1 7 Gennaio 2020 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for gennaio 7th, 2020

7
Gen

Autorizzazione unica ambientale Regione Lombardia


BURL Regione Lombardia – S.O. n. 51 del 16 Dicembre 2019

Autorizzazione unica ambientale Regione Lombardia

AUAD.g.r. 9 Dicembre 2019 – n. XI/2606:
Nuove disposizioni per la semplificazione e digitalizzazione dei procedimenti inerenti le modifiche non sostanziali e le volture dell’autorizzazione unica ambientale (AUA)

Si tratta di una delibera che si riallaccia principalmente al DPR 59/2013 che disciplina l’Autorizzazione Unica Ambientale e la semplificazione degli adempimenti amministrativi in materia ambientale relativi a PMI e per impianti non soggetti ad Autorizzazione Integrata Ambientale nonchè al DPR 160/2010, Regolamento per la semplificazione e il riordino dello Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP).
L’Allegato tecnico alla Delibera prevede in particolare disposizioni per le richieste di VOLTURE e MODIFICHE NON SOSTANZIALI presentate dal Gestore di stabilimento a cui è intestato il provvedimento autorizzativo (AUA) e le relative procedure in carico ai SUAP.
 
Per le VOLTURE:
nel caso intervengano variazioni nella denominazione del soggetto cui è esplicitamente intestato il provvedimento AUA di uno stabilimento in esercizio ed in assenza di modifiche impiantistiche, occorre, da parte del nuovo Gestore, formalizzare una istanza di voltura tramite il canale telematico in uso al SUAP competente per territorio;
dove intervenissero anche modifiche tecniche o impiantistiche, o comunque richieste di variazioni rispetto a quanto autorizzato con il provvedimento esistente (es. prescrizioni, relazione tecnica, planimetrie, schemi impiantistici), il procedimento non è più connotabile come semplice “voltura”, ma sarà necessario procedere con istanze di modifica o nuovo impianto, da valutarsi caso per caso in funzione delle tipologie di intervento;
il SUAP provvederà a verifica formale dell’istanza, trasmissione a Provincia o Città metropolitana e soggetti competenti, ritrasmissione al Gestore e caricamento del provvedimento finale su piattaforma al fine di alimentare il registro regionale AUA e il fascicolo di impresa.

Per le MODIFICHE NON SOSTANZIALI:
tutte le modifiche non sostanziali di un’Autorizzazione Unica Ambientale a partire dal 1 luglio 2020 dovranno essere trasmesse in modalità telematica con le medesime piattaforme messe a disposizione dai SUAP per la gestione dei procedimenti AUA;
la comunicazione completa di tutti i relativi allegati dovrà essere inoltrata in automatico dalla piattaforma senza che il SUAP intervenga nel procedimento alla Provincia/Città Metropolitana quale autorità competente;
trattasi di comunicazione e pertanto decorsi 60 gg. dalla presentazione il procedimento si considera concluso nella forma del silenzio-assenso salvo che l’Autorità competente valuti la modifica come sostanziale dandone opportuna comunicazione al gestore per la presentazione di una nuova istanza di modifica sostanziale ai sensi dell’art. 4 c. 1 del DPR 59/2013.
BURL Regione Lombardia Scarica BURL Regione Lombardia 

7
Gen

CORSO PER L’UTILIZZO DI GRU A TORRE IN ALTO E IN BASSO

Il  corso vuole offrire a tutti gli addetti ai lavoratori le conoscenze e competenze specifiche atte a consentire l’utilizzo in sicurezza delle gru a torre. Il programma del corso è in linea con quanto richiesto dalle normative di riferimento come l’art. 73 comma 4 del D.Lgs. 81/2008 che impone che gli incaricati dell’uso delle attrezzature acquissiscano conoscenze e responsabilità particolari (di cui all’articolo 71, comma 7 del medesimo decreto) e ricevano una formazione adeguata e specifica.
L'obiettivo del corso è quindi qeullo di formare i lavoratori, permettendo alle aziende di ottemperare agli obblighi formativi suddetti, definendo un percorso di formazione che fornisce, ai lavoratori incaricati, le competenze adeguate per un uso idoneo e sicuro delle diverse tipologie di attrezzature.
La periodicità di rinnovo dell’abilitazione è fissata in 5 anni. Il corso si conclude con una simulazione finale di verifica dell’apprendimento teorico.
MODI è un centro di formazione Aifos e organizza tutti i corsi uso attrezzature presso la sede dei propri Clienti con campo prova adeguato, attrezzature a norma e uso DPI.
AIFOS è l'Ente Formatore che rilascerà l'attestato e il tesserino
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
7
Gen

Buone pratiche in edilizia, Inail premia la sicurezza nei cantieri

07/01/2020 - È stata prorogata al 22 gennaio 2020 la scadenza per partecipare al concorso ‘Buone pratiche in edilizia’ indetto da INAIL.   Il concorso nazionale “Archivio delle buone pratiche per la salute e sicurezza sul lavoro nei cantieri temporanei o mobili”, alla sua prima edizione, mira a creare e diffondere un archivio di buone pratiche di facile consultazione e semplice applicazione. Con l’iniziativa, l’INAIL intende sensibilizzare i partecipanti sul tema della prevenzione, per migliorare la sicurezza nei cantieri edili temporanei o mobili, riducendo il rischio di infortuni e malattie professionali. Alle buone pratiche, infatti, è attribuito ormai un ruolo strategico per la promozione della salute e della sicurezza nel settore edile.   Buone pratiche in edilizia, chi può partecipare Possono partecipare le imprese del settore edilizio che operano, anche indirettamente, nei cantieri temporanei o mobili, i..
Continua a leggere su Edilportale.com

7
Gen

Piano Casa Campania prorogato al 31 dicembre 2020

07/01/2020 – Un anno in più per il Piano Casa della Campania. Lo ha disposto la legge finanziaria regionale (LR 27/2019), che ha prorogato fino al 31 dicembre 2020 le norme per il rilancio del settore edile.   Piano Casa Campania fino al 31 dicembre 2020 Fino al 31 dicembre 2020 si potranno presentare le domande per la realizzazione di interventi che prevedono l’ampliamento fino al 20% degli edifici residenziali e il cambio di destinazione d’uso di quelli a destinazione produttiva, che possono quindi sfruttare la volumetria interna.   Continuano inoltre ad essere incentivati gli interventi di demolizione e ricostruzione, che possono ottenere un premio volumetrico fino al 35%, e quelli di riqualificazione con contestuale delocalizzazione degli edifici situati nelle aree a rischio sismico, idrogeologico e vulcanico. Anche in quest’ultimo caso, il bonus di cubatura può arrivare al 35%. SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE AL PIANO CASA DELLA..
Continua a leggere su Edilportale.com