1 settembre 2019 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for settembre, 2019

30
Set

Le sorti dell’umanità? Si decidono qui

30/09/2019 - Contrasto al cambiamento climatico, pace, disarmo, rispetto dei diritti umani, tutela del patrimonio culturale, sostenibilità alimentare e sviluppo dell'agricoltura. Sono alcuni degli obiettivi portati avanti dall’Organizzazione delle nazioni Unite (ONU) da secondo dopoguerra ad oggi. Se le attività dell’ONU sono note a tutti, vediamo alcune delle sedi in cui vengono prese le decisioni destinate a condizionare tutta la comunità internazionale. Palazzo di vetro, New York - USA Iniziamo questa rassegna dall’edificio più emblematico: il palazzo di vetro, costruito tra il 1949 e il 1950 e progettato dall'architetto Oscar Niemeyer. Da questa sede si dirama l'attività delle Nazioni Unite, ora incentrata sulla lotta al cambiamento climatico. Ed è proprio qui che si è svolto il discorso dell'attivista ambientalista svedese, Greta Thunberg. Foto: Leonard Zhukovsky.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
30
Set

FER1, online i bandi per l’iscrizione ad aste e registri

30/09/2019 – Entrano nel vivo gli incentivi alle energie rinnovabili previsti dal decreto FER1. Il Gestore dei servizi energetici (GSE) ha pubblicato il primo dei sette bandi per l’iscrizione a registri e aste, come previsto dal DM 4 luglio 2019. FER1, via al primo bando I bandi, relativi alle diverse tipologie di impianti incentivati, possono essere scaricati alla pagina dedicata, messa a disposizione dal GSE. Il periodo di apertura per le iscrizioni, iniziato alle 12.00 di oggi, 30 settembre 2019, si chiuderà alle 12.00 del 30 ottobre 2019. Le richieste devono essere trasmesse esclusivamente per via telematica mediante l'applicazione informatica Portale FER-E, accessibile tutti i giorni 24 ore su 24, ad eccezione dei giorni di apertura e chiusura. Il GSE ha inoltre messo a disposizione una guida all’utilizzo del portale nella sezione Rinnovabili elettriche > Accesso agli incentivi > Documenti. Entro.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
30
Set

Subappalto, Corte Ue categorica: ‘i limiti sono contrari alle norme europee’

30/09/2019 – I limiti al subappalto, presenti nel Codice Appalti italiano, sono contrari alla normativa europea. Si chiude con la sentenza C-63/18, emessa nei giorni scorsi dalla Corte di Giustizia Europea, il botta e risposta tra Governo italiano e Commissione Ue. Limiti al subappalto, il caso Tutto è iniziato con una procedura ristretta, indetta da Autostrade per l’Italia, per l’affidamento, mediante gara, dei lavori di ampliamento della quinta corsia dell’autostrada italiana A8. Un’impresa partecipante era stata esclusa per avere superato il limite del 30% previsto, in materia di subappalto. L’impresa aveva quindi presentato ricorso, sostenendo che il limite del 30% al subappalto fosse contrario alle direttive europee in materia di contratti pubblici. I giudici amministrativi, nel dubbio, hanno interpellato la Corte di Giustizia europea. Subappalto, Corte Ue: limite illegittimo Come si legge nelle argomentazioni.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
30
Set

Subappalto, Corte Ue categorica: ‘i limiti sono contrari alle norme europee’

30/09/2019 – I limiti al subappalto, presenti nel Codice Appalti italiano, sono contrari alla normativa europea. Si chiude con la sentenza C-63/18, emessa nei giorni scorsi dalla Corte di Giustizia Europea, il botta e risposta tra Governo italiano e Commissione Ue. Limiti al subappalto, il caso Tutto è iniziato con una procedura ristretta, indetta da Autostrade per l’Italia, per l’affidamento, mediante gara, dei lavori di ampliamento della quinta corsia dell’autostrada italiana A8. Un’impresa partecipante era stata esclusa per avere superato il limite del 30% previsto, in materia di subappalto. L’impresa aveva quindi presentato ricorso, sostenendo che il limite del 30% al subappalto fosse contrario alle direttive europee in materia di contratti pubblici. I giudici amministrativi, nel dubbio, hanno interpellato la Corte di Giustizia europea. Subappalto, Corte Ue: limite illegittimo Come si legge nelle argomentazioni.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
30
Set

Subappalto, Corte Ue categorica: ‘i limiti sono contrari alle norme europee’

