1 6 dicembre 2018 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for dicembre 6th, 2018

6
Dic

Abolizione Sistri, credito d’imposta formazione, RLS, Amianto

 
News sicurezza ambiente qualità E-learning #HSE, Banca dati Newsletter 31 del 6 Dicembre 2018 Abolizione Sistri, credito d’imposta formazione, RLS, Amianto. In caso di difficoltà nel recupero credenziali, non esiti a inviare una mail a mail@portaleconsulenti.it. Ricordiamo che l'accesso al Portale è Gratuito per l'utilizzo dell'intera Banca Dati.
E-learning_12.png Abolizione Sistri dal 1° gennaio 2019 La decisione del Governo di abolire il Sistri a partire dal 1° gennaio 2019.
E-learning_12.png Chiarimenti sul credito d’imposta formazione 4.0 Corsi e-learning nel bonus formazione 4.0
E-learning_12.png Comunicazione dei rappresentanti dei lavoratori Comunicazione Rls/Rasal: pubblicato il modulo Rls Navigazione
E-learning_12.png Decreto interministeriale del 21 novembre 2018 Comitato consultivo per la determinazione e l’aggiornamento dei valori limite di esposizione profess ...
E-learning_12.png Linee Guida sul monitoraggio degli aeriformi prodotte dal Gruppo di Lavoro 9 bis del SNPA
E-learning_12.png SEMINARIO NAZIONALE AVVOCATI INAIL SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO A DIECI ANNI DAL D.LGS. N. 81/2008
E-learning_12.png Amianto, Cgil Cisl Uil La situazione in Lombardia
E-learning_12.png DPI, sostanze pericolose, attrezzature a pressione sicurezza ambiente qualità E-learning HSE, Banca dati
 collaborare con il PortaleConsulenti Scopri di più Siamo alla ricerca di writer editor che vogliono collaborare con il PortaleConsulenti
Portale Consulenti Cliccando sul link del gruppo potrai ricevere le notifiche direttamente da Linkedin ed essere aggiornato costantemente sulle novità in ambito HSE sicurezza ambiente qualità E-learning
  MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
6
Dic

Abolizione Sistri dal 1° gennaio 2019

 

La decisione del Governo di abolire il Sistri a partire dal 1° gennaio 2019.

Abolizione Sistri dal 1° gennaio 2019

sistri abolizioneL’abolizione del Sistri è prevista dal “Decreto semplificazione” di prossima approvazione da parte del Consiglio dei Ministri.
Il SISTRI (Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti) nasce su iniziativa del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, per permettere l'informatizzazione della tracciabilità dei rifiuti speciali a livello nazionale e dei rifiuti urbani della Regione Campania.
Con il SISTRI lo Stato intendeva dare, inoltre, un segnale forte di cambiamento nel modo di gestire il sistema informativo sulla movimentazione dei rifiuti speciali. Da un sistema cartaceo - imperniato sui tre documenti costituiti dal Formulario di identificazione dei rifiuti, Registro di carico e scarico, Modello unico di dichiarazione ambientale (MUD) - si passava a soluzioni tecnologiche avanzate in grado, da un lato, di semplificare le procedure e gli adempimenti con una riduzione dei costi sostenuti dalle imprese e, dall’altro, di gestire in modo innovativo e più efficiente, e in tempo reale, un processo complesso e variegato che comprende tutta la filiera dei rifiuti, con garanzie di maggiore trasparenza e conoscenza.
Una scelta che comporterebbe anche l’abolizione dei contributi da versare, ma soprattutto delle problematiche che da un decennio ossessionano le aziende coinvolte. Non si tratta, comunque di un addio, ma di una sospensione. 
Quindi, se verrà approvata, si torneranno ad utilizzare i moduli cartacei (compilando registri di carico e scarico e formulari di identificazione rifiuti) sino alla piena funzionalità del sistema digitale.
Sul fronte dell'End of Waste' (la normativa che indica cosa si può fare col rifiuto riciclabile, e quando diventa 'materia prima seconda'), verrebbe reintrodotta la possibilità, da parte degli enti deputati, di stabilire caso per caso i criteri secondo i quali cessa la qualifica di rifiuto, dopo una sentenza in direzione avversa del Consiglio di Stato.
MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
 
