1 17 Ottobre 2019 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for ottobre 17th, 2019

17
Ott

Cerchi un corso sulla Sicurezza nei luoghi di lavoro? A gennaio 2020 avvio a Mestre di corsi per la formazione obbligatoria rivolta ai lavoratori, preposti, dirigenti, RLS e RSPP.

Molti non sanno che il  lavoratore che assume il ruolo di “preposto della sicurezza” ai sensi del D.Lgs 81/2008 deve essere formato e aggiornato.
Il D.Lgs. 81/08 ha espressamente introdotto l'obbligo formativo in materia di sicurezza e salute sul lavoro anche per i preposti.
Il corso rappresenta il percorso di formazione obbligatoria ai sensi dell'art 37 del Dlgs 81/08 e disciplinato nei contenuti dall'Accordo Stato Regioni.
Il preposto della sicurezza è il responsabile di funzione, servizio, area o settore, caporeparto, caposquadra, caposala, capoturno, capocantiere ecc., e più in generale che ricopre il ruolo di preposto, con o senza investitura formale (quindi anche di fatto), in quanto in posizione di preminenza rispetto ad altri lavoratori, così da poter impartire ordini, istruzioni o direttive nel lavoro da eseguire.
I Preposti devono organizzare o sovrintendere l’attività dei lavoratori e necessitano quindi di una formazione specifica che li metta in condizione di poter comprendere adeguatamente il proprio ruolo, i propri obblighi e responsabilità in materia di salute e sicurezza del lavoro.!
I corsi sono organizzati da MODI SRL per la formazione obbligatoria del preposto per la sicurezza e sono offerti a condizioni estremamente vantaggiose.
La sede dei corsi di seguito riportati è situata nella città di Mestre in Via Volturno 4e. Questa nostra sede  è indicata per chi si muove con i mezzi pubblici in quanto vicinissima alla fermata del tram e del bus (fermata Via Volturno). Comoda la location anche per chi arriva in auto in quanto ci sono dei parcheggi sotterranei liberi e gratuiti e in superficie nei limitrofi.
Formazione obbligatoria per lavoratori con il ruolo di “preposti” durata 8 ore  la quota è di € 150,00 + IVA:
 
 
mercoledì 8 e lunedì 13 gennaio 2020 orario 14.00/18.00.
 
 
Aggiornamento quinquennale obbligatorio per il mantenimento della qualifica di “preposto” durata 6 ore anche on-line. Il costo è € 139,00 + IVA:
 
 
mercoledì 8 orario 14.00/18.00 e lunedì 13 gennaio 2020 orario 14.00/16.00.
Il costo del corso online attivo 24 ore su 24 con uso di piattaforma interattiva e di € 89,00 + IVA mentre la partecipazione in aula costa € 139,00 + IVA.
Per  visionare cosa ne pensa chi ha partecipato ai nostri corsi cliccare alla pagina dicono di noi.
Chi frequenta i corsi di formazione e aggiornamento organizzati dalla Società di Consulenza  MODI, può contare  su degli sconti aggiuntivi come quelli per le partecipazioni multiple alla stessa edizione (più persone della stessa ditta in una determinata aula).
Per consulenze in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
17
Ott

Cerchi un Consulente per la redazione del DVR? Vuoi sapere cosa significa valutare i rischi per la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro? Chiama MODI SRL

La valutazione dei rischi prevede un’analisi dettagliata del luogo di lavoro che comporti la valutazione di tutti i rischi per la salute e per la sicurezza dei Lavoratori, l’eliminazione e/o la riduzione dei rischi, la programmazione della prevenzione, la predisposizione di misure di emergenza da attuare in caso di primo soccorso, di lotta antincendio, di evacuazione dei lavoratori e di pericolo grave e immediato. La valutazione dei rischi è un obbligo indelegabile del Datore di Lavoro ed è effettuata in collaborazione con il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione e con il Medico Competente (nei casi in cui sia obbligatoria la sorveglianza sanitaria), previa consultazione del Rappresentante del Lavoratori per la Sicurezza. La valutazione dei rischi da parte del Datore di Lavoro e la realizzazione dei conseguenti documenti è uno degli elementi di più grande rilevanza del D.Lgs 81/08. Il Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) rappresenta la mappatura dei rischi nei luoghi di lavoro presenti in un’azienda. Il DVR, secondo l’art. 18 del D.Lgs. 81/2008, è quel documento che serve per garantire la sicurezza nei luoghi di lavoro e dimostrare agli organi di controllo l’avvenuta valutazione dei rischi per tutelare la salute dei lavoratori. La redazione del DVR  documento di valutazione dei rischi deve seguire criteri precisi e deve possedere dei requisiti specifici.
In particolare il DVR deve contenere una relazione sulla valutazione di tutti i rischi per la sicurezza e la salute durante l’attività lavorativa, nella quale siano specificati i criteri adottati per la valutazione stessa e tutti gli interventi per eliminare, ridurre o controllare i rischi e i pericoli presenti all’interno dei luoghi di lavoro.
Nel DVR deve essere esplicita l’indicazione del nominativo del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione "RSPP", del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza "R.L.S." o di quello territoriale e del Medico Competente (ove previsto). Queste figure della sicurezza devono essere consultate durante la valutazione dei rischi e per la stesura del DVR dal Datore di Lavoro e devono partecipare alla riunione periodica prevista dall’art. 35 del D. Lgs 81/2008 per la discussione dei problemi inerenti la sicurezza aziendale.
Il DVR "Documento di Valutazione dei Rischi" è obbligatorio per tutte le aziende con almeno 1 dipendente e deve essere aggiornato qualora vi siano modifiche all’organizzazione aziendale o al processo produttivo tali da poter influire sullo stato di salute e sulla sicurezza dei lavoratori, o a seguito di gravi infortuni oppure se il medico competente ne rileva la necessità. Dopo la rielaborazione del testo, le misure di sicurezza e prevenzione vanno aggiornate di conseguenza. I nostri tecnici qualificati restano a disposizione per chiarimenti e per un sopralluogo gratuito presso l'Azienda. Per un preventivo sulla valutazione dei rischi aziendali chiamateci al numero verde 800300333 raggiungibile gratis anche da mobile o via e-mail a modi@modiq.it.

