1 ottobre 2020 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for ottobre, 2020

31
Ott

E’ NECESSARIO AGGIORNARE LE VALUTAZIONI DEL RISCHIO FULMINAZIONE GIA’ EFFETTUATE?

Per garantire la correttezza di una valutazione del rischio fulminazione già effettuata, utilizzando il valore di NG elaborato in conformità all’abrogata Guida CEI 81-30, è necessario confrontarlo con quello elaborato in conformità alla norma CEI EN IEC 62858 “Densità di fulminazione. Reti di localizzazione fulmini (LLS) – principi generali” per determinare l’eventuale necessità di procedere ad un aggiornamento della valutazione del rischio fulminazione.

La Norma CEI EN IEC 62858, tratta le misure necessarie per rendere affidabili ed omogenei i valori di NG (numero medio di fulmini a terra all’anno e al chilometro quadrato) ottenuti da una rete di localizzazione dei fulmini – Lightning Location Systems (LLS).

La norma CEI EN IEC 62858, in vigore dal 1 giungo del 2020, definisce come elaborare i dati raccolti da reti di localizzazione dei fulmini per renderli disponibili, sotto forma del dato “NG“, per la redazione della valutazione del rischio fulminazione secondo la norma CEI EN 62305-2. 

I valori di “NG“, vanno a sostituire quelli precedentemente disponibili secondo l’abrogata guida CEI 81-30 (Protezione contro i fulmini – Reti di localizzazione fulmini (LLS) – Linee guida per l’impiego di sistemi LLS per l’individuazione dei valori di Ng).

I nuovi valori del dato “Ng“, elaborati secondo la norma CEI EN IEC 62858, cambiano secondo l’abrogata guida CEI 81-30, nei seguenti punti:

  •  periodo di durata di osservazione dei dati raccolti di almeno 10 anni.
  • anzianità dei dati raccolti più recenti (non devono essere più vecchi di cinque anni).

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.

 


 

31
Ott

E’ NECESSARIO AGGIORNARE LE VALUTAZIONI DEL RISCHIO FULMINAZIONE GIA’ EFFETTUATE?

Per garantire la correttezza di una valutazione del rischio fulminazione già effettuata, utilizzando il valore di NG elaborato in conformità all’abrogata Guida CEI 81-30, è necessario confrontarlo con quello elaborato in conformità alla norma CEI EN IEC 62858 “Densità di fulminazione. Reti di localizzazione fulmini (LLS) – principi generali” per determinare l’eventuale necessità di procedere ad un aggiornamento della valutazione del rischio fulminazione.

La Norma CEI EN IEC 62858, tratta le misure necessarie per rendere affidabili ed omogenei i valori di NG (numero medio di fulmini a terra all’anno e al chilometro quadrato) ottenuti da una rete di localizzazione dei fulmini – Lightning Location Systems (LLS).

La norma CEI EN IEC 62858, in vigore dal 1 giungo del 2020, definisce come elaborare i dati raccolti da reti di localizzazione dei fulmini per renderli disponibili, sotto forma del dato “NG“, per la redazione della valutazione del rischio fulminazione secondo la norma CEI EN 62305-2. 

I valori di “NG“, vanno a sostituire quelli precedentemente disponibili secondo l’abrogata guida CEI 81-30 (Protezione contro i fulmini – Reti di localizzazione fulmini (LLS) – Linee guida per l’impiego di sistemi LLS per l’individuazione dei valori di Ng).

I nuovi valori del dato “Ng“, elaborati secondo la norma CEI EN IEC 62858, cambiano secondo l’abrogata guida CEI 81-30, nei seguenti punti:

  •  periodo di durata di osservazione dei dati raccolti di almeno 10 anni.
  • anzianità dei dati raccolti più recenti (non devono essere più vecchi di cinque anni).

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.

 


 

31
Ott

In dicembre 2020 a Mestre, Marghera, Spinea Venezia e online partono i corsi per i lavoratori a rischio basso, medio e alto. Ottimi prezzi. Sconti per chi registra più partecipanti.