6
Dic

Chiarimenti sul credito d’imposta formazione 4.0

 

Corsi e-learning nel bonus formazione 4.0

Chiarimenti sul credito d’imposta formazione 4.0

Corsi e-learning nel bonus formazione 4.0Con la Circolare 3 dicembre 2018, n. 412088, il Ministero dello Sviluppo Economico ha fornito alcuni chiarimenti in merito all'applicazione del “credito d’imposta formazione 4.0”, in particolare sul termine per il deposito dei contratti collettivi aziendali o territoriali, sull'ammissibilità della formazione on-line e sul cumulo del credito d’imposta con altri incentivi alla formazione.
Con il decreto 4 maggio 2018, emanato dal Ministro dello Sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze e del Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, sono state dettate le disposizioni applicative del credito d’imposta introdotto dall’articolo 1, commi 46-56, della legge 27 dicembre 2017, n. 205 per le spese di formazione del personale dipendente nel settore delle tecnologie previste dal “Piano Nazionale Impresa 4.0”. A seguito della pubblicazione del citato decreto, avvenuta nella Gazzetta Ufficiale n. 143 del 22 giugno 2018, sono pervenuti numerosi quesiti, provenienti sia da associazioni di categoria che da singole imprese, su taluni profili applicativi dell’agevolazione. Pertanto, al fine di dare maggiori certezze operative ai soggetti interessati alla fruizione del credito d’imposta, con la presente circolare, elaborata d’intesa con il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, si
ritiene opportuno fornire alcuni chiarimenti sulle principali questioni di diretta competenza; si rinvia a una successiva circolare dell’Agenzia delle Entrate per gli ulteriori chiarimenti concernenti sia i profili generali e sia i profili fiscali della disciplina agevolativa. 
Termine per il deposito dei contratti collettivi aziendali o territoriali
Il Ministero ha osservato che lo svolgimento delle attività formative in questione deve essere previsto in contratti sottoscritti - o anche semplicemente integrati in relazione a tali attività - a partire dal 1° gennaio 2018 e cioè dalla data di entrata in vigore della disciplina agevolativa. In merito al deposito dei contratti, il MISE ha chiarito che dovrà avvenire entro il 31 dicembre 2018, e che potrà essere effettuato utilizzando la modalità telematica messa a disposizione nella sezione “Servizi” del sito internet istituzionale del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali anche successivamente allo svolgimento delle attività formative.
Corsi e-learning
Il MISE osserva che molte richieste di chiarimento hanno riguardato la possibilità di riconoscere l’applicabilità del beneficio anche nel caso in cui le attività formative siano organizzate e svolte (in tutto o in parte) in modalità “e-learning”. «Al riguardo, si osserva che la disciplina agevolativa non pone sul punto espresse limitazioni e che, pertanto, devono considerarsi in via di principio ammissibili anche le attività svolte attraverso corsi e lezioni “on-line”».
Attività formativa nell’ambito dei gruppi
La Circolare osserva anche il caso di attività formativa svolta nell’ambito dei gruppi, con la partecipazione di docenti e discenti di imprese diverse. «Al riguardo, fermi restando gli altri obblighi e le altre condizioni necessarie per la fruizione del beneficio, si ritiene di poter consentire modalità semplificative per la redazione della documentazione richiesta», osserva il Mise. In particolare, la relazione sul corso potrà essere redatta in riferimento ad un unico progetto formativo. Anche il registro per il monitoraggio delle presenze potrà essere unico.
Cumulabilità
Il Ministero osserva anche la cumulabilità tra credito di imposta e altri incentivi sulle spese di formazione. Secondo il Mise, l’impresa dovrà verificare che la somma dei due incentivi non superi il 50% dei costi ammissibili. Qualora gli aiuti siano stati concessi per diverse finalità, come l’assunzione di un lavoratore svantaggiato, il credito di imposta andrà calcolato assumendo la retribuzione lorda maturata in relazione alle ore o alle giornate di formazione, al netto della quota di retribuzione coperta dall’aiuto all’assunzione.
Corsi e-learning nel bonus formazione 4.0Circolare 3 dicembre 2018, n. 412088

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231

 
6
Dic

Comunicazione dei rappresentanti dei lavoratori

 

