1 marzo 2019 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for marzo, 2019

31
Mar

Scontatissimi ultimi posti al Corso per nuovi addetti antincendio per aziende con rischio basso durata 4 ore avvio 11/4/2019 ! Sede Mestre.

 
Sei un nuovo addetto antincendio? Devi seguire un corso di formazione per nuovi addetti antincendio per aziende con rischio basso?
A Mestre abbiamo in programmazione presso la nostra aula corsi di (Via Volturno 4/e fermata tram/bus Volturno con parcheggi gratis limitrofi), corsi della durata di 4 ore per tutto il personale aziendale che compone la squadra antincendio. Gli ultimi posti sono scontati del 20%!
PROGRAMMA dell'attività didattica:
 
L’incendio e la prevenzione
  • Principi sulla combustione;
  • Prodotti della combustione;
  • Sostanze estinguenti in relazione al tipo di incendio;
  • Effetti dell’incendio sull’uomo;
  • Divieti e limitazioni d’esercizio;
  • Misure comportamentali.
Protezione antincendio e le procedure da adottare in caso di incendio:
  • Principali misure di protezione antincendio;
  • Evacuazione in caso di incendio;
  • Chiamata dei soccorsi.
Esercitazioni pratiche:
  • Presa visione e chiarimenti sugli estintori portatili;
  • Istruzioni sull’uso degli estintori portatili.
Data: 11 Aprile 2019 dalle 14.00 alle 18.00
Quota di partecipazione: € 80,00 + IVA per persona VIENE scontato del 20%.
 
Ogni Azienda (uffici, cantieri temporanei, magazzini, …) deve essere presidiata da un numero sufficiente di addetti all’antincendio.
 
 
Per prendere visione delle  recensioni dei nostri corsisti cliccare alla pagina DICONO DI NOI.
Per consulenze in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, incarico di RSPP in esterno, DVR, POS, DUVRI, Valutazioni specifiche, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
 
29
Mar

trattamento dei dati relativi alla salute in ambito sanitari

 

Chiarimenti sull'applicazione della disciplina Garante Privacy

trattamento dei dati relativi alla salute in ambito sanitari

Chiarimenti sull'applicazione della disciplina per il trattamento dei dati relativi alla salute in ambito sanitario Il trattamento dei dati sulla salute è consentito in presenza di taluni requisiti specifici individuati all’art. 9 del Regolamento (cfr. considerando n. 51), il quale ha previsto, in questo ambito, la possibilità per gli Stati membri di mantenere o introdurre ulteriori condizioni, comprese limitazioni, con riferimento al predetto trattamento (cfr. art. 9, par. 4). Il decreto legislativo n. 101/2018, in vigore dal 19 settembre 2018, ha previsto, al riguardo, che il Garante completi l’individuazione dei presupposti di liceità dei suddetti trattamenti, adottando specifiche misure di garanzia e promuovendo l’adozione di regole deontologiche (artt. 2-septies e 2-quater del Codice).

Considerata la delicatezza e la complessità di tali trattamenti, il legislatore ha, inoltre, previsto un periodo transitorio, affidando al Garante il compito di individuare, ed eventualmente aggiornare, le prescrizioni contenute nelle autorizzazioni generali sul trattamento dei dati sensibili che risultavano compatibili con le disposizioni del Regolamento e del decreto n. 101/2018, nonché di verificare la conformità dei codici deontologici al Regolamento (artt. 20 e 21 del citato decreto).

In attuazione della predetta disciplina transitoria, con il provvedimento del 13 dicembre 2018 (consultabile sul sito www.gpdp.it, doc. web n. 9068972), sono state individuate le prescrizioni, contenute nelle autorizzazioni generali, compatibili con le disposizioni del Regolamento e del decreto n. 101/2018, deliberando contestualmente l’avvio di una procedura di consultazione pubblica, al fine di acquisire osservazioni e proposte a cura di tutti i soggetti interessati.

Analogamente, con provvedimento del 19 dicembre 2018 (doc. web n.9069637), il Garante ha provveduto alla verifica della conformità delle disposizioni contenute nei Codici di deontologia e di buona condotta per i trattamenti di dati personali per scopi storici, statistici, scientifici al Regolamento e alla loro conversione in regole deontologiche, il cui rispetto costituisce condizione essenziale per la liceità e correttezza del trattamento dei dati personali (art. 2-quater del Codice).