1  La formazione ai lavoratori di un’azienda deve essere intesa come un processo finalizzato al trasferimento di conoscenze e procedure per far crescere le competenze specifiche delle risorse operative.
I    I corsi in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro sono obbligatori per legge.  Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari contattateci. Le date del corso lavoratori per il mese di dicembre 2020 sono: 


FORMAZIONE LAVORATORI GENERALE  con programma di durata pari a 4 ore 
quota di partecipazione € 80,00 + IVA 
modalità videoconferenza
data: 4 dicembre 2020 orario 14.00/18.00


FORMAZIONE LAVORATORI  RISCHIO SPECIFICO BASSO  
quota di partecipazione € 80,00 + IVA  
modalità videoconferenza
14 dicembre 2020 orario 14.00/18.00


FORMAZIONE LAVORATORI' RISCHIO SPECIFICO MEDIO 
quota di iscrizione € 150,00  + IVA 
modalità videoconferenza
14 e 16 dicembre 2020 orario 14.00/18.00


FORMAZIONE LAVORATORI ALTO durata 12 ore 
proposto a € 220,00  + IVA 
modalità videoconferenza
14, 16 e 23 dicembre 2020 orario 14.00/18.00


AGGIORNAMENTO LAVORATORI durata 6 ore –  venduto a  109,90  + IVA 
4 dicembre 2020 orario 14.00/18.00 14 dicembre 2020 orario 14.00/16.00

Previsti sconti per partecipazioni multiple alla stessa edizione del corso. Siamo certificati a norma UNI EN ISO 9001 e convenzionati come CFA da Aifos.

MODI segue la Clientela interessata all'ottenimento dei contributi per la formazione. Realizza i progetti formativi finanziati in linea con le priorità tematiche di Fondimpresa, come quelle riguardanti la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro o gli adempimenti privacy secondo il nuovo Regolamento Europeo 2016/679.

Aiuta le aziende ad individuare le migliori opportunità sulla base delle esigenze, sfruttando al meglio le risorse economiche disponibili e gestendo la pratica dalla fase di richiesta fino alla rendicontazione e all’ottenimento dell’importo finanziato. 

Per visionare i commenti dei nostri clienti a disposizione la pagina dicono di noi.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
30
Ott

I lavoratori che svolgono un’attività professionale all’interno di una specifica sede aziendale sono obbligati a formarsi sulla sicurezza?


I lavoratori che svolgono un’attività professionale all’interno di una specifica sede aziendale sono obbligati a formarsi sulla sicurezza. 

La formazione viene divisa in generale e specifica. In quella generale si parla di argomenti fondamentali ed è comune a tutte le aziende; quella specifica si differenzia a sua volta in base al livello di rischio che caratterizza il settore di competenza secondo la seguente suddivisione:

  •     Corsi per lavoratori a "rischio basso": ambulanti, i ristoratori, gli artigiani, agenti turistici e i commercianti;

  •     Corsi per lavoratori a "rischio medio": agricoltori, allevatori, trasportatori e pubblica amministrazione;

  •     Corsi sicurezza lavoratori "rischio alto":, lavoratori impegnati nel comparto edile, nella chimica e, in generale, nella lavorazione di sostanze pericolose.

  •     Aggiornamento Corsi per lavoratori Rischio Basso, Medio e Alto, per tutte le classi di rischio descritte sopra.
Per la verifica del RISCHIO DI APPARTENENZA contattateci e comunicateci il Vs. codice ATECO!
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.



30
Ott

Edilportale Digital Forum, giro di boa per la prima fiera virtuale dell’edilizia

30/10/2020 - Si chiude oggi la prima delle due settimane di Edilportale Digital Forum, la fiera delle costruzioni online realizzata da Edilportale in collaborazione con LG Electronics. Dal 26 ottobre, i professionisti hanno visitato i Virtual Stand, scoperto i prodotti novità e partecipato a molte delle attività proposte. E molto altro è in programma fino al 6 novembre.   Edilportale Digital Forum, prodotti novità e workshop I visitatori hanno approfittato dell’occasione per mettersi in contatto live con i referenti delle aziende presenti nei Virtual Stand dell'Area Expo, lo spazio online in cui le aziende espongono i prodotti novità e presentano soluzioni personalizzate. In quest’area è possibile trovare: LG Electronics, Knauf, Kone, Rockwool, Velux, Saint-Gobain, Allplan, Caleffi, Spit, Profilpas, Sta Data, Galletti, Mogs, Isolmant, Ferrerolegno, Eclisse, Eterno Ivica,..
Continua a leggere su Edilportale.com

30
Ott

Edilportale Digital Forum, la quinta giornata della fiera virtuale dell’edilizia

30/10/2020 – Al via la quinta giornata di Edilportale Digital Forum, la prima fiera virtuale dell’edilizia che favorisce il dialogo costruttivo tra professionisti e produttori e la richiesta di consulenze e preventivi personalizzati e presenta le soluzioni tecnologiche più innovative.  Nell’Area Expo, lo spazio online in cui le aziende espongono prodotti e soluzioni, i visitatori possono visualizzare e conoscere le tecnologie di: LG Electronics, Knauf, Kone, Rockwool, Velux, Saint-Gobain, Allplan, Caleffi, Spit, Profilpas, Sta Data, Galletti, Mogs, Isolmant, Ferrerolegno, Eclisse, Eterno Ivica, Emilgroup, Sunroom, Concrete, Argo, Vaga, Tytan, DIBI Porte Blindate, Gree, Ecoplast Nord, Newfloor.   Visita l’Area Expo del Digital Forum e chatta con le aziende   Oltre all’Area Expo, le informazioni tecniche saranno al centro di workshop tematici.   Ecco il programma di oggi, 30 ottobre: Ore 10.00 La..
Continua a leggere su Edilportale.com

30
Ott

Rumore impianti, come evitarlo?

