1 18 Dicembre 2019 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for dicembre 18th, 2019

18
Dic

ASSOBIM: la filiera del BIM è il nostro obiettivo

18/12/2019 - Il bilancio 2019 di ASSOBIM, nata per promuovere la diffusione del Building Information Modeling e sostenere l’attività dell’intera filiera tecnologica del BIM, guarda a un primo importante risultato: la crescita costante del BIM in Italia. Infatti, nel 2019 il BIM – grazie anche ad alcuni fattori “leva”, su tutti l’avvio a partire dal 1 gennaio 2019 dell’obbligatorietà progressiva dei progetti digitali negli appalti di opere pubbliche - ha indubbiamente continuato la sua fase di sviluppo. Va contemporaneamente segnalato, però, che al momento il BIM rimane una metodologia abbracciata soprattutto dalla fascia alta del mercato. L’Ing. Adriano Castagnone, Presidente ASSOBIM, afferma: Il BIM in Italia sta entrando nella quotidianità operativa di progettisti e costruttori, anche se meno di quanto ci si aspettasse e di quanto ce ne sia realmente bisogno. Nel mondo dell’edilizia,.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
18
Dic

Cos’è un Documento di Valutazione dei Rischi Standardizzato (DVRS)?

Il Documento di Valutazione dei Rischi Standardizzato è il Documento di Valutazione dei Rischi redatto partendo da un modello di riferimento di base approvato dalla Commissione Consultiva e recepito con il decreto dei Ministeri del Lavoro e dell’Interno (Decreto Interministeriale del 30 novembre 2012). Può essere utilizzato da tutti quei Datori di Lavoro di aziende che contano fino a 50 lavoratori con esclusione delle seguenti: aziende industriali, impianti o installazioni con i lavoratori esposti a rischi chimici, biologici, da atmosfere esplosive, cancerogeni mutageni e connessi all’esposizione ad amianto.
Il DVR prevede una struttura suddivisa in quattro fasi:
  • descrizione dell'azienda, del ciclo lavorativo, delle attività e delle mansioni;
  • individuazione dei pericoli presenti;
  • valutazione dei rischi associati ai pericoli individuati e misure di attuazione;
  • definizione del programma
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari sulla sicurezza aziendale chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
 
18
Dic

Edilizia universitaria, nasce il progetto per il monitoraggio

18/12/2019 - “Un progetto finalizzato al monitoraggio delle condizioni degli atenei italiani e all’individuazione di una serie di vertenze locali di rigenerazione urbana che, nel segno della sostenibilità ambientale e sociale, destinino nuovi spazi all’attività didattica degli atenei, ad alloggi per gli studenti e ad attività culturali ricreative sportive utili anche al territorio”. Così il segretario generale di Fillea Cgil, Alessandro Genovesi, descrive l’iniziativa ‘Cantieri per il sapere - Per una edilizia universitaria sostenibile e di qualità’ promossa dagli edili Cgil e da UDU - Unione degli Universitari, anche a seguito degli “ultimi, allarmanti, rapporti sull’edilizia scolastica e universitaria che confermano l’urgente bisogno di mettere in sicurezza scuole, atenei, Case degli Studenti gestite dalle Agenzie per il Diritto allo Studio”. Rapporti che - secondo.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
18
Dic

Dissesto idrogeologico, in Sicilia il territorio si monitora con il satellite

18/12/2019 - Monitorare il dissesto idrogeologico utilizzando immagini satellitari fornite dalla rete ‘CosmoSkyMed’ dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI). È questo l’obiettivo dell’accordo tra ENEA, l’azienda Planetek Italia e il Comune di Messina per garantire la sicurezza del territorio della frazione di Altolìa. Grazie alle più avanzate tecnologie satellitari, sarà possibile individuare nuove frane e tenere sotto osservazione quelle esistenti. Oltre all’attività di monitoraggio satellitare ‘real time’, il team di ricerca metterà a punto uno studio storico (per il periodo 2014-2018) e una previsione al 2023 del dissesto idrogeologico di tutta l’area, pari a circa 25 km2. Inoltre, una squadra di geologi ENEA sarà impegnata sul campo per verificare i fenomeni naturali, in modo da confrontare le informazioni elaborate.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
18
Dic

Prima casa, come funziona la detrazione del mutuo?

18/12/2019 – Come funziona la detrazione degli interessi passivi di un mutuo acceso per costruire la prima casa, per acquistarla o per ristrutturarla? A spiegarlo l’Agenzia delle Entrate, tramite la posta di FiscoOggi, rispondendo ad una coppia, di cui la moglie fiscalmente a carico del marito, comproprietaria e cointestataria di un mutuo acceso per costruire l’abitazione principale. Il particolare, il marito ha chiesto all’Agenzia se fosse possibile portare in detrazione la quota di interessi passivi spettante alla moglie. Detraibilità mutui prima casa: quando è possibile Prima di tutto, l’Agenzia ha ricordato che è prevista una detrazione Irpef del 19 per cento per gli interessi passivi e relativi oneri accessori corrisposti in dipendenza di mutui ipotecari contratti per l’acquisto dell’abitazione principale, per un importo non superiore a euro 4.000. La detrazione, a decorrere dalla data in.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
18
Dic

Fondo salva opere, in arrivo 45,5 milioni di euro per le PMI in crisi

18/12/2019 – In arrivo 45,5 milioni di euro (12 milioni di euro nel 2019 e 33,5 milioni nel 2020) destinati alle PMI operanti nel settore degli appalti pubblici e vittime delle crisi delle grandi imprese. È stato, infatti, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DM 144/2019 con cui sono stati individuati i criteri di assegnazione delle risorse e le modalità operative del Fondo, in vigore dal prossimo 31 dicembre. Fondo salva opere: cosa prevede la misura Ricordiamo che il Fondo è stato istituito dal Decreto Crescita per evitare che la crisi dell’appaltatore porti al default delle imprese subappaltatrici e al blocco del cantiere. La norma stabilisce che, in caso di crisi dell’impresa aggiudicataria di un appalto, sia coperto il 70% dei pagamenti a favore delle Pmi subappaltatrici. Il Fondo sarà alimentato con un contributo dello 0,5% del valore del ribasso offerto dall’aggiudicatario delle gare.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231