1 23 Giugno 2020 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for giugno 23rd, 2020

23
Giu

Formazione 4.0, Sicurezza Lavoro, Circolare Sicilia, Lavoro Agile


News sicurezza ambiente qualità E-learning HSE, Banca dati Newsletter 20 del 23 Giugno 2020, Formazione 4.0, Sicurezza Lavoro, Circolare Sicilia, Lavoro Agile. In caso di difficoltà nel recupero credenziali, non esiti a inviare una mail a mail@portaleconsulenti.it. Ricordiamo che l'accesso al Portale è Gratuito per l'utilizzo dell'intera Banca Dati.
Credito d'imposta formazione 4.0, ricerca, sviluppo, innovazione e designIl Piano Transizione 4.0
Credito d'imposta formazione 4.0, ricerca, sviluppo, innovazione e design. 
Il Piano Transizione 4.0 è la nuova politica industriale del Paese, più inclusiva e attenta alla sostenibilità. In particolare, il Piano prevede una maggiore attenzione all'innovazione, agli investimenti green e per le attività di design e ideazione estetica.
SICUREZZA, LAVORO, INNOVAZIONE E APPRENDIMENTOSICUREZZA, LAVORO, INNOVAZIONE E APPRENDIMENTO
Le nuove tecnologie sono al centro di Industria. Le nuove tecnologie sono al centro di Industria 4.0 e alimentano un dibattito mondiale in merito all’impatto socio-economico che il cambiamento, da esse generato, determinerà nelle logiche di produzione e occupazionali. In particolare è in atto un ripensamento di alcuni aspetti della sicurezza sul lavoro, nel circoscrivere i rischi emergenti degli ambienti di lavoro e di vita, sempre più integrati nella virtualità. 
LAB PER L’INFORMAZIONE E LA SICUREZZAFLASH SAFETY LAB
UN FAB LAB PER L’INFORMAZIONE E LA SICUREZZA. L’evoluzione social di Internet e la distribuzione di massa dei devices di connessione hanno impattato fortemente i sistemi di apprendimento: make, do it by yourselfes, share, sono le parole chiave della cultura condivisa per la quale il discente apprende, crea e insegna, è responsabile dei suoi contenuti e infl uenza chi decide di seguirlo. 
VADEMECUM DELLE MACCHINE SCENOTECNICHEVADEMECUM DELLE MACCHINE SCENOTECNICHE
INAIL 2020. Realizzato da INAIL Consulenza Tecnica Accertamento Rischi e Prevenzione (Contarp) Consulenza Tecnica per l’edilizia (Cte) Dipartimento Innovazioni Tecnologiche e Sicurezza degli Impianti, Prodotti e Insediamenti Antropici (Dit) Direzione Centrale Prevenzione ASSOMUSICA Associazione italiana Organizzatori e Produttori Spettacoli di Musica dal Vivo
Carrelli semoventi a braccio telescopicoCarrelli semoventi a braccio telescopico
Istruzioni per la prima verifica periodica ai sensi del d.m. 11 aprile 2011. L’articolo 71, comma 11, del d.lgs. 81/08 e s.m.i. prescrive che le attrezzature di lavoro elencate nell’allegato VII al medesimo decreto siano sottoposte a verifiche periodiche volte a valutarne lo stato di conservazione e di efficienza ai fini della sicurezza. L’Inail è preposto alla gestione, diretta o avvalendosi di soggetti pubblici o privati abilitati, della prima di tali verifiche, attraverso le unità operative territoriali che operano sull’intero territorio nazionale. 
Informazioni e dati per una gestione sicuraPOLIBROMODIFENILETERI (PBDE). MICROINQUINANTI ORGANICI
Informazioni e dati per una gestione sicura. Pubblicazione realizzata da Inail Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamenti antropici
Regione Siciliana Circolare n. 04 del 10/06/2020 Prot./ DASOE/ N.21616Circolare n. 04 del 10/06/2020
Regione Siciliana Circolare n. 04 del 10/06/2020 Prot./ DASOE/ N.21616. PROCEDURE DI COMUNICAZIONE AVVIO CORSI DI FORMAZIONE PER LAVORATORI
APPLICAZIONE DI UN MODELLO “IBRIDO” TRA LAVORO AGILE E TELELAVOROLAVORO AGILE IN SITUAZIONI EMERGENZIALI
APPLICAZIONE DI UN MODELLO “IBRIDO” TRA LAVORO AGILE E TELELAVORO. Il lavoro a distanza è stato uno degli strumenti individuati dal governo come ausilio indispensabile nella realizzazione delle misure di contenimento, nel contesto della pandemia generata dall’emergenza COVID-19. 
Linee guida, scheda odontoiatria, DPCM, Coronavirus - fase 3Linee guida, scheda odontoiatria, DPCM, Coronavirus - fase 3
E-learning HSE, Banca dati Newsletter 19 del 16 Giugno 2020
collaborare con il PortaleConsulentiScopri di più
Siamo alla ricerca di writer editor che vogliono collaborare con il PortaleConsulenti
Portale ConsulentiCliccando sul link del gruppo potrai ricevere le notifiche direttamente da Linkedin ed essere aggiornato costantemente sulle novità in ambito HSE sicurezza ambiente qualità E-learning

