Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

30 marzo 2016

Abusi edilizi, l’ordine di demolizione può basarsi su una norma successiva alla costruzione

30/03/2016 – L’ordine di demolizione di un edificio abusivo può basarsi su una norma che non esisteva nel periodo in cui è stato realizzato l’abuso. Ciò che conta, ha spiegato il Tar Lazio con la sentenza 2588/2016, è accertare l’irregolarità dell’opera e ristabilire l’ordine urbanistico che questa ha compromesso. Nel caso preso in esame, un Comune aveva emesso un ordine di demolizione nei confronti di un edificio realizzato negli anni ’70 senza nessuna autorizzazione. Per prendere tempo, i proprietari avevano contestato la validità dell’atto del Comune che giustificava la demolizione con le disposizioni contenute nel Testo Unico dell’Edilizia (Dpr 380/2001), cioè una norma adottata dopo la costruzione dell’edificio abusivo. Secondo i ricorrenti, per essere valido l’ordine di demolizione doveva invece rimandare alla Legge 47/1985, in vigore nel momento in cui era.. Continua a leggere su Edilportale.com       MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231