1 11 Febbraio 2021 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for febbraio 11th, 2021

11
Feb

Partecipa il 23 marzo 2021 al corso per addetti alla squadra antincendio a rischio basso da seguire interamente in videoconferenza

  Ci sono ancora alcuni posti liberi al corso antincendio a rischio basso di febbraio e sono aperte le iscrizione all'edizione di marzo. Il corso per addetti a rischio medio viene suddivo in tre momenti formativi: parte teorica in videoconferenza: 23 marzo 2021 orario 9.00/13.00 e 25 marzo 2021 orario 9.00/12.00 - parte pratica (Euro Collaudi S.r.l. - Via Ghebba 109 Oriago): 26 marzo 2021 dalle ore 10.00 Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.  
 
11
Feb

Nuova ordinanza Regione Veneto del 9/02/2021 per le attività di somministrazione alimenti e bevande

Dal 10 febbraio è in vigore l'ordinanza n. 11 del 09/02/2021 della Regione Veneto riguardante "Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da virus COVID-19.

Ulteriori disposizioni.". I contenuti dell'ordinanza sono validi fino al 05/03/2021. Riassumo di seguito quanto previsto dall'ordinanza per le attività di somministrazione alimenti e bevande: •    Dalle ore 15.00 e fino alle 18.00, è consentita l'attività di somministrazione di alimenti e bevande esclusivamente con consumazione da seduti sia all'interno che all'esterno dei locali, su posti regolarmente collocati negli spazi disponibili da parte del singolo esercizio e in ogni caso nel rispetto dell'obbligo di distanziamento interpersonale di un metro e delle altre disposizioni delle Linee Guida. •    La mascherina va costantemente utilizzata a copertura di naso e bocca, sia in piedi che seduti nonché negli spostamenti nel locale e nello spazio esterno, salvo che per il tempo necessario per la consumazione di cibo e bevande. •    I servizi di ristorazione devono esporre all'ingresso un cartello indicando il numero massimo di persone ammesse nel locale, obbligo già dettato dal Dpcm. •    È vietata la consumazione di alimenti e bevande per asporto nelle vicinanze dell'esercizio di somministrazione. •    È sempre consentita e fortemente raccomandata la vendita con consegna di alimenti e bevande a domicilio. Per consulenze in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.  
 
11
Feb

Gare di progettazione, Anac: enti appaltanti non sempre in regola

11/02/2021 - Le stazioni appaltanti non sempre rispettano le norme sui corrispettivi nelle gare di progettazione.   Lo fa sapere la l’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) che, nell’esercizio dell’attività di vigilanza sui contratti pubblici, ha rilevato comportamenti delle stazioni appaltanti non pienamente aderenti alle disposizioni normative in materia di corrispettivi a base d’asta per le procedure di affidamento dei servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria.   L’ANAC si riferisce, in particolare, al mancato inserimento nella documentazione di gara del calcolo dei corrispettivi e all’applicazione di riduzioni percentuali ai corrispettivi determinati secondo le tabelle ministeriali di cui al Decreto Parametri bis (DM 17 giugno 2016).   Preso atto di ciò - si legge nella nota -, l’Autorità intende ribadire alcune indicazioni inerenti alla determinazione dei corrispettivi..
Continua a leggere su Edilportale.com

11
Feb

Smart building, oltre 8 miliardi investiti in Italia nel 2019 ma solo 2 per soluzioni davvero ‘intelligenti’

11/02/2021 - Ha superato gli 8 miliardi di euro il volume complessivo di investimenti in Smart building in Italia nel 2019, ma solo 2 miliardi - relativi al 25% degli interventi effettuati - hanno riguardato soluzioni effettivamente smart, capaci cioè di trasformare o dotare un edificio di ‘intelligenza’ e autonomia di gestione: una cifra ancora limitata dovuta alla scarsa consapevolezza dei concreti vantaggi che questo tipo di edifici può assicurare ai suoi occupanti in termini di risparmio energetico e sicurezza, salute e benessere, e tuttavia destinata a crescere significativamente nel prossimo decennio, una volta superata la crisi da Covid19.   Sono alcune delle evidenze contenute nello Smart Building Report 2020 redatto dall’Energy&Strategy Group della School of Management del Politecnico di Milano, giunto alla seconda edizione e presentato ieri. L’analisi - condotta come sempre in collaborazione con le molte aziende partner e incrociando..
Continua a leggere su Edilportale.com

11
Feb

Subappalto, Tar Lazio: il tetto del 30-40% si applica solo alle gare sotto soglia

11/02/2021 – I limiti al subappalto sono giustificati nelle gare di importo inferiore alle soglie comunitarie, mentre in quelle di importo superiore non possono essere posti paletti. È l’interpretazione che il Tar Lazio, con la sentenza 1575/2021, ha dato del conflitto tra la normativa italiana e quella europea in materia di contratti pubblici. Conflitto che è costato all’Italia richiami, procedure di infrazione e una sentenza con cui è stata dichiarata la contrarietà del Codice Appalti alle Direttive europee.   Subappalto, il caso Il Tar si è pronunciato sul ricorso di una società contro l’aggiudicazione di una gara per l’installazione di ascensori in un complesso di edilizia popolare. Ad aggiudicarsi la gara era stata un’altra società che, per raggiungere i requisiti di qualificazione nella categoria prevalente OG1, aveva dichiarato di voler subappaltare tutti i lavori della categoria OS4 per..
Continua a leggere su Edilportale.com

11
Feb

Superbonus 110%, le regole per eseguire correttamente il bonifico

11/02/2021 - Per avere diritto al superbonus 110% occorre pagare le spese con bonifico bancario o postale dal quale risulti: la causale del versamento, il codice fiscale del beneficiario della detrazione, il numero di partita Iva o il codice fiscale del beneficiario del bonifico.   Lo ha precisato dell’Agenzia delle Entrate richiamando la Circolare 24/2020 e ricordando che si possono utilizzare i bonifici già predisposti dagli istituti di pagamento per l’ecobonus o per la detrazione prevista per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio. Invece, i soggetti che esercitano attività d’impresa non hanno l’obbligo di pagare mediante bonifico.   Sui bonifici, al momento dell’accredito dei relativi pagamenti, viene applicata una ritenuta d’acconto (attualmente dell’8%). Qualora la non completa compilazione del bonifico pregiudichi il rispetto da parte delle banche e di Poste Italiane Spa dell’obbligo..
Continua a leggere su Edilportale.com