1 2 Aprile 2019 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for aprile 2nd, 2019

2
Apr

You got invoice from DocuSign Electronic Signature Service

 
 

 
DocuSign
Please review and sign the document.
Dear Recipient,

Please review this invoice
It is an electronically created notification.

This note contains a secure link to DocuSign. Please do not share this code with anybody.

Alternative Signing Method
Please visit DocuSign, click 'Access Documents', and enter the security code: F4AE7ABEF4

About DocuSign
Sign documents electronically in just minutes. It's secure. Whether you're in an office, at home or on-the-go -- DocuSign gives a professional solution for Digital Operations .

Have questions about the document?
In case you need to edit an invoice or have inquiries , please contact the sender directly.

If you cannot sign the document, see the Help with Signing page on our Webpage .
 


 
2
Apr

Responsabilità RSPP, Coordinatori Interpello 3/2019, CLP Regolamento UE 2019/521

 
News sicurezza ambiente qualità E-learning #HSE, Banca dati Newsletter 12 del 3 Aprile 2019 Responsabilità RSPP, Interpello 3/2019, CLP Regolamento UE 2019/521 , Download banca dati. In caso di difficoltà nel recupero credenziali, non esiti a inviare una mail a mail@portaleconsulenti.it. Ricordiamo che l'accesso al Portale è Gratuito per l'utilizzo dell'intera Banca Dati
classificazione, all'etichettatura e all'imballaggio delle sostanze e delle miscele Regolamento (UE) 2019/521  Regolamento UE n. 27 marzo 2019, n. 521 Il nuovo regolamento entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella G.U.C.E. L del 28 marzo 2019 e si applica a decorrere dal 17 ottobre 2020.
Responsabilità del RSPP che ha sottovalutato il rischio Cassazione Penale, Sez. 4, 18 marzo 2019, n. 11708  Responsabilità del RSPP che ha sottovalutato il rischio. Responsabilità del RSPP che ha sottovalutato il rischio legato all'uso di un carrello elevatore inadeguato alla movimentazione di lunghe travi
Decreto che determina i requisiti di buono stato e i traguardi ambientali Decreto che determina i requisiti di buono stato e i traguardi ambientali  DECRETO 15 febbraio 2019. Il Decreto 15 febbraio 2019 del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 69 del 22/03/2019. Aggiornamento della determinazione del buono stato ambientale delle acque marine e definizione dei traguardi ambientali.
Apparecchi che bruciano carburanti gassosi Apparecchi che bruciano carburanti gassosi  Decreto Legislativo per l'adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento Attuazione della delega di cui all’articolo 7, commi 1 e 3, della legge 25 ottobre 2017, n. 163, per l’adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) 2016/426 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 9 marzo 2016, sugli apparecchi che bruciano carburanti gassosi e che abroga la direttiva 2009/142/CE.
trattamento dei dati relativi alla salute in ambito sanitari trattamento dei dati relativi alla salute in ambito sanitari  Chiarimenti sull'applicazione della disciplina Garante Privacy
classificazione, all'etichettatura e all'imballaggio delle sostanze e delle miscele Interpello 20/03/2019 - n. 3 / 2019  Aggiornamento per coordinatori per la progettazione e per l’esecuzione dei lavori - numero massimo di partecipanti a convegni o seminari validi ai fini dell’aggiornamento
classificazione, all'etichettatura e all'imballaggio delle sostanze e delle miscele Burn-out, Dati Ambientali, ISO 14001:2015, check-list  sicurezza ambiente qualità E-learning #HSE
collaborare con il PortaleConsulenti Scopri di più Siamo alla ricerca di writer editor che vogliono collaborare con il PortaleConsulenti
Portale Consulenti Cliccando sul link del gruppo potrai ricevere le notifiche direttamente da Linkedin ed essere aggiornato costantemente sulle novità in ambito HSE sicurezza ambiente qualità E-learning
2
Apr

Regolamento (UE) 2019/521

 

Regolamento UE n. 27 marzo 2019, n. 521 che costituisce l’utimo adeguamento al progresso tecnico e scientifico del CLP.

