1 19 Maggio 2020 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for maggio 19th, 2020

19
Mag

Quali norme in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro bisogna applicare per essere in linea con la propria attività per evitare nuovi contagi da Covid-19?

 
Tutte le attività devono applicare le norme di Sicurezza per evitare nuovi contagi da Coronavirus e per garantire la Sicurezza di lavoratori, clienti e visitatori. E' quindi necessario applicare il Protocollo Anticontagio e: - informare e formare i Lavoratori, l'RLS rappresentante dei lavoratori, i Dirigenti, i Preposti, gli addetti alle squadre di emergenza sul Rischio Coronavirus e i giuti comportamenti e pratiche di sicurezza; - mettere a disposizione dei lavoratori e dei visitatori, dei DPI - Dispositivi di Protezione Individuale, quali mascherine, guanti, termometro e gel igienizzante; - aggiornare il DVR - Documento di Valutazione dei Rischi, prevedendo una apposita integrazione per il Rischio Biologico da Coronavirus. L'aggiornamento del DVR per il Covid-19 è obbligatorio per realta' sanitarie, case riposo, centri per disabili e lo diventerà probabilmente per gli asili e altre realtà. MODI S.r.l. segue i Clienti offrendo la consulenza necessaria per poter lavorare in ottemperanza alle più recenti disposizioni di Legge. Per informazioni contattare servizio Clienti numero verde 800300333.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
19
Mag

L’infortunio sul lavoro da Covid-19 non implica l’automatica responsabilità del Datore di Lavoro.

Per mezzo di comunicato del 15 maggio scorso, l’INAIL ha sottolineato che il Datore di Lavoro non è responsabile penalmente e civilmente delle infezioni di origine professionale derivanti dal contagio da Covid 19, a meno che non siano provati il dolo o la colpa. L’INAIL, intervenendo sulla questione inerente alla responsabilità per l’infortunio, ha evidenziato l’assenza di qualsiasi automatismo tra la contrazione della malattia e una violazione di norme cautelari a tutela della salute e sicurezza sul lavoro che potrebbero chiamare in causa il Datore di Lavoro. Tale automatismo viene meno in quanto, come illustra l’INAIL , “la molteplicità delle modalità del contagio e la mutevolezza delle prescrizioni da adottare sui luoghi di lavoro, oggetto di continuo aggiornamento da parte delle autorità in relazione all’andamento epidemiologico, rendono peraltro estremamente difficile la configurabilità della responsabilità civile e penale dei datori di lavoro”. Perciò l’indennizzo riconosciuto dall’Istituto non è rilevante per sostenere l’accusa in sede penale, e di conseguenza nemmeno assume importanza nel giudizio di accertamento della responsabilità amministrativa dell’ente ai sensi del D.Lgs. 231/2001 o in ambito civile. Per consulenze sui modelli organizzativi 231, sicurezza nei luoghi di lavoro, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
19
Mag

RIPARTI IN SICUREZZA, Le PROCEDURE, Linee di indirizzo


News sicurezza ambiente qualità E-learning HSE, Banca dati Newsletter 15 del 19 Maggio 2020, RIPARTI IN SICUREZZA, Le PROCEDURE, Linee di indirizzo In caso di difficoltà nel recupero credenziali, non esiti a inviare una mail a mail@portaleconsulenti.it. Ricordiamo che l'accesso al Portale è Gratuito per l'utilizzo dell'intera Banca Dati.

CONTAMINATI DA AMIANTOINAIL 2020 SITI CONTAMINATI DA AMIANTO
MISURE DI SICUREZZA DA ADOTTARE A TUTELA DEI LAVORATORI E DEGLI AMBIENTI DI VITA
E-learning_14.pngAprile 2020 andamento infortuni
DAti INAIL
CONTAMINATI DA AMIANTORIPARTI IN SICUREZZA
LINEE DI INDIRIZZO PER LA RIAPERTURA DELLE ATTIVITÀ ECONOMICHE, PRODUTTIVE E RICREATIVE REGIONE PIEM ...
CONTAMINATI DA AMIANTOCovid-19 in vigore dal 18 maggio le misure per il contenimento
Infografica
CONTAMINATI DA AMIANTONuovi valori indicativi di esposizione professionale per gli agenti chimici
Decreto interministeriale del 2 maggio 2020 del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali
CONTAMINATI DA AMIANTOLe PROCEDURE INDICATIVE PER PARRUCCHIERI, BARBIERI ED ESTETISTE NELLA FASE 2
ORDINE TSRM E PSTRP DI CATANIA
CONTAMINATI DA AMIANTOLinee di indirizzo per la riapertura delle Attività Economiche, Produttive e Ricreative
Riapertura fase 2 conferenza delle regioni
CONTAMINATI DA AMIANTOL’infortunio sul lavoro per Covid-19 non è collegato alla responsabilità penale e civile del datore di lavoro
Il datore di lavoro
CONTAMINATI DA AMIANTOprotocolli condivisi parrucchieri, spiaggia, ristorazione, Fac-simile Protocollo aziendale
Newsletter 14 del 15 Maggio 2020
collaborare con il PortaleConsulentiScopri di più
Siamo alla ricerca di writer editor che vogliono collaborare con il PortaleConsulenti
Portale ConsulentiCliccando sul link del gruppo potrai ricevere le notifiche direttamente da Linkedin ed essere aggiornato costantemente sulle novità in ambito HSE sicurezza ambiente qualità E-learning