MODI S.R.L. in qualità di Centro di Formazione AIFOS organizza nelle aule corsi di Mestre, Spinea, Marghera Venezia, corsi per RSPP Datori di Lavoro. A distanza e cioè con i corsi online gli RSPP Datore di Lavoro possono seguire i corsi di aggiornamento obbligatorio da farsi ogni 5 anni. Vasta offerta formativa anche per lavoratori, dirigenti, preposti, addetti al primo soccorso, antincendio, incaricati uso attrezzature di lavoro (gru, carrelli, PLE, ecc.).
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
17
Ott

Proroga ISA, marcia indietro del Governo

17/10/2019 – La proroga dell’applicazione degli Indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA) non ci sarà. Dopo gli annunci ufficiali, il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri, ha fatto marcia indietro sullo slittamento dei termini spiegandone i motivi in un’intervista a “Il Sole 24 Ore”. Proroga ISA, l’ipotesi iniziale L’idea di prorogare al 16 marzo 2020 il pagamento della rata del 16 novembre 2019 era nata per spostare al prossimo anno 3 miliardi di euro di maggiori entrate da destinare alle misure della manovra 2020. Secondo gli annunci di Gualtieri, lo slittamento dei termini sarebbe stato disposto con una disposizione all’interno del Decreto Fiscale. La notizia dello slittamento, diffusa con un comunicato dallo stesso Ministero dell’Economia, era stata accolta con favore da professionisti e imprese, alle prese con le difficoltà e le incertezze derivanti dall’applicazione.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
17
Ott

Bonus facciate del 90% per case e condomìni

17/10/2019 - “Per dare un nuovo volto alle nostre città” il Governo ha pensato di introdurre per il 2020 una nuova detrazione, un ‘bonus facciate’ del 90%, per la ristrutturazione dei prospetti esterni degli edifici. La misura è stata proposta dal Ministro per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo (Mibact), Dario Franceschini, per rilanciare gli investimenti per il restauro e il recupero delle facciate di palazzi e condomìni, una “norma coraggiosa che renderà più belle le città italiane”. Il bonus facciate, spiega Franceschini, consiste in “un credito fiscale del 90% per chi rifà nel 2020 la facciata di casa o del condominio, in centro storico o periferia, nelle grandi città o nei piccoli comuni!”. La nuova detrazione - aggiunge il comunicato del Mibact - mira a concentrare nel prossimo anno gli investimenti per il rifacimento delle facciate.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231  
17
Ott

Ecobonus, bonus ristrutturazioni e bonus mobili prorogati al 2020

17/10/2019 – Le detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica ed edilizia degli immobili resteranno in vita un altro anno. Sono stati prorogati al 31 dicembre 2020 l’ecobonus, il bonus ristrutturazioni e il bonus mobili. Non cambieranno le aliquote delle agevolazioni. L’unica novità potrebbe essere rappresentata dallo sconto immediato in fattura alternativo alle detrazioni. Nessun ritocco al sismabonus, già concepito con una scadenza al 31 dicembre 2021. Nel Documento programmatico di bilancio del Ministero dell'Economia e delle Finanze, su cui si baserà la legge di bilancio per il 2020, non c’è infine nessun cenno al bonus verde. Ecobonus fino al 31 dicembre 2020 La detrazione fiscale per la riqualificazione energetica degli edifici sarà prorogata per tutto il 2020. Saranno incentivati con un bonus del 65% gli interventi di riqualificazione energetica globale, i lavori sull’involucro,.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
17
Ott

