Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

11 gennaio 2017

Antisismica, le Regioni non possono derogare alle norme nazionali

11/01/2017 – Tutti i lavori in zona sismica devono essere autorizzati dall’ufficio tecnico regionale e devono essere progettati e diretti da un ingegnere, un architetto, un geometra o un perito edile iscritto all'albo, nei limiti delle rispettive competenze. Lo prevede la normativa nazionale e le Regioni non possono prevedere deroghe e semplificazioni per interventi considerati di lieve entità. Con la sentenza 51683/2016, la Cassazione ha sanzionato dei lavori effettuati in zona sismica, senza darne comunicazione al Comune, bocciando anche la condotta di una Regione che aveva previsto uno snellimento delle procedure in contrasto con le norme statali. I lavori consistevano nella realizzazione di due piattaforme in cemento e tre strutture metalliche. Il responsabile dell’intervento sosteneva che i divieti e le sanzioni previste dal Testo Unico dell’edilizia si dovessero applicare a costruzioni, riparazioni e sopraelevazioni,.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231