1 4 Dicembre 2019 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for dicembre 4th, 2019

4
Dic

Cerchi un Corso per ottenere il “Patentino” ovvero la qualifica aull’utilizzo del Muletto?

Cerchi un Corso per ottenere il "Patentino" ovvero la qualifica aull'utilizzo del Muletto?
Affidati a MODI! Organizziamo corsi presso la sede del Cliente che hanno lo scopo di dare agli interessati delle conoscenze teoriche e pratiche fondamentali sulla sicurezza sul lavoro per l’attività svolta mentre si impiega questo mezzo. Il programma rispetta i requisiti previsti in merito ai contenuti didattici ed al numero di ore per la formazione obbligatoria di tale figura, secondo quanto stabilito dall’art. 37 comma 2, del D.Lgs. n° 81 del 9 Aprile 2008 e s.m.i. ed Accordo Stato Regioni del 22/02/2012. Al termine del percorso teorico prativo viene dato un attestato obbligatorio ai fini di legge e un tesserino con foto comunemente chiamato patentino dove sono riportati i dati del lavoratore e i riferimenti dell'attività formativa.
MODI in qualità di CFA rilascia i "tesserini" e gli attestati emessi da Aifos. PROGRAMMA durata 12 ore: Il corso è basato sulla presentazione completa dei seguenti argomenti: 1) Modulo giuridico e tecnico (8 ore) • Normativa di igiene e sicurezza del lavoro • Tipologie e caratteristiche dei vari tipi di veicoli per il trasporto interno: dai transpallet manuali ai carrelli elevatori frontali a contrappeso • Nozioni elementari di fisica: nozioni di base per la valutazione dei carichi movimentati, condizioni di equilibrio di un corpo • Tecnologia dei carrelli semoventi: terminologia, caratteristiche generali e principali componenti • Principali componenti: forche e/o organi di presa; montanti di sollevamento; il posto di guida; dispositivi di segnalazione e controllo; freni; ruote e tipologie di gommature; fonti di energia e contrappeso • Sistemi di ricarica batterie: raddrizzatori e sicurezze circa le modalità di utilizzo anche in relazione all’ambiente • Dispositivi di comando e di sicurezza: identificazione dei dispositivi di comando e loro funzionamento, identificazione dei dispositivi di sicurezza e loro funzione • Sistemi di protezione attiva e passiva • Le condizioni di equilibrio: fattori ed elementi che influenzano la stabilità • Controlli e manutenzioni: verifiche giornaliere e periodiche • Modalità di utilizzo in sicurezza dei carrelli semoventi: procedure di movimentazione 2) Modulo pratico (4 ore) • Illustrazione, seguendo le istruzioni di uso del carrello, dei vari componenti e delle sicurezze • Manutenzione e verifiche giornaliere e periodiche di legge e secondo quanto indicato nelle istruzioni di uso del carrello • Guida del carrello su percorso di prova per evidenziare le corrette manovre a vuoto e a carico DESTINATARI: Tutti coloro che per necessità hanno l'obbligo per legge di ottenere l'attestato che evidenzi la capacità dell'uso del muletto e del carrello elevatore. Per accedere al corso è richiesta la maggiore età, ottima conoscenza della lingua italiana e l'uso dei DPI. RISULTATI ATTESI: Apprendere le conoscenze e le capacità operative necessarie per essere incaricati all'uso e alla conduzione dei muletti e carrelli elevatori secondo il D.Lgs. 81/2008 ed Accordo Stato Regioni del 22/02/2012 ISTRUTTORE: Il docente scelto è un RSPPcon pluriennale esperienza nel settore della formazione sulla sicurezza del lavoro.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
 
4
Dic

Cerchi un Corso per ottenere il “Patentino” ovvero la qualifica aull’utilizzo del Muletto?