30/09/2019 – I limiti al subappalto, presenti nel Codice Appalti italiano, sono contrari alla normativa europea. Si chiude con la sentenza C-63/18, emessa nei giorni scorsi dalla Corte di Giustizia Europea, il botta e risposta tra Governo italiano e Commissione Ue. Limiti al subappalto, il caso Tutto è iniziato con una procedura ristretta, indetta da Autostrade per l’Italia, per l’affidamento, mediante gara, dei lavori di ampliamento della quinta corsia dell’autostrada italiana A8. Un’impresa partecipante era stata esclusa per avere superato il limite del 30% previsto, in materia di subappalto. L’impresa aveva quindi presentato ricorso, sostenendo che il limite del 30% al subappalto fosse contrario alle direttive europee in materia di contratti pubblici. I giudici amministrativi, nel dubbio, hanno interpellato la Corte di Giustizia europea. Subappalto, Corte Ue: limite illegittimo Come si legge nelle argomentazioni.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231  
30
Set

Le ‘case verdi’ spingono i mutui e la crescita economica

30/09/2019 - L’efficienza energetica e la riqualificazione del patrimonio immobiliare possono costituire un volàno per la crescita economica del Paese. La riqualificazione energetica degli edifici pubblici e privati può infatti rappresentare la chiave per accelerare gli investimenti e valorizzare il mercato immobiliare nazionale. Per questi motivi, l’Associazione Bancaria Italiana (ABI) ha promosso il ‘Tavolo tecnico per favorire la riqualificazione energetica degli immobili’, che si è riunito nei giorni scorsi a Roma con la presenza di rappresentanti della Direzione Generale Energia della Commissione Europea, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Banca d’Italia, del Ministero dell’Ambiente, del Ministero dell’Economia, del Ministero dello Sviluppo Economico, di ABI Lab, di Ance, dell’Ania, delle Associazioni dei consumatori, di Confedilizia, dell’Enea, della Federazione Ipotecaria Europea. Una.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
30
Set

Beni culturali dismessi, in Puglia 35 milioni di euro per recuperarli

30/09/2019 – La Puglia mette a disposizione 35 milioni di euro per il recupero e la trasformazione di beni culturali dismessi in luoghi di cultura al servizio dei cittadini. È online, infatti, il bando regionale ‘Radici e ali’ che ha l’obiettivo di coniugare bellezza e funzionalità favorendo cultura, economia e maggiore occupazione. Recupero beni culturali: cosa prevede il bando Il bando si rivolge alle micro, piccole e medie imprese culturali e creative pugliesi (in forma singola o in forma associata) che vogliono produrre cultura e lavoro al servizio dei cittadini attraverso il recupero di luoghi dismessi, beni culturali in degrado e tutti quegli "attrattori" culturali e naturali. La Regione ha esortato gli operatori culturali a considerare anche luoghi meno convenzionali: non solo palazzi storici, ma ogni possibile attrattore culturale. Per partecipare è indispensabile che i luoghi.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
28
Set

Cosa rappresenta il termine E-Learning e come funziona la formazione a distanza (FAD)?

