1 22 Maggio 2020 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for maggio 22nd, 2020

22
Mag

Professionisti, credito d’imposta 60% per affitti e adeguamento luoghi di lavoro

22/05/2020 – Per riaprire il proprio studio professionale in sicurezza e nel rispetto delle misure di contenimento contro la diffusione del coronavirus, i professionisti potranno contare su un credito d’imposta pari al 60% per la sanificazione e l’adeguamento degli ambienti di lavoro. Inoltre, potranno contare anche un credito d’imposta del 60% per gli affitti.   A prevederlo il DL Rilancio che prevede per questi crediti anche il meccanismo della cessione del credito.     Professionisti, credito d’imposta per sanificazione Il decreto (art.125) prevede un credito d’imposta del 60% delle spese sostenute nel 2020 per la sanificazione degli ambienti di lavoro e per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale atti a garantire la salute di lavoratori ed utenti.   Il credito d’imposta spetta fino a un massimo di 60.000 euro per ciascun beneficiario. Possono richiederlo i soggetti..
Continua a leggere su Edilportale.com

22
Mag

Professionisti, credito d’imposta 60% per affitti e adeguamento luoghi di lavoro

22/05/2020 – Per riaprire il proprio studio professionale in sicurezza e nel rispetto delle misure di contenimento contro la diffusione del coronavirus, i professionisti potranno contare su un credito d’imposta pari al 60% per la sanificazione e l’adeguamento degli ambienti di lavoro. Inoltre, potranno contare anche un credito d’imposta del 60% per gli affitti.   A prevederlo il DL Rilancio che prevede per questi crediti anche il meccanismo della cessione del credito.     Professionisti, credito d’imposta per sanificazione Il decreto (art.125) prevede un credito d’imposta del 60% delle spese sostenute nel 2020 per la sanificazione degli ambienti di lavoro e per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale atti a garantire la salute di lavoratori ed utenti.   Il credito d’imposta spetta fino a un massimo di 60.000 euro per ciascun beneficiario. Possono richiederlo i soggetti..
Continua a leggere su Edilportale.com

22
Mag

Riapertura cantieri, Conte: ‘shock economico per le infrastrutture’

22/05/2020 – Deroghe nella fase di emergenza, con uno shock economico, soprattutto per le infrastrutture, e procedure snelle, senza trascurare i controlli. È la ricetta del pacchetto di semplificazioni che il Governo si appresta a varare e che impatterà sul Codice Appalti e sul sistema delle autorizzazioni. Le linee guida del nuovo corso sono emerse durante alcuni interventi degli esponenti dell’Esecutivo.   Conte: ‘shock economico per le infrastrutture’ Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nel suo intervento di ieri (21 maggio) alla Camera, ha annunciato che il Governo sta lavorando “a un nuovo decreto legge dedicato alla semplificazione amministrativa, con molti elementi di novità per fornire uno shock economico senza precedenti, soprattutto per il settore della infrastrutture”.  Il decreto conterrà un elenco di opere considerate strategiche, per le quali saranno concessi poteri derogatori rispetto..
Continua a leggere su Edilportale.com

22
Mag

Cappotti, caldaie e fotovoltaico, prodotti e sistemi che ottengono il superbonus 110%

22/05/2020 – Dal prossimo 1° luglio sarà più conveniente realizzare interventi di riqualificazione energetica in condominio o nelle case unifamiliari grazie al superbonus del 110% introdotto dal Decreto Rilancio. SCOPRI TUTTI I DETTAGLI DEL SUPERBONUS 110%   Riqualificazione energetica: le caratteristiche degli interventi  Per ottenere il superbonus 110% è necessario eseguire lavori importanti di riqualificazione energetica degli edifici che coinvolgano l’isolamento termico dell’involucro mediante: - cappotto termico; - caldaie a condensazione;  - impianti a pompa di calore; -  sistemi ibridi; - sistemi di microgenerazione.   Potranno usufruire del superbonus 110%, congiuntamente ad uno dei maxi-interventi di riqualificazione energetica, anche: -  impianti solari fotovoltaici e sistemi di accumulo; - infrastrutture per la ricarica di veicoli..
Continua a leggere su Edilportale.com

22
Mag

Durc, anticipazioni del prezzo, Fondo Salva Opere: le fasi dell’appalto dopo il DL Rilancio

22/05/2020 – Ripartire dopo l’emergenza. In attesa di un intervento incisivo in materia di appalti pubblici, il Decreto Rilancio inizia con qualche agevolazione a sostegno delle imprese.   Proroga della validità del Durc, aumento delle anticipazioni alle imprese e incremento della dotazione del Fondo Salva Opere sono alcune delle misure in vigore, che avranno un impatto sulle varie fasi delle procedure di appalto.   Durc validi fino al 15 giugno 2020 I documenti unici di regolarità contributiva (Durc), in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 15 aprile 2020, saranno validi fino al 15 giugno 2020. Il Durc, lo ricordiamo, condiziona la partecipazione alle gare e la validità dei titoli abilitativi. L’obiettivo della proroga è ridurre le incombenze burocratiche gravanti sulle imprese che, essendosi fermate, potrebbero avere qualche difficoltà a rimettersi in pista.   Esonero dai contributi Anac Fino al 31 dicembre..
Continua a leggere su Edilportale.com

22
Mag

Manutenzione straordinaria delle strade, in arrivo 455 milioni di euro

22/05/2020 - Saranno a breve nella disponibilità di Province e Città Metropolitane delle Regioni a Statuto Ordinario e delle Regioni Sardegna e Sicilia, 455 milioni di euro per programmi straordinari di manutenzione della rete viaria, da utilizzare dal 2019 al 2033.   Ieri la Conferenza Stato - città ed autonomie locali ha approvato il decreto che assegna le risorse e definisce la tempistica: entro giugno sarà erogato il 50% in acconto, a valere sul Fondo Investimenti 2019, nel bilancio del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT).   “Una iniezione di liquidità - si legge in una nota del MIT - che servirà a sostenere le casse degli enti locali per un settore importante che riguarda la sicurezza dei cittadini e, più in generale, del territorio, frutto di una raggiunta intesa con l’Associazione Nazionale Comuni Italiani e con l’Unione delle Province d’Italia”. Manutenzione straordinaria, priorità..
Continua a leggere su Edilportale.com