1 5 Agosto 2019 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for agosto 5th, 2019

5
Ago

In quanti differenti livelli di rischio si articola le aziende secondo l’Accordo Stato Regioni?

La formazione dei lavoratori si articola in due momenti: formazione generale (con durata e programmi comuni per i diversi settori di attività) e formazione specifica (in relazione al rischio dell’azienda, rilevato in funzione del settore ATECO di appartenenza).
Il rischio è individuato in funzione del settore ATECO di appartenenza dell’azienda e a seconda di questa caratteristica si stabiliscono gli obblighi formativi adeguati per l’azienda in questione. Secondo l’Accordo Stato Regioni, le aziende si articolano in tre differenti livelli di rischio:
• Basso: aziende commerciali, alberghi, ristoranti, associazioni culturali e ricreative;
• Medio: aziende legate all’agricoltura, pesca, pubblica amministrazione, istruzione ecc;
• Alto: aziende che svolgono attività manifatturiere e di costruzione.
• Per i settori di rischio basso: formazione generale 4 ore + formazione specifica bassa 4 ore: TOTALE 8 ore
• Per i settori di rischio medio: formazione generale 4 ore + formazione specifica media 8 ore: TOTALE 12 ore
• Per i settori di rischio alto: formazione generale 4 ore + formazione specifica alta 12 ore: TOTALE 16 ore
Come per la formazione dei datori di lavoro è previsto un aggiornamento quinquennale obbligatorio, indipendentemente dal settore di rischio della durata di 6 ore.
Il modulo di formazione generale rivolto ai lavoratori e ai preposti, costituisce credito formativo permanente e, nel caso in cui il lavoratore vada a costruire un nuovo rapporto di lavoro o di somministrazione con un’azienda dello stesso settore produttivo cui apparteneva quella precedente, costituisce credito formativo sia la frequenza alla formazione generale, che la specifica di settore, in caso contrario costituisce credito formativo solamente la frequenza alla formazione generale.
Per consulenze in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, incarico di RSPP in esterno, realizzazione e mantenimento di Sistemi di Gestione Qualità, Ambiente e Sicurezza, transizione alla norma ISO 45001:2018, formazione obbligatoria lavoratori, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
5
Ago

Compiti, funzioni e responsabilità di Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza

L'RLS è il lavoratore che rappresenta tutti i lavorati di un'Azienda e il ruolo di questa figura essendo al centro delle relazioni tra datore di lavoro e lavoratori, rappresenta una delle componenti principali del sistema di prevenzione aziendale.
L’ R.L.S. è una persona che viene eletta o designata per rappresentare i lavoratori sugli aspetti della salute e della sicurezza sul lavoro (artt. 37, 47, 50 Dlgs. 81/2008).
L’RLS è l’unico, tra tutti i soggetti protagonisti della salute e sicurezza in azienda, che può interagire con tutti gli altri come fiduciario dei lavoratori e per loro conto:
  •     sorveglia la qualità dell’ambiente di lavoro (igiene);
  •     partecipa a tutte le fasi del processo di prevenzione dei rischi lavorativi (dall’individuazione del   pericolo fino alla progettazione e applicazione delle misure di prevenzione e protezione);
  •     agisce da punto di riferimento tra datore di lavoro, lavoratori, sindacato ed istituzioni.
Quanti/e RLS possono essere eletti/e in azienda?
L’art. 47, comma 7, D.Lgs. 81/2008 individua tre classi di aziende per numero di dipendenti ognuna delle quali necessita di un numero minimo di RLS*:
    Aziende o unità produttive fino a 200 dipendenti = 1 RLS
    Aziende o unità produttive da 201 a 1000 dipendenti = 3 RLS
    Aziende o unità produttive con più di 1000 dipendenti = 6 RLS
Le date dei prossimo corsi organizzatia a Mestre per RLS aggiornamento 8 ore sono:
09 e 12 settembre 2019 orario 14.00/18.00
04 e 10 ottobre 2019 orario 14.00/18.00
14 e 19 novembre 2019 orario 14.00/18.00
09 e 16 dicembre 2019 orario 14.00/18.00
Per partecipare a un corso della durata di 32 ore per la formazione RLS,  consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
5
Ago

Pubblicata la norma UNI 11751-1 per il settore edile

 

Modelli di Organizzazione e Gestione della Salute e Sicurezza sul lavoro

Pubblicata la norma UNI 11751-1 per il settore edile

Pubblicata la norma UNI 11751-1 per il settore edileÈ stata pubblicata l’11 luglio scorso la norma UNI 11751-1 “Adozione ed efficace attuazione dei Modelli di Organizzazione e Gestione della Salute e Sicurezza sul lavoro (MOG-SSL) – Parte 1: Modalità di asseverazione nel settore delle costruzioni edili o di ingegneria civile”. La disposizione, realizzata nell’ambito della Commissione Sicurezza UNI con il contributo dei rappresentanti dell’Inail, è un primo importante tassello a supporto di quanto previsto dall’art. 51 del d.lgs. 81/2008 e smi e fornisce gli strumenti pratici per il processo di asseverazione della bontà dei Modelli Organizzativi e Gestionali da parte degli Organismi Paritetici, costituiti dalle associazioni di datori di lavoro e lavoratori più rappresentative sul piano nazionale.
 
