ultime date da definire per € 300,00. I corsi online costano invece € 99,00 + IVA per le 6 ore, € 119,00+ IVA per le 10 ore e € 139,00 + IVA per le 14 ore. E' possibile prima dell'acquisto provare la piattaforma online contattando la segreteria organizzativa MODI al numero verde 800300333. Le date del corso di formazione per RSPP DATORE DI LAVORO RISCHIO BASSO della  durata 16 nel mese di gennaio 2019 sono: 9, 14, 17 e 24 gennaio 2019 orario 14.00/18.00 per € 250,00 I corsi di aggiornamento per RSPP datori di lavoro o RSPP incaricati in esterno si possono seguire anche interamente online. MODI propone corsi interattivi con piattaforma multimediale e con tracciato corrispondete a requisiti di legge. Tutor in linea e test finale di apprendimento effettuato in presenza o in video conferenza con il docente su  appuntamento. I corsi online sono raccomandati e permettono di contenere i tempi e i costi di fruizione. MODI SRL assume l’incarico di RSPP/ASPP in aziende del Veneto e eroga corsi di formazione e aggiornamento online, in aula e presso la sede del Cliente. La tabella di corrispondenza “Rischio” è consultabile nel nostro sito internet cliccando qui permetterà di individuare il tipo di rischio aziendale. Inserendo le prime due cifre del codice ATECO nel campo i ricerca è possibile verificare il macrosettore di rischio della propria azienda. Per le recensioni cliccare alla pagina DICONO DI NOI. Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
 
29
Nov

Equo compenso, il Governo promette: ‘provvedimenti entro maggio 2019’

29/11/2018 - Saranno messi a punto entro maggio 2019 alcuni provvedimenti normativi finalizzati a migliorare le condizioni di lavoro dei professionisti.   Lo ha assicurato il Sottosegretario del Ministero della Giustizia, Jacopo Morrone, ai rappresentanti degli Ordini e Collegi professionali in un incontro che si è svolto martedì scorso nella sede di via Arenula, durante il quale è stato aperto un tavolo di confronto tra il Ministero e le professioni ordinistiche.   In particolare, il Sottosegretario Morrone ha espresso la volontà di rivedere provvedimenti finalizzati alla effettiva applicazione del principio dell’equo compenso e le norme che regolano le procedure elettorali degli Ordini e Collegi professionali.   La Rete delle Professioni Tecniche (RPT) e il Comitato Unitario delle Professioni (CUP), in maniera unitaria, hanno illustrato al Sottosegretario alcune problematiche meritevoli di un’azione da parte del Ministero.   Equo..
Continua a leggere su Edilportale.com

29
Nov

Rigenerazione urbana, in Italia c’è un mercato che vale 328 miliardi di euro

29/11/2018 – Gli interventi di rigenerazione sul patrimonio esistente italiano, che contribuiscono ad arrestare il consumo di suolo, valgono circa 328 miliardi di euro, in termini di indotto economico, cioè quasi il 17% del Prodotto Interno Lordo dello Stato (Pil).   A stimarlo il Centro Studi Sogeea nel ‘Primo rapporto sulla rigenerazione urbana in Italia’, presentato nel corso di un convegno sul tema organizzato in Senato.   I numeri della rigenerazione urbana in Italia   Nel Rapporto si stima che “il potenziale indotto economico di una estesa e capillare campagna di rigenerazione urbana sul territorio italiano sia, per la precisione, 327.986.751.765 euro; la cifra si ricava dalla somma del valore delle opere da realizzare, pari a 310.537.447.415 euro, e degli oneri concessori da corrispondere alla pubblica amministrazione, quantificabili in 17.449.304.350 euro.     Per determinare i valori economici dello studio, Sogeea..
Continua a leggere su Edilportale.com

29
Nov

Il Lazio adotta il nuovo sistema informativo territoriale

29/11/2018 – Nel Lazio sarà più semplice gestire le informazioni cartografiche e georeferenziare i manufatti.   La Regione, infatti, ha adottato il nuovo Sistema Informativo Territoriale, realizzato dall’amministrazione grazie ad un investimento di 4 milioni di euro.   Sistema informativo territoriale del Lazio Il nuovo Sistema informativo si compone di due strumenti: una piattaforma unica per la gestione delle informazioni cartografiche e un database geotopografico, contenente informazioni geolocalizzate su strade, edifici, vegetazione, elementi idrici, conforme agli standard nazionali ed aggiornato al 2014 sulla base delle immagini realizzate da AGEA con sorvoli aerei del territorio regionale.   In particolare, la nuova piattaforma unica è costituita da un Geoportale, all’interno del quale è possibile trovare tutti i dati geografici, urbanistici e paesaggistici pubblicati dalla Regione Lazio, nonché i servizi..
Continua a leggere su Edilportale.com

29
Nov

Cambio di destinazione d’uso, quando serve il permesso di costruire?

