Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

25 settembre 2014

Anac: le Soa possono eseguire i controlli delle norme antimafia

25/09/2014 – Coordinare le norme del Codice Appalti e del Codice Antimafia per risolvere le criticità nelle attestazioni Soa. È l’obiettivo dell’Autorità nazionale anticorruzione (ANAC), che con la Determinazione 2/2014 ha fornito un’interpretazione per risolvere le contraddizioni presenti tra le due fonti di legge.   L’ANAC ha sottolineato che secondo l’articolo 78 del Codice Appalti, per il conseguimento dell’attestato di qualificazione le verifiche antimafia devono essere eseguite sul titolare o sul direttore tecnico se si tratta di un'impresa individuale, sui i soci o sul direttore tecnico se si tratta di società in nome collettivo, sui soci accomandatari o sul direttore tecnico se si tratta di società in accomandita semplice, sugli amministratori muniti di poteri di rappresentanza o sul direttore tecnico o sul socio unico o su quello di maggioranza se si tratta di altro tipo di società.   L’art...
Continua a leggere su Edilportale.com

Leggi altri articoli della categoria LAVORI PUBBLICI