Piscina, i permessi per realizzarla

17/10/2019 - La piscina, anche se interrata, crea volume. Per questo, ha spiegato il Tar Lazio con la sentenza 11586/2019, deve essere considerata come nuova costruzione e necessita del permesso di costruire. Piscina interrata in zona vincolata, il caso La precisazione del Tar riguarda la realizzazione di una piscina interrata, di locali annessi e altre opere in zona vincolata, come la costruzione di alcuni muretti, di un porticato e l’installazione di pannelli solari. Il proprietario dell’immobile sosteneva che la piscina e i locali ad essa collegati fossero delle pertinenze dell’edificio principale e che tutti i lavori, singolarmente considerati, potessero essere qualificati come manutenzione straordinaria e di adeguamento funzionale di opere pertinenziali.  A suo avviso, quindi, non fosse necessario alcun permesso edilizio. Il Comune aveva però ordinato la demolizione delle opere, annullando anche il provvedimento tacito formatosi.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
17
Ott

Bonus casa: proroga di un anno, ma resta l’incognita sullo sconto in fattura

17/10/2019 – Le detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica ed edilizia degli immobili resteranno in vita un altro anno. Sono stati prorogati al 31 dicembre 2020 l’ecobonus, il bonus ristrutturazioni e il bonus mobili. Non cambieranno le aliquote delle agevolazioni. L’unica novità potrebbe essere rappresentata dallo sconto immediato in fattura alternativo alle detrazioni. Nessun ritocco al sismabonus, già concepito con una scadenza al 31 dicembre 2021. Nel Documento programmatico di bilancio del Ministero dell'Economia e delle Finanze, su cui si baserà la legge di bilancio per il 2020, non c’è infine nessun cenno al bonus verde. Ecobonus fino al 31 dicembre 2020 La detrazione fiscale per la riqualificazione energetica degli edifici sarà prorogata per tutto il 2020. Saranno incentivati con un bonus del 65% gli interventi di riqualificazione energetica globale, i lavori sull’involucro,.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
17
Ott

Vetri per l’architettura, ispirazioni

17/10/2019 – Satinato e colorato, strutturale o decorativo, il vetro ha innumerevoli applicazioni in architettura grazie alle sue caratteristiche prestazionali ed estetiche. Il vetro, infatti, sia come materiale strutturale sia come elemento compositivo, massimizza l’apporto di luce naturale e renda fluide le divisioni tra gli spazi, sia interni che esterni. In più, a seconda del processo produttivo che ‘subisce’ può assicurare: isolamento termico, isolamento acustico, controllo solare, sicurezza e ottima resa. Ecco, quindi, qualche ispirazione sulle tipologie di vetri che si trovano sul mercato. Vetri di sicurezza Tra i vetri resistenti al fuoco c’è Pilkington Pyrostop che garantisce un elevato isolamento termico tra il lato esposto al fuoco e quello non esposto bloccando efficacemente la trasmissione del calore per conduzione e per irraggiamento attraverso l'elemento trasparente. Se.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
17
Ott

Impianti sportivi, al via la seconda tranche dello Sport Bonus 2019

17/10/2019 – Al via la seconda finestra 2019 per la presentazione delle istanze di accesso allo Sport bonus, il credito d‘imposta al 65% riconosciuto alle erogazioni liberali destinate agli interventi di manutenzione e restauro di impianti sportivi pubblici e alla realizzazione di nuove strutture pubbliche. Sport bonus 2019: la procedura I soggetti che vogliono usufruire del credito d‘imposta possono farne richiesta fino al 14 novembre 2019, compilando l’apposito modulo e inviandolo, esclusivamente tramite posta elettronica certificata, all’indirizzo ufficiosport@pec.governo.it. Nell'oggetto della mail deve essere indicato: Sport Bonus 2° finestra 2019. Secondo la consueta procedura, l’ufficio per lo Sport invierà alla Pec del richiedente un numero di codice seriale identificativo e univoco. Entro il 29 novembre verrà pubblicato sul sito istituzionale l’elenco delle persone fisiche, degli enti.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
17
Ott

Nel 2020 ‘bonus facciate’ del 90% per case e condomìni

17/10/2019 - “Per dare un nuovo volto alle nostre città” il Governo ha pensato di introdurre per il 2020 una nuova detrazione, un ‘bonus facciate’ del 90%, per la ristrutturazione delle facciate esterne degli edifici. La misura è stata proposta dal Ministro per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo (Mibact), Dario Franceschini, per rilanciare gli investimenti per il restauro e il recupero delle facciate di palazzi e condomìni, una “norma coraggiosa che renderà più belle le città italiane”. Il bonus facciate, spiega Franceschini, consiste in “un credito fiscale del 90% per chi rifà nel 2020 la facciata di casa o del condominio, in centro storico o periferia, nelle grandi città o nei piccoli comuni!”. La nuova detrazione - aggiunge il comunicato del Mibact - mira a concentrare nel prossimo anno gli investimenti per il rifacimento delle facciate.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231