23
Giu

Il Piano Transizione 4.0


Credito d'imposta formazione 4.0, ricerca, sviluppo, innovazione e design

Il Piano Transizione 4.0

credito impostaIl Piano Transizione 4.0 è la nuova politica industriale del Paese, più inclusiva e attenta alla sostenibilità.
In particolare, il Piano prevede una maggiore attenzione all'innovazione, agli investimenti green e per le attività di design e ideazione estetica.

Le principali azioni
  • Credito d’imposta per investimenti in beni strumentali
  • Supportare e incentivare le imprese che investono in beni strumentali nuovi, materiali e immateriali, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi destinati a strutture produttive ubicate nel territorio dello Stato. 
  • Credito d’imposta ricerca, sviluppo, innovazione e design
  • Stimolare la spesa privata in Ricerca, Sviluppo e Innovazione tecnologica per sostenere la competitività delle imprese e favorire i processi di transizione digitale e nell’ambito dell’economia circolare e della sostenibilità ambientale. 
  • Credito d'imposta formazione 4.0
  • Stimolare gli investimenti delle imprese nella formazione del personale sulle materie aventi ad oggetto le tecnologie rilevanti per la trasformazione tecnologica e digitale delle imprese.

E' stato registrato dalla Corte dei Conti ed è in corso di pubblicazione in Gazzetta ufficiale il decreto attuativo del Piano Transizione 4.0 firmato dal Ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli.

Il decreto disciplina le numerose novità introdotte nella legge di bilancio 2020 per incentivare e supportare la competitività delle nostre imprese e valorizzare il Made in Italy. L'obiettivo del Piano Transizione 4.0 è quello di avviare una nuova politica industriale del Paese che sia in grado di sostenere una veloce ripresa dell’economia dopo l’emergenza Covid.

Con il Piano saranno, infatti, mobilitati 7 miliardi di euro di risorse per le imprese che maggiormente punteranno sull’innovazione, gli investimenti green, in ricerca e sviluppo, in attività di design e innovazione estetica, sulla formazione 4.0. Si tratta di ambiti nei quali sarà sempre più fondamentale investire nei prossimi anni per favorire il processo di transizione digitale del nostro sistema produttivo, anche nell’ambito dell’economia circolare e della sostenibilità ambientale, e accrescere le competenze tecnologiche dei lavoratori.

Il decreto, oltre a consentire alle imprese di condurre gli investimenti in corso e di programmare quelli successivi con maggiori certezze sul piano operativo e interpretativo, definisce le modalità attuative del nuovo credito d’imposta per il periodo successivo al 31 dicembre 2019. 
Si definiscono in particolare i criteri tecnici per la classificazione delle attività di ricerca e sviluppo, di innovazione tecnologica e di design e innovazione estetica ammissibili al credito d’imposta, nonché l’individuazione, nell’ambito delle attività di innovazione tecnologica, degli obiettivi di innovazione digitale 4.0 e di transizione ecologica rilevanti per la maggiorazione dell’aliquota del credito d’imposta. 
Sono inoltre individuati i criteri per la determinazione e l’imputazione temporale delle spese ammissibili e in materia di oneri documentali.

23
Giu

Ecobonus, come cambierà con le nuove regole sulla prestazione energetica

23/06/2020 – Gli incentivi per l’efficientamento energetico degli edifici devono essere commisurati al risparmio energetico ottenuto. Ma non solo, perché nel caso in cui si sostituiscano finestre e infissi, si potrà ottenere l’ecobonus solo se gli installatori saranno dotati di una opportuna qualifica.   Le novità, introdotte dal D.lgs. 48/2020, che ha recepito nell’ordinamento italiano la Direttiva 2018/844/UE sull’efficienza energetica in edilizia, modificando il D.lgs. 192/2005 sul rendimento energetico in edilizia, sono destinate ad avere un impatto sul sistema dei bonus per la riqualificazione degli edifici.   Ecobonus graduato sul risparmio energetico Il decreto prevede che gli incentivi volti a migliorare l’efficienza energetica degli edifici, in occasione della loro ristrutturazione, siano commisurati ai risparmi energetici perseguiti o conseguiti.   Il monitoraggio dei risultati deve essere..
Continua a leggere su Edilportale.com

