1 15 Gennaio 2020 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for gennaio 15th, 2020

15
Gen

Aprile 2020 in programmazione corsi sicurezza – La formazione della sicurezza sui luoghi di lavoro è uno degli elementi strategici del quadro normativo delineato del D. lgs 81/08 e s.m.i

 
La formazione in azienda si caratterizza come un processo finalizzato al trasferimento di conoscenze e procedure per far crescere le competenze specifiche delle risorse operative.
 
 
Tenere dei comportamenti "sicuri" da parte di tutti all’interno di una organizzazione aziendale e saper identificare i pericoli, permette la riduzione e la gestione del rischio. 
 
 
Per lo svolgimento in sicurezza dei rispettivi compiti in azienda e alla identificazione, alla riduzione e alla gestione dei rischi, la formazione in materia di SSLL si pone come una misura strategica e capace di rispondere alle esigenze e agli obiettivi generali e specifici sulla sicurezza.
 
 
La formazione della sicurezza sui luoghi di lavoro è uno degli elementi strategici del quadro normativo delineato del D. lgs 81/08 e s.m.i e si caratterizza come: processo educativo, misure generali di tutela e obbligo giuridico.
 
 
La Società di Consulenza e Formazione MODI S.r.l. di Mestre e Spinea Venezia, dal 1998 affianca moltissime  PMI del Veneto e del Nord Est come RSPP in esterno, membro incaricato ODV, consulente per la realizzazione di sistemi di gestione qualità, ambiente e sicurezza. Per visionare i commenti dei nostri clienti a disposizione la pagina dicono di noi.
Tra le proposti formative anche corsi sull'uso di “attrezzature di lavoro” come gru, carrelli elevatori, scavatori, piattaforme di lavoro mobili elevabili ecc. MODI Organizza corsi in aula, in azienda del Cliente e on line in materia di Salute e Sicurezza nei Luoghi di lavoro e sulla "comunicazione efficace".
 
In aprile a Mestre partono i corsi per lavoratori. La sede dei corsi di seguito riportati è situata nella città di Mestre in Via Volturno 4e. Questa nostra sede è indicata per chi si muove con i mezzi pubblici in quanto vicinissima alla fermata del tram e del bus (fermata Via Volturno). 
 
Comoda la location anche per chi arriva in auto in quanto ci sono dei parcheggi sotterranei liberi e gratuiti e in superficie nei limitrofi.
FORMAZIONE LAVORATORI GENERALE durata 4 ore – 80,00€ + IVA:
 
14 aprile 2020 orario 14.00/18.00
 
FORMAZIONE LAVORATORI BASSO durata 4 ore – 160,00€ + IVA:
 
23 aprile 2020 orario 14.00/18.00
 
FORMAZIONE LAVORATORI MEDIO durata 8 ore – 150,00€ + IVA:
 
23 e 27 aprile 2020 orario 14.00/18.00
 
FORMAZIONE LAVORATORI ALTO durata 12 ore – 220,00€ + IVA:
 
23, 27 e 30 aprile 2020 orario 14.00/18.00
 
AGGIORNAMENTO LAVORATORI durata 6 ore – 109,90€ + IVA:
 
14 aprile 2020 orario 14.00/18.00 e 23 aprile 2020 orario 14.00/16.00
Previsti sconti per partecipazioni multiple alla stessa edizione del corso. Siamo certificati ISO 9001 e convenzionati come CFA da Aifos.
 
MODI accompagna la Clientela interessata all’ottenimento dei contributi per la formazione. Realizza i progetti formativi finanziati in linea con le priorità tematiche di Fondimpresa, come quelle riguardanti la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro o gli adempimenti privacy secondo il nuovo Regolamento Europeo 2016/679.
 
