1 17 Settembre 2019 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for settembre 17th, 2019

17
Set

Quali sono le differenze tra i Sistemi Gestione Sicurezza a norma ISO 45001:2018 e il D.Lgs. 81/2008?

Quali sono le differenze tra i Sistemi Gestione Sicurezza a norma ISO 45001e il D.Lgs. 81/2008?
 
Il D.Lgs. 81/2008 è una legge italiana. Questa legge con le successive modificazioni ed integrazioni, rappresentano una normativa la cui osservanza è cogente, ma non certificabile, ossia nessun Organismo può rilasciare un certificato di conformità e la validità della legge è limitata al territorio nazionale. 
La norma ISO 45001 costituisce uno standard normativo riconosciuto in sede internazionale e i principali Organismi di certificazione hanno concordato schemi di certificazione mutuamente riconosciuti.
La norma ISO 45001 prevede 'applicazione di principi che il D.Lgs. 81 non contiene esplicitamente, quali, per esempio, lo studio di misure di miglioramento. 
L'adozione di un sistema conforme alla ISO 45001 costituisce dunque uno stimolo al miglioramento e quindi un elemento di distinzione per le aziende certificate.
I consulenti esperti di MODI S.r.l. affiancano le aziende nei cambiamenti dei loro certificati, per consulenza o maggiori informazioni in materia contattare la segreteria organizzativa sempre attiva al numero verde 800300333 gratuito anche da mobile.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
17
Set

Viadotti e strade, Autostrade Spa: ‘online la mappa delle manutenzioni’

17/09/2019 – Presto ogni cittadino potrà consultare i dati relativi alle attività di progettazione, manutenzione e monitoraggio di viadotti, strade e ponti di Autostrade per l'Italia. A comunicarlo la società stessa in una nota in cui dichiara di aver adottato il principio di "trasparenza totale" dei propri atti, dopo gli arresti nell’ambito dell’inchiesta sulla manutenzione dei viadotti. Manutenzione strade e ponti: come consultare i documenti Autostrade per l'Italia ha fatto sapere che “ogni documento aziendale riguardante la gestione dell'infrastruttura di rete (inclusi quelli relativi alle attività di progettazione, manutenzione, monitoraggio) potrà essere consultato e consegnato ai cittadini che ne faranno richiesta”. Nei prossimi giorni la società attiverà due "sportelli", uno digitale sul proprio sito, e uno fisico presso la sede.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
17
Set

Appalti, l’integrazione dei documenti è consentita anche dopo l’apertura delle buste

17/09/2019 – Nelle gare d’appalto non esiste una divisione netta tra la fase di ammissione e quella in cui vengono aperte le buste con le offerte economiche. Con la sentenza 6013/2019, il Consiglio di Stato ha affermato che l’accertamento dei requisiti e la richiesta di integrazione dei documenti di gara possono avvenire in qualsiasi momento. Appalto e fasi della gara, il caso Il caso preso in esame riguarda una procedura negoziata per l’affidamento di lavori di manutenzione ordinaria di un impianto idrico e delle infrastrutture ad esso collegate. Durante l’esame della documentazione, la Stazione appaltante aveva rilevato che un concorrente aveva presentato una polizza provvisoria relativa ad una diversa gara. Aveva quindi attivato la procedura del soccorso istruttorio per consentire la trasmissione del documento corretto. Di seguito, la commissione di gara aveva disposto l’apertura delle buste economiche e poi sospeso la.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
17
Set

Stadi di calcio: da asset immobiliari a infrastrutture strategiche del futuro

17/09/2019 - Per aumentare la competitività e l’appeal delle squadre italiane delle serie A, B e C, nei prossimi 10 anni sarà necessario riqualificare gli impianti sportivi: ciò richiederà un investimento complessivo di circa 2,5 miliardi di euro. Questa operazione potrà creare effetti positivi sull’economia generale quantificabili in circa 9 miliardi di euro e circa 2.600 posti di lavoro. Sono alcuni dei dati del “Terzo Osservatorio sulla sostenibilità e sulla sicurezza”, realizzato da Scenari Immobiliari in collaborazione con Johnson Controls e presentato venerdì nel corso del 27° Forum a Santa Margherita Ligure. Nello scenario attuale - spiega il report -, la crescente attenzione verso manufatti architettonici che rispondano a esigenze di sostenibilità ambientale e ai desiderata di una domanda sempre più attenta alle tematiche innovative e smart, induce l’industria.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
17
Set

Scuole, Legambiente: il 40% necessita di manutenzione

17/09/2019 – Le scuole sono iniziate ma quasi il 40% degli edifici ha bisogno di interventi di manutenzione straordinaria urgente, oltre il 60% degli istituti non dispone del certificato di agibilità, più del 76% delle amministrazioni non ha effettuato le verifiche di vulnerabilità sismica e solo il 19% ha effettuato verifiche sulla sicurezza dei solai. Questi alcuni dati denunciati da Legambiente in una lettera al Governo, in occasione dell’avvio del nuovo anno scolastico. Edilizia scolastica: i dati sulla sicurezza Dai numeri elaborati da Legambiente (su dati Miur e su un’anteprima di Ecosistema Scuola, l’indagine di Legambiente sulla qualità dell’edilizia e dei servizi), risulta che ben il 38,8% degli istituti in Italia necessita di interventi urgenti di manutenzione straordinaria per adeguamento alle norme e per l’eliminazione dei rischi. La situazione non è la medesima in tutte le.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231m