19
Mag

Superbonus 110%, escluse le seconde case unifamiliari

19/05/2020 - L’ecobonus del 110% va esteso alle abitazioni unifamiliari adibite a seconda casa? E il sismabonus? Uno dei motivi del ritardo della pubblicazione del Decreto Rilancio, attesa per ieri sera ma non ancora avvenuta, era proprio l’applicazione o meno alle seconde case della nuova agevolazione.   In queste ore è in corso la ‘limatura’ di alcuni articoli, tra cui quello che istituisce il superbonus del 110% agli interventi di riqualificazione energetica e di miglioramento sismico degli edifici. Ma invece che verso l’inclusione nell’ambito dell’ecobonus, sembra che si stia andando verso l’esclusione anche dal sismabonus.   Ma andiamo con ordine.  La bozza del 13 maggio, entrata in Consiglio dei Ministri, con una formulazione non proprio chiarissima, prevedeva che:   - il superbonus 110% su tutti gli interventi, sia di riqualificazione energetica che di miglioramento..
Continua a leggere su Edilportale.com

19
Mag

Ecobonus 110% per tutte le seconde case?

19/05/2020 - L’ecobonus del 110% va esteso alle abitazioni unifamiliari adibite a seconda casa? Pare essere questo uno dei motivi del ritardo della pubblicazione del Decreto Rilancio, attesa per ieri sera ma non ancora avvenuta.   In queste ore è in corso la ‘limatura’ di alcuni articoli, tra cui quello che istituisce il superbonus del 110% agli interventi di riqualificazione energetica e di miglioramento sismico degli edifici. Il punto controverso sembra essere l’applicabilità della nuova agevolazione alle seconde case unifamiliari.   La bozza entrata in Consiglio dei Ministri, con una formulazione non proprio chiarissima, prevede che:   - il superbonus 110% su tutti gli interventi, sia di riqualificazione energetica che di miglioramento sismico (cappotto termico, caldaie, altri interventi di efficientamento energetico realizzati contestualmente, fotovoltaico, colonnine di ricarica per le auto elettriche, lavori di messa..
Continua a leggere su Edilportale.com

19
Mag

Sicurezza nei cantieri, OICE: ‘rischio blocco attività e contenziosi per il ristoro dei costi’

19/05/2020 - “C’è il rischio di un blocco delle attività, se non si interviene urgentemente, a causa della scarsa disponibilità di DPI con adeguata capacità produttiva nazionale: le scorte create per ripartire saranno a breve esaurite”.   “Altro tema delicato attiene alla definizione di prezziari univoci di riferimento per i DPI: si opera in modo disomogeneo, con prezziari vigenti e con la formazione di nuovi prezzi per le nuove voci emerse con l’emergenza”.   Sono le conclusioni del monitoraggio - condotto da direttori lavori e coordinatori della sicurezza di società associate all’OICE, l’Associazione delle società di ingegneria e architettura, con il Gruppo di lavoro sicurezza Oice Academy - su più di 200 cantieri di opere infrastrutturali, residenziali, ospedali, scuole, ecc., per lo più sospesi e da poco riavviati.   Dallo screening effettuato - precisa il Presidente..
Continua a leggere su Edilportale.com

19
Mag

Interventi strutturali in zone sismiche, ecco come identificare quelli rilevanti

19/05/2020 - Individuare gli interventi strutturali in zona sismica in base alla rilevanza nei riguardi della pubblica incolumità.    Questo lo scopo delle Linee Guida del Ministero delle Infrastrutture (MIT), pubblicate in Gazzetta Ufficiale, che individuano anche le varianti di carattere non sostanziale per le quali non occorre il preavviso per chiunque intenda procedere a costruzioni, riparazioni e sopraelevazioni.   Scarica le Linee Guida del MIT   Interventi strutturali in zona sismica: ecco come individuarli Le linee Guida si sono rese necessarie dopo che il Decreto Sblocca Cantieri (DL32/2019) ha modificato il DPR 380/2001 inserendo l'art. 94-bis che suddivide gli interventi strutturali in zone sismiche in base alla rilevanza nei riguardi della pubblica incolumità e demandava ad un decreto del MIT (quello appena pubblicato) la definizione degli interventi relativi ad ogni categoria.     Le Linee guida definiscono..
Continua a leggere su Edilportale.com