Aiuta le aziende ad individuare le migliori opportunità sulla base delle esigenze, sfruttando al meglio le risorse economiche disponibili e gestendo la pratica dalla fase di richiesta fino alla rendicontazione e all’ottenimento dell’importo finanziato. 
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
15
Gen

MOG per una agenzia di viaggi


Applicazione dei Mog ai sensi del d.m. 13/02/2014 nelle Pmi: esempio di compilazione della modulistica per una agenzia di viaggi

MOG per una agenzia di viaggi

mogIl documento, in attuazione del Protocollo d’intesa tra Inail e Sistema Impresa del 26 giugno 2018, rappresenta un esempio di collaborazione dedicata alla produzione di modelli di compilazione dei Mog, ai sensi del d.m. 13/02/2014, e come tale ha un valore aggiunto rappresentato dal target di riferimento ovvero le piccole e medie imprese di specifici settori, per le quali è ancora molto critica l’applicazione dei modelli organizzativi.
Prodotto: Volume Edizioni: Inail - gennaio 2020

Considerato quanto prescritto dal d.lgs. 81/2008, art. 30, comma 5, l’Inail promuove l’adozione dei sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) e dei modelli organizzativi (MOG) del d.lgs. 231/2001, che definiscono le modalità per individuare, all’interno della struttura organizzativa aziendale, le responsabilità, le procedure, i processi e le risorse per la realizzazione della politica aziendale di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, nel rispetto delle norme vigenti. 

La promozione dell’adozione dei suddetti sistemi da parte di Inail è mirata, in particolare, a contribuire il superamento della logica dell’adempimento e dell’approccio esclusivamente tecnico alla prevenzione, favorendo di converso un approccio manageriale di carattere partecipativo. I benefici dell’implementazione e utilizzo dei SGSL sono molteplici e ormai riconosciuti: il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro; la riduzione dei costi derivanti da incidenti, infortuni e malattie professionali grazie alla riduzione dei livelli di rischio cui sono esposti dipendenti, clienti, fornitori; l’aumento dell’efficienza e della prestazione di impresa, la massima facilità nel poter produrre tutta la documentazione richiesta dalle norme, il miglioramento dell’immagine interna ed esterna dell’azienda. 

E’ stato peraltro verificato, attraverso studi mirati condotti dall’Istituto, che l’utilizzo dei SGSL induce un abbattimento degli indici infortunistici e tecnopatici. Per i motivi su esposti da tempo l’Istituto sostiene l’adozione dei sistemi di gestione attraverso numerose attività a supporto delle aziende, tra le quali si ricordano la stesura delle linee guida Uni – Inail del 2001, la partecipazione alla definizione della Iso 45001, le campagne di informazione e i corsi di formazione per auditor di SGSL, il sostegno economico attraverso i bandi Isi e il sostegno alla stesura di prassi di riferimento per l’asseverazione dei SGSL in specifici comparti lavorativi. 

Coerentemente con quanto previsto dal d.lgs. 81/2008 all’art. 10, l’Inail ha stipulato nel tempo specifici accordi/protocolli di intesa con i diversi soggetti del sistema prevenzionale nazionale, in particolare con le Associazioni rappresentative delle Parti sociali, datoriali e sindacali, al fine di realizzare in concreto la “logica di sistema” della prevenzione delineato dalla normativa vigente. 

L’obiettivo generale degli accordi/protocolli di intesa è quello di attivare azioni rivolte allo sviluppo della cultura della sicurezza e alla riduzione sistematica degli eventi infortunistici e delle malattie professionali attraverso il miglioramento delle misure minime di prevenzione previste dalla normativa e l’individuazione di soluzioni a specifiche criticità rilevate nel comparto. Il presente lavoro, in particolare, frutto di un accordo stipulato tra Inail e Sistema Impresa, delinea il primo esempio di collaborazione dedicata alla riproduzione di modelli di compilazione dei MOG ai sensi del d.m. 13/02/2014. 

Il suo valore aggiunto è rappresentato dal suo target, ovvero dalle piccole e medie imprese di specifici settori, per le quali è ancora molto critica l’applicazione dei modelli organizzativi. L’obiettivo ultimo è quello di diffondere l’applicazione dei MOG semplificando la compilazione della relativa modulistica attraverso la messa a disposizione di modelli precompilati che costituiscano uno strumento di supporto per le piccole e medie aziende che decidano di implementare un MOG.