Regolamento (UE) 2019/521

In deroga al comma 2, le sostanze e le miscele possono, prima del 17 ottobre 2020, essere classificate, etichettate e imballate in conformità del nuovo regolamentoIl nuovo regolamento entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella G.U.C.E. L del 28 marzo 2019 e si applica a decorrere dal 17 ottobre 2020.
In deroga al comma 2, le sostanze e le miscele possono, prima del 17 ottobre 2020, essere classificate, etichettate e imballate in conformità del nuovo regolamento
Regolamento della Commissione CE n.521/2019, del 27/03/2019
Regolamento (UE) 2019/521 della Commissione, del 27 marzo 2019, recante modifica, ai fini dell'adeguamento al progresso tecnico e scientifico, del regolamento (CE) n. 1272/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alla classificazione, all'etichettatura e all'imballaggio delle sostanze e delle miscele
G.U.U.E. del 28/03/2019, n.L 86/1
LA COMMISSIONE EUROPEA,
visto il trattato sul funzionamento dell'Unione europea,
visto il regolamento (CE) n. 1272/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 dicembre 2008, relativo alla classificazione, all'etichettatura e all'imballaggio delle sostanze e delle miscele che modifica e abroga le direttive 67/548/CEE e 1999/45/CE e che reca modifica al regolamento (CE) n. 1907/2006 (1), in particolare l'articolo 53, paragrafo 1,
considerando quanto segue:
(1)Il regolamento (CE) n. 1272/2008 armonizza le disposizioni e i criteri relativi alla classificazione, all'etichettatura e all'imballaggio delle sostanze, delle miscele e di taluni articoli specifici all'interno dell'Unione.
(2)Il regolamento (CE) n. 1272/2008 tiene conto del sistema mondiale armonizzato di classificazione ed etichettatura delle sostanze chimiche (Globally Harmonised System of Classification and Labelling of Chemicals - GHS) delle Nazioni Unite.
(3)I criteri di classificazione e le norme relative all'etichettatura del GHS sono rivisti periodicamente a livello delle Nazioni Unite. La sesta e la settima edizione riveduta del GHS sono il risultato delle modifiche adottate, rispettivamente nel 2014 e nel 2016, dal comitato di esperti delle Nazioni Unite sul trasporto di merci pericolose e sul sistema mondiale armonizzato di classificazione ed etichettatura delle sostanze chimiche.
(4)Sulla scorta della sesta e della settima edizione riveduta del GHS è necessario modificare alcune disposizioni relative alla classificazione, all'etichettatura e all'imballaggio del regolamento (CE) n. 1272/2008. In particolare, con la revisione del GHS sono state introdotte una nuova classe di pericolo per gli esplosivi desensibilizzati e una nuova categoria di pericolo, «gas piroforici», all'interno della classe di pericolo «gas infiammabili». Tra le modifiche rientra anche l'adeguamento di una serie di elementi: i criteri per le sostanze e le miscele che a contatto con l'acqua emettono gas infiammabili; i valori soglia generici; le disposizioni generali per classificare le miscele sotto forma di aerosol; il dettaglio delle definizioni e i criteri di classificazione, secondo il caso, per le classi di pericolo esplosivi, gas infiammabili, liquidi infiammabili, solidi infiammabili, tossicità acuta, corrosione/irritazione della pelle, gravi lesioni oculari/irritazione oculare, sensibilizzazione delle vie respiratorie e della pelle, mutagenicità sulle cellule germinali, cancerogenicità, tossicità per la riproduzione; tossicità specifica per organi bersaglio e pericolo in caso di aspirazione. Sono state inoltre apportate modifiche ad alcune indicazioni di pericolo e alcuni consigli di prudenza. È perciò necessario adeguare alcune disposizioni e alcuni criteri tecnici degli allegati I, II, III, IV, V e VI del regolamento (CE) n. 1272/2008 per tenere conto della sesta e settima edizione riveduta del GHS.
(5)È pertanto opportuno modificare di conseguenza il regolamento (CE) n. 1272/2008.
(6)Per dare ai fornitori di sostanze e miscele il tempo di adeguarsi alle nuove disposizioni relative alla classificazione, all'etichettatura e all'imballaggio, l'applicazione del regolamento dovrebbe essere differita.
(7)In linea con le disposizioni transitorie del regolamento (CE) n. 1272/2008 che consentono l'applicazione volontaria delle nuove disposizioni prima che siano effettive, i fornitori dovrebbero avere la facoltà di applicare le nuove disposizioni relative alla classificazione, all'etichettatura e all'imballaggio su base volontaria prima della data di applicazione del presente regolamento.
(8)Le misure di cui al presente regolamento sono conformi al parere del comitato istituito dall'articolo 133 del regolamento (CE) n. 1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio (2),
HA ADOTTATO IL PRESENTE REGOLAMENTO:
Articolo 1
Il regolamento (CE) n. 1272/2008 è così modificato:
1)l'allegato I è modificato in conformità all'allegato I del presente regolamento;
2)l'allegato II è modificato in conformità all'allegato II del presente regolamento;
3)l'allegato III è modificato in conformità all'allegato III del presente regolamento;
4)l'allegato IV è modificato in conformità all'allegato IV del presente regolamento;
5)l'allegato V è modificato in conformità all'allegato V del presente regolamento;
6)l'allegato VI è modificato in conformità all'allegato VI del presente regolamento.
Articolo 2
Il presente regolamento entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.
Esso si applica a decorrere dal 17 ottobre 2020.
In deroga al secondo comma, le sostanze e le miscele possono, prima del 17 ottobre 2020, essere classificate, etichettate e imballate in conformità del presente regolamento.
Il presente regolamento è obbligatorio in tutti i suoi elementi e direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri.
Fatto a Bruxelles, il 27 marzo 2019
Per la Commissione
Il presidente
Jean-Claude JUNCKER
Note:
(1) GU L 353 del 31.12.2008, pag. 1.
(2) Regolamento (CE) n. 1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 18 dicembre 2006, concernente la registrazione, la valutazione, l'autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH), che istituisce un'Agenzia europea per le sostanze chimiche, che modifica la direttiva 1999/45/CE e che abroga il regolamento (CEE) n. 793/93 del Consiglio e il regolamento (CE) n. 1488/94 della Commissione, nonché la direttiva 76/769/CEE del Consiglio e le direttive della Commissione 91/155/CEE, 93/67/CEE, 93/105/CE e 2000/21/CE (GU L 396 del 30.12.2006, pag. 1).
MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
 