Comunicazione Rls/Rasal: pubblicato il modulo Rls Navigazione

comunicazione dei rappresentanti dei lavoratori

comunicare RSLComunicazione rappresentante dei lavoratori per la sicurezza/rappresentante alla sicurezza dell'ambiente di lavoro Settore navigazione marittima D.lgs. n. 81/2008 e s.m.i. art. 18, comma 1, lettera aa; d.lgs. n. 271/1999 art. 16

È presente sul portale il nuovo modulo per la comunicazione dei rappresentanti dei lavoratori/rappresentanti alla sicurezza dell'ambiente di lavoro.

È stato pubblicato sul portale nella sezione Atti e documenti >Moduli e modelli >Prevenzione > Comunicazione nominativi rappresentanti per la sicurezza, il modulo per la comunicazione del Rappresentante dei lavoratori per sicurezza/Rappresentante alla sicurezza dell’ambiente di lavoro per il settore della navigazione marittima (Mod. Rls Navigazione) ex art. 18 comma 1, lettera aa), d.lgs.81/2008 e art. 16 d.lgs. 271/1999. comunicazione dei rappresentanti dei lavoratoricomunicazione dei rappresentanti dei lavoratori

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231

 
6
Dic

Ecco le date di tutto il 2019 dei corsi di formazione e aggiornamento per “incaricati alla squadra di emergenza e evacuazione lotta antincendio”. Sede Mestre. Docenza MODI SRL