L’Autorità ha, altresì, avviato la redazione dei provvedimenti, previsti dall’art. 2-septies del Codice, che stabiliscono le misure di garanzia e si impegna ad adottarli in tempi brevi per arrivare, quanto prima, alla completa definizione del quadro regolatorio.

In questi primi mesi di applicazione del Regolamento e delle nuove disposizioni del Codice, il Garante ha ricevuto numerosi quesiti in ordine al nuovo assetto della disciplina relativa al trattamento dei dati relativi alla salute in ambito sanitario.

E’ stata sollevata, infatti, in più occasioni, l’esigenza, da parte degli operatori del settore, dei soggetti istituzionali competenti, dei responsabili della protezione dati e dei cittadini di avere dei chiarimenti in merito al mutato e articolato assetto della disciplina in tale ambito.

Sebbene il quadro regolatorio, come sopra evidenziato, non sia ancora definitivo, l’Autorità ritiene opportuno fornire alcuni chiarimenti sull’applicazione della disciplina di protezione dei dati in ambito sanitario.

E-learning_5.pngScarica INFOGRAFICA
 
 
29
Mar

Se un sito internet installa nei browser dei visitatori dei cookie ed è in grado di identificarli, bisogna o eliminarli o adeguarli al GDPR europeo 2016/679.

 
Il banner per il consenso va aggiornato così come prevede il nuovo regolamento europeo.
La differenza per i cookie in relazione al GDPR è costituita dal fatto che il consenso deve tradursi in una chiara azione affermativa degli utenti sia nel caso in cui il consenso venga fornito sia nel caso di rifiuto dello stesso consentendo però, allo stesso tempo, la continuazione della navigazione del sito.
Praticamente i "banner" che richiedono il consenso sui cookie possono considerarsi conformi al GDPR europeo 2016/679 solo se garantiscono che il consenso da parte dell'interessato sia informato.
L’utente deve essere informato in anticipo delle finalità dei cookie, e deve essere possibile selezionare e deselezionare i vari tipi di cookie;
• esplicito: il comportamento dell’utente deve essere inteso come un’azione affermativa e positiva;
• registrato: devi avere la prova del consenso;
• reversibile: gli utenti, in qualsiasi momento, devono poter ritirare il loro consenso. Gli utenti del tuo sito web devono avere la possibilità di rifiutare i cookie e di continuare normalmente la navigazione sul tuo sito web.
MODI SRL si propone per consulenze privacy, assunzione incarico DPO, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
 
29
Mar

Hai nominato un nuovo addetto alla lotta antincendio? Formalo con MODI! Le prossime date sono il 10 e 13 Maggio 2019

Hai nominato un nuovo addetto antincendio? Deve seguire un corso di formazione per nuovi addetti antincendio per aziende con rischio medio?
A Mestre, presso la nostra aula corsi di (Via Volturno 4/e fermata tram/bus Volturno con parcheggi gratis limitrofi), ci sono ancora posti disponibili per tutto il personale aziendale che compone la squadra antincendio. Gli ultimi posti sono scontati del 20%!
PROGRAMMA dell'attività didattica: L’incendio e la prevenzione
  • Principi sulla combustione e l'incendio;
  • Le sostanze estinguenti;
  • Triangolo della combustione;
  • Le principali cause di un incendio;
  • Rischi alle persone in caso di incendio;
  • Principali accorgimenti e misure per prevenire gli incendi.
Protezione antincendio e le procedure da adottare in caso di incendio:
  • Principali misure di protezione antincendio;
  • Procedure per l'evacuazione in caso di incendio;
  • Chiamata dei soccorsi;
  • Attrezzature ed impianti di estinzione; 
  • Sistemi di allarme;
  • Segnaletica di sicurezza;
  • Illuminazione di emergenza.
Esercitazioni pratiche:
  • Presa visione e chiarimenti sugli estintori portatili;
  • Istruzioni sull’uso degli estintori portatili, naspi ed idranti.
Date:10 Maggio 2019 dalle 14.00 alle 18.00 e 13 Maggio 2019 dalle 8.30 alle 12.30 Quota di partecipazione: € 150,00 + IVA per persona VIENE scontato del 20%. Ogni Azienda (uffici, cantieri temporanei, magazzini, …) deve essere presidiata da un numero sufficiente di addetti all’antincendio. Per prendere visione delle  recensioni dei nostri corsisti cliccare alla pagina DICONO DI NOI. Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
29
Mar