2
Apr

Qualifica i tuoi Addetti al primo soccorso con una formazione efficace. In aprile avvio corsi di formazione e aggiornamento

Con i corsi MODI oltre ad adempiere agli obblighi formativi di Legge,  impareranno le corrette procedure di primo soccorso aziendale e potrai intervenire prontamente nel caso di infortunio ad un collega sul posto di lavoro.
I corsi forniscono  la formazione obbligatoria prevista dall’art. 18 del Testo Unico (D. Lgs. 81/08).
I programmi prevedono una parte teorica e una pratica, per l‘attuazione delle misure di primo intervento interno e per l’attivazione degli interventi di pronto soccorso.
La sede dei corsi di seguito riportati è situata nella città di Mestre in Via Volturno 4e. Questa nostra aula è indicata per chi si muove con i mezzi pubblici in quanto vicinissima alla fermata del tram e del bus (fermata Via Volturno). Comoda la location anche per chi arriva in auto in quanto ci sono dei parcheggi sotterranei liberi e gratuiti e in superficie nei limitrofi.
 
  • FORMAZIONE PRIMO SOCCORSO PER AZIENDE GRUPPO A
durata 16 ore - € 180,00 date 15, 17, 24 e 29 aprile 2019 orario 14.00/18.00  
  • AGGIORNAMENTO PRIMO SOCCORSO PER AZIENDE GRUPPO A
durata 6 ore – € 120,00 date 25 aprile 2019 orario 14.00/16.00 e 24 aprile 2019 orario 14.00/18.00  
  • FORMAZIONE PRIMO SOCCORSO PER AZIENDE GRUPPO B/C
durata 12 ore - € 150,00  date 15, 17, 24 aprile 2019 orario 14.00/18.00  
  • AGGIORNAMENTO PRIMO SOCCORSO PER AZIENDE GRUPPO B/C
durata 4 ore –  € 80,00 data 24 aprile 2019 orario 14.00/18.00 Al termine del corso riceveranno l’attestato di qualifica ai sensi del Decreto Ministeriale n. 388 del 15 luglio 2003 di “addetto al primo soccorso”. La periodicità aggiornamento è ogni 3 anni (come previsto dal DM 388/03).  Per visionare cosa ne pensa chi ha già comprato questo corso clicca qui. Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
2
Apr

Qualifica i tuoi Addetti al primo soccorso con una formazione efficace. In aprile avvio corsi di formazione e aggiornamento

