1 12 Luglio 2019 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for luglio 12th, 2019

12
Lug

Regolamento UE 2016 679. Una sintesi per aziende ed enti

 

Schede di sintesi redatte dall'Ufficio del Garante a mero scopo divulgativo. Per un quadro completo della materia, si rimanda alla legislazione in tema di protezione dei dati personali e ai provvedimenti dell'Autorità. 

Regolamento UE 2016 679. Una sintesi per aziende ed enti

gdprDoveri - Come trattare correttamente i dati Una sintesi per aziende ed enti
 
Rispettare i diritti delle persone Ogni trattamento deve fondarsi sul rispetto dei principi fissati nel Regolamento (artt. 5 e 6) e garantire agli interessati tutti i diritti previsti (artt. 13-22).
 
Individuare il rischio e svolgere una valutazione d’impatto
Ai titolari spetta il compito di decidere autonomamente le modalità, le garanzie e i limiti del trattamento dei dati personali, anche attraverso un apposito processo di valutazione che tenga conto dei rischi noti o evidenziabili e delle misure tecniche e organizzative (anche di sicurezza) necessarie per mitigare tali rischi, eventualmente consultando il Garante alla luce di questa valutazione.
 
Redigere un registro dei trattamenti
Si tratta di uno strumento fondamentale per disporre di un quadro aggiornato dei trattamenti in essere. I contenuti minimi sono indicati all’art. 30 del Regolamento. Deve avere forma scritta, anche elettronica, e va esibito su richiesta al Garante.
 
Garantire la sicurezza dei dati
Il titolare e il responsabile del trattamento sono obbligati ad adottare misure tecniche e organizzative idonee a garantire un livello di sicurezza adeguato al rischio del trattamento (con l’obiettivo di evitare distruzione accidentale o illecita, perdita, modifica, rivelazione, accesso non autorizzato).
 
Nominare un Responsabile della protezione dei dati
La designazione (in vari casi obbligatoria) di un RPD riflette l´approccio responsabilizzante del Regolamento. Fra i suoi compiti rientrano la sensibilizzazione e formazione del personale, la sorveglianza sullo svolgimento della valutazione di impatto, la funzione di punto di contatto per gli interessati e per il Garante per ogni questione attinente l’applicazione del Regolamento.

SCARICA
MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
 
12
Lug

Piano Casa Puglia, sarà modificato e inserito nella Legge sulla Bellezza

12/07/2019 – Il Piano Casa della Puglia sarà modificato e inserito nella Legge sulla Bellezza. Lo ha annunciato l’Assessore regionale all’Urbanistica, Alfonso Pisicchio, durante un incontro con i rappresentanti dell’Associazione nazionale costruttori edili (Ance), dell’Associazione nazionale comuni italiani (Anci) e degli Ordini professionali. L’incontro è avvenuto dopo una serie di richieste di chiarimenti degli operatori e l’impugnativa della norma da parte del Consiglio dei Ministri per una presunta causa di illegittimità costituzionale. Piano Casa Puglia, l’impugnativa Secondo il Governo, la norma, nell’interpretare una precedente disposizione regionale, consente interventi edilizi in deroga agli strumenti urbanistici vigenti. Derogando al principio della irretroattività delle norme, viola gli articoli 3 e 97 della Costituzione sul piano della ragionevolezza. Sotto accusa.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
12
Lug

Sconto alternativo a ecobonus, Confartigianato ricorre all’Antitrust

12/07/2019 - Lo sconto alternativo all’Ecobonus, che il fornitore può praticare subito in fattura in cambio della detrazione fiscale, produce una grave distorsione del mercato a danno delle piccole e medie imprese. Con l’obiettivo di cambiare la norma, introdotta dal Decreto Crescita, Confartigianato si è rivolta all’Antitrust. La misura non piace agli operatori del settore. Quella di Confartigianato non è infatti l'unica segnalazione. Nei giorni scorsi CNA ha fatto ricorso sia alla Commissione Europea sia all'Antitrust per segnalare danni a consumatori, artigiani e Pmi. Angaisa ha sottolineato gli effetti distorsivi, ma anche l'inappllicabilità della misura fino all'emanazione del provvedimento attuativo del Fisco. Richieste di modifica alla nuova normativa sono arrivate anche da Assoclima e Assotermica, mentre Unicmi ne ha proposto il boicottaggio. Sconto alternativo a Ecobonus, rischio distorsione.. Continua a leggere su Edilportale.com     MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
12
Lug

Efficienza energetica e sostenibilità, ecco come i Comuni spenderanno i 500 milioni di euro

12/07/2019 - Presto 7.915 Comuni potranno realizzare i progetti di efficientamento energetico e di sviluppo territoriale sostenibile grazie ai 500 milioni di euro stanziati con il Decreto Crescita. È in corso di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, infatti, il provvedimento che disciplina le modalità di attuazione della misura a sostegno dei Comuni prevista dalla norma Fraccaro, ovvero dall’articolo 30 del Decreto Crescita (DL 34/2019 convertito nella Legge 58/2019). Efficientamento energetico Comuni: ecco gli interventi ammissibili Il decreto riporta, per ciascuna opera pubblica in materia di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile, a titolo esemplificativo e non esaustivo, gli interventi ammissibili e, per ciascuno di essi, le tipologie di interventi realizzabili. Ad esempio, sono ammissibili gli interventi volti all’efficientamento dell’illuminazione pubblica, al risparmio energetico degli edifici.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
12
Lug

‘Benessere Italia’, insediata la nuova Cabina di regia

12/07/2019 – Supportare il Presidente del Consiglio nell’ambito delle politiche del benessere e della valutazione della qualità della vita dei cittadini, coordinando e monitorando le attività specifiche dei Ministeri; assistere le Regioni, le Province autonome e gli Enti locali nella promozione di buone pratiche sul territorio; elaborare specifiche metodologie e linee guida per la rilevazione e la misurazione degli indicatori della qualità della vita.

Sono questi gli obiettivi di ‘Benessere Italia’, l’ultima delle cabine di regia nate a Palazzo Chigi, insediatasi il 10 luglio con la prima riunione presieduta dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e con la partecipazione del rappresentante nominato a sovraintenderne i lavori, la prof.ssa Filomena Maggino, e dei rappresentanti delegati da ciascun Ministro.

La riunione è stata occasione per definire le linee di azione della Cabina di regia che avrà anche..
Continua a leggere su Edilportale.com

 

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231