1 8 Gennaio 2019 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for gennaio 8th, 2019

8
Gen

Che cosa è il Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenze ovvero il DUVRI?

Che cosa è il DUVRI?
Il DUVRI è l'acronimo del Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenze (art. 26 D.Lgs. 81/2008).
La funzione del DUVRI è di rendere noti all’impresa appaltatrice, incaricata di svolgere dei lavori all’interno di una azienda, quali sono i rischi per i lavoratori presenti e quali sono le misure di prevenzione e protezione dei lavoratori da adottare per ridurli.
Il DUVRI deve essere elaborato dal datore di lavoro committente.
Per “interferenza” si intende qualsiasi evento rischioso che possa verificarsi tra ditte diverse che operano nello stesso cantiere, oppure tra il personale del committente e quello dell’appaltatore, ad esempio un’azienda che affidi in appalto lavori di manutenzione.
Il DUVRI è allegato al contratto d’appalto e va adeguato in funzione dell’evoluzione dei lavori, servizi e forniture.
Tale documento prevede:
  • la valutazione dei rischi da interferenze;
  • l’importo del costo della sicurezza, inteso come il costo delle misure adottate per limitare le interferenze;
  • il sopralluogo dei locali interessati alle lavorazioni.
Lo staff MODI S.r.l., mette a  disposizione dei Clienti e dei potenziali il numero verde 800300333 per rispondere a domande su questo argomento e più in generale sugli adempimenti previsti in materia di Salute e Sicurezza negli ambienti di lavoro, implementazione/realizzazione/integrazione/mantenimento dei Sistemi di Gestione Qualità ISO 9001:2015, Ambiente ISO 14001:2015, Sicurezza (passaggio dalla OHAS 18001 alla ISO 45001), Modelli Organizzativi D.lgs 231 e applicazione del nuovo Regolamento GDPR
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
8
Gen

Lavori su immobili pubblici, credito d’imposta del 65% per le donazioni

09/01/2019 – Da quest’anno è prevista una nuova agevolazione fiscale del 65% per le erogazioni liberali in denaro destinate al finanziamento di interventi su edifici e terreni pubblici, come bonifica dall’amianto e realizzazione di opere anti dissesto idrogeologico. Il credito d’imposta è stato introdotto dalla Legge di Bilancio 2019. L’agenzia delle Entrate, tramite FiscoOggi, ha evidenziato le principali novità. Bonus lavori su immobili pubblici: ecco per quali progetti La norma prevede che le erogazioni liberali debbano essere indirizzate al sovvenzionamento di interventi su edifici e terreni pubblici sulla base di progetti presentati dagli enti proprietari. Ai fini dell’agevolazione, i lavori devono essere finalizzati ai seguenti scopi: - bonifica ambientale, compresa la rimozione dell’amianto dagli edifici; - prevenzione e risanamento del dissesto idrogeologico; - realizzazione.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
8
Gen

Addio agli studi di settore, in vigore gli indici sintetici di affidabilità fiscale

08/01/2019 – Il 2019 segna la fine degli studi di settore e il debutto degli indici sintetici di affidabilità (ISA) fiscale per i professionisti italiani. È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, infatti, il DM 28 dicembre 2018 che approva l’introduzione di 106 nuovi ISA, dopo i primi 69 introdotti nel marzo scorso. Per un totale di 175. I nuovi ISA, che subentreranno agli studi di settore, saranno validi già per la dichiarazione dei redditi relativa al periodo di imposta 2018. Indici sintetici di affidabilità fiscale, come funzionano Il nuovo sistema introduce una scala di valori con cui l’Agenzia delle Entrate potrà verificare normalità e coerenza della gestione aziendale e professionale dei contribuenti definendone il grado di affidabilità con un voto da 1 a 10: tanto più alto il punteggio raccolto, tanto più elevato il premio riconosciuto al soggetto virtuoso che potrà, con.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
8
Gen

Ristrutturazione impianti sportivi, come funziona lo sport bonus 2019

08/01/2019 – Nel 2019 lo sport bonus, cioè il credito d’imposta previsto per le erogazioni liberali destinate a finanziare gli interventi di manutenzione e restauro di impianti sportivi pubblici e la realizzazione di nuove strutture sportive, diventa ancora più conveniente. La Legge di Bilancio 2019, infatti, ha modificato la norma prevista in origine dalla Legge di Bilancio 2018 alzando dal 50% al 65% il credito d’imposta e allargando la platea dei beneficiari. L’agenzia delle Entrate, tramite FiscoOggi, ha elencato le principali novità. Sport bonus 2019: beneficiari e benefici Da quest’anno possono accedere allo sport bonus: persone fisiche, enti non commerciali e soggetti titolari di reddito d’impresa. Nel 2018, invece, il beneficio era riservato solo alle imprese. Il credito d’imposta è riconosciuto per le erogazioni liberali in denaro effettuate nel corso del 2019 per interventi.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
8
Gen

Resto al Sud anche per under 46 e professionisti

08/01/2019 - La Legge di Bilancio 2019 ha introdotto un’importante novità per Resto al Sud, l’incentivo finalizzato a sostenere la nascita di nuove attività imprenditoriali nelle regioni del Mezzogiorno: l’agevolazione, finora riservata agli under 36, viene estesa agli under 46 e ai liberi professionisti. Si amplia dunque la platea di destinatari delle agevolazioni, gestite da Invitalia, che offrono contributi per l’avvio di imprese in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. Possono accedere all’incentivo i liberi professionisti che, nei 12 mesi che precedono la richiesta di agevolazione, non sono stati titolari di partita Iva per un’attività analoga a quella proposta per il finanziamento e che mantengono la sede operativa nelle regioni interessate. Beneficiari delle agevolazioni possono essere, ad esempio, i professionisti,.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
8
Gen

Addio agli studi di settore, entrano in vigore gli indici sintetici di affidabilità

08/01/2019 – Il 2019 segna la fine degli studi di settore e il debutto degli indici sintetici di affidabilità (ISA) per i professionisti italiani. È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, infatti, il DM 28 dicembre 2018 che approva l’introduzione di 106 nuovi ISA, dopo i primi 69 introdotti nel marzo scorso. Per un totale di 175. I nuovi ISA, che subentreranno agli studi di settore, saranno validi già per la dichiarazione dei redditi relativa al periodo di imposta 2018. Indici sintetici di affidabilità fiscale, come funzionano Il nuovo sistema introduce una scala di valori con cui l’Agenzia delle Entrate potrà verificare normalità e coerenza della gestione aziendale e professionale dei contribuenti definendone il grado di affidabilità con un voto da 1 a 10: tanto più alto il punteggio raccolto, tanto più elevato il premio riconosciuto al soggetto virtuoso che potrà, con un 10, ritrovarsi.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231