Norma numero : UNI 11751-1:2019
Titolo : Adozione ed efficace attuazione dei Modelli di Organizzazione e Gestione della salute e sicurezza sul lavoro (MOG-SSL) - Parte 1: Modalità di asseverazione nel settore delle costruzioni edili o di ingegneria civile
ICS : [13.100] 
Stato : IN VIGORE 
Commissioni Tecniche : [Sicurezza]  [Metodi e sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro] 
Data entrata in vigore : 11 luglio 2019
Sommario : La presente norma definisce il processo per lo svolgimento del servizio di asseverazione erogato dagli Organismi Paritetici (OP) nel settore delle costruzioni edili o di ingegneria civile, al fine di garantire modalità uniformi su tutto il territorio nazionale, utili ad attestare l'adozione e l'efficace attuazione del MOG-SSL delle imprese. 
L’argomento oggetto della presente norma nasce dall’esperienza maturata con l’applicazione da parte del mercato della UNI/PdR 2:2013 "Indirizzi operativi per l’asseverazione nel settore delle costruzioni edili e di ingegneria civile"
Sostituisce : UNI/PdR 2:2013
Pubblicata la norma UNI 11751-1 per il settore edileLink pagina UNI-STORE
  MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
5
Ago

La formazione sicurezza regione Sicilia

 

19-7-2019 - GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA

La formazione sicurezza regione Sicilia

DECRETO ASSESSORIALE 8 LUGLIO 2019 REGIONE SICILIANA: DISCIPLINATE LE MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DEI CORSI DI FORMAZIONE IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO
Recepimento dell’Accordo Stato Regioni n. 128 del 7 luglio 2016 sulla durata e contenuti minimi dei percorsi formativi per responsabili e addetti dei servizi di prevenzione e protezione (ex art. 32 D.Lgs. n. 81/2008) - Linee guida sulle modalità di svolgimento nel territorio regionale dei corsi di formazione in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro - Indicazioni operative per le attività di verifica e controllo sugli adempimenti formativi di cui al D.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i., agli specifici Accordi Stato-Regioni ed ai relativi decreti assessoriali e circolari esplicative dell’Assessorato della salute della Regione siciliana.
Da visionare a pagina 55 della gazzetta
 
Ai sensi del presente Decreto è istituito l'Elenco Regionale dei Soggetti Formatori" contenente i soggetti formatori abilitati all'erogazione dei corsi di formazione ed aggiornamento indicati nella successiva Tabella.
Per essere inseriti in questo Elenco i Soggetti Formatori dovranno seguire le procedure specificate nei paragrafi specifici. Di questo Elenco, limitatamente ai corsi di formazione/aggiornamento per Datori di lavoro che svolgono le funzioni di RSPP e per Dirigenti, Preposti e Lavoratori, fanno automaticamente parte tutti i Soggetti Formatori attualmente inseriti nell'Elenco Regionale dei Soggetti Formatori di cui al D.A. 1619/2012 e s.m.i.  
tabella formazione
Ai sensi dell'Accordo Stato Regioni n.128 del 2016 si rappresenta che per i corsi in materia di salute e sicurezza la modalità e-learning è da ritenersi valida solo se espressamente prevista da norme e Accordi Stato-Regioni o dalla contrattazione collettiva, con le modalità disciplinate dai relativi Accordi e nel rispetto delle disposizioni di cui all'Allegato II "Requisiti e specifiche per lo svolgimento della formazione su salute e sicurezza in modalità e-learning" del suddetto Accordo. Nella tabella seguente è riportato il riepilogo della regolamentazione dell'utilizzo della modalità e-Learning per i corsi di formazione in materia di sicurezza sul lavoro.
sicurezza
MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
 
5
Ago

Abusi edilizi, ne risponde anche il vecchio proprietario

05/08/2019 – Chi commette un abuso edilizio deve risponderne, anche se ha venduto l’immobile su cui l’intervento illegittimo è stato realizzato. Lo ha stabilito il Consiglio di Stato con la Sentenza 4251/2019. Abusi edilizi, il fatto Nel caso preso in esame, il proprietario di un immobile aveva realizzato un intervento di ristrutturazione con cambio di destinazione d’uso da commerciale a residenziale. Poco dopo la fine dei lavori aveva venduto l’immobile. Due anni dopo, in seguito al sopralluogo della Polizia Municipale, il Comune aveva rilevato che le condizioni igienico sanitarie dell’immobile non erano idonee a garantirne l’abitabilità. Per questo motivo, sentita alche la ASL, aveva ordinato lo sgombero dell’immobile ed emanato un provvedimento per il ripristino della situazione preesistente, con una serie di interventi a carico del precedente proprietario. Abusi edilizi, le responsabilità.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231