1 aprile 2020 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for aprile, 2020

30
Apr

Il 5 e 7 giugno 2020 in MODI avvio attività formativa rivolata agli “RLS” che devono seguite il corso di aggiornamento annuale della durata di 4 e 8 ore.

 
Nelle aziende o unità produttive che occupano fino a 15 lavoratori il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza è di norma eletto direttamente dai lavoratori al loro interno oppure è individuato per più aziende nell'ambito territoriale o del comparto produttivo secondo quanto previsto dall'articolo 48 del D.lgs. 81/08.
Una volta eletto o designato, il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza deve frequentare un corso della durata minima di 32 ore secondo quanto disposto dall’art. 37 del d.lgs. 81/2008, e il suo nominativo deve essere comunicato all’INAIL.
L’RLST è il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Territoriale.
L'elezione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza aziendali, territoriali o di comparto, salvo diverse determinazioni in sede di contrattazione collettiva, avviene di norma in corrispondenza della giornata nazionale per la salute e sicurezza sul lavoro, individuata, nell'ambito della settimana europea per la salute e sicurezza sul lavoro, con decreto del Ministro del lavoro e della previdenza sociale di concerto con il Ministro della salute, sentite le confederazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale.
Le date dei corsi di seguito elencati sono stati organizzati presso la sede di MODI SRL a Mestre.
L'indirizzo dell'aula è Via Volturno 4/e (fermata tram/bus Volturno e parcheggi gratis nelle vicinanze).
Aggiornamento RLS (Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza) durata 8 ore € 149,00 +IVA
 
venerdì 5, lunedì 8 giugno 2020 orario 14.00/18.00
Aggiornamento RLS (Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza) durata 4 ore € 79,00+ IVA
 
venerdì 5 giugno 2020 orario 14.00/18.00
l’obbligo di aggiornamento annuale RLS scatta per tutte quelle aziende che contano più di 15 (quindici) lavoratori ed in particolare è così suddiviso:
• aziende sotto i quindici lavoratori: nessun obbligo di aggiornamento esplicito.
• aziende tra i 15 ed i 50 lavoratori: obbligo di aggiornamento annuale per almeno 4 ore di formazione;
• aziende con oltre 50 lavoratori: obbligo di aggiornamento annuale per almeno 8 ore di formazione.
Alla fine del corso viene rilasciato attestato nominale di partecipazione ed idoneità.
Per visualizzare le recensioni, opinioni, commenti, impressioni sui nostri corsi e servizi cliccare alla pagina DICONO DI NOI.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
 
 
30
Apr

MODELLI 231: ADEGUAMENTO ALLA RIFORMA DEI REATI TRIBUTARI

Il Decreto Fiscale approvato il 24 dicembre 2019 ha introdotto tra i reati ex D. Lgs. 231 gli illeciti tributari di cui al D.Lgs. 74/2000, dando luogo all’art. 25 quinquiesdecies che indica per quali reati possa determinarsi la responsabilità amministrativa. Per adeguare i propri Modelli le Società devono:
  1.  effettuare l’attività di Risk Assessment finalizzata a valutare le aree di rischio di commissione dei nuovi reati;
  2. analizzare e sviluppare le procedure necessarie per attuare il sistema di controllo interno;
  3. aggiornare il Modello 231 e la documentazione correlata (Codice Etico, Flussi Organismo di Vigilanza).
Stante quanto sopra, i Modelli 231 che non tengono conto della riforma sono, di conseguenza, da considerarsi non idonei a prevenire tali reati.  Con la presente MODI® si offre per fornirVi l’assistenza necessaria. Per maggiori informazioni a Vs. disposizione il Servizio Clienti al numero verde 80030033. Su questo argomento MODI® metterà a Vostra disposizione consulenti esperti della materia che potranno individuare e proporre il percorso più idoneo per adeguare il Vostro Modello 231 e aiutare la Vostra Organizzazione a mettere in atto le soluzioni più appropriate. Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
30
Apr

