1 1 Ottobre 2021 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Archive for ottobre 1st, 2021

1
Ott

Chi è in possesso di una valutazione da fulminazione effettuata secondo la normativa precedente è esonerato dalla nuova normativa?


Il 10/03/2013 è entrata in vigore la nuova edizione della norma CEI EN 62305-2; a partire dal 30 giugno 2014, invece, è stata abrogata la guida CEI 81-3 che indicava il numero medio di fulmini a terra per anno per chilometro quadrato dei diversi comuni italiani.

La norma CEI EN IEC 62858, in vigore dal 1/6/2020, definisce quindi come elaborare i dati raccolti da reti di localizzazione dei fulmini per renderli disponibili, sotto forma del dato “NG“, per la redazione della valutazione del rischio fulminazione secondo la norma CEI EN 62305-2. Tali valori di “NG“, vanno a sostituire quelli precedentemente disponibili secondo l’abrogata guida CEI 81-30 (Protezione contro i fulmini – Reti di localizzazione fulmini (LLS) – Linee guida per l’impiego di sistemi LLS per l’individuazione dei valori di Ng).

L’applicazione della procedura di valutazione è complessa e richiede specifiche competenze, esperienza e professionalità.

I tecnici di MODI sono in grado di assistere il datore di lavoro nell’assolvere all’obbligo di valutazione del rischio fulminazione da scariche atmosferiche, in accordo a quanto previsto dal D.Lgs. 81/08 ,  le norme CEI EN 62305-2, CEI EN IEC 62858 e la Guida 81-29.

L’intervento dei tecnici di MODI consiste in un sopralluogo in azienda con raccolta dei dati ed elaborazione di una relazione tecnica con calcolo del rischio di fulminazione.

Per richiedere un preventivo per effettuare la valutazione del rischio di fulminazione o per richiedere maggiori informazioni è possibile contattare i tecnici di MODI telefonando al numero verde 800 300333 oppure tramite e-mail a modi@modiq.it.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.


 

1
Ott

Ricostruzione post-sisma Centro Italia, in arrivo 1,78 miliardi di euro

01/10/2021 - Un miliardo e 780 milioni di euro sono stati assegnati alle regioni del Centro Italia per ricostruire e rivitalizzare le aree colpite dai terremoti del 2009 e del 2016/2017.   La Cabina di coordinamento integrata per la gestione della Ricostruzione ha approvato ieri il Pacchetto Sisma con i programmi unitari di intervento per l’utilizzo dei fondi stanziati che dovranno perseguire obiettivi di transizione energetica e sostenibilità ambientale, puntando sulla formazione del capitale umano e la valorizzazione delle risorse del territorio.   I fondi, ripartiti in base alla percentuale dei danni subiti nel corso dei due eventi, sono aggiuntivi rispetto a quelli previsti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) da 191 miliardi di euro finanziato con il Recovery Fund europeo, che riguarda l’intero territorio nazionale.   Il Pacchetto Sisma preve...Continua a leggere su Edilportale.com

]]>
1
Ott

Detrazioni fiscali sui lavori in casa, quando è richiesta l’asseverazione?

01/10/2021 - Chi realizza interventi di ristrutturazione edilizia, agevolati con la detrazione Irpef del 50%, non deve richiedere l’asseverazione del tecnico abilitato né il visto di conformità.   Lo ha spiegato l’Agenzia delle Entrate, rispondendo alla domanda di un contribuente su Fisco Oggi.   Bonus ristrutturazioni, è richiesta l’asseverazione? Il contribuente sta realizzando, su un immobile di sua proprietà, lavori di ristrutturazione edilizia che danno diritto alla detrazione Irpef del 50%.   Si è rivolto al Fisco per sapere se deve richiedere l’asseverazione del tecnico o il visto di conformità anche nel caso in cui rinunci alla possibilità di cedere il credito corrispondente alla detrazione.   Bonus ristrutturazioni...Continua a leggere su Edilportale.com

]]>
1
Ott

Catasto, cosa prevede l’ipotesi di riforma

01/10/2021 - Dopo il nulla di fatto degli anni scorsi, il Governo torna a parlare di riforma del Catasto. Argomento che desta preoccupazione tra i proprietari di immobili, che non vogliono trovarsi a dover pagare tasse maggiori a fronte di una complessiva revisione dei parametri di valutazione degli immobili.   Alle preoccupazioni ha cercato di dare risposta il presidente del Consiglio, Mario Draghi, durante la conferenza stampa che ha avuto luogo mercoledì scorso dopo il Consiglio dei Ministri che ha approvato la NADEF 2021.    Ad ogni modo, il percorso della riforma del Catasto non sarà breve. In primo luogo è necessario approvare una legge delega con i princìpi della riforma fiscale. Solo in un secondo momento il Governo metterà a punto i decreti dedicati, tra cui ...Continua a leggere su Edilportale.com

]]>
1
Ott

Bonus idrico, a breve il via libera alle domande

01/10/2021 - È in dirittura di arrivo il decreto del Ministero della Transizione Ecologica attuativo del bonus idrico, il contributo finalizzato al risparmio delle risorse e alla riduzione degli sprechi di acqua. Lo ha annunciato al Cersaie di Bologna la sottosegretaria Vannia Gava.   Il provvedimento, atteso dai primi di marzo 2021, consentirà di richiedere il bonus di 1.000 euro per le spese sostenute dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2021, una tantum, per un solo immobile, per interventi di efficientamento idrico fino ad esaurimento delle risorse stanziate, pari a 20 milioni di euro per l’anno 2021.   Potranno beneficiare del bonus i titolari del diritto di proprietà o di altro diritto reale su edifici esistenti, nonché di diritti ...Continua a leggere su Edilportale.com

]]>