1 19 Febbraio 2021 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for febbraio 19th, 2021

19
Feb

Il Garante per la privacy pubblica sul sito gpdp.it le Faq sulle vaccinazioni.

Dalle FAQ (Frequently Asked Questions) pubblicate il 17/02/20 nel sito del Garante della Privacy,  si evince che il datore di lavoro non può acquisire, nemmeno previo consenso del dipendente o tramite il medico compente, i nominativi del personale vaccinato o la copia delle certificazioni vaccinali, in quanto ciò costituirebbe una violazione della disciplina in materia di tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, oltreché delle disposizioni sull’emergenza sanitaria. Al datore di lavoro, quindi, è solamente consentito acquisire, secondo quanto previsto dalla normativa vigente, i soli giudizi di idoneità alla mansione specifica redatti dal medico competente. Il Garante delle Privacy ha, altresì, spiegato che, nei casi di espletamento di mansioni lavorative che prevedano l’ esposizione diretta ad “agenti biologici”, come quelle inerenti al settore sanitario, si attuano le disposizioni vigenti sulle “misure speciali di protezione” previste per tali ambienti lavorativi (art. 279 del d.lgs. n. 81/2008). Tuttavia, anche in questi casi, solo il medico competente e non il datore di lavoro, può trattare i dati personali relativi alla vaccinazione dei dipendenti. Ergo, il datore di lavoro deve solo attenersi alle misure indicate dal medico competente, alla luce del giudizio di parziale o temporanea inidoneità rilasciato sui lavoratori. La Società di consulenza e formazione Modi Srl assiste le aziende clienti nella corretta applicazione della normativa GDPR 2016/679. L’attività di consulenza in tema privacy prevede la trattazione dei seguenti argomenti: - Compliance Audit: dall’analisi della situazione aziendale e della documentazione esistente viene valutata la posizione dell’azienda a fronte degli adempimenti privacy; viene emesso uno specifico report; - Valutazione dei rischi relativi al trattamento dei dati e individuazione delle misure di mitigazione dei rischi; - Valutazione d’impatto sulla protezione di dati (DPIA) per i trattamenti che possono comportare un rischio elevato per i diritti e le libertà delle persone interessate; - Registro dei trattamenti per la classificazione dei trattamenti dei dati effettuati dal titolare e degli eventuali responsabili, con l’individuazione delle caratteristiche di ogni trattamento; - Stesura delle procedure per la definizione delle misure tecniche e organizzative messe in atto in applicazione dei principi del GDPR e delle politiche sulla sicurezza dei dati dell’Organizzazione; - Individuazione e nomina dei Responsabili dei trattamenti dei dati; - Individuazione dei soggetti autorizzati al trattamento dei dati e definizione dell’ambito del trattamento di ciascun soggetto autorizzato; - Formazione dei soggetti autorizzati al trattamento dei dati; - Servizio di Data Protection Officer (DPO) figura Responsabile della Protezione dei Dati da individuare e nominare nei casi previsti dal GDPR.
Al fine di applicare correttamente la disciplina sulla protezione dei dati personali a fronte dell’attuale emergenza sanitaria il Garante per la Privacy fornisce delle specifiche direttive alle imprese e alle amministrazioni pubbliche, con l’obiettivo di prevenire e evitare possibili trattamenti illeciti di dati personali. 
 
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
 
19
Feb

Comportamenti adeguati per la riduzione degli infortuni? A Mestre molti i corsi di aggiornamento per gli addetti al primo soccorso. Aggiornamenti Covid-19.

I corsi per gli addetti al primo soccorso sono normati dal DM 388/03. Le aziende sono raggruppate in base alla loro classe di rischio. Gli addetti al primo soccorso che lavorano nelle aziende del gruppo A devono seguire un corso della durata di 16 ore e un corso di aggiornamento di 6 ore con cadenza triennale per il mantenimento della qualifica. Le aziende dei gruppi B e C devono effettuare un corso di primo soccorso da 12 ore e un corso di aggiornamento di 4 ore ogni 3 anni. I corsi di a aggiornamento rivolti ai componenti delle squadre di emergenza per il primo soccorso sono organizzati da MODI si tengono a Mestre (VE) o presso la sede dei Clienti. I programmi sono aggiornati Covid-19. Le prossime date dei corsi di aggiornamento triennali per gli addetti al primo soccorso durata 4 o 6 ore sono il 2 o il 3 marzo c.a o l’1 aprile 2021. Orario 14/18 sede Mestre. Sono 3 edizioni distinte. Per chi deve seguire i corsi della durata di 6 ore restano le stesse date per il pomeriggio ma si aggiune la richiesta di presenza virtuale al mattino di 2 ore in videoconferenza. Ci sono ancora dei posti anche ai corsi di formazione della durata di 12 o 16 ore. Per informazioni sulle offerte e scontistice contatteci. Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.  
 
