1 luglio 2020 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for luglio, 2020

31
Lug

Superbonus 110%, pronto il Decreto Asseverazioni

31/07/2020 - Quali documenti bisogna trasmettere all’Enea per asseverare gli interventi di riqualificazione energetica agevolati con il Superbonus 110%? Che tempistiche bisogna seguire?   La bozza del DM Asseverazioni, messa a punto dal Ministero dello Sviluppo Economico, inizia a fornire le prime risposte ai contribuenti interessati alla realizzazione degli interventi di efficientamento energetico secondo le nuove regole, più convenienti, introdotte dal Decreto Rilancio (Legge 77/2020).  
Continua a leggere su Edilportale.com

31
Lug

Superbonus 110% per l’antisismica, agevolati anche gli ‘interventi locali’

31/07/2020 – Il superbonus 110% si applica anche ad interventi locali che non implicano un salto di classe sismica ma che migliorano la rigidezza o il comportamento statico dell’edificio. Questi lavori possono essere realizzati con costi e tempi compatibili con i limiti di spesa della nuova agevolazione.   Questi alcuni aspetti chiariti nel corso del terzo webinar Edilportale sul Superbonus 110%, organizzato con la collaborazione di Knauf Italia e Samsung Climate Solutions, brand di Samsung, che ha permesso di comprendere meglio quali interventi antisismici accedono alla detrazione, la reale fattibilità economica dei lavori e gli adempimenti tecnici dei professionisti.      Rivedi il video dell’evento    Superbonus 110% per interventi antisismici locali e globali Mentre per l’efficientamento energetico la norma indica chiaramente quali siano gli interventi trainanti, cioè cappotto termico e sostituzione..
Continua a leggere su Edilportale.com

31
Lug

Edificio da demolire, l’area si considera ‘edificabile’ ai fini fiscali?

31/07/2020 – Un’area su cui insiste un fabbricato da demolire e ricostruire viene considerata fiscalmente edificabile?   Alla domanda ha risposto l’Agenzia delle Entrate nella Circolare 23/2020 in cui spiega anche cosa accade nel caso di cessione.   Area con edificio da demolire: come considerarla in caso di cessione L’Agenzia ha chiarito che se su un’area insiste un qualsivoglia fabbricato, la stessa area deve dirsi già edificata e non può essere considerata area “suscettibile di utilizzazione edificatoria”.   In caso di cessione dell’edificio, la relativa plusvalenza non rientra fra i redditi diversi, considerato che la potenzialità edificatoria si è già consumata.   Inoltre, la circolare specifica che se oggetto del trasferimento a titolo oneroso è un edificio, tale trasferimento non può mai essere riqualificato come cessione di area edificabile, nemmeno..
Continua a leggere su Edilportale.com

31
Lug

Spostare la cucina, si può fare?

31/07/2020 - La cucina da sempre rappresenta il focolare della casa; l’ultima tendenza del mondo dell’interior design la considera non più soltanto uno spazio per la preparazione del cibo, ma un ambiente che accoglie e si adatta a diverse funzioni. All’interno dello spazio domestico le cucine stanno occupando una superficie sempre più interessante, spesso in continuum con la zona living per creare un ampio open space. Il risultato è uno spazio dove poter passare del tempo assieme, conversare, pranzare e a volte anche studiare e lavorare. Funzionalità permesse dall’arredo cucina sempre più capace di incontrare e rispondere alla maggior parte delle esigenze stilistiche e funzionali. Ma nella cucina oltre all’arredo ci sono gli impianti tecnologici e proprio questi possono creare dei veri e propri paletti che ostacolano la creatività e i “sogni” di chi si appresta a ristrutturare casa. Affinché..
Continua a leggere su Edilportale.com

31
Lug

Climatizzatori, da Aicarr il protocollo per limitare la diffusione del Covid-19

31/07/2020 – Gestione e manutenzione degli impianti di climatizzazione e ventilazione per ridurre il rischio da diffusione del Covid-19. È l’obiettivo del protocollo redatto dall’Associazione italiana condizionamento dell’aria, riscaldamento e refrigerazione (Aicarr).   Il protocollo, rivolto agli operatori del settore, suddivide le tipologie impiantistiche presenti negli edifici e le loro specificità in base alla destinazione d’uso e offre indicazioni sulle strategie di pulizia e disinfezione degli impianti, aggiuntive rispetto alle operazioni di manutenzione e gestione ordinaria.   Il documento, precisa Aicarr, si basa sulle evidenze scientifiche sul Coronavirus ed è quindi aperto ad eventuali aggiornamenti che dovessero risultare necessari.   L’importanza della ventilazione naturale Stando alle evidenze scientifiche, Aicarr sottolinea che la ventilazione naturale è considerata una buona pratica per..
Continua a leggere su Edilportale.com