23
Giu

Prestazione energetica edifici, come cambia l’ecobonus

23/06/2020 – Gli incentivi per l’efficientamento energetico degli edifici devono essere commisurati al risparmio energetico ottenuto. Ma non solo, perché nel caso in cui si sostituiscano finestre e infissi, si potrà ottenere l’ecobonus solo se gli installatori saranno dotati di una opportuna qualifica.   Le novità, introdotte dal D.lgs. 48/2020, che ha recepito nell’ordinamento italiano la Direttiva 2018/844/UE sull’efficienza energetica in edilizia, modificando il D.lgs. 192/2005 sul rendimento energetico in edilizia, sono destinate ad avere un impatto sul sistema dei bonus per la riqualificazione degli edifici.   Ecobonus graduato sul risparmio energetico Il decreto prevede che gli incentivi volti a migliorare l’efficienza energetica degli edifici, in occasione della loro ristrutturazione, siano commisurati ai risparmi energetici perseguiti o conseguiti.   Il monitoraggio dei risultati deve essere..
Continua a leggere su Edilportale.com

23
Giu

Caserme ed edifici pubblici, al via la messa in sicurezza sismica

23/06/2020 - 19 interventi di messa in sicurezza sismica per più di 63 milioni di euro saranno presto avviati grazie all’accordo firmato qualche giorno fa dal Dipartimento Casa Italia della Presidenza del Consiglio e dalla Direzione generale edilizia statale e interventi speciali del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.   L’accordo è aggiuntivo rispetto a quello sottoscritto nel 2018 che permetteva la ristrutturazione e la completa messa in sicurezza sismica di 6 edifici demaniali di grande rilevanza pubblica e strategica. A questi oggi si aggiungono altre 20 infrastrutture tutte poste in aree a forte rischio sismico.   Gli interventi riguardano edifici pubblici individuati dal Ministero delle infrastrutture e situati in diverse regioni: Lombardia, Liguria, Friuli Venezia Giulia, Marche, Lazio, Campania, Calabria e Sicilia.   Caserme ed edifici pubblici, al via la messa in sicurezza sismica Tra i 19 interventi spicca la ristrutturazione..
Continua a leggere su Edilportale.com

23
Giu

Piste ciclabili, torna il bando ‘Comuni in pista’

23/06/2020 – Enti locali e Regioni possono costruire e riqualificare le piste ciclabili attraverso il totale abbattimento del tasso d’interesse di 20 milioni di euro di mutui.   È attivo, infatti, il bando dell’Istituito per il Credito Sportivo “Comuni in pista 2020”.   Piste ciclabili: cosa prevede il bando 2020 Il bando, che si rivolge a Comuni, Unioni di Comuni, Città Metropolitane, Province e Regioni, mette a disposizione un primo plafond di 20 milioni di euro di mutui a tasso fisso totalmente abbattuto.   Il plafond sarà successivamente incrementato in relazione ai contributi, già stanziati per un importo di 4.053.553,25 euro, destinati al totale abbattimento degli interessi dei mutui.   I mutui possono essere della durata di 15 o 20 anni, da stipulare obbligatoriamente entro il 31 dicembre 2020. I beneficiari potranno distribuire le agevolazioni ottenute anche su mutui di durata fino a 25..
Continua a leggere su Edilportale.com

23
Giu

Efficientamento energetico impianti sportivi, debutta ‘Sport Verde Comune’

23/06/2020 – Debutta da quest’anno una nuova iniziativa dell’Istituto per il Credito Sportivo (ICS) per l’efficientamento energetico degli impianti sportivi pubblici.   L’iniziativa ‘Sport Verde Comune’ consente a Enti Locali e Regioni di richiedere finanziamenti a tasso fisso per investimenti nell'efficienza energetica di impianti sportivi già esistenti.   Efficientamento energetico impianti sportivi: le risorse a disposizione L’ICS mette a disposizione fino a 15 milioni di euro per il totale abbattimento degli interessi e il totale azzeramento delle spese di istruttoria. Ad ogni progetto è offerto un mutuo a tasso fisso fino all'importo di 500.000 euro con durata massima dell'ammortamento a 20 anni. La domanda va inoltrata all’indirizzo mail: istruttoriapubblici@legalmail.it e non sono previste scadenze temporali.     Impianti sportivi, le spese di efficientamento ammissibili..
Continua a leggere su Edilportale.com

23
Giu

re: How to remove a site from top 10 for important keywords

Negative SEO with Satisfaction Guaranteed
http://www.blackhat.to