1 10 Dicembre 2019 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for dicembre 10th, 2019

10
Dic

D.lgs. 81/08? Lavorare in sicurezza significa aumentare la produttività e ridurre il numero degli infortuni. Fondamentali i corsi di formazione e aggiornamento

Lo Staff dei docenti di MODI SRL crede fortemente che la formazione e l'informazione in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro deve essere vissuta dal datore di lavoro non come un obbligo costoso ma bensì come un investimento.
Lavorare in sicurezza significa aumentare la produttività e ridurre il numero degli infortuni.
Il processo formativo ed informativo si esplica attraverso le seguenti fasi:
  • la programmazione attività;
  • la definizione delle tecniche didattiche;
  • la valutazione e misurazione dei risultati;
  • la documentazione delle attività formative ed informative.
Il ruolo di informatori può essere svolto dal Datore di lavoro, Responsabile della Sicurezza RSPP, Medico Competente, Rappresentate Lavoratori Sicurezza e Preposti.
L’attività formativa prevede la partecipazione di tutti i dipendenti a riunioni interne di formazione sui rischi generali presenti e su quelli relativi alle singole mansioni, a ogni riunione formativa viene compilato un verbale che indica gli argomenti trattati e la firma dei partecipanti.
L’attività formativa deve essere aggiornata con una cadenza stabilita dalla legge ed ogni qual volta viene aggiornato il Documento di Valutazione dei Rischi.
 
MODI realizza corsi di formazione sulla salute e sicurezza sui luoghi di lavoro in aule situate in varie città (Mestre, Marghera, Spinea, Noale, Treviso, Padova, Vicenza), in azienda presso la sede del Cliente e a distanza con uso di una piattaforma on line attiva 24 ore su 24.
Le tematiche trattate nei nostri corsi sono la Salute e Sicurezza nei Luoghi di lavoro, la "comunicazione efficace", la privacy GDPR 2016/679, l'anticorruzione ISO 37001, la sicurezza stradale ISO 39001, l'igiene e alimenti, i Modelli Organizzativi D.lgs. 231 ecc.
Tra le proposte formative anche corsi sull'uso di “attrezzature di lavoro” come gru, carrelli elevatori, scavatori, piattaforme di lavoro mobili elevabili ecc.
Siamo certificati ISO 9001:2015 e convenzionati come Centro di Formazione da Aifos e da Globalform per la formzione online. Lavoriamo inoltre collaborando con enti delle Regione Veneto.
MODI segue la Clientela interessata all’ottenimento dei contributi per la formazione. Realizza i progetti formativi finanziati in linea con le priorità tematiche di Fondimpresa, come quelle riguardanti la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro o gli adempimenti privacy secondo il Regolamento Europeo GDPR 2016/679.
MODI aiuta le Organizzazioni ad individuare le migliori opportunità sulla base delle esigenze, sfruttando al meglio le risorse economiche disponibili e gestendo la pratica dalla fase di richiesta fino alla rendicontazione e all’ottenimento dell’importo finanziato.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 800300333, 041 616289 o 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
 
10
Dic

Bonus facciate 90%, potrebbe valere solo nei centri storici e nelle zone già edificate

10/12/2019 – Il bonus facciate 90% tenta di coordinarsi con le altre detrazioni fiscali sulla casa. È l’obiettivo dell’emendamento (25.2000) presentato dai relatori, che da una parte estende la detrazione a professionisti, imprese e autonomi, ma con aliquota al 50%, dall’altra circoscrive l’agevolazione agli edifici situati nelle zone A e B e specifica su quali parti dell’edificio devono essere realizzati i lavori. Bonus facciate 90%, edifici e interventi ammessi L’emendamento prevede che le spese, sostenute nel 2020, per interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti ubicati in zona A (centri storici) e B (totalmente o parzialmente edificate) hanno diritto ad una detrazione dall'imposta lorda pari al 90%. Tra gli interventi agevolati, si legge, sono inclusi anche quelli di sola pulitura o tinteggiatura esterna. Diversamente da quanto proposto con un emendamento.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
10
Dic