 
 
 
19
Feb

Superbonus, RPT aggiorna le linee guida per il calcolo delle parcelle

19/02/2021 – La Rete delle Professioni Tecniche (RPT) ha aggiornato le linee guida per la determinazione dei corrispettivi dovuti ai professionisti nell’ambito delle prestazioni relative al Superbonus 110%.   Superbonus, le nuove linee guida per il calcolo dei corrispettivi Rispetto alle linee guida diffuse lo scorso dicembre, il nuovo documento spiega come calcolare il corrispettivo del responsabile dei lavori, cioè del professionista che sostituisce il committente nell'assunzione delle responsabilità (negli appalti pubblici questa figura coincide con il responsabile unico del procedimento).   L’ing. Michele Lapenna, consigliere e tesoriere del Consiglio nazionale degli Ingegneri (CNI), nonché coordinatore del gruppo di lavori che ha redatto le linee guida, ha spiegato che nella versione precedente il responsabile dei lavori non è stato considerato perché si riteneva che le sue prestazioni non fossero obbligatorie..
Continua a leggere su Edilportale.com

19
Feb

Sostituire la caldaia con la pompa di calore: cosa sapere prima di decidere

19/02/2021 - La riqualificazione energetica è un tema di grande attualità, affrontato da molteplici punti di vista: economico, della ricerca e dello sviluppo tecnologico, della sostenibilità. L'Italia, ormai dal 2007, incentiva tutte quelle azioni volte a migliorare le prestazioni energetiche del patrimonio edilizio esistente. Oggi, questi incentivi sono noti ai più con il nome di Ecobonus e Superbonus. Tra gli interventi agevolati vi è la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernali esistenti con impianti ad alta efficienza.   La pompa di calore è tra le possibili opzioni. Nel focus Pompe di calore, come funzionano? abbiamo visto quali sono le varie tipologie di pompa di calore e il principio di funzionamento. Attraverso questo approfondimento vorremmo soffermarci proprio su alcuni aspetti che possono presentarsi nel caso della sostituzione di un impianto preesistente con uno a pompa di calore.   Per..
Continua a leggere su Edilportale.com

19
Feb

Efficienza energetica degli elettrodomestici, dal 1° marzo le nuove etichette

19/02/2021 - A partire dal 1° marzo 2021 l’efficienza energetica di alcuni elettrodomestici tornerà ad essere indicata in base a una scala compresa tra A (massima efficienza) e G (bassa efficienza), in sostituzione dell’attuale classificazione da A “con tre più” (A+++) a G.   Le nuove regole, introdotte dalla Commissione europea per semplificare il quadro e per agevolare il confronto tra le prestazioni di alcuni prodotti, saranno inizialmente applicate a cinque categorie di apparecchi domestici (lavastoviglie, lavatrici e lavasciuga, frigoriferi e congelatori, sorgenti luminose, display elettronici) e a una di apparecchi commerciali (apparecchi per la refrigerazione con funzione di vendita diretta). Per tutti gli altri prodotti le etichette esistenti saranno sostituite gradualmente.     Efficienza energetica elettrodomestici, dal 1° marzo nuove etichette Oltre al consumo di energia elettrica, le etichette forniscono..
Continua a leggere su Edilportale.com

19
Feb

Superbonus 110%, Italia Solare chiede proroga al 2024 e riduzione della percentuale dal 2023

19/02/2021 – Proroga del Superbonus 110% e modifica del decreto FER1 e del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). Sono alcune delle richieste che il presidente di Italia Solare, Paolo Rocco Viscontini, ha formulato al nuovo Governo per far crescere le installazioni di impianti fotovoltaici e avviare la transizione energetica.   Superbonus, fotovoltaico, transizione energetica: le proposte In una lettera inviata al Ministro della Transizione Energetica Roberto Cingolani, Italia Solare illustra 7 punti cardine per far sì che l’Italia non sia più in fondo alla classifica europea quanto a installazioni fotovoltaiche annuali: 1. Servono urgentemente leggi che consentano alle energie rinnovabili di esprimere tutto il loro potenziale, in particolare semplificare gli iter autorizzativi, garantendo tempistiche rapide e certe; permettere alle rinnovabili di partecipare appieno al mercato dei servizi dell’energia; togliere..
Continua a leggere su Edilportale.com