29/11/2018 - Per trasformare un appartamento in studio professionale è necessario il permesso di costruire, anche se non si realizzano lavori edili. Il Consiglio di Stato, con la sentenza 6562/2018 ha spiegato in quali casi bisogna richiedere il permesso e quando è invece sufficiente la Segnalazione certificata di inizio attività (Scia).   Cambio di destinazione d’uso e carico urbanistico Secondo il CdS, l’aspetto da prendere in considerazione è l’aumento del carico urbanistico. Nei casi in cui il mutamento di destinazione d’uso può incidere sensibilmente sull’assetto del territorio, è necessario dotarsi del permesso di costruire. In mancanza del permesso di costruire, si è in presenza di un intervento non autorizzato che va punito con una multa e il ripristino della destinazione preesistente.   I giudici hanno spiegato che solo il cambio di destinazione d’uso tra categorie edilizie omogenee..
Continua a leggere su Edilportale.com

29
Nov

Bim, le competenze indispensabili per i progettisti digitali

29/11/2018 - Con la metodologia BIM, il settore delle costruzioni sta innovando l’intero processo che va dalla progettazione alla demolizione passando per la costruzione e gestione del ciclo vita. Nascono nuove figure professionali, che si differenziano dal tradizionale progettista o disegnatore CAD per conoscenza, abilità, competenza e responsabilità. La figura professionale del progettista si evolve e diventa sempre più digitale e gestionale, si aggiungono al suo dizionario terminologie per la gestione dei dati, di informatica generale e linguaggi di scrittura dei software CAD-BIM: un professionista 4.0. L’impiego della tecnologia BIM sta rafforzando la rete tra i tecnici specializzati nelle diverse discipline agevolando i rapporti di collaborazione tra colleghi e la costituzione di nuovi studi associati. Il BIM può diventare il nuovo volano per valorizzare ed esportare il know-how dei..
Continua a leggere su Edilportale.com

29
Nov

Il Lazio adotta il nuovo sistema informativo territoriale

29/11/2018 – Nel Lazio sarà più semplice gestire le informazioni cartografiche e georeferenziare i manufatti. La Regione, infatti, ha adottato il nuovo Sistema Informativo Territoriale, realizzato dall’amministrazione grazie ad un investimento di 4 milioni di euro. Sistema informativo territoriale del Lazio Il nuovo Sistema informativo si compone di due strumenti: una piattaforma unica per la gestione delle informazioni cartografiche e un database geotopografico, contenente informazioni geolocalizzate su strade, edifici, vegetazione, elementi idrici, conforme agli standard nazionali ed aggiornato al 2014 sulla base delle immagini realizzate da AGEA con sorvoli aerei del territorio regionale. In particolare, la nuova piattaforma unica è costituita da un Geoportale, all’interno del quale è possibile trovare tutti i dati geografici, urbanistici e paesaggistici pubblicati dalla Regione Lazio, nonché i servizi.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
29
Nov

Equo compenso, il Governo promette: ‘provvedimenti entro maggio 2019’

29/11/2018 - Saranno messi a punto entro maggio 2019 alcuni provvedimenti normativi finalizzati a migliorare le condizioni di lavoro dei professionisti. Lo ha assicurato il Sottosegretario del Ministero della Giustizia, Jacopo Morrone, ai rappresentanti degli Ordini e Collegi professionali in un incontro che si è svolto martedì scorso nella sede di via Arenula, durante il quale è stato aperto un tavolo di confronto tra il Ministero e le professioni ordinistiche. In particolare, il Sottosegretario Morrone ha espresso la volontà di rivedere provvedimenti finalizzati alla effettiva applicazione del principio dell’equo compenso e le norme che regolano le procedure elettorali degli Ordini e Collegi professionali. La Rete delle Professioni Tecniche (RPT) e il Comitato Unitario delle Professioni (CUP), in maniera unitaria, hanno illustrato al Sottosegretario alcune problematiche meritevoli di un’azione da parte del Ministero. Equo.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
29
Nov

Bim, le competenze indispensabili per i progettisti digitali

29/11/2018 - Con la metodologia BIM, il settore delle costruzioni sta innovando l’intero processo che va dalla progettazione alla demolizione passando per la costruzione e gestione del ciclo vita. Nascono nuove figure professionali, che si differenziano dal tradizionale progettista o disegnatore CAD per conoscenza, abilità, competenza e responsabilità. La figura professionale del progettista si evolve e diventa sempre più digitale e gestionale, si aggiungono al suo dizionario terminologie per la gestione dei dati, di informatica generale e linguaggi di scrittura dei software CAD-BIM: un professionista 4.0. L’impiego della tecnologia BIM sta rafforzando la rete tra i tecnici specializzati nelle diverse discipline agevolando i rapporti di collaborazione tra colleghi e la costituzione di nuovi studi associati. Il BIM può diventare il nuovo volano per valorizzare ed esportare il know-how dei.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231