Edilizia scolastica, 65 milioni di euro per la messa in sicurezza

10/12/2019 – Gli interventi di edilizia scolastica potrebbero ricevere un nuovo impulso dal Decreto Fiscale. Il testo, approvato dalla Camera, destina 65 milioni di euro agli interventi urgenti di messa in sicurezza e modifica la disciplina dell’otto per mille per dare priorità ai lavori sulle scuole. Edilizia scolastica, 65 milioni di euro per interventi urgenti Per le esigenze urgenti e indifferibili di messa in sicurezza e riqualificazione energetica degli edifici scolastici pubblici, compresi gli interventi da realizzare a seguito delle verifiche di vulnerabilità sismica effettuate ai sensi dell’opcm 3274/2003 e della Legge 45/2017, sarà istituita un’apposita sezione del Fondo unico per l’edilizia scolastica con una dotazione di 5 milioni di euro per l’anno 2019 e di 10 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2020 al 2025. Il funzionamento della misura non sarà immediato, ma verrà regolato.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
10
Dic

Cultura e creatività in Italia muovono 265,4 miliardi di euro

10/12/2019 - La cultura è uno dei motori trainanti dell’economia italiana, uno dei fattori che più esaltano la qualità e la competitività del made in Italy. Il Sistema Produttivo Culturale e Creativo, fatto da imprese, PA e non profit, fattura quasi 96 miliardi di euro e attiva altri settori dell’economia, arrivando a muovere, nell’insieme, 265,4 miliardi, equivalenti al 16,9% del valore aggiunto nazionale. Un dato comprensivo del valore prodotto dalle filiere del settore, ma anche di quella parte dell’economia che beneficia di cultura e creatività e che da queste viene stimolata, a cominciare dal turismo. Una ricchezza che si riflette in positivo anche sull’occupazione: il solo Sistema Produttivo Culturale e Creativo dà lavoro a 1,55 milioni di persone, che rappresentano il 6,1% del totale degli occupati in Italia. Nel complesso, quello produttivo culturale e creativo è un sistema con il.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
10
Dic

Crediti formativi professionali, la Lega chiede di ridurne il numero e attenuare le sanzioni

10/12/2019 - Ridurre il numero dei crediti formativi professionali (CFP), agevolarne il conseguimento da parte dei liberi professionisti e rivedere il meccanismo della sanzione disciplinare per coloro che non li conseguono. Sono le richieste che il deputato leghista Antonino Minardo fa al Governo attraverso una interrogazione a risposta scritta presentata venerdì scorso alla Camera. Minardo ricorda che l’articolo 3, comma 5, del DL 138/2011 ha dettato una serie di princìpi cui gli ordinamenti professionali devono uniformarsi, tra i quali vi è l’obbligo per il professionista di seguire percorsi di formazione permanente. “È certamente vero - spiega - che la formazione obbligatoria continua per i professionisti iscritti agli ordini e collegi, assume un ruolo di garanzia per la collettività in quanto l’aggiornamento delle proprie competenze professionali è imprescindibile ed essenziale, ma appare,.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
10
Dic

Appalti, dal 1° gennaio le ritenute si applicheranno ai contratti oltre i 200mila euro

10/12/2019 - Con l’approvazione del Decreto Fiscale, che ha ottenuto il via libera della Camera, arrivano le ritenute fiscali negli appalti e nei subappalti di importo superiore a 200mila euro. Il nuovo meccanismo debutterà dal prossimo anno, ma non piace al mondo imprenditoriale, che continua a sperare in una modifica. Il testo inizia oggi in Senato l’iter per l’approvazione. Non ci sono i margini per ulteriori modifiche parlamentari, ma sono stati formulati una serie di ordini del giorno per la revisione del nuovo strumento. Appalti e pagamento delle ritenute Dal 1° gennaio 2020, l’obbligo di versamento delle ritenute fiscali per i lavoratori impiegati nell’appalto sarà effettuato direttamente dal committente, cui l’appaltatore o il subappaltatore deve anticipare le somme. Questa regola si applicherà ai contratti di importo superiore a 200mila euro, caratterizzati dal prevalente utilizzo di manodopera. L’appaltatore.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231