Interpello 20/03/2019 – n. 3 / 2019

 

Aggiornamento per coordinatori per la progettazione e per l’esecuzione dei lavori - numero massimo di partecipanti a convegni o seminari validi ai fini dell’aggiornamento

Interpello 20/03/2019 - n. 3 / 2019

20/03/2019 - n. 3 / 2019

Istanza: Art. 12, d.lgs. n. 81/2008 e s.m.i. - risposta ad interpello Aggiornamento per coordinatori per la progettazione e per l’esecuzione dei lavori - numero massimo di partecipanti a convegni o seminari validi per l’aggiornamento. Seduta del 20 marzo 2019

Destinatario: Federazione Sindacale Italiana dei Tecnici e Coordinatori della Sicurezza

interpello 2019La Federazione Sindacale Italiana dei Tecnici e Coordinatori della Sicurezza, ha formulato istanza di interpello per conoscere il parere di questa Commissione in merito a “quale sia il corretto numero massimo di partecipanti ai convegni o seminari di aggiornamento per i Coordinatori per la Sicurezza: nessun limite massimo, così come indicato nel cap. 9.1, ovvero 35 partecipanti così come indicato nell’Allegato V all’ACSR del 07.07.2016”. 

In proposito l'istante rappresenta che, da un lato, il punto 9.1 dell’ Accordo in sede di Conferenza Permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Provincie Autonome di Trento e di Bolzano del 7 luglio 2016 stabilisce che in riferimento all’assolvimento dell’aggiornamento del coordinatore per la progettazione e per l’esecuzione dei lavori per il tramite di convegni o seminari la frase “l’aggiornamento può essere svolto anche attraverso la partecipazione a convegni o seminari, in tal caso è richiesta la tenuta del registro presenza dei partecipanti da parte del soggetto che realizza l’iniziativa e non vi è alcun vincolo sul numero massimo di partecipanti”, dall’altro, la Tabella riassuntiva inserita nell’Allegato V del citato 

Accordo riporta che ai corsi di aggiornamento per la figura di Coordinatore per la sicurezza possano essere presenti un numero massimo di 35 partecipanti. 

Al riguardo occorre premettere che al punto 12.8 del predetto Accordo, viene previsto – come coerentemente riportato nella Tabella riassuntiva dell’Allegato V del medesimo Accordo - che “in tutti i corsi di formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro, fatti salvi quelli nei quali vengono stabiliti criteri specifici relativi al numero dei partecipanti, è possibile ammettere un numero massimo di partecipanti ad ogni corso pari a 35 unità”. La Commissione, pertanto, sulla base del combinato disposto dei sopra citati punti 9.1 e 12.8 del menzionato Accordo del 7 luglio 2016, ritiene che l’aggiornamento dei coordinatori per la progettazione e per l’esecuzione dei lavori, possa essere svolto sia mediante la partecipazione a “corsi” di formazione ai quali possono essere presenti un numero massimo di 35 unità, sia attraverso la partecipazione a “convegni o seminari” senza vincoli sul numero massimo di partecipanti, purché venga prevista la “tenuta del registro di presenza dei partecipanti da parte del soggetto che realizza l’iniziativa”.

Il Presidente della Commissione Dott.ssa Maria Teresa Palatucci
 
 
29
Mar

Il Congresso INU sarà un ‘Patto per l’urbanistica italiana’

29/03/2019 – Sarà un "Patto per l'urbanistica italiana" il focus del trentesimo Congresso dell'Istituto Nazionale di Urbanistica, che si terrà al Centro Congressi di Riva del Garda il prossimo 5 aprile. Si è svolta ieri la conferenza stampa di presentazione presso la sede della Provincia autonoma di Trento. Nella stessa sede si terrà (per la prima volta gli eventi si svolgeranno assieme) la settima Rassegna Urbanistica Nazionale dal 3 al 6 aprile, con una mostra che vedrà circa 250 pannelli da 150 espositori tra enti pubblici e organizzazioni che metteranno al centro del confronto i progetti, i piani, le innovazioni nel governo del territorio. "Abbiamo scelto con convinzione il Trentino per i due eventi, che in realtà saranno al centro di una settimana di iniziative che sarà aperta, il 3 aprile, da un convegno dedicato alla montagna, simbolo dell'esigenza di tutti di ricominciare,.. Continua a leggere su Edilportale.com  
29
Mar