30/10/2020 - Ascensori, impianti di riscaldamento e di condizionamento, apparecchiature e servizi sanitari: tutti gli impianti tecnologici, durante il loro funzionamento, possono produrre rumori particolarmente fastidiosi. Nonostante vi sia un riferimento normativo per il raggiungimento del comfort acustico, il DPCM 5/12/1997, molto spesso il fenomeno della rumorosità non è preso in considerazione in fase progettuale e tantomeno in quella esecutiva. Eppure, la rumorosità degli impianti è vissuta come un vero e proprio disagio, soprattutto in un contesto residenziale come quello di un condominio dove gli abitanti hanno abitudini di vita completamente differenti tra di loro. Per questo, nella progettazione degli edifici, di nuova costruzione o da ristrutturare, è importante prospettare soluzioni tecnologiche capaci di realizzare le condizioni per il benessere acustico degli individui. A seconda del tipo di funzionamento dell’impianto..
Continua a leggere su Edilportale.com

30
Ott

Terremoto, la tecnologia ENEA per edifici ‘a danno zero’

30/10/2020 – “Edifici a danno zero”. Il nuovo brevetto dell’ENEA arriva in corrispondenza del quarto anniversario del sisma avvenuto in Umbria il 30 ottobre 2016, la scossa di terremoto più forte mai registrata in Italia dopo quella dell’Irpinia.   Il brevetto, per costruire edifici ex-novo e ricostruire i centri storici in sicurezza, è stato sviluppato in collaborazione con Tekva, azienda toscana che opera nel mercato delle opere civili.   Edifici ‘a danno zero’, il nuovo brevetto ENEA Il brevetto consiste in una piattaforma in cemento armato, alleggerita mediante tubi in vetroresina, che consente di abbattere fino all’80% gli effetti delle scosse sismiche sugli edifici, con tempi di costruzione ridotti e a costi competitivi, rispettando l’assetto urbanistico e architettonico dei centri urbani preesistenti.    Oltre al vantaggio dell’isolamento sismico, il sistema offre la possibilità..
Continua a leggere su Edilportale.com

30
Ott

PA in smart working? Ance: ‘ok ma con silenzio-assenso e orario prolungato’

30/10/2020 - “Ritardi, lungaggini e risposte inevase rischiano di bloccare definitivamente centinaia di cantieri sia pubblici che privati come quelli per gli interventi di efficientamento energetico e messa in sicurezza con il superbonus 110% che stanno partendo”. “Abbiamo già visto mesi fa che purtroppo nella PA uno smart working massiccio allo stato attuale è insostenibile”.   È questa la denuncia di Gabriele Buia, Presidente dell’Ance, l’Associazione Nazionale Costruttori Edili.   “Le imprese stanno facendo di tutto per tenere aperti i cantieri nonostante la maggiorazione dei costi e la minor produzione dovute all’emergenza sanitaria che ancora gravano sulle nostre spalle - sottolinea Buia - che certo non possono sopportare una pubblica amministrazione non preparata ad affrontare uno smart working intensivo”.   Secondo l’Ance, dunque, occorre un piano di intervento immediato per evitare..
Continua a leggere su Edilportale.com

30
Ott

Concorsi di progettazione, gli Architetti chiedono 50 milioni di euro per promuoverli

30/10/2020 – La semplificazione dell’iter di realizzazione delle opere pubbliche deve puntare sulla qualità di progetti attraverso i concorsi di progettazione. Sono le conclusioni del convegno “Semplificare i lavori pubblici”, organizzato mercoledì 28 ottobre dal Consiglio nazionale degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori (Cnappc), durante il quale è stato chiesto un Fondo da 50 milioni di euro per sostenere l’affidamento dei servizi di architettura e ingegneria ai professionisti.   Concorsi di progettazione e fondi per i professionisti Tre le proposte lanciate dal Cnappc: - semplificare l’intero iter di esecuzione delle opere pubbliche, dalla programmazione al collaudo; - puntare sul concorso di progettazione a due gradi, quale strumento per garantire la qualità delle opere pubbliche e la riduzione dei tempi per acquisire il progetto esecutivo;   - costituire un fondo di rotazione per..
Continua a leggere su Edilportale.com