15
Gen

Abusi edilizi, responsabile anche chi noleggia le macchine da cantiere

15/01/2020 – Il noleggiatore delle macchine da cantiere, utilizzate per realizzare opere senza i dovuti permessi, è responsabile degli abusi edilizi commessi. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione con la sentenza 49022/2019.   Abusi edilizi e macchine da cantiere, il caso I giudici si sono pronunciati sul caso di una serie di interventi abusivi, consistenti nella realizzazione dell’ampliamento di un piazzale in una zona sottoposta a vincolo paesaggistico e nello sbancamento di una porzione di versante della collina adiacente.   Prima di arrivare in Cassazione, tutti i tribunali avevano considerato colpevole non solo il committente dell’intervento, che aveva dato inizio ai lavori senza aver ottenuto il permesso di costruire e l’autorizzazione paesaggistica, ma anche gli esecutori materiali dell’opera, tra cui il noleggiatore delle macchine da cantiere.   Il noleggiatore sosteneva però di essere estraneo agli illeciti commessi..
Continua a leggere su Edilportale.com

15
Gen

Amianto in scuole e ospedali, alle Regioni 385 milioni di euro per rimuoverlo

15/01/2020 - Il Ministero dell’Ambiente ha assegnato alle Regioni e Province autonome 385 milioni di euro per la bonifica dall’amianto degli edifici pubblici, in particolare scuole e ospedali.   Nel dà notizia il Ministro Sergio Costa annunciando l’emanazione di un provvedimento attuativo del “Piano di bonifica da amianto”, previsto nel secondo Addendum al Piano operativo “Ambiente” approvato dal Cipe nel 2016.   Il Piano individua i soggetti beneficiari (Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano) e le modalità di trasferimento delle risorse. I soggetti beneficiari, a loro volta, individueranno gli interventi da finanziare e si occuperanno della gestione, del controllo e del monitoraggio della realizzazione.   Tutti gli interventi dovranno essere realizzati entro il 31 dicembre 2025.   I 385 milioni di euro sono stati ripartiti secondo i coefficienti di assegnazione regionale utilizzati per le risorse..
Continua a leggere su Edilportale.com

15
Gen

Edilizia giudiziaria, saranno assunti nuovi tecnici

15/01/2020 – In arrivo assunzioni e nuove risorse per l’edilizia giudiziaria. Lo prevede la Legge di Bilancio per il 2020, che accende il faro sul sovraffollamento delle carceri e sull’esigenza di riqualificazione degli istituti penitenziari.   Edilizia giudiziaria, nuove assunzioni di tecnici "Per le esigenze dell’edilizia giudiziaria e la funzionalità degli uffici saranno assunte 150 nuove unità di personale tecnico specializzato e 10 dirigenti". La misura, commentata dal Ministro Alfonso Bonafede sulla sua pagina Facebook subito dopo l’approvazione della legge di Bilancio, sembra dare attuazione alle conclusioni del tavolo tecnico sulle spese di funzionamento e l’edilizia giudiziaria, istituito presso il Ministero della Giustizia.   Il tavolo, lo scorso ottobre, ha suggerito la prosecuzione del programma di assunzione di figure tecniche, come architetti, ingegneri, geometri e periti tecnici. Dopo l’inserimento..
Continua a leggere su Edilportale.com

15
Gen

Ristrutturazioni edilizie, chi deve pagare le spese per ottenere la detrazione?

15/01/2020 – Per poter usufruire del bonus ristrutturazione sugli interventi di recupero del patrimonio edilizio sono necessari una serie di adempimenti, come effettuare il pagamento dei lavori eseguiti tramite bonifico (bancario o postale) dal quale risulti la causale del versamento, il codice fiscale del beneficiario della detrazione ed il numero di partita Iva o il codice fiscale del soggetto a favore del quale il bonifico è stato effettuato, così come previsto dall’ art. 1, comma 3, del Testo unico delle imposte sui redditi (TUIR). Può capitare, per svariati motivi, che l'intestatario del bonifico sia un soggetto diverso dal beneficiario della detrazione. Se si presentasse tale circostanza cosa accadrebbe? Sarebbe ancora possibile fruire dell'agevolazione fiscale? Chiarisce questo dubbio direttamente l’Agenzia delle Entrate attraverso una risposta di delucidazione che fornisce ad un contribuente sul sito della posta di Fisco..
Continua a leggere su Edilportale.com