Con i corsi MODI oltre ad adempiere agli obblighi formativi di Legge,  impareranno le corrette procedure di primo soccorso aziendale e potrai intervenire prontamente nel caso di infortunio ad un collega sul posto di lavoro.
I corsi forniscono  la formazione obbligatoria prevista dall’art. 18 del Testo Unico (D. Lgs. 81/08).
I programmi prevedono una parte teorica e una pratica, per l‘attuazione delle misure di primo intervento interno e per l’attivazione degli interventi di pronto soccorso.
La sede dei corsi di seguito riportati è situata nella città di Mestre in Via Volturno 4e. Questa nostra aula è indicata per chi si muove con i mezzi pubblici in quanto vicinissima alla fermata del tram e del bus (fermata Via Volturno). Comoda la location anche per chi arriva in auto in quanto ci sono dei parcheggi sotterranei liberi e gratuiti e in superficie nei limitrofi.
 
  • FORMAZIONE PRIMO SOCCORSO PER AZIENDE GRUPPO A
durata 16 ore - € 180,00 date 15, 17, 24 e 29 aprile 2019 orario 14.00/18.00  
  • AGGIORNAMENTO PRIMO SOCCORSO PER AZIENDE GRUPPO A
durata 6 ore – € 120,00 date 25 aprile 2019 orario 14.00/16.00 e 24 aprile 2019 orario 14.00/18.00  
  • FORMAZIONE PRIMO SOCCORSO PER AZIENDE GRUPPO B/C
durata 12 ore - € 150,00  date 15, 17, 24 aprile 2019 orario 14.00/18.00  
  • AGGIORNAMENTO PRIMO SOCCORSO PER AZIENDE GRUPPO B/C
durata 4 ore –  € 80,00 data 24 aprile 2019 orario 14.00/18.00 Al termine del corso riceveranno l’attestato di qualifica ai sensi del Decreto Ministeriale n. 388 del 15 luglio 2003 di “addetto al primo soccorso”. La periodicità aggiornamento è ogni 3 anni (come previsto dal DM 388/03).  Per visionare cosa ne pensa chi ha già comprato questo corso clicca qui. Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
2
Apr

FONDIMPRESA? Organizziamo progetti formativi sulla “comunicazione” e l’evoluzione ai giorni nostri.

 
MODI si è specializzata in corsi sulla "comunicazione efficace e la leadership". La comunicazione è un bisogno dell'uomo. Gli umani fin dalla preistoria hanno sentito il bisogno di esprimere il proprio pensiero. Nell'era moderna comunicare in maniera efficace e persuasiva è diventata un arte. Ogni processo comunicativo è caratterizzato da un "mittente" e da un "ricevente" che possono essere vicini (comunicazione in presenza) o distanti nello spazio e nel tempo (comunicazione a distanza) e può essere di tipo visivo, sonoro o si può basare sulla mimica. Il passaggio alle metodologie moderne di comunicazione arriva grazie all'invenzione della stampa, che ha permesso di riprodurre e diffondere le informazioni in maniera più efficace e rapida, del telegrafo, della comunicazione senza fili, del segnale radio, della comunicazione telefonica, della fotografia, del cinema e della televisione fino ad arrivare alle attuali tecnologie internet che hanno reso ancor più veloci i collegamenti tra le persone. Dato che l’uomo dispone di apparati naturali di trasmissione e recezione del messaggio che non permettono la comunicazione a grandi distanze e di conservare l’informazione in modo stabile nel tempo ha la necessità di estendere la potenzialità di questi ultimi tramite apparati artificiali di comunicazione. Il concetto chiave delle scienze della comunicazione, infatti, lo ritroviamo nel termine “media” dal latino “medium” (mezzo) ed indica un complesso sistema costituito da un apparato tecnologico, dalle relazioni tra tale apparato e i processi cognitivi dell’uomo, dal rapporto tra apparati e linguaggi della comunicazione, dalla funzione che tale sistema assume nel contesto delle relazioni sociali. Le caratteristiche di un "media" dipendono dal collegamento che esso ha con diversi fattori della comunicazione come linguaggi, contenuti, modalità di emissione e di fruizione. Questo risulta importante perché il modo in cui l'uomo percepisce un messaggio dipende dalle caratteristiche tecniche dello strumento che ci fornisce il messaggio e la natura di tali strumenti rappresenta un fattore di trasformazione del pensiero, della cultura e anche della società. Esistono varie tipologie di media tra cui ritroviamo i monocodice (che veicolano messaggi codificati in un solo codice) e i pluricodice (hanno la capacità di veicolare messaggi prodotti mediante linguaggi diversi in cui si sovrappongono più codici) e a loro volta si differenziano in media verticali/unidirezionali (unico mittente e più destinatari che ricevono il messaggio e lo decodificano), media orizzontali (molteplicità di mittenti e destinatari che possono scambiarsi i ruoli, originando un processo comunicativo bidirezionale che assume la forma del dialogo) e media reticolari (caratterizzati da molti emittenti e destinatari che possono scambiarsi ruolo, e che sono in grado di comunicare con altri agenti realizzando una comunicazione con interazione collettiva).
Nel “VILLAGGIO GLOBALE” la comunicazione non rappresenta solo un fenomeno astratto in quanto i veicoli su cui viaggiano segnali e informazioni sono vere e proprie entità fisiche come vibrazioni sonore, correnti elettriche, flussi di energia etc. MODI segue la Clientela interessata all’ottenimento dei contributi per la formazione. Realizza i progetti formativi finanziati in linea con le priorità tematiche di Fondimpresa, come quelle riguardanti la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro o gli adempimenti privacy secondo il nuovo Regolamento Europeo 2016/679. Aiuta le aziende ad individuare le migliori opportunità sulla base delle esigenze, sfruttando al meglio le risorse economiche disponibili e gestendo la pratica dalla fase di richiesta fino alla rendicontazione e all’ottenimento dell’importo finanziato. Per le recensioni, opinioni espresse dai nostri Clienti e Allievi cliccare qui Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
2
Apr