L’E-learning, evoluzione della formazione a distanza, è una metodologia di insegnamento e apprendimento che sfrutta l'uso della tecnologia per la gestione dell'intero iter didattico e coinvolge gli aspetti di erogazione, fruizione, interazione, valutazione. E-learning apre nuove prospettive di apprendimento, in particolare quelle relative all’apprendimento collaborativo, alla formazione in rete e alla nascita di comunità di apprendimento.
Peculiarità dell'E-learning è l'alta flessibilità di fruizione garantita al discente dalla reperibilità, sempre e ovunque, dei contenuti formativi, che gli permette l'autogestione e l'autodeterminazione del proprio apprendimento.
Ciascun corso on-line è composto da raggruppamenti di singole lezioni in sequenza a fruizione obbligatoria. Solo il superamento di una verifica permette di accedere alla lezione successiva.
La formazione a distanza supera alcuni limiti nell’apprendimento dei discenti.
La FAD si attua in un ambiente collaborativo di rete, via web. Strumenti tipici che si possono trovare in una piattaforma FAD sono:
  • materiale didattico multimediale  consultabile e stampabile, organizzato in moduli e unità didattiche;
  • biblioteca normativa di riferimento e glossario con funzioni di ricerca;
  • test di verifica alla fine della singola lezione;
  • esercitazioni per argomenti;
  • calendario degli eventi (agenda);
  • presenza del tutor;
  • supporto tecnico.
Ogni corso è composto da slide multimediali audio/video, biblioteca normativa di riferimento, glossario con funzioni di ricerca, applicativi interattivi per il test e la verifica di apprendimento, esercitazioni per argomenti, test di verifica di apprendimento multi risposta, dispense e documenti consultabili e stampabili.
E’ presente un sistema di tutoraggio a distanza per il supporto  dell'allievo durante il percorso formativo, stimolandolo e aiutandolo durante l'apprendimento.
Per la partecipazione a corsi di formazione a distanza non sono richieste particolari competenze informatiche. E’ sufficiente saper navigare su Internet e saper utilizzare un browser (come Internet Explorer, Mozilla Firefox, Safari, Chrome, ecc.). La piattaforma si presenta come un sito web con una serie di sezioni, ognuna delle quali presenta collegamenti a varie risorse e attività.  L’ambiente di lavoro e la grafica sono molto intuitivi e di immediata comprensione facilitando la fruizione di tutti gli strumenti presenti nella piattaforma. I materiali didattici multimediali ed interattivi sono fruibili direttamente tramite il browser.
Oltre ai docenti che predispongono il materiale didattico, dispense, multimediali, oggetti per l'apprendimento e i test di valutazione, esistono figure diverse tra cui gli organizzatori didattici del corso i quali verificano periodicamente la qualità del materiale didattico disponibile e predispongono le fasi e i diversi momenti in cui si svolge l'attività complessiva entro l'ambiente collaborativo, i tutor, i tecnici adibiti alla piattaforma (informatici, questioni tecniche di manutenzione e sviluppo).
Un percorso strutturato che coinvolga il discente deve rispettare alcuni punti qualificanti:
  • motivare il discente;
  • specificare ciò che il discente deve apprendere ed in quali tempi;
  • sollecitare il discente a richiamare ed applicare conoscenze precedenti;
  • fornire documenti ed informazioni tenendo conto delle potenzialità e delle caratteristiche degli strumenti;
  • offrire supporto;
  • controllare la comprensione.
La formazione è uno strumento indispensabile per l'acquisizione di competenze. La Società di Consulenza e Formazione MODI S.r.l. ha ottime referenze, prezzi competitivi, tecnici qualificati, disponibili e esperti! Contattare il numero verde 800300333.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
27
Set

Lottizzazione abusiva, suolo confiscato anche se le opere sono state rimosse

27/09/2019 – Il suolo su cui è stata realizzata una lottizzazione abusiva può essere confiscato anche se le opere realizzate senza permesso sono state rimosse e se il reato è andato in prescrizione. Si è espressa in questo senso la Corte di Cassazione con la sentenza 39320/2019. Abusi edilizi, prescrizione e confisca Nel caso preso in esame dai giudici, un soggetto era stato processato per aver trasformato in modo permanente l’assetto del territorio attraverso la suddivisione del suolo con recinzioni e la realizzazione di un campo per roulottes. Durante lo svolgimento del processo, le opere abusive erano state rimosse e il reato era caduto in prescrizione. Il Tribunale territoriale aveva quindi prosciolto l’imputato e revocato l’ordine di confisca dei terreni su cui erano state realizzate le opere senza permesso. Abusi edilizi, la prescrizione non salva dalla confisca La Cassazione ha ribaltato la decisione.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
27
Set

End of waste, Ance chiede norme agili per la gestione dei materiali da demolizione

27/09/2019 – Riutilizzare i materiali derivanti dai processi di demolizione. Possibile se i materiali non sono più qualificati come rifiuti. Ma perché ciò avvenga sono necessarie regole chiare e aggiornate, che tengano conto dei sistemi produttivi e delle tecnologie utilizzate. Le norme esistenti spesso sono invece superate e superficiali. Questa, in sintesi, la richiesta che l’Associazione nazionale costruttori edili (Ance) ha avanzato durante l’audizione in Commissione Ambiente della Camera nell’ambito dell’indagine conoscitiva sulla normativa che regola la cessazione della qualifica di rifiuto (end of waste) e l'economia circolare. Economia circolare e settore costruzioni Il Vicepresidente Ance per Edilizia e Territorio, Filippo delle Piane, ha esordito ricordando la centralità del tema dell'economia circolare e l'approvazione di importanti documenti a livello nazionale ed europeo. La Direttiva.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231