1 8 Aprile 2021 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for aprile 8th, 2021

8
Apr

Realizzazione di Sistemi di Gestione a norma ISO 14001, 9001, 37001, 39001, 45001


I Consulenti MODI specializzati in ambito Qualità, Ambiente e Sicurezza, supportano gli imprenditori del Veneto e del nord est nell’implementazione e mantenimento di Sistemi di Gestione aziendali conformi alle principali norme internazionali (ISO 9001, ISO 14001, ISO 45001).

Dal 1998 ci impegniamo costantemente per trovare una soluzione a qualsiasi problema, sempre nel rispetto delle necessità organizzative e produttive. 

Diamo un’assistenza a 360°ai nostri clienti in veste di consulenti di organizzazione aziendale

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.


 

8
Apr

Ponte sullo Stretto, Ministro Giovannini: ‘non è compatibile con il PNRR’

08/04/2021 - Il ponte sullo Stretto di Messina è un’opera la cui complessità non è “compatibile con la tempistica di realizzazione degli interventi ammissibili a finanziamento con le risorse del PNRR”.   Ma per velocizzare l’attraversamento, “sono in corso gli approfondimenti necessari sulle diverse soluzioni. I lavori della Commissione ministeriale, istituita presso il Ministero, si concluderanno nelle prossime settimane, con l’elaborazione di una relazione, che presenterò al Parlamento per aprire un dibattito pubblico efficace e proficuo”.   “Il confronto con il Parlamento e con le altre istituzioni, anche locali, costituirà lo strumento mediante il quale verrà individuata la soluzione maggiormente condiv...Continua a leggere su Edilportale.com

]]>
8
Apr

Ponte sullo Stretto, Ministro Giovannini: ‘non è compatibile con il PNRR’

08/04/2021 - Il ponte sullo Stretto di Messina è un’opera la cui complessità non è “compatibile con la tempistica di realizzazione degli interventi ammissibili a finanziamento con le risorse del PNRR”.   Ma per velocizzare l’attraversamento, “sono in corso gli approfondimenti necessari sulle diverse soluzioni. I lavori della Commissione ministeriale, istituita presso il Ministero, si concluderanno nelle prossime settimane, con l’elaborazione di una relazione, che presenterò al Parlamento per aprire un dibattito pubblico efficace e proficuo”.   “Il confronto con il Parlamento e con le altre istituzioni, anche locali, costituirà lo strumento mediante il quale verrà individuata la soluzione maggiormente condivisa per rispondere alla domanda di mobilità da e per la Sicilia con infrastrutture e mezzi di trasporto adeguati e sostenibili sotto il profilo economico, sociale ed ambientale”.   Lo..
Continua a leggere su Edilportale.com

8
Apr

Pompa di calore e Fotovoltaico, un dialogo eco-friendly

08/04/2021 - Il risparmio sulle bollette è un topic sempre attuale e sentito dal consumatore. Oggi, grazie alle innovazioni tecnologiche, è possibile realizzare concretamente questo taglio dei costi, utilizzando le energie rinnovabili come “carburante green” per mettere in moto il sistema casa.   Per di più, Superbonus 110% ed Ecobonus sono due grandi possibilità per riqualificare energeticamente gli edifici con la prospettiva di un risparmio a lungo tempo.   In questo focus approfondiremo il caso di un intervento che prevede la sostituzione del generatore di calore esistente con impianto termico in pompa di calore (PDC) e l’installazione di impianto fotovoltaico (FV);   Come lavorano questi due sistemi assieme? È realmente una soluzione che permette di poter riscaldare, raffrescare e produrre acqua calda a costo quasi zero?   Per rispondere a queste e ad altre domande abbiamo coinvolto..
Continua a leggere su Edilportale.com

8
Apr

Appalti, Filca-Cisl: per sbloccare il Paese occorre ridurre i tempi dei lavori

08/04/2021 - Dotare le stazioni appaltanti di tecnici in grado di elaborare progetti efficaci; garantire la continuità del lavoro in caso di contenzioso; ridurre i tempi per l’approvazione e l’esecuzione delle opere. Lo chiede il segretario generale della Filca-Cisl, Franco Turri.   “Oggi in media occorrono oltre 10 anni per realizzare un’opera, e un terzo di questo tempo è precedente all’apertura dei cantieri. Bisogna quindi ridurre i tempi, e lo si fa migliorando il Codice degli Appalti, non certo sospendendone l’efficacia”.   Il riferimento è alla proposta di sospendere il Codice degli Appalti, avanzata alcuni giorni fa dall’Antitrust. Proposta che il sindacato respinge con decisione: “è un po' come chiedere la sospensione del Codice della Strada per eliminare il traffico: una proposta sbagliata e inutile, anzi dannosa”.   “Quello che occorre per aprire i cantieri..
Continua a leggere su Edilportale.com

8
Apr

Appalti, Filca-Cisl: per bloccare il Paese occorre ridurre i tempi dei lavori

08/04/2021 - Dotare le stazioni appaltanti di tecnici in grado di elaborare progetti efficaci; garantire la continuità del lavoro in caso di contenzioso; ridurre i tempi per l’approvazione e l’esecuzione delle opere. Lo chiede il segretario generale della Filca-Cisl, Franco Turri.   “Oggi in media occorrono oltre 10 anni per realizzare un’opera, e un terzo di questo tempo è precedente all’apertura dei cantieri. Bisogna quindi ridurre i tempi, e lo si fa migliorando il Codice degli Appalti, non certo sospendendone l’efficacia”.   Il riferimento è alla proposta di sospendere il Codice degli Appalti, avanzata alcuni giorni fa dall’Antitrust. Proposta che il sindacato respinge con decisione: “è un po' come chiedere la sospensione del Codice della Strada per eliminare il traffico: una proposta sbagliata e inutile, anzi dannosa”.   “Quello che occorre per aprire i cantieri..
Continua a leggere su Edilportale.com

8
Apr

Iva al 10%, spetta per la nuova costruzione di impianti fognari

08/04/2021 - La realizzazione di un collettore fognario che unisce due depuratori è un intervento di nuova costruzione che può fruire dell’aliquota Iva ridotta. Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate con la Risposta 229 del 6 aprile 2021.   Il quesito è stato posto da una società che gestisce il servizio idrico integrato di alcuni Comuni, la quale, nell’ambito dell’attività di adeguamento della rete fognaria, ha affidato a una ditta esterna l’appalto per la costruzione del collettore fognario dal depuratore X al depuratore Y.   Tale intervento - ha specificato la società - costituisce il primo lotto di un più ampio progetto di realizzazione di un sistema di collettamento dei reflui fognari attualmente trattati in una serie di impianti di depurazione presenti nella zona.   L’Agenzia rileva che l’intervento può essere considerato una “nuova realizzazione” e..
Continua a leggere su Edilportale.com