Sblocca Cantieri, Ance: ‘serve un atto di coraggio’

29/03/2019 – Di “Sblocca Cantieri” si continua a parlare. Il Governo si sta confrontando sul tema, ma il provvedimento non ha ancora ricevuto il via libera definitivo. Ad attenderlo, per snellire le norme esistenti e alleggerire la burocrazia, sono in molti, come emerso a Bari durante il convegno “Sismabonus” organizzato da Scuola Ingegneria e Architettura (SI&A). Sblocca cantieri, Ance: burocrazia insostenibile Secondo il presidente dell’Ance, Gabriele Buia, è necessario allargare l’orizzonte. Le costruzioni rappresentano il 22% del Pil, ma è l’unico settore industriale che non cresce. Anzi, in undici anni di crisi sono stati persi 600mila addetti e 120mila imprese. Questo perché, ha affermato, da una parte è stato sottratto un miliardo di euro di investimenti, dall’altra esiste una burocrazia e una sedimentazione normativa insostenibile. “Per realizzare un’opera.. Continua a leggere su Edilportale.com  
29
Mar

Sismabonus per acquisto di case antisismiche, sarà esteso alle zone 2 e 3

29/03/2019 – Sismabonus come volano per far ripartire l’edilizia, mettere in sicurezza il costruito e avviare un processo di rigenerazione urbana. Uno strumento che si scontra con la burocrazia, la mancanza di risorse finanziarie e la scarsa consapevolezza dei privati. Se ne è parlato a Bari, durante il convegno “Sismabonus”, organizzato dalla Scuola di Ingegneria e Architettura (SI&A) per sensibilizzare tecnici e istituzioni. Bonus per l’acquisto di case antisismiche Per evitare che un altro terremoto di intensità media causi perdite di vite umane e danni economici considerevoli, è fondamentale agire sulla prevenzione. Dopo essere stato sollecitato dall’Ing. Roberto Lorusso, vicepresidente di SI&A e  membro esperto del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, il sottosegretario al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Michele Dell’Orco, ha confermato che gli incentivi per.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
29
Mar

Il BIM sta accelerando la digitalizzazione e la ‘uberizzazione’ delle costruzioni

29/03/2019 - È stata ospitata ieri nella Mole Vanvitelliana di Ancona, la terza tappa di Edilportale Tour 2019. I lavori si sono aperti con i dati dei sondaggi sulla committenza, sulla professione e sulle tecnologie che Edilportale ha condotto nei mesi scorsi. Ne è emerso un quadro dinamico che mostra, da un lato la crisi economica della committenza pubblica e privata che si è ripercossa sui redditi dei progettisti, dall’altro la reattività dei professionisti nella ricerca di nuove soluzioni per riaffermarsi sul mercato, attraverso l’acquisizione di nuove competenze e l’utilizzo di tecnologie innovative. Dopo i saluti di Sauro Longhi, rettore dell’Università Politecnica delle Marche, che ha sottolineato il ruolo dei professionisti nella scelta degli ambienti di vita delle persone, e delle tecnologie al servizio delle abitazioni, la parola è passata a Giuseppe Amaro, ingegnere esperto in sicurezza,.. Continua a leggere su Edilportale.com  
29
Mar

Bonus casa, se si sostituiscono solo le persiane non si trasmette nulla all’Enea

29/03/2019 – Se si sostituiscono soltanto le persiane o le tapparelle, non è necessario trasmettere i dati all’Enea se si vuole usufruire del bonus ristrutturazione. A specificarlo l’Enea nella Faq relative al bonus casa. Bonus ristrutturazione e sostituzione tapparelle L’Enea ha ricordato che l’Agenzia delle Entrate ha elencato la “Nuova installazione o sostituzione” delle persiane “con altra avente sagoma, materiale e colori diversi” tra gli interventi che accedono alle detrazioni fiscali previste per le ristrutturazioni edilizie. Quando le persiane sono installate da sole, cioè senza la sostituzione dei serramenti, non si deve trasmettere nulla ad ENEA. L’intervento, infatti, non è elencato tra quelli soggetti all’obbligo Enea. Solo in caso di contestuale installazione di finestra andrà inviata la scheda Enea. Sostituzione persiane ed ecobonus Per l’ammissibilità.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231