Cerchi un Corso per ottenere il "Patentino" ovvero la qualifica aull'utilizzo del Muletto?
Affidati a MODI! Organizziamo corsi presso la sede del Cliente che hanno lo scopo di dare agli interessati delle conoscenze teoriche e pratiche fondamentali sulla sicurezza sul lavoro per l’attività svolta mentre si impiega questo mezzo. Il programma rispetta i requisiti previsti in merito ai contenuti didattici ed al numero di ore per la formazione obbligatoria di tale figura, secondo quanto stabilito dall’art. 37 comma 2, del D.Lgs. n° 81 del 9 Aprile 2008 e s.m.i. ed Accordo Stato Regioni del 22/02/2012. Al termine del percorso teorico prativo viene dato un attestato obbligatorio ai fini di legge e un tesserino con foto comunemente chiamato patentino dove sono riportati i dati del lavoratore e i riferimenti dell'attività formativa.
MODI in qualità di CFA rilascia i "tesserini" e gli attestati emessi da Aifos. PROGRAMMA durata 12 ore: Il corso è basato sulla presentazione completa dei seguenti argomenti: 1) Modulo giuridico e tecnico (8 ore) • Normativa di igiene e sicurezza del lavoro • Tipologie e caratteristiche dei vari tipi di veicoli per il trasporto interno: dai transpallet manuali ai carrelli elevatori frontali a contrappeso • Nozioni elementari di fisica: nozioni di base per la valutazione dei carichi movimentati, condizioni di equilibrio di un corpo • Tecnologia dei carrelli semoventi: terminologia, caratteristiche generali e principali componenti • Principali componenti: forche e/o organi di presa; montanti di sollevamento; il posto di guida; dispositivi di segnalazione e controllo; freni; ruote e tipologie di gommature; fonti di energia e contrappeso • Sistemi di ricarica batterie: raddrizzatori e sicurezze circa le modalità di utilizzo anche in relazione all’ambiente • Dispositivi di comando e di sicurezza: identificazione dei dispositivi di comando e loro funzionamento, identificazione dei dispositivi di sicurezza e loro funzione • Sistemi di protezione attiva e passiva • Le condizioni di equilibrio: fattori ed elementi che influenzano la stabilità • Controlli e manutenzioni: verifiche giornaliere e periodiche • Modalità di utilizzo in sicurezza dei carrelli semoventi: procedure di movimentazione 2) Modulo pratico (4 ore) • Illustrazione, seguendo le istruzioni di uso del carrello, dei vari componenti e delle sicurezze • Manutenzione e verifiche giornaliere e periodiche di legge e secondo quanto indicato nelle istruzioni di uso del carrello • Guida del carrello su percorso di prova per evidenziare le corrette manovre a vuoto e a carico DESTINATARI: Tutti coloro che per necessità hanno l'obbligo per legge di ottenere l'attestato che evidenzi la capacità dell'uso del muletto e del carrello elevatore. Per accedere al corso è richiesta la maggiore età, ottima conoscenza della lingua italiana e l'uso dei DPI. RISULTATI ATTESI: Apprendere le conoscenze e le capacità operative necessarie per essere incaricati all'uso e alla conduzione dei muletti e carrelli elevatori secondo il D.Lgs. 81/2008 ed Accordo Stato Regioni del 22/02/2012 ISTRUTTORE: Il docente scelto è un RSPPcon pluriennale esperienza nel settore della formazione sulla sicurezza del lavoro.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
 
4
Dic

Ecobonus e sismabonus, fiato sospeso per l’accredito sul conto alternativo alla detrazione

04/12/2019 – Cresce l'attesa per capire se l’accredito sul conto alternativo all’Ecobonus e al Sismabonus vedrà la luce. La misura, contenuta negli emendamenti 19.37 (Italia Viva), 19.38 (PD) e 24.2 (PD) al disegno di legge di Bilancio per il 2020, avrebbe dovuto affrontare l'esame della Commissione Bilancio del Senato. Le sedute sono state via via sconvocate, lasciando gli addetti ai lavori col fiato sospeso. Il nuovo strumento, ipotizzato con gli emendamenti, potrebbe completare il panorama delle detrazioni fiscali sulla casa, correggendo il tiro del Decreto “Crescita”, che in estate ha introdotto lo sconto immediato in fattura, creando difficoltà per le piccole e medie imprese. Accredito alternativo a ecobonus e sismabonus Se gli emendamenti saranno approvati, in alternativa all’opzione dello sconto immediato in fattura, il privato committente potrà scegliere di ricevere un credito di importo pari all’ammontare.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
4
Dic

Comprare casa dall’impresa, i bonus vigenti e allo studio

04/12/2019 – L’acquisto di una casa può pesare notevolmente sul patrimonio della famiglia. Con la crisi in atto, molti contribuenti rimandano la spesa, peggiorando inevitabilmente la condizione delle imprese, che si trovano a dover gestire un magazzino di immobili invenduti. Negli anni sono state messe a punto delle agevolazioni fiscali per stimolare l’acquisto di immobili nuovi o con determinate caratteristiche di prestazione energetica e sicurezza antisismica, direttamente dalle imprese di costruzione o ristrutturazione. Alcune detrazioni sono ancora in vigore, altre sono scadute, ma dal 2020 potrebbero arrivare ulteriori bonus. Sismabonus acquisto case antisismiche Secondo le norme sul sismabonus chi acquista una casa antisismica situata in una zona che, in base all’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri 3519/2006 risulta classificata a rischio sismico 1, 2 o 3, può ottenere una detrazione fiscale pari.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
4
Dic

Ponti e viadotti, Province: ‘servono 3,2 miliardi di euro’

04/12/2019 - Dei 30.000 tra ponti, viadotti e gallerie che si trovano sui circa 100 mila chilometri di strade gestiti dalle Province delle Regioni a Statuto Ordinario, circa 2.000 necessitano di interventi urgenti, per poco meno di 4.000 sono già noti gli interventi necessari mentre per oltre 14.000 occorrono indagini tecnico diagnostiche. Ponti e viadotti, Province: ‘servono 3,2 miliardi di euro’ Per il primo gruppo di 6.000 opere, le risorse necessarie per intervenire ammontano a 2 miliardi e 454mila euro, per il secondo la stima dei costi ammonta a circa 566 milioni di euro; il totale delle risorse necessarie è pari a 3,2 miliardi di euro. I dati arrivano dall’Unione delle Province Italiane (UPI), interpellata dai Provveditori Regionali alle Opere Pubbliche per effettuare un monitoraggio sulle opere infrastrutturali in gestione. L’UPI ha chiesto alle 76 Province di inviare i dati distinguendo tra: - le opere già sottoposte.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
4
Dic

Sismabonus, nasce il portale nazionale delle classificazioni sismiche

04/12/2019 – Un portale nazionale delle classificazioni sismiche (PNCS) per facilitare l’accesso al sismabonus. La piattaforma è stata presentata lo scorso 8 novembre da Casa Italia alla Rete delle Professioni tecniche (RPT). All’incontro sono intervenuti anche i rappresentanti della Conferenza Unificata, Agenzia delle Entrate, Istat, Ministero delle infrastrutture e Trasporti (Mit), Ministero dello Sviluppo Economico (Mise), Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, Enea, Dipartimento Funzione Pubblica, Team per la trasformazione digitale. Portale nazionale classificazioni sismiche, come funzionerà Il Consiglio nazionale degli Ingegneri (CNI), con una circolare rivolta ai propri iscritti, ha spiegato il funzionamento del nuovo portale. Una volta a regime, fungerà da piattaforma per il conferimento dei dati di classificazione sismica delle costruzioni, utili per l’accesso al sismabonus e per la verifica dell’applicazione.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
4
Dic

Sconto in fattura, Fondazione Inarcassa: ‘è un’opportunità per i liberi professionisti’

04/12/2019 - Lo sconto in fattura alternativo alle detrazioni fiscali per i lavori di efficientamento energetico e riqualificazione sismica degli edifici (ecobonus e sismabonus), previsto dall’articolo 10 del Decreto Crescita, è un’opportunità ed una garanzia di trasparenza per il lavoro dei liberi professionisti. La pensa così Fondazione Inarcassa, la Fondazione degli Architetti e Ingegneri Liberi Professionisti Iscritti ad Inarcassa. “Rispetto alla cessione del credito tradizionale, con questa misura, anche al libero professionista è garantita la libertà di applicare lo sconto, non più prerogativa e appannaggio della sola impresa, scongiurando così ogni forma di potenziale conflitto d’interessi”. Ha dichiarato Egidio Comodo, Presidente di Fondazione Inarcassa. “In questo modo, lo sconto in fattura garantisce che le prestazioni progettuali e di direzione lavori non siano più.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231