Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

23 novembre 2015

Abusi edilizi, la scelta tra demolizione e multa non spetta ai Comuni

23/11/2015 – La scelta se demolire o multare un abuso edilizio non può essere affidata alla discrezionalità dei Comuni. Per evitare una implicita sanatoria bisogna rifarsi solo alle disposizioni del Testo Unico dell’edilizia. Si è espressa in questi termini la Corte Costituzionale, che con la sentenza 233/2015 ha dichiarato illegittimi gli articoli 207 e 208 della Legge Regionale 65/2014 della Toscana. Abusi edilizi, in Toscana il Comune sceglie la demolizione o la multa A finire sotto accusa è stata la possibilità, riconosciuta dalla norma regionale, di far scegliere ai Comuni se punire con una multa o con la demolizione gli edifici realizzati senza permesso di ostruire, in difformità dal titolo abilitativo o in contrasto con gli strumenti urbanistici. In base alla legge regionale, per gli abusi edilizi commessi prima del 1° settembre 1967, data in cui è entrata in vigore la Legge 765/1967.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI Qualità, Ambiente, Sicurezza, Corsi di Formazione, Privacy e 231