1 7 Agosto 2019 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for agosto 7th, 2019

7
Ago

I rischi relativi alla SSL e come prevenirli

 

impegno di sensibilizzazione dell’EU-OSHA Ambienti di lavoro sani e sicuri

I rischi relativi alla SSL e come prevenirli

EU-OSHA Ambienti di lavoro sani e sicuriInteragire con il pubblico destinatario e sensibilizzare sui rischi per la sicurezza e la salute sul lavoro (OSH) e su come prevenirli sono stati al centro del lavoro dell'Agenzia fin dall'inizio.
 
Le campagne sui luoghi di lavoro salutari sono l'attività faro di sensibilizzazione dell'UE-OSHA e le più grandi campagne di questo tipo al mondo. Il loro messaggio è chiaro: Sicurezza e salute sul lavoro sono preoccupazioni di tutti. È buono per te. Fa bene agli affari.
 
Nel 2008 l'Agenzia ha avviato campagne di lavoro salutari di 2 anni nel 2008, ognuna con l'obiettivo di sensibilizzare su un importante problema relativo alla SSL e di fornire risorse in 25 lingue per gestire il problema nei luoghi di lavoro:
Valutazione del rischio (2008-09)
Manutenzione sicura (2010-11)
Lavorare insieme per la prevenzione dei rischi (2012-2013)
Healthy Workplaces Manage Stress (2014-15)
Luoghi di lavoro sani per tutte le età (2016-17) 
I luoghi di lavoro sani gestiscono sostanze pericolose (2018-19)  .
La prossima campagna, Lighten the Load (2020-2022) , sarà la prima campagna a seguire un ciclo di tre anni e si concentrerà sui disturbi muscoloscheletrici legati al lavoro.
 
La sensibilizzazione ai rischi che affrontano i lavoratori e a come prevenirli costituisce l’elemento cardine della missione dell’EU-OSHA. Negli ultimi 25 anni l’Agenzia e i suoi partner hanno raggiunto il pubblico destinatario mediante le campagne «Ambienti di lavoro sani e sicuri», la Settimana europea per la sicurezza e la salute sul lavoro  e molte altre attività di sensibilizzazione.
 
La partecipazione del pubblico destinatario è fondamentale per il buon esito dell’impegno di sensibilizzazione e la promozione di pratiche sicure e sane nei luoghi di lavoro europei. Napo , il divertente campione della SSL, fa proprio questo con una serie di filmati muti che combinano umorismo e messaggi importanti.
fonte EU-OSHA
MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
7
Ago

I Datori di Lavori possono assumere il ruolo di Addetti al Primo Soccorso e Prevenzione Incendi?

I Datori di Lavoro possono ricoprire il ruolo di Addetti al Primo Soccorso e di Addetti alla prevenzione Antincendi dopo aver frequentato gli opportuni corsi di formazione e seguendo, negli anni successivi, i relativi corsi di aggiornamento. Lo svolgimento diretto dei Datori di Lavoro dei compiti di Prevenzione e Protezione dei rischi e del ruolo di Addetto al Primo Soccorso e incaricato alla lotta antincendio, secondo il Decreto Legislativo 81/08 (allegato II) può essere effettuato solo nei seguenti casi: aziende artigiane e industriali fino a 30 lavoratori, aziende agricole e zootecniche fino a 30 lavoratori, aziende della pesca fino a 20 lavoratori e in altre aziende fino a 200 lavoratori.
Sono escluse le aziende industriali soggette a obbligo di dichiarazione o notifica, le centrali termoelettriche, gli impianti e i laboratori nucleari, le aziende estrattive e altre attività minerarie, le aziende per la fabbricazione e il deposito di esplosivi, munizioni e polveri, le strutture di ricovero e di cure sia pubbliche che private.
Per informazioni su i corsi di Formazione per Addetti al Primo Soccorso e Addetti al Antincendio aziendali, per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
 
7
Ago

Architettura umanitaria, la guida del CNAPPC

07/08/2019 – Sviluppare e valorizzare l’impegno civile degli architetti che intendono lavorare in situazioni emergenziali, svantaggiate e critiche nell’ambito della cooperazione internazionale. Questo l’obiettivo della Guida ‘Lo spazio morale’, pubblicata dal Consiglio Nazionale Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, in particolare dal Dipartimento Cooperazione, solidarietà e protezione civile in collaborazione con il Dipartimento Ambiente, energia e sostenibilità. Cooperazione umanitaria: l’importanza del progetto architettonico Si identifica come Settore Umanitario l’insieme di tutti quegli ambiti in cui si opera a beneficio di popolazioni svantaggiate o in pericolo (per guerre, alluvioni, terremoti, ecc). Per crisi umanitarie si intendono situazioni che possono mettere in pericolo la sopravvivenza della comunità stessa. Chi opera in questo ambito si deve preoccupare di attuare in.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231