La Società di Consulenza e Formazione MODI SRL ha scelto le nuove date dell'anno 2019 per i corsi per addetti alla lotta antincendio, i corsisti dovranno recarsi nel centro di formazione di Mestre in Via Volturno 4/e.
Per poter svolgere in sicurezza l'incarico di addetto all'antincendio, è necessario seguire un determinato corso in base al rischio alla cui azienda è esposta.
I corsi organizzati da MODI per le diverse aziende sono i seguenti:
Corsi di AGGIORNAMENTO periodico rivolto agli “incaricati alla lotta ANTINCENDIO” operanti in aziende a rischio basso” al costo di € 50,00 + IVA
Il programma rispetta quanto richiesto dalle normative vigenti e la durata è pari a 2 ore.
L’allievo potrà fruire del corso recandosi in aula a Mestre sita in Via Volturno 4/e zona Carpenedo (uscita tangenziale Castellana indicazioni per il centro parcheggio sotterranei CONDOMINIO CAROSSA) nei giorni sotto indicati.
Per scaricare la programmazione completa cliccare qui.
Mercoledì 23 gennaio 2019 orario 14.00/16.00;
venerdì 15 febbraio 2019 orario 14.00/16.00;
giovedì 7 marzo 2019 orario 14.00/16.00;
giovedì 11 aprile 2019 orario 14.00/16.00;
venerdì 10 maggio 2019 orario 14.00/16.00;
venerdì 7 giugno 2019 orario 08.30/10.30;
mercoledì 24 luglio 2019 orario 14.00/16.00;
giovedì 1 agosto 2019 orario 08.30/10.30;
giovedì 12 settembre 2019 orario 14.00/16.00;
mercoledì 9 ottobre 2019 orario 14.00/16.00;
martedì 19 novembre 2019 orario 14.00/16.00;
venerdì 13 dicembre 2019 orario 14.00/16.00.
Corso di AGGIORNAMENTO dell’addestramento per incaricati ANTINCENDIO operanti in aziende a rischio medio – durata del docenza 5 ore al costo di € 100,00 + IVA
Qui di seguito l’elenco delle attività di aggiornamento periodico organizzate in aula a Mestre attrezzata con campo prova per eseguire la prova di spegnimento
nei giorni dell’anno 2019 sotto indicati:
Per scaricare la programmazione completa cliccare qui.
Venerdì 25 gennaio 2019 orario 08.30/13.30;
martedì 19 febbraio 2019 orario 08.30/13.30;
martedì 12 marzo 2019 orario 08.30/13.30;
giovedì 11 aprile 2019 orario 08.30/13.30;
lunedì 13 maggio 2019 orario 08.30/13.30;
martedì 11 giugno 2019 orario 08.30/13.30;
mercoledì 24 luglio 2019 orario 08.30/13.30;
venerdì 2 agosto 2019 orario 08.30/13.30;
lunedì 16 settembre 2019 orario 08.30/13.30;
giovedì 10 ottobre 2019 orario 08.30/13.30;
martedì 19 novembre 2019 orario 08.30/13.30;
martedì 17 dicembre 2019 orario 08.30/13.30.
ADDETTI ANTINCENDIO RISCHIO BASSO” - 4 ore  al costo di € 80,00
Organizzato in aula a Mestre Centro nei giorni sotto indicati:
Per compilare il modulo di registrazione cliccare qui.
Martedì 23 gennaio 2019 orario 14.00/18.00;
venerdì 15 febbraio 2019 orario 14.00/18.00;
giovedì 7 marzo 2019 orario 14.00/18.00;
giovedì 11 aprile 2019 orario 14.00/18.00;
venerdì 10 maggio 2019 orario 14.00/18.00;
venerdì 7 giugno 2019 orario 08.30/12.30;
mercoledì 24 luglio 2019 orario 14.00/18.00;
giovedì 1 agosto 2019 orario 08.30/12.30;
giovedì 12 settembre 2019 orario 14.00/18.00;
mercoledì 9 ottobre 2019 orario 14.00/18.00;
mercoledì 20 novembre 2019 orario 14.00/18.00;
venerdì 13 dicembre 2019 orario 14.00/18.00.
ANTINCENDIO A RISCHIO MEDIO” - durata 8  (questo corso oltre alla teoria prevede lo svolgimento di una prova pratica di spegnimento) al costo di € 150,00.
Fruibile in aula a Mestre nei giorni sotto indicati.
Per scaricare la scheda di partecipazione cliccare qui.
23 gennaio 2019 orario 14.00/18.00 e 25 gennaio 2019 orario 08.30/12.30;
15 febbraio 2019 orario 14.00/18.00 e 19 febbraio 2019 orario 08.30/12.30;
7 marzo 2019 orario 14.00/18.00 e 12 marzo 2019 orario 08.30/12.30;
11 aprile 2019 orario 14.00/18.00 e 12 aprile 2019 orario 08.30/12.30;
10 maggio 2019 orario 14.00/18.00 e 13 maggio 2019 orario 08.30/12.30;
7 giugno 2019 orario 08.30/12.30 e 11 giugno 2019 orario 08.30/12.30;
24 luglio 2019 orario 14.00/18.00 e 25 luglio 2019 orario 08.30/12.30;
1 agosto 2019 orario 08.30/12.30 e 2 agosto 2019 orario 08.30/12.30;
12 settembre 2019 orario 14.00/18.00 e 16 settembre 2019 orario 08.30/12.30;
9 ottobre 2019 orario 14.00/18.00 e 10 ottobre 2019 orario 08.30/12.30;
19 novembre 2019 orario 14.00/18.00 e 20 novembre 2019 orario 08.30/12.30;
13 dicembre 2019 orario 14.00/18.00 e 17 dicembre 2019 orario 08.30/12.30.
Richiedete un preventivo personalizzato al numero verde 800300333 gratis anche da mobile o un sopralluogo gratis per verificare quanto la Vostra Azienda è in linea con gli adempimenti di Legge.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
6
Dic

Apre lo showroom di Archiproducts nel centro di Bari

06/12/2018 - Le vetrine di Archiproducts Shop Bari sono illuminate. Le serrande sono tirate su, l’insegna è accesa e lo spazio finalmente aperto, pronto ad accogliere Architetti e Progettisti nel contesto tipico di uno showroom, ma con un’anima digitale. “E’ la nostra idea di showroom”, afferma Enzo Maiorano, Co-Founder e Art Director di Archiproducts. “Volevamo creare una vera e propria esperienza di progettazione, acquisto e arredo, che unisse online e offline, in uno spazio che non è solo un negozio, ma un luogo di dialogo, connessione e incontro tra professionisti”. Entrando ad Archiproducts Shop, la prima impressione è quella di un luogo versatile e polifunzionale. Tablet e qr code danno subito l’idea che il confine tra spazio fisico e mondo digitale sia estremamente labile, al punto che sembrano incontrarsi proprio in questo open space, progettato come fosse una casa. La “casa-showroom”.. Continua a leggere su Edilportale.com      