31
Lug

Ciclovie, nelle Marche un bando per progettarne 4

31/07/2020 – Gara da 730.930,35 euro per la progettazione e il coordinamento della sicurezza in fase di progettazione di 4 interventi che rientrano nell’ambito della rete ciclabile regionale delle Marche.   È stata, infatti, pubblicata la gara europea per l’affidamento della progettazione della Ciclovia del Fiume Foglia, della Ciclovia del Fiume Esino, del ponte ciclopedonale sul Fiume Cesano e del Ponte ciclopedonale sul fiume Chienti.   Mobilità ciclabile: la gara per progettazione Oltre alla progettazione e al coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, il bando prevede con riserva l’affidamento delle prestazioni di direzione lavori, coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione e/o studio di impatto ambientale della rete ciclabile.   Il termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione è il 14 settembre 2020.     Progettazione ciclovie, gli interventi in..
Continua a leggere su Edilportale.com

30
Lug

fw: put ranks down for any website

negative seo that works
http://www.liftmyrank.co/negative-seo-services/index.html
30
Lug

Cappotto termico, come valutare il rispetto delle distanze

30/07/2020 – La realizzazione del cappotto termico potrebbe scontrarsi con le norme sulle distanze tra edifici. La Cassazione, con la sentenza 15698/2020, ha spiegato come valutare se l’intervento provoca un danno ai vicini. Una pronuncia molto attuale, soprattutto per i contribuenti interessati ad avviare i lavori agevolati con il Superbonus 110%.   Cappotto termico, il caso La Cassazione ha esaminato il contenzioso sorto tra i proprietari di un terrazzo e il condominio adiacente, su cui si stavano svolgendo i lavori per la realizzazione del cappotto termico sull’involucro dell’edificio.   Secondo i proprietari del terrazzo, l’opera, che aveva uno spessore di 10 centimetri, aveva causato uno sconfinamento nella loro proprietà.   Il rappresentante del condominio aveva invece sottolineato che il cappotto termico si trovasse ad un metro di altezza dal piano di calpestio del terrazzo, che rimaneva quindi libero. Sulla facciata del..
Continua a leggere su Edilportale.com

30
Lug

Misure anti-Covid 19, i dispositivi per il distanziamento

30/07/2020 - Con l'obiettivo di ostacolare il più possibile il diffondersi di agenti patogeni pericolosi, alcuni locali ad ambienti lavorativi hanno installato apposite strutture che permettono il distanziamento sociale.   Tra queste ci sono le barriere parafiato o altri tipi di distanziatori che consentono di proteggere le persone mentre svolgono le normali attività lavorative.   Oltre a garantire la protezione di clienti e dipendenti, è comunque importante non tralasciare il fattore estetico: locali e uffici dovranno conservare un accattivante impatto visivo per il pubblico. Per questo motivo è possibile scegliere tra diversi modelli di divisori.   Adeguamento luoghi di lavoro: credito d’imposta al 60% Per favorire l’adeguamento degli ambienti di lavoro alla norma sul distanziamento sociale, il Legislatore ha previsto un credito d'imposta del 60% per le spese di adeguamento come: la realizzazione..
Continua a leggere su Edilportale.com

30
Lug

Aiuti Inarcassa, Inarsind chiede al Governo di sbloccarli

30/07/2020 - Sbloccare i fondi Inarcassa a favore dei liberi professionisti, stanziati da tempo, e ancora bloccati dal mancato via libera dei ministeri competenti. È questa la richiesta contenuta nella lettera che Inarsind ha inviato ai Ministri dell’Economia, del Lavoro e delle politiche sociali, della Giustizia e, per conoscenza, anche al Presidente di Inarcassa.   “Siamo consapevoli della complessità del lavoro che state svolgendo e delle tante istanze cui dovete dare riscontro - scrive Inarsind - ma siamo costretti a dover sollecitare la vostra attenzione su un tema che appare, ai tanti liberi professionisti iscritti a Inarcassa, incomprensibile dato che si tratta di esprimere un parere di competenza senza dover allocare risorse”.   Quindi Inarsind, l’associazione sindacale degli ingegneri e architetti liberi professionisti “che rappresenta, nella sua completa indipendenza, gli stessi iscritti ad Inarcassa, è costretta..
Continua a leggere su Edilportale.com