1 25 Giugno 2020 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for giugno 25th, 2020

25
Giu

Finiture ignifughe, guida alla scelta

25/06/2020 – La protezione dal fuoco è il risultato di una serie di misure, da valutare in fase progettuale, tra cui la scelta de materiali e le finiture da utilizzare. I tempi di resistenza alle fiamme vengono indicati in minuti, solitamente da 60 a 120 e sono preceduti dalla sigla REI, in cui la R sta per stabilità, la E per tenuta e la I per isolamento.   Dopo aver progettato utilizzando i materiali più appropriati, è necessario utilizzare delle pitture ignifughe per ritardare il più possibile la propagazione del fuoco e aumentare la REI complessiva delle strutture.   Ad esempio, le vernici intumescenti proteggono dal fuoco in quanto, se esposte a temperature superiori a 200°C, producono uno spesso e compatto strato di schiuma che protegge dal calore la struttura sottostante. Mentre le vernici ignifughe sono in grado di dilatare i tempi di resistenza al fuoco dei supporti stessi.   Pitture ignifughe Per la protezione..
Continua a leggere su Edilportale.com

25
Giu

Ecobonus, Enea modifica la definizione di impianto termico

25/06/2020 - Cosa si intende per impianto termico? Qual è la definizione ufficiale dopo la pubblicazione del Dlgs 48/2020 che ha recepito la Direttiva 2018/844 sulla prestazione energetica nell’edilizia?   A questa domanda risponde l’Enea spiegando che, per gli interventi realizzati a partire dall’11 giugno 2020 si applica la definizione di “impianto termico” riportata all’art. 3, comma 1, lett. c) del DLgs 48 del 10 giugno 2020:   “impianto termico” - impianto tecnologico fisso destinato ai servizi di climatizzazione invernale o estiva degli ambienti, con o senza produzione di acqua calda sanitaria, o destinato alla sola produzione di acqua calda sanitaria, indipendentemente dal vettore energetico utilizzato, comprendente eventuali sistemi di produzione, distribuzione, accumulo e utilizzazione del calore nonché gli organi di regolazione e controllo, eventualmente combinato con impianti di ventilazione. Non..
Continua a leggere su Edilportale.com

25
Giu

Scuole, da settembre spazi riprogettati e ‘aule’ all’aperto

25/06/2020 – Riorganizzare gli spazi esterni e interni delle scuole per evitare raggruppamenti o assembramenti, anche grazie a interventi di ‘edilizia leggera’, e realizzare spazi supplementari in aree all'aperto interne alla pertinenza scolastica.   Questi alcune indicazioni contenute nel Piano Scuola 2020-2021, che contiene le Linee guida per la riapertura delle scuole a settembre, redatte dal Ministero dell’Istruzione assieme a Regioni ed Enti Locali (Conferenza Unificata).   Riapertura scuole: la riorganizzazione degli spazi Il documento evidenzia che in ogni scuola potrà avvalersi della flessibilità derivante dall’autonomia scolastica per decidere come riconfigurare gli spazi, sia interni che esterni.     Le singole istituzioni scolastiche potranno riorganizzare, migliorare e valorizzare eventuali spazi già presenti a scuola attraverso interventi di manutenzione ordinaria.   Potranno anche realizzare..
Continua a leggere su Edilportale.com

25
Giu

Bonus facciate, spetta per interventi iniziati nel 2019?

25/06/2020 – Il Bonus facciate spetta per interventi iniziati nel 2019?   A chiarire la finestra temporale dell’agevolazione l’Agenzia delle Entrate nella Risposta 191/2020 in cui spiega anche dettagli relativi alla compilazione del bonifico.   Bonus facciate per interventi iniziati nel 2019: le condizioni Le Entrate chiariscono che la detrazione spetta per le spese sostenute nel 2020 anche se riguardanti interventi iniziati nel 2019.    Infatti, la locuzione contenuta nella norma “spese documentate, sostenute nell’anno 2020”, non implica riferimenti restrittivi alla data di inizio dei lavori.   Pertanto, ai fini dell'imputazione delle spese agevolabili occorre fare riferimento, per le persone fisiche, (compresi gli esercenti arti e professioni) e per gli enti non commerciali, al criterio di cassa e cioè alla data del pagamento del corrispettivo a prescindere dalla data di inizio lavori.   L’Agenzia..
Continua a leggere su Edilportale.com