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231

6
Dic

Pagamenti della PA, lo Stato potrebbe sborsare subito 9 miliardi

07/12/2018 – La Pubblica Amministrazione potrebbe decidere di saldare subito i debiti nei confronti di professionisti e imprese. Lo prevede un ordine del giorno accolto in Senato durante l’approvazione del disegno di legge Europea 2018. Con la nuova legge, inoltre, le Pubbliche Amministrazioni avranno meno scuse per pagare in ritardo i professionisti e le imprese. Pagamenti immediati per 9 miliardi di euro L’ordine del giorno impegna il Governo a valutare la possibilità di effettuare l’integrale pagamento dei debiti pregressi delle Pubbliche Amministrazioni nei confronti di professionisti e imprese. Questo perché, come sollecitato nell’odg, “ogni azione che inietti liquidità in una impresa o uno studio professionale, che soffre a causa dei crediti vantati nella pubblica amministrazione, può essere fondamentale alla sopravvivenza dell’attività”. Al momento, la cifra certificata.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
6
Dic

La Meccanica dell’Architettura

06/12/2018 - La Meccanica dell’Architettura è un modo differente di concepire il processo costruttivo, introducendo procedure di assemblaggio e stratificazione a secco e di industrializzazione, in grado perfino di eliminare le barriere fra scienza e arte. Fabbricare un edifico (senza la connotazione negativa della parola pre-fabbricare) implica che esso nasca da una fabbrica (in realtà da molte fabbriche visto che i materiali e i componenti provengono da più industrie) e si ricomponga nella “fabbrica di cantiere” che è luogo di assemblaggio e connessione di strati e elementi costruttivi in un sistema tridimensionale complesso: una supply chain, molto più contemporanea e efficiente, anziché un luogo di produzione per “colata a umido” come nella filiera costruttiva che individuiamo in Italia come “tradizionale” latero-cementizia. Parlare di innovazione oggi, in Architettura e Edilizia, significa.. Continua a leggere su Edilportale.com       MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
6
Dic

Partite Iva, come cambieranno i requisiti per il regime forfetario

06/12/2018 - Per le Partite Iva potrebbero cambiare i requisiti per accedere al regime forfetario. Se da una parte si alza a 65 mila euro la soglia dei ricavi che consente di essere tassati con l’aliquota agevolata al 15%, dall’altra subentrano una serie di limiti riguardanti i lavori svolti negli anni precedenti. È una delle novità introdotte con l’emendamento 4.34 al disegno di legge di Bilancio per il 2019, approvato dalla Commissione Bilancio della Camera. Partite Iva, l’accesso al regime forfetario L’accesso al regime forfetario, come lo conosciamo oggi, è normato dalla Legge di Stabilità per il 2015 (L.190/2014). Il comma 57 regola i soggetti non ammessi alla tassazione agevolata. Tra questi, la lettera d-bis indica i soggetti che nell'anno precedente hanno percepito redditi di lavoro dipendente e redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente eccedenti l'importo di 30mila euro. Il requisito della.. Continua a leggere su Edilportale.com     MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
6
Dic

Ufficio speciale per la progettazione, Inarsind Sicilia dice no

06/12/2018 – No all’ufficio speciale per la progettazione di opere pubbliche istituito dalla Regione Siciliana. Meglio una cabina di regia per la programmazione e il monitoraggio. È questo, in sintesi, il pensiero espresso da Inarsind Sicilia, sindacato degli Architetti e Ingegneri liberi professionisti, che ha lanciato una petizione contro l’iniziativa. Ufficio speciale per la progettazione L’Ufficio speciale, istituito con la delibera 426/2018, resterà in vita per tre anni e impiegherà 50 persone, provenienti da altre strutture della Regione, prevalentemente ingegneri, architetti, geologi e geometri. L’obiettivo dell’Ufficio speciale è velocizzare la realizzazione delle opere pubbliche. La nuova struttura dovrà dirigere e coordinare l’intera attività di progettazione delle opere pubbliche regionali, supporterà i Comuni, spesso carenti di professionalità interne, si occuperà.. Continua a leggere su Edilportale.com    

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231