FONDIMPRESA? Organizziamo progetti formativi sulla “comunicazione” e l’evoluzione ai giorni nostri.

 
MODI si è specializzata in corsi sulla "comunicazione efficace e la leadership". La comunicazione è un bisogno dell'uomo. Gli umani fin dalla preistoria hanno sentito il bisogno di esprimere il proprio pensiero. Nell'era moderna comunicare in maniera efficace e persuasiva è diventata un arte. Ogni processo comunicativo è caratterizzato da un "mittente" e da un "ricevente" che possono essere vicini (comunicazione in presenza) o distanti nello spazio e nel tempo (comunicazione a distanza) e può essere di tipo visivo, sonoro o si può basare sulla mimica. Il passaggio alle metodologie moderne di comunicazione arriva grazie all'invenzione della stampa, che ha permesso di riprodurre e diffondere le informazioni in maniera più efficace e rapida, del telegrafo, della comunicazione senza fili, del segnale radio, della comunicazione telefonica, della fotografia, del cinema e della televisione fino ad arrivare alle attuali tecnologie internet che hanno reso ancor più veloci i collegamenti tra le persone. Dato che l’uomo dispone di apparati naturali di trasmissione e recezione del messaggio che non permettono la comunicazione a grandi distanze e di conservare l’informazione in modo stabile nel tempo ha la necessità di estendere la potenzialità di questi ultimi tramite apparati artificiali di comunicazione. Il concetto chiave delle scienze della comunicazione, infatti, lo ritroviamo nel termine “media” dal latino “medium” (mezzo) ed indica un complesso sistema costituito da un apparato tecnologico, dalle relazioni tra tale apparato e i processi cognitivi dell’uomo, dal rapporto tra apparati e linguaggi della comunicazione, dalla funzione che tale sistema assume nel contesto delle relazioni sociali. Le caratteristiche di un "media" dipendono dal collegamento che esso ha con diversi fattori della comunicazione come linguaggi, contenuti, modalità di emissione e di fruizione. Questo risulta importante perché il modo in cui l'uomo percepisce un messaggio dipende dalle caratteristiche tecniche dello strumento che ci fornisce il messaggio e la natura di tali strumenti rappresenta un fattore di trasformazione del pensiero, della cultura e anche della società. Esistono varie tipologie di media tra cui ritroviamo i monocodice (che veicolano messaggi codificati in un solo codice) e i pluricodice (hanno la capacità di veicolare messaggi prodotti mediante linguaggi diversi in cui si sovrappongono più codici) e a loro volta si differenziano in media verticali/unidirezionali (unico mittente e più destinatari che ricevono il messaggio e lo decodificano), media orizzontali (molteplicità di mittenti e destinatari che possono scambiarsi i ruoli, originando un processo comunicativo bidirezionale che assume la forma del dialogo) e media reticolari (caratterizzati da molti emittenti e destinatari che possono scambiarsi ruolo, e che sono in grado di comunicare con altri agenti realizzando una comunicazione con interazione collettiva).
Nel “VILLAGGIO GLOBALE” la comunicazione non rappresenta solo un fenomeno astratto in quanto i veicoli su cui viaggiano segnali e informazioni sono vere e proprie entità fisiche come vibrazioni sonore, correnti elettriche, flussi di energia etc. MODI segue la Clientela interessata all’ottenimento dei contributi per la formazione. Realizza i progetti formativi finanziati in linea con le priorità tematiche di Fondimpresa, come quelle riguardanti la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro o gli adempimenti privacy secondo il nuovo Regolamento Europeo 2016/679. Aiuta le aziende ad individuare le migliori opportunità sulla base delle esigenze, sfruttando al meglio le risorse economiche disponibili e gestendo la pratica dalla fase di richiesta fino alla rendicontazione e all’ottenimento dell’importo finanziato. Per le recensioni, opinioni espresse dai nostri Clienti e Allievi cliccare qui Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
2
Apr

