1 19 Settembre 2019 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for settembre 19th, 2019

19
Set

Redditi ingegneri, negli ultimi 10 anni sono crollati del 20%

19/09/2019 - Dal 2007 al 2018 la flessione del reddito degli ingegneri italiani è stata del 20%: il reddito medio annuo degli ingegneri liberi professionisti è passato da poco più di 40.000 euro agli attuali 32.000 euro. Sono alcuni dei dati sulla professione esposti da Armando Zambrano, presidente del Consiglio nazionale degli ingegneri (CNI) nella relazione di apertura del Congresso nazionale della categoria a Santa Teresa di Gallura in Sardegna. Redditi ingegneri: in calo perché legati alle costruzioni Secondo i dati del CNI, nel 2009 e nel 2010 i redditi professionali medi erano più elevati del 13% rispetto alla situazione attuale e si sono mantenuti sui quei livelli (mediamente 37.000 euro) per un periodo di tempo relativamente prolungato (5 anni), per poi contrarsi. Dal 2007 al 2018 la flessione del reddito è stata del 20%. Secondo il CNI, solo negli ultimi anni si è assistito ad un lieve recupero che,.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
19
Set

Tensostrutture: permesso di costruire o edilizia libera?

19/09/2019 – Le tensostrutture rientrano tra le attività di edilizia libera, ma in alcuni casi per la loro installazione è richiesto il permesso di costruire. Con la sentenza 38473/2019, la Cassazione ha spiegato quando ricorrono queste differenze. Tensostruttura e titolo abilitativo, il caso La Cassazione ha esaminato il ricorso contro la condanna, emessa da un Tribunale ordinario, per la realizzazione, senza permesso di costruire, di una tensostruttura con tubolari in metallo e copertura con tendone plastificato retrattile. La tensostruttura aveva dimensioni rilevanti: una superficie di 279 metri quadri (30 metri per 9,30) e un' altezza variabile tra 2,40 e 3,85 metri. Era inoltre addossata e imbullonata alla parete esterna di un fabbricato nella parte superiore ed appoggiata a piantane metalliche nella parte inferiore. Queste ultime stavano per essere fissate stabilmente su una platea di cemento. Il Tribunale aveva escluso che l’opera.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
19
Set

Ventilatori e termoventilatori

19/09/2019 – Per raffrescare o riscaldare ambienti domestici non è sempre necessario l’utilizzo di climatizzatori o termosifoni, soprattutto in quelle stagioni in cui la necessità di un ‘ausilio esterno’ si concentra in pochi momenti della giornata; in questi casi si può optare per ventilatori e termoventilatori. Il ventilatore ha lo scopo di migliorare il raffrescamento di piccoli spazi grazie alla creazione di una corrente d’aria destinata all’aerazione o alla ventilazione diretta. È costituito da una girante a palette azionata da un motore, con l’eventuale aggiunta di un sistema di condotti attraverso i quali la corrente d’aria è convogliata in una determinata direzione. Rispetto ad un condizionatore, il ventilatore non climatizza l’aria ma può avere alcuni vantaggi; ad esempio ha un consumo energetico minore, non crea grandi sbalzi termici e non necessita della pulizia.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
19
Set

Architetti e ingegneri dipendenti e liberi professionisti, quali obblighi con Inps e Inarcassa?

19/09/2019 – Se un ingegnere o un architetto, inquadrato come lavoratore dipendente, svolge anche un’attività libero professionale per la quale già versa il contributo integrativo ad Inarcassa, deve anche versare i contributi alla gestione separata dell’Inps? A questo dubbio ha risposto la Cassazione che, con la sentenza 23040/2019, ha anche spiegato i termini di prescrizione per l’iscrizione all’ente previdenziale. Professione e lavoro dipendente, il caso L’Inps aveva iscritto d’ufficio alla gestione separata un professionista che, contemporaneamente all’attività di lavoro dipendente, per la quale era iscritto presso un’altra gestione assicurativa obbligatoria, svolgeva una attività libero-professionale. Secondo il professionista, non esisteva alcun obbligo di iscrizione alla gestione separata Inps dal momento che egli già versava il contributo integrativo a Inarcassa;.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
19
Set

Ok al regime forfetario anche con doppio lavoro per la stessa azienda

19/09/2019 - Un contribuente che esercita l’attività sia come libero professionista che come lavoratore dipendente nei confronti dello stesso datore di lavoro può fruire del regime forfetario, semprechè il duplice rapporto lavorativo fosse già in essere prima dell’entrata in vigore del nuovo regime fiscale agevolato. Lo afferma l’Agenzia delle Entrate nella Risposta 382 del 16 settembre 2019 a un’istanza di interpello. Regime forfetario, il dubbio Il caso sottoposto al Fisco è quello di una contribuente che esercita l’attività professionale di dentista per un’azienda sanitaria, dal 2017, con due diverse tipologie di rapporto di lavoro: un contratto da dipendente a tempo determinato, e contratti d’opera triennali, come lavoratrice autonoma, sottoscritti nel 2016 e con scadenza nel 2019, per lo svolgimento del servizio odontoiatrico festivo e prefestivo. Poiché, a seguito.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231