Fase 2, Conte: l’edilizia ripartirà con ‘sconti pari al costo pressoché totale dei lavori’

30/04/2020 - “Sconti pari al costo pressoché totale dei lavori effettuati”. Dovrebbero essere le nuove forme di incentivi per i lavori di efficientamento energetico e messa in sicurezza antisismica che rimetteranno in moto l’edilizia dopo il lockdown. Le misure, annunciate dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in un intervento alla Camera, potrebbero essere messe in campo a breve.   Riqualificazione energetica e antisismica, nuovi incentivi in arrivo “Contiamo anche di recuperare all’interno dei prossimi provvedimenti utili – ha affermato Conte - un intervento di complessivo potenziamento delle detrazioni fiscali a beneficio del settore dell’edilizia e della sostenibilità”.   “Stiamo studiando e vogliamo inserirlo già nel prossimo decreto legge, quello sulle misure economiche, l’applicazione di un articolato meccanismo che offra a tutti i cittadini di potere procedere a interventi di..
Continua a leggere su Edilportale.com

30
Apr

L’edilizia nella Fase 2, come prepararsi alla ripartenza?

30/04/2020 – Grande successo con oltre 2000 partecipanti per il Digital Forum Edilizia, il ciclo di 4 webinar organizzati da Edilportale con la collaborazione dell’agenzia di comunicazione Commfabrik, che ha permesso un momento di confronto con importanti attori del settore per ragionare assieme su criticità, opportunità e scenari di uno dei primi comparti che ripartirà dopo il coronavirus.    Il primo Webinar, dal titolo: ‘Distribuzione e produzione. Come ripartire’ svoltosi il 27 aprile 2020, ha cercato di immaginare una possibile ripartenza delle attività grazie a contributi di rappresentati delle aziende del settore.   Ad esempio, sono state lanciate delle idee per immaginare come cambieranno l’industria e il commercio e come si potranno affrontare aspetti fondamentali quali sicurezza e il rispetto delle nuove norme. Alcuni hanno suggerito nuove modalità di accesso ai punti vendita, appuntamenti..
Continua a leggere su Edilportale.com

30
Apr

Frangisole, guida alla scelta

30/04/2020 – Per migliorare l'efficienza energetica degli edifici e anche il raffrescamento in vista della stagione estiva, può essere utile installare delle schermature solari sugli edifici.    Tra le schermature solari ci sono i frangisole, disponibili con lamelle di diverse forme e dimensioni, che, oltre a permettere una modulazione variabile e controllata dei parametri energetici e ottico luminosi in risposta alle sollecitazioni solari, migliorano anche l’estetica.   Frangisole Un esempio è SUNCONTROL di Schüco che offre un sistema frangisole innovativo che consente di combinare in modo ottimale le lamelle di grandi dimensioni mobili e la configurazione architettonica della facciata.   Tra i frangisole con apertura a ginocchio c’è Frangisole a ginocchio di Capoferri Serramenti che protegge dalle radiazioni solari e assicura un’adeguata privacy.   Per soluzioni in vetro c’è LINEA..
Continua a leggere su Edilportale.com

30
Apr

Subappalto, in Italia i giudici ammettono i tetti del 30%-40%

30/04/2020 – Si possono continuare ad applicare limiti al subappalto. A spiegarlo è stato il Tar Lazio con la sentenza 4183/2020. A detta dei giudici, la Stazione Appaltante può limitare il ricorso al subappalto senza che questo implichi una violazione delle norme comunitarie.   Limiti al subappalto, il caso Il caso esaminato dai giudici riguarda una gara per l’affidamento di un servizio di monitoraggio ICT. Un raggruppamento di professionisti era stato escluso perché gran parte della prestazione sarebbe stata effettuata ricorrendo a lavoratori autonomi.   Secondo la Stazione Appaltante, il lavoro autonomo non era compatibile con la funzione di coordinamento organizzativo e poteva riguardare solo attività accessorie o strumentali, ma non l’attività oggetto dell’appalto. L’utilizzo dei lavoratori autonomi era da considerare come subappalto, con conseguente violazione della quota del 30% (oggi 40%) prevista..
Continua a leggere su Edilportale.com

30
Apr

Pergolato in legno, serve il collaudo statico?