Design, in Italia 30mila imprese e un fatturato di 3,8 miliardi di euro

02/04/2019 - Il design si conferma una delle più solide strategie anticrisi: le oltre 192.446 imprese europee di design, infatti, hanno prodotto nel 2017 un fatturato pari circa 25 miliardi di euro. Di queste quasi una su sei parla italiano, perché il design è un marchio di fabbrica del Made in Italy e contribuisce all’attrattività dei nostri prodotti a livello internazionale. Ed è anche grazie al design se il Made in Italy è oggi il terzo marchio più conosciuto al mondo, (dopo Coca Cola e Visa).   Symbola ha avviato dal 2017 un osservatorio sul settore con il rapporto ‘Design economy’, che dal 2018 si avvale della collaborazione di Deloitte, presentato ieri alla Triennale di Milano alla presenza del Ministro dei beni e delle attività culturali Alberto Bonisoli, da Ermete Realacci presidente di Fondazione Symbola e Domenico Sturabotti direttore della Fondazione, Stefano Boeri, presidente della Triennale,..
Continua a leggere su Edilportale.com

2
Apr

Progettazione opere prioritarie, le risorse scendono da 110 a 80 milioni

02/04/2019 – Scendono a 80 milioni di euro le risorse per la progettazione delle opere prioritarie, rimodulate e ripartite dal decreto relativo al Fondo per la progettazione delle opere prioritarie approvato dalla Conferenza Unificata dello scorso 28 marzo. Il Fondo, che originariamente prevedeva uno stanziamento di risorse pari a 110 milioni di euro, è stato ridotto di 30 milioni di euro dalla Legge di Bilancio 2019. A seguito di questa riduzione, sono state rimodulate le risorse stanziate ad ogni ente beneficiario. Gli Enti useranno queste risorse per la redazione dei progetti di fattibilità delle infrastrutture e degli insediamenti prioritari per lo sviluppo del Paese e la project review delle infrastrutture già finanziate. Fondo progettazione opere prioritarie, i beneficiari Le risorse sono state ripartite e rimodulate proporzionalmente tra: - 15 Autorità Portuali per un totale di 21.343.000 euro; - 14 Città Metropolitane.. Continua a leggere su Edilportale.com
2
Apr

Microhousing, una nuova opportunità per gli architetti

02/04/2019 - Saranno presentati domani 3 aprile, l’accordo tra il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori (CNAPPC) e l’Ente Nazionale per il Microcredito (ENM) e la campagna informativa sulle misure di micro-housing a disposizioni di professionisti e neoimprenditori. L’evento - spiega il CNAPPC in una nota - focalizzerà l’attenzione sul ‘microcredito per l’housing’, una misura ingegnerizzata dall’ENM e promossa dal CNAPPC, che prevede il finanziamento e l’erogazione di servizi di assistenza tecnica e di tutoraggio a favore di persone in possesso di partita IVA, proprietari o affittuari di immobili, che intendono utilizzare tali strutture per un’attività micro-ricettiva di tipo extra-alberghiero, quali ad esempio B&B ed affittacamere. L’attivazione di questo tipo di servizio, per il quale i proprietari o affittuari possono fare richiesta di microcredito,.. Continua a leggere su Edilportale.com