30/04/2020 – Un pergolato in legno può avere ripercussioni sulla pubblica incolumità, tanto da rendere necessario il collaudo statico per la sua installazione? Secondo la Corte di Cassazione no. I giudici hanno spiegato i motivi di questo orientamento con la sentenza 12851/2020.   Pergolato in legno, il caso La Cassazione ha messo fine ad un contenzioso sorto dopo la realizzazione di un pergolato in legno. Il Tribunale ordinario sosteneva che, date le sue caratteristiche, non avesse ripercussioni sulla pubblica incolumità e che non fosse quindi necessaria alcuna autorizzazione sismica.   Di parere opposto il Procuratore della Repubblica, secondo il quale il pergolato necessitava del collaudo statico e non poteva rientrare nel novero dell’edilizia libera.   Pergolato in legno, Cassazione: non pregiudica l’incolumità La Cassazione ha respinto le posizioni del Procuratore spiegando che, in base all’articolo 67..
Continua a leggere su Edilportale.com

30
Apr

APPSalute


L’ «App SALUTE» USA L’APPRENDIMENTO AUTOMATICO PER CAPIRE QUALI SONO I PARAMETRI PIÙ IMPORTANTI E LI METTE IN EVIDENZA PER IL MONITORAGGIO AUTOMATICO COVID19

DATI SONO CONSERVATI IN SERVER CLOUD e CONFORME AL REG. UE PRIVACY GDPR 679/2016

IL PAZIENTE MARIO ROSSI SCARICA «App SALUTE» E, TRAMITE UN ALGORITMO DI CODICI PER LA SICUREZZA, ACCEDE ALL’APPLICAZIONE

L’accesso automatico viene effettuato per singolo paziente attraverso un algoritmo capace di generare codici alfa-numerici (PASSWORD) pseudocasuali (random).



30
Apr

APPSalute


L’ «App SALUTE» USA L’APPRENDIMENTO AUTOMATICO PER CAPIRE QUALI SONO I PARAMETRI PIÙ IMPORTANTI E LI METTE IN EVIDENZA PER IL MONITORAGGIO AUTOMATICO COVID19

DATI SONO CONSERVATI IN SERVER CLOUD e CONFORME AL REG. UE PRIVACY GDPR 679/2016

IL PAZIENTE MARIO ROSSI SCARICA «App SALUTE» E, TRAMITE UN ALGORITMO DI CODICI PER LA SICUREZZA, ACCEDE ALL’APPLICAZIONE

L’accesso automatico viene effettuato per singolo paziente attraverso un algoritmo capace di generare codici alfa-numerici (PASSWORD) pseudocasuali (random).



29
Apr

Piano Casa, a rischio i premi di cubatura per demolizioni e ricostruzioni

29/04/2020 – Il Piano Casa della Puglia è stato bacchettato dalla Corte Costituzionale. Con la sentenza 70/2020, sono state giudicate illegittime le norme che regolano la demolizione e ricostruzione degli edifici, perché consentendo la riedificazione in una diversa area di sedime, si sono trovate ad essere in contrasto con le regole imposte dal Decreto “Sblocca Cantieri”.   Una questione che - sostiene il consigliere regionale Enzo Colonna - merita un chiarimento univoco perché rischia di interessare tutte le Regioni, soprattutto in un periodo in cui, dopo il lockdown, i lavori dovrebbero ripartire in modo spedito.   Piano Casa Puglia, le norme sulla ricostruzione degli edifici La Corte Costituzionale è stata chiamata ad esprimersi sulla legittimità dell’articolo 2 della LR 59/2018 che, oltre a prorogare il Piano Casa per tutto il 2019, ha dato un’interpretazione del comma 1 dell’articolo 4 del Piano